Home / Posts Tagged "domenica"

Domenica 4 agosto, come ogni prima domenica del mese, la chiesa di San Teonisto di Treviso sarà aperta al pubblico dalle ore 10 alle 18. Sono in programma due visite guidate a partenza aggregata alle ore 11 e alle 16 (costo 5 euro a persona). Inoltre è possibile prenotare visite guidate per gruppi, scrivendo a: [email protected] (costo 5 euro a persona per gruppi di minimo 25 persone, massimo 40).

 

Sarà possibile “riscoprire” le 19 grandi tele ricollocate nella chiesa dopo un accurato intervento di restauro che le ha restituite alla originaria bellezza. Le opere – commissionate nel corso del Seicento dalle monache benedettine che avevano eretto il convento e la chiesa di San Teonisto a illustri pittori dell’epoca quali Jacopo Lauro, Carletto Caliari, Matteo Ingoli, Bartolomeo Scaligero, Pietro della Vecchia, Ascanio Spineda, Alessandro Varotari detto il Padovanino, Matteo Ponzone, Paolo Veronese e Antonio Fumiani – dopo una storia travagliata, sono tornate sui muri per i quali erano state dipinte grazie a un accordo trentennale tra il Comune di Treviso e la Fondazione Benetton, che consente alla cittadinanza di ammirarle nuovamente nella loro sede originaria.

 

A rendere possibile il loro rientro è stato il completo recupero della chiesa, voluto e finanziato da Luciano Benetton. Il complesso intervento di restauro, iniziato nel 2014 e ultimato alla fine del 2017, è stato affidato all’architetto Tobia Scarpa che ha saputo restituire un’architettura rinnovata ma capace di raccontare i segni del passato di luogo consacrato, poi gravemente danneggiato dai bombardamenti del 1944, sconsacrato e adibito a usi diversi. L’edificio è stato gestito dal Comune di Treviso fino all’acquisizione, nel 2010, da parte di Luciano Benetton che successivamente l’ha donato alla Fondazione per farne un luogo di cultura.

 

 

Informazioni e costi sulle visite guidate per gruppi su prenotazione: [email protected]
Per maggiori informazioni:
Fondazione Benetton Studi Ricerche: tel. 0422.5121, [email protected], www.fbsr.it

 

Photo Credits: Corrado Piccoli

Domenica mattina, come da tradizione alle nove in punto, un colpo di cannone ha dato il via alla 44° edizione della Vogalonga. Una manifestazione nata nel 1974, quando un gruppo di veneziani ha deciso di istituire una gara non competitiva con lo scopo di rilanciare la tradizionale voga alla veneta e di sensibilizzare l’opinione pubblica contro il degrado e il moto ondoso nella laguna di Venezia.

 

I partecipanti alla prima edizione furono 1500 con 500 imbarcazioni, provenienti quasi esclusivamente dal Veneto, fatta eccezione per qualche equipaggio arrivato da Lombardia e Piemonte.

L’edizione del 2018 ha contato numeri da capogiro: 8300 vogatori con 2300 imbarcazioni. Oggigiorno le iscrizioni si fanno on line, richiamando partecipanti da tutto il mondo con imbarcazioni di tutti i tipi, purché a remi.

 

Il percorso di 32 km è partito dal Bacino San Marco per proseguire costeggiando Sant’Elena, le Vignole, Sant’Erasmo e San Francesco del Deserto. È seguito un passaggio per Murano, Burano, Torcello e il ritorno attraverso il rio di Cannaregio. All’arrivo, fissato alla Punta della Dogana, sono state consegnate magliette, medaglie e diplomi a tutti i partecipanti.
Una parte della quota di partecipazione sarà utilizzata per il rilancio delle remiere e la tradizione della voga alla veneta.

 

Per informarsi e partecipare alla prossima edizione, il sito ufficiale della Vogalonga.

Sono circa 230 i partecipanti al mercatino dell’antiquariato a Godega di Sant’Urbano, di cui oltre due terzi sono antiquari professionisti Circa 5.000 sono i visitatori di ogni domenica.

 

 

Il mercatino dell’antiquariato a Godega di Sant’Urbano è uno dei più noti mercatini dell’antiquariato in provincia di Treviso risalente alla seconda metà degli anni ’80.

Attualmente sono 26 anni che, ogni terza domenica del mese, antiquari professionisti e hobbisti partecipano al mercatino di Godega coi loro stand, dalle 8.30 alle 18.30 – con l’unica eccezione dei mesi di luglio e agosto –, occupando sia i due padiglioni di spazio coperto sia il piazzale.

Nel più grande dei due padiglioni, sono disponibili un comodo parcheggio e un bar ristorante.

 

 

Il mercatino dell’antiquariato a Godega di Sant’Urbano è diventato un punto di riferimento sia per gli antiquari che giungono anche da fuori provincia sia per gli amanti degli oggetti antichi alla ricerca di scoprire qualche rarità o più semplicemente trovare un’idea regalo originale.

 

 

Tra gli stand del mercatino dell’antiquariato a Godega di Sant’Urbano si possono trovare bicchieri e caraffe in cristallo di Boemia, antichi paioli in rame come gli stampi per dolci sbalzati a mano, boccali Tankard di Norimberga, lampade da tavolo Art Decò in antimonio, antichi giocattoli in latta come le famose automobili di Carette, automi dei primi del ‘900, candelabri Impero in bronzo, xilografie del XVII secolo, vassoi e posate in argento, pizzi e merletti antichi, monete e francobolli rari, mobili e sedie d’epoca, tavoli del ‘700 intarsiati, cassapanche, quadri, oggettistica in ceramica e porcellana, libri rari non più in commercio, stampe antiche e vari oggetti in rame: paioli, pentole e cuccume usate un tempo.

 

Non manca neppure qualche stand dal sapore esotico che propongono oggetti etnici oppure di origine orientale, tra cui soprammobili e teiere in porcellana cinese o statuette in giada.

 

 

Il prossimo appuntamento col mercatino dell’antiquariato di Godega è fissato per oggi, domenica 20 maggio 2018. Le date previste per i prossimi mesi sono:

domenica 20 maggio 2018

domenica 17 giugno 2018

domenica 16 settembre 2018

domenica 21 ottobre 2018

domenica 18 novembre 2018

 

Domenica 15 aprile, l’Associazione Diritti degli Animali di Jesolo propone una giornata da trascorrere in compagnia dei propri amici quattrozampe meticci, dal titolo Festa del Bastardino 2018.

 

L’evento si terrà in Piazza Aurora di Jesolo e avrà inizio alle 11.30 con le iscrizioni dei propri pelosi alla sfilata pomeridiana, che prevede un piccolo contributo di iscrizione di €5. In cambio sarà regalato anche un grazioso gadget.

Al termine della sfilata passerella, verrano premiati:

– il bastardino DOC

– il cucciolo più coccolo

– il cane di razza più simpatico

– il cane più anziano

 

Ad animare la giornata, oltre al simpatico presentatore Oscar Cacace, saranno presenti l’imitatore, cantante e comico Max Pianta, il centro cinofilo Fastdog, che presenterà alcune discipline per giocare insieme ai nostri cani, e il comitato cartellini disabili, che mostrerà alcuni animali disabili.

 

Per maggiori informazioni: 347 0059678 o www.adajesolo.it

In caso di maltempo, la manifestazione sarà rinviata al 22 aprile.

 

.

A livello nazionale, la legislatura si è chiusa senza dare risposta alle richieste di modifica alla normativa in materia di liberalizzazione delle attività economiche, in particolare per quanto riguarda gli orari di vendita e i giorni di apertura domenicale e festiva degli esercizi commerciali.

 

In vista delle prossime festività pasquali, il punto della situazione e le prossime iniziative della Regione nei confronti dei parlamentari neoeletti saranno l’argomento di una conferenza stampa indetta per domani, lunedì 19 marzo, alle ore 12.00 in Sala Pedenin a Palazzo Balbi a Venezia (Dorsoduro, 3901) a cui interverrà l’assessore regionale allo sviluppo economico e al commercio Roberto Marcato.

 

Saranno presenti anche don Enrico Torta e rappresentanti del movimento “Domenica No Grazie” Veneto, delle associazioni di categoria e delle organizzazioni sindacali.

La Federazione italiana Gioco calcio comunica che, a causa del perdurare dell’instabilità meteo per i prossimi giorni, la manifestazione di sport e solidarietà promossa in collaborazione con il Comune di Venezia per celebrare il 120° Anniversario della FICG, in programma domenica 18 marzo, dalle 10.30 alle 12.30, in Piazza Ferretto, sarà rinviata a domenica 8 aprile.

 

La decisone è stata presa anche in considerazione dell’età dei partecipanti (visto che l’iniziativa avrebbe coinvolto bambini tra i 5 e i 10 anni), oltre al fatto che l’iniziativa avrebbe previsto l’allestimento di 4 mini campi da gioco (per partite da 3 contro 3), in cui i ragazzi si sarebbero sfidati.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni