Home / Posts Tagged "Bibione"

Tra un mese il doppio appuntamento allinsegna del running: sabato la grande corsa al femminile con finalità benefiche, domenica le gare internazionali sulle distanze di 10 e 20 miglia

 

Bibione si prepara per un intero weekend di corsa. Sabato 7 e domenica 8 settembre è in programma l’edizione 2019 di Bibione in rosa e Bibione is surprising run. Un doppio appuntamento dedicato a tutti gli appassionati di corsa, che quest’anno si proporrà con date invertite: sabato 7 settembre, nel pomeriggio, riflettori puntati su Bibione in rosa, evento al femminile con finalità benefiche che ritorna in Piazza Fontana dopo il bel successo dell’edizione 2018. Domenica 8 settembre, in mattinata, spazio invece alla gara Fidal sulla distanza delle 10 miglia, a cui anche quest’anno si aggiungerà una 20 miglia.

 

Bibione in rosa

Donne che corrono per altre donne. Parte il conto alla rovescia per la nuova edizione di Bibione in rosa, la grande manifestazione al femminile che verrà riproposta nel pomeriggio di sabato 7 settembre dopo il gran successo dell’anno scorso. Organizzata da Palextra Events in collaborazione con il Running Team Conegliano, Bibione in rosa anche quest’anno si svilupperà su due percorsi: e 9 chilometri.

 

L’evento sarà esclusivamente dedicato alle donne, che potranno parteciparvi correndo o camminando nella più assoluta libertà. Partenza e arrivo nella scenografica Piazza Fontana, con start alle 17. Sarà un evento all’insegna del benessere e del divertimento, ma non mancherà un obiettivo benefico: il ricavato della manifestazione, tolti i costi organizzativi, sarà infatti devoluto a Sole Donna (www.soledonna.org), associazione che opera dal 1999 in provincia di Venezia (all’ospedale di Dolo e nel comprensorio dell’ULSS 3 Serenissima, distretto di Mirano-Dolo) per la riabilitazione delle donne operate di tumore al seno, a cui offre assistenza medica e supporto psicologico.

Lo sport aiuta a prevenire la malattia e a guarire più velocemente. Ma lo sport, come nel caso di Bibione in rosa, può anche diventare una grande occasione di solidarietà. Nel sito ufficiale dell’evento sono illustrate le modalità d’iscrizione ed è disponibile l’elenco dei punti d’iscrizione già attivi nelle province di Venezia, Treviso e Pordenone.

Bibione is surprising sun

Il nome è tutto un programma: Bibione is surprising runDomenica 8 settembre, archiviata Bibione in rosa, la rinomata località balneare veneziana ospiterà la sesta edizione di una gara sulla distanza delle 10 miglia (16,093 km) che si è ormai ritagliata uno spazio nel cuore di tanti appassionati. Dopo il bel successo del 2018, anche quest’anno la gara sulle 10 miglia sarà abbinata ad una prova sulla doppia distanza (20 miglia, pari a 32,186 km). Partenza e arrivo, anche in questo caso, in Piazza Fontana, dove sorgerà un’area espositiva, dedicata alla promozione di prodotti tipici e materiali tecnici per il running. Il percorso di “Bibione is surprising run” toccherà gli angoli più suggestivi di quest’angolo di Adriatico che ogni anno attira milioni di turisti e rappresenta una meta abituale anche per gli appassionati delle più diverse discipline sportive.

In particolare, un lungo tratto di gara sfrutterà l’ampia rete di piste ciclopedonali, a ridosso della spiaggia, che caratterizza questa parte del litorale veneziano. Tra cielo e mare, pineta e laguna, Bibione prepara una corsa davvero sorprendente. Organizza il Running Team Conegliano, in collaborazione con Palextra Events. Per saperne di più: www.bibionerun.com.

Si è svolta venerdì scorso, presso l’arenile di Bibione, la “Giornata didattica ricreativa del Mare”, a cura della Guardia Costiera di Bibione e Caorle comandata dal Tenente di Vascello PIL. Giovanni Turini e della FISA Regione Veneto guidata dal Maestro di Salvamento Matteo Giardini.

 

Centinaia di bagnanti e i frequentatori del Grest Bibione hanno visto gli Assistenti Bagnanti FISA in azione su tecniche di salvamento a mani nude e con l’utilizzo dei presidi moderni di salvataggio come il Rescue Tube (cintura galleggiante) e Rescue Can (famosa per essere utiliazzata dalla serie BayWatch), la moto d’acqua da soccorso, la Rescue Board o tavola Surf da soccorso.

 

Tali strumenti usati sapientemente da un soccorritore FISA brevettato permettono di arrrivare prima alla persona da soccorrere e in sicurezza. Oltre alle tecniche di salvataggio in acqua sono stati approntate le manovre di rianimazione cardio polmonari con l’utilizzo del defibrillatore semi automatico e somministrazione dell’ossigeno. Ma il pezzo forte della esercitazione che ha letteralmente fatto esplodere la folla, è stato l’intervento delle unità cinofile FISA della Ass. Il Cane, che ha affrontato soccorsi in acqua singoli o di gruppo, emozionando tutti grandi e piccini. A conclusione della Fase in acqua i bimbi del Grest hanno partecipato ad una lezione di educazione ambientale a cura di ASVO e Guardia Costiera. La Guardia Costiera inoltre ha evidenziato l’importanza della sicurezza in mare e del rispetto dell’ambiente marino.

 

L’evento rientra nell’ambito della campagna di sensibilizzazione denominata “PlasticFree” della Guardia Costiera.

 

Oltre 1500 iscritte per l’evento al femminile che oggi ha attraversato il cuore della località balneare veneziana: ricavato all’associazione Sole Donne. Grande entusiasmo in una mattinata baciata dal sole per un evento che cresce di anno in anno 

 

Donne che corrono per aiutare altre donne: oggi oltre 1500 donne hanno partecipato alla manifestazione organizzata da Palextra Events, in collaborazione con il Running Team Conegliano.

 

Dopo la pioggia dello scorso anno, l’edizione 2018 di Bibione in rosa è stata accompagnata da uno splendido sole che ha reso la festa ancora più bella. Dopo la partenza da Piazza Fontana, le partecipanti si sono divise tra i due tracciati – 6 e 9 chilometri – che hanno attraversato il cuore di Bibione, percorrendo per un lungo tratto anche la pista ciclabile che delimita la spiaggia.

 

In prima fila, il gruppo Ugo, acronimo di “Unite Gareggiamo Ovunque”. Un team padovano che pratica il Dragon Boat come attività riabilitativa per le donne operate di tumore al seno. Poi, con il ritorno delle donne in piazza Fontana, la festa è proseguita con l’animazione del dj Michele Patatti, che ha coinvolto le partecipanti a Bibione in rosa in canti e balli di gruppo.

 

Si è corso – e camminato – per divertimento. Ma anche per dire che la malattia è una sfida che si può vincere. Il ricavato della manifestazione – tolti i costi organizzativi – sarà infatti devoluto a Sole Donna, associazione che opera dal 1999 in provincia di Venezia (all’ospedale di Dolo e nel comprensorio dell’ULSS 3 Serenissima, distretto di Mirano-Dolo), accompagnando la riabilitazione delle donne operate di tumore al seno, a cui offre assistenza medica e supporto psicologico.

 

Visto il carattere benefico e non competitivo di Bibione in rosa, non erano previste classifiche. Una menzione speciale va però ai tre gruppi più numerosi. I loro nomi? Pink Positive, di Cervignano del Friuli, la Palestra Just Fit, di Conegliano, e il Gruppo Andos, di Portogruaro. Applausi.

 

Intanto, a proposito di corse al femminile, Palextra Events e il Running Team Conegliano stanno per lanciare il lungo conto alla rovescia che condurrà alla seconda edizione della Rosa di Conegliano. L’appuntamento è per il 3 marzo 2019. Le iscrizioni apriranno il 1° ottobre. Le donne che corrono sono un fiume di passione che non si ferma mai.

È partito anche il conto alla rovescia verso la quarta edizione di Bibione in rosa, la grande corsa al femminile che domenica 9 settembre (con inizio alle ore 9.30, ma ritrovo alle ore 7:30) sarà tra gli eventi clou di un fine settimana tutto da correre. Bibione in rosa, quest’anno, si svilupperà su due percorsi: 6 e 9 chilometri.

 

La partecipazione sarà esclusivamente dedicata alle donne, che possono parteciparvi correndo o camminando. Partenza e arrivo, anche in questo caso, da Piazza Fontana.

 

Sarà un evento all’insegna del benessere e del divertimento, ma non mancherà un obiettivo benefico: il ricavato della manifestazione, tolti i costi organizzativi, sarà devoluto a “Sole Donna”, associazione che opera dal 1999 in provincia di Venezia (all’ospedale di Dolo e nel comprensorio dell’ULSS 13) e che accompagna la riabilitazione delle donne operate di tumore al seno, cui offre assistenza medica e supporto psicologico.

 

Ogni anno, in Italia, sono 48mila le donne che si ammalano di tumore al seno.
Lo sport aiuta a prevenire la malattia e a guarire più in fretta. Ma lo sport, come nel caso di Bibione in rosa, può anche diventare una grande occasione di solidarietà. Bibione è quindi pronta a colorarsi di rosa!

 

Informazioni utili:

Le iscrizioni on line chiuderanno il 7 settembre.

Sarà possibile iscriversi anche i giorni 8 e 9 settembre, presso l’Area Expo sita in piazza Fontana.

Sono complessivamente 15 i punti di iscrizione distribuiti tra le province del Treviso, Pordenone, Padova e Venezia.

La consegna del pettorale di partecipazione, del pacco gara e della t-shirt avverranno presso l’Area Expo sita in piazza Fontana l’8 settembre (dalle 14 alle 20) e il 9 settembre (dalle ore 7 alle ore 9.15).

La quota di iscrizione è di € 14 dai 6 anni in su (compiuti alla data della manifestazione) e di € 8 per minori di 6 anni.

 

Per ulteriori info: www.bibioneinrosa.com

Dopo le recenti tappe sulle spiagge di Caorle e Jesolo, dove ha sfondato il muro dei 20 mila partecipanti, domenica 26 agosto il festival dei colori più grande d’Italia sbarca a Bibione, col suo bagaglio pieno di colori e musica. Dalle ore 15 alle 20 sulla spiaggia di Piazzale Zenith sono in arrivo cascate di polverine arcobaleniche per tutti.

 

Con il patrocinio del comune di San Michele al Tagliamento e in collaborazione con Shany DiscoBeach, Kocò Music Club, Naima Sound Club & VP Vintage Party, si preannuncia quindi una tappa indimenticabile e ricca di emozioni, che farà ballare tutto il popolo degli Holi lovers in un tripudio di colori.

 

Questo evento peraltro è un bis, perché visto l’enorme successo ottenuto il 2 giugno scorso, gli event manager ideatori del format, Fabio Lazzari e Marco Bari, hanno deciso di tornare a Bibione prima che il tour estivo volga alla fine. Marco Bari precisa: “Per noi è sempre una grande gioia vedere così tante persone che si divertono spensierate, e nel colore tutte uguali. Questo è il messaggio autentico dell’Holi: condivisione e amicizia, senza alcuna distinzione, ma solo voglia di stare assieme”.

 

Le successive date in programma sono: sabato 25 agosto all’Arena parco Nord di Bologna (free entry); il 1 settembre, con un altro bis al Cayo Blanco di Sottomarina (VE), dove quest’ultima tappa sarà a ingresso limitato e solo su prevendita. Infine, domenica 2 settembre, l’Holi vola all’Home Festival di Treviso e l’8 settembre al Vivi festival di Vicenza. Tutte le info su: www.holiontour.it

L’Holi Summer Tour 2018 ad agosto approda nelle spiagge-simbolo del divertimento: l’11 a Caorle, il 12 a Jesolo e il 26 a Bibione. Gli organizzatori: “Riempiamo di musica, colore e gioia la vostra estate. L’Holi, l’originale, è tornato più grande che mai!”

 

I turisti sono sedotti dalle bellezze del nostro Bel Paese e dai tanti eventi proposti, creativi e originali. Come il caso-fenomeno dell’Holi-il festival dei colori, che tappa dopo tappa calamita migliaia di persone, grandi e piccini. Il format è stato ideato dalla società Different Colors degli event manager Fabio Lazzari e Marco Bari, i quali sono stati i primi a importare in Italia il party che si ispira alla tradizionale festa indiana di primavera. In soli tre anni, i loro eventi siglati “Holi” hanno registrato oltre 200 mila presenze, con tappe in tutto lo Stivale e con un afflusso ogni anno sempre più forte di giovani provenienti da fuori confine.

 

Il nuovo summer tour 2018, che ha esordito a giugno sulla spiaggia di Sottomarina col primo sold out di una lunga serie di questa felice edizione, che tappa dopo tappa “rischia” di sfondare il record di tutte le precedenti. Holi, il Festival del colori si è imposto come un fenomeno di massa unico nel suo genere, un successo confermato dalla sempre crescente folla di giovani che partecipa alle tappe dell’Holi tour.

 

Ed ecco che per agosto, mese delle ferie per antonomasia, gli event manager hanno programmato tre date imperdibili sulle più belle spiagge venete, simbolo della movida. Esplosioni arcobaleniche sabato 11 agosto al Double Flavour Music Festival sulla spiaggia della Madonnina di Caorle, il giorno dopo, domenica 12 si balla a ritmo dei dj Riverbros sulla sabbia dorata della spiaggia di Piazza Brescia a Jesolo, e infine, visto il successo della data di giugno a Bibione, domenica 26 torna per la seconda volta a colorare la spiaggia di Piazzale Zenith.

È stato trovato vivo dai soccorritori il bambino disperso sabato pomeriggio sul lungomare di Bibione. L’allarme era scattato poco prima delle 17.30, quando un bambino di 6 anni slovacco in vacanza con la famiglia non era più stato visto dai genitori. Il bambino ha probabilmente perso il riferimento per l’affollamento della spiaggia e si è messo a camminare arrivando fino al faro. Alle ricerche andante a buon fine hanno preso parte i vigili del fuoco di Portogruaro e Latisana con i sommozzatori di Venezia e l’elicottero Drago 81, la guardia costiera, i carabinieri la polizia locale e il suem 118 e volontari.

Appuntamento venerdì 29, sabato 30 giugno e domenica 1 luglio 2018 a Bibione, dove architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori seguiranno un corso di formazione professionale per l’acquisizione di tecniche finalizzate alla progettazione e al recupero del territorio in maniera sostenibile, attraverso l’utilizzo e il ricicolo di materiali di recupero

 

Landplay è un corso di formazione professionale promosso dall’Ordine e dalla Fondazione degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Venezia, con la collaborazione e il sostegno del Comune di San Michele al Tagliamento, Bibione Spiaggia s.r.l. e il coordinamento del collettivo Ground Action.

 

La manifestazione si svolgerà presso il faro e l’arenile di Bibione, venerdì 29 (dalle 09.15 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00) e sabato 30 giugno (dalle 09.00 alle 18.00), domenica 1 luglio (dalle 09.00 alle 18.00).

 

I professionisti che parteciperanno alla sessione teorica, in programma oggi, si avvaleranno di 6 CFP e di 20 CFP per l’intero corso di tre giorni. Il corso è aperto a tutti gli iscritti agli ordini provinciali, in particolare del Veneto e del Friuli.

 

Durante le tre giornate di corso, i lavori saranno organizzati in modo da fornire ai professionisti iscritti strumenti e conoscenza delle principali pratiche operative di trasformazione del paesaggio a partire dalla riorganizzazione di elementi naturali e antropici.

 

Gli obiettivi formativi del corso consistono nel fornire agli architetti partecipanti un aggiornamento sulle più recenti teorie e pratiche sperimentali del progetto di paesaggio e dell’intervento negli spazi pubblici.

 

 

Nate come risposta alla crisi del progetto come attività speculativa, inefficiente e inadeguata alle dinamiche di produzione dell’architettura e degli spazi pubblici nel nostro paese, tali operazioni sono oggi sempre più diffuse, anche come pratiche di intervento, volte a creare un nuovo mercato di occasioni professionali.Questo approccio vuole mostrare come le tecniche e la cultura delle discipline del paesaggio siano un contributo indispensabile per aggiornare la progettazione e realizzare un autentico recupero dei territori contemporanei.

 

L’obiettivo è di promuovere la progettazione sostenibile, attraverso l’utilizzo e il riciclo di materiali di recupero. La realizzazione diretta e concreta delle installazioni utilizzando modi e forme estemporanee darà luogo a un atelier di ricerca on site e open air, volto a innescare o ad accelerare i processi di rivalutazione dell’arenile di Bibione.

 

Landplay rappresenta per l’Ordine degli Architetti PPC l’occasione per la costruzione di un dialogo con le amministrazioni comunali e le istituzioni locali che patrocinano e sponsorizzano l’evento.

 

Il corso si svolge anche con il patrocinio degli Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Udine e di Pordenone, il Comune di Lignano Sabbiadoro, Polnis e il contributo di Acqua Dolomia, CAP Arreghini, DI.AL Bevande distribuzione e servizi.

Il nome è già una meraviglia: “Bibione is surprising run”. Bibione, rinomata località turistica sulla costa veneziana, l’8 settembre ospiterà la quinta edizione di una gara sulla distanza delle 10 miglia (16,094 km) che promette spettacolo.

 

Anche in questa edizione si correrà il sabato pomeriggio (con partenza prevista alle 17), e non più la domenica mattina. La gara partirà e arriverà nella scenografica Piazza Fontana, dove sarà collocata anche un’ampia area espositiva, dedicata alla promozione di prodotti tipici e materiali tecnici per il running.
Il percorso di “Bibione is surprising run” toccherà gli angoli più suggestivi di quest’angolo di Adriatico che ogni anno attira milioni di turisti e rappresenta una meta abituale anche per gli appassionati delle più diverse discipline sportive.

 

In particolare, un lungo tratto di gara sfrutterà l’ampia rete di piste ciclopedonali, a ridosso della spiaggia, che caratterizza questa parte del litorale veneziano. Tra cielo e mare, pineta e laguna, Bibione prepara una corsa davvero sorprendente.

 

Programma e orario della Bibione is surprising run 2018:
La corsa a Bibione si svolgerà in data 8 settembre 2018 con ritrovo alle ore 14.00. La partenza avverrà alle 17.00 da Piazza Fontana.
La corsa potrà essere completata al massimo 135 minuti.
L’edizione 2018 propone tre diverse prove:

– Bibione Run 10 miglia non competitiva

– Bibione Run 10 miglia competitiva FIDAL

– Bibione Run 20 miles competitiva internazionale

Il modulo d’iscrizione alla Bibione Run 2018, valido per tutte e tre le corse, è scaricabile qui.

Per saperne di più: www.bibionerun.com.

Dopo il tour da record dello scorso anno, che ha registrato quasi 200 mila presenze e 16 tappe in tutta Italia, gli eventi manager Fabio Lazzari e Marco Bari annunciano i primi appuntamenti estivi tra Veneto e Piemonte. “Ci attende la stagione migliore di sempre, impennata di richieste da tutta Italia: il Veneto è la regione più colorata d’Europa”. La solidarietà per l’India.

 

L’Holi, il Festival dei colori, è diventato in pochissimo tempo un fenomeno sociologico che ha calamitato in Italia migliaia di persone da tutta Europa, rapite da quell’alchimia magica fatta di musica, divertimento e colori e carica di messaggi positivi di amore e fratellanza, manifesto della tradizionale festa indiana da cui il format prende ispirazione.

 

Fabio Lazzari e Marco Bari, i noti ideatori del festival multicolor, dopo il grande esito del tour 2017 che ha toccato sedici città e spiagge di tutta Italia registrando un sold out dopo l’altro per un totale di oltre 200 mila presenze, sono pronti ad annunciare le prime sei tappe del nuovo Holi on tour 2018. “Holi è un fenomeno che si è sviluppato in Veneto, che a livello europeo è la regione che più ama la tradizione indiana delle polverine colorate”, spiegano. “Il motivo? Forse il fatto che dopo tanto lavoro e grigio, i giovani hanno voglia di dimenticare tutto e colorarsi festeggiando. Ma adesso si sta diffondendo a macchia d’olio in tutta Italia, ci chiamano da tutte le città della penisola che vogliono farsi colorare”.

 

Il debutto sarà il 1 giugno sulla spiaggia di Cayo Blanco a Sottomarina, nel Veneziano, una delle capitali del divertimento estivo italiano e dove l’anno scorso il format ha registrato il sold out, per cui sarà un felice ritorno.

 

Il 2 giugno bis di tappe: nella spiaggia di Piazzale Zenith a Bibione e a Vercelli in Piazza Garibaldi.

 

Il summer tour prosegue il 9 giugno a Bassano del Grappa, nel Vicentino, all’Ama Music Festival che si terrà al Parco Ragazzi del ’99.

 

Il giorno dopo, il 10 giugno miriadi di arcobaleni sullo splendido parco di Villa Margherita, dove si svolge anche l’evento Street Food Garden.

 

E infine (per ora), il 16 giugno il grande ritorno allo Sherwood Festival di Padova, dove tutto è cominciato e dove la partecipazione ha sfondato ogni record con quasi 20 mila presenze l’anno scorso.

 

Oltre alla musica e al divertimento però, ciò che distingue l’Holi dagli altri format che lo imitano sull’onda della viralità del fenomeno, è lo scopo solidale dei due giovani manager. Fin dall’esordio del festival, Lazzari e Bari raccolgono fondi per la Fondazione Fratelli Dimenticati che aiuta i bambini audiolesi di un villaggio in India. La Fondazione Fratelli Dimenticati è una onlus di Cittadella, nel Padovano, che finanzia un progetto a Nandanagar, un villaggio nel Nord-Est dell’India dove nel 2006 è stata istituita la Ferrando School, un istituto che accoglie bambini audiolesi con l’obiettivo di intervenire precocemente nella diagnosi e nella cura della sordità attraverso percorsi terapeutici.

 

 

LA STORIA

Holi – Il Festival dei colori nasce alcuni anni fa dalle menti di due event manager veneti, Fabio Lazzari e Marco Bari, i primi a portare in Italia il format. L’Holi on tour si ispira alla tradizionale festa indiana e lo mixa con dj set dall’elettronica al rap del collettivo Riverbros. Degli esordi di Padova e Vicenza se n’è parlato molto sul web, con le foto del bacio diventate virali su Facebook e su Instagram.  Poi il format è diventato nazionale. Da Macerata a Bologna, passando per Firenze e Roma fino a Venezia e Trieste, ha toccato tutta Italia, dalle spiagge alle città. Il Festival è stato anche protagonista delle riprese del film “Forever Young” con l’attore Fabrizio Bentivoglio ed il fenomeno del selfie colorato è stato oggetto di studio sociologico. Una vera e propria moda che ha spopolato ovunque e che tappa dopo tappa ha registrato numeri di partecipanti da capogiro. In particolar modo, l’Holi Summer Tour 2017 ha raggiunto la quota record di quasi 200 mila presenze totali. www.holiontour.it

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni