Home / Posts Tagged "appuntamenti"

Torna la collaborazione con il Gran Teatro La Fenice e la promozione di quattro spettacoli del cartellone in programma: da mercoledì 8 maggio inizierà la distribuzione dei coupon per i residenti del Comune di Venezia. La promozione, valida fino ad esaurimento dei posti messi a disposizione dal teatro, propone 4 titoli da giugno a settembre, tre al Teatro La Fenice e uno al Teatro Malibran:

 

DON GIOVANNI di W.A. Mozart – Teatro La Fenice
mercoledì 19 giugno 2019 ore 19
giovedì 27 giugno 2019 ore 19

MADAMA BUTTERFLY di G. Puccini – Teatro La Fenice
sabato 31 agosto ore 19
mercoledì 4 settembre 2019 ore 19
martedì 10 settembre 2019 ore 19

LA SCALA DI SETA di G. Rossini – Teatro La Fenice
venerdì 20 settembre 2019 ore 19
giovedì 26 settembre 2019 ore 19

LUCI MIE TRADITRICI di S. Sciarrino – Teatro Malibran
venerdì 13 settembre 2019 ore 19
mercoledì 18 settembre 2019 ore 19

 

Costo del biglietto (posto unico numerato): € 20,00 per tutti gli spettacoli

 

Ritiro coupon promozionali (massimo 2 a persona):
– dovrà essere scelto un solo spettacolo; presentarsi muniti dei documenti di identità validi (originali o fotocopia, un documento per ogni tagliando); saranno consegnati massimo due tagliandi nominativi a persona;
– la distribuzione dei tagliandi inizierà mercoledì 8 maggio c/o le sedi dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico di Mestre e Venezia.
Per il ritiro rivolgersi nella sede dell’Ufficio relazioni con il Pubblico di residenza nei seguenti orari:
– Venezia Ca’ Farsetti – da lunedì a venerdi 9-13 e giovedì anche 15-17
– Mestre, Via Spalti 28 – da lunedì a venerdi 9-13 e martedì anche 15-17

Acquisto biglietti:
Da lunedì 13 maggio a venerdì 31 maggio 2019 si potranno convertire i tagliandi di sconto e acquistare i biglietti presso le biglietterie “Vela” (Ve-P.le Roma, Ve-Tronchetto, Mestre-via Lazzari 32) o a quella del Teatro La Fenice, secondo gli orari qui sotto riportati.
Potranno essere ritirati fino ad un massimo di 4 biglietti a persona. Nel caso di posti di palco, verranno assegnati un posto di parapetto e uno dietro.

 

 

Orari biglietterie per acquisto biglietto:

– Teatro La Fenice: tutti i giorni dalle 10 alle 17 (un’ora prima dello spettacolo solo vendita e ritiro dei biglietti dello spettacolo in programma)
– Vela-P.le Roma: tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30
– Vela-Tronchetto: tutti i giorni dalle 8.30 alle 18
– Vela-Mestre (Via Lazzari 32): tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30

Lunedì 13 maggio, primo giorno di acquisto biglietti, le biglietterie convertiranno i coupon, tutte contemporaneamente, a partire dalle ore 10.

Le meditazioni attive sono state create dal maestro spirituale Osho per aiutare gli uomini occidentali a bypassare la mente, partendo dal corpo, per arrivare a uno stato di estasi.

 

Praticate regolarmente, le meditazioni attive di Osho creano un percorso di autoconoscenza a partire dal corpo, che consente di focalizzare l’attenzione su:

• blocchi energetici condensati in alcuni punti fisici, per scioglierli e allentarli dolcemente,

• punti di forza, per renderli vivi e attivi.

• la nostra essenza più profonda.

 

Ogni meditazione attiva ideata da Osho si compone di alcuni stadi durante i quali si possono scaricare le tensioni sia fisiche che emotive e mentali, per poi giungere naturalmente a uno stato di quiete interiore, la meditazione.

 

Info e prenotazioni

Ingresso con contributo responsabile su prenotazione

Ogni 1° e 4° venerdì del mese, presso gli spazi di Libero Fluire 20, a Quinto di Treviso.

Si raccomanda di portare un materassino e se si vuole una coperta.

320.4103952 (Roberta) – [email protected]

 

Con Roberta Marzola – Facilitatrice e giornalista, ricercatrice spirituale e ideatrice del Training on line Celebrate – Dal sogno alla Realizzazione e dei laboratori “Qualcuno ci ama” e “CONSAPEVOLvere”. Ha ideato inoltre la Camminata Alchemica, Camminata Alchemica del Sorriso e Girotondo Alchemico.

Conduce Laboratorio Insieme è più Facile di Treviso.  Tiene sessioni individuali di facilitazione per il riequilibrio energetico.

Si fa presto a dire Salone, che parte dal 1961 a Milano per opera di un Comitato organizzatore di nome Cosmit, in contrapposizione, visto il fermento epocale della ricostruzione edilizia, dei tedeschi che con la storica esposizione chiamata Koelnmesse furono antesignani e pionieristici.Dal 1967 la rassegna divenne internazionale e nel 1994  arriva ad essere la prima al mondo, con buona pace di Colonia.

 

 

Ogni anno ad aprile Milano diventa capitale del Mobile e del Design con eventi, sperimentazioni ed installazioni che approdano al Fuorisalone dove la città ingloba e fa sua la manifestazione attraendo concept e manifestazioni collettive nate del tutto autonome ed ora di statura internazionale.
Da  Brera, Zona Tortona, 5 vie Art, Università degli Studi, Porta Venezia in Design, Lambrate, Isola, Ventura future Centrale e in, Bovisa, è tutto un District, una sottile linea Maginot, ove tra palazzi che si srotolano e vetrine che diventano quadri quest’anno l’installazione di Marco Balich nella Conca dell’Incoronata del Naviglio, in via San Marco, celebra Leonardo Da Vinci, una vera e propria stanza delle meraviglie, che si propone come una formidabile passeggiata proprio sott’acqua.
L’arredamento come filosofia, le tendenze e le influenze che fanno della nostra casa luogo e impero, che muta e si trasforma, per porre sempre al centro benessere e armonia.
Condividere gusti e spazi, essere sempre più liberi e presenti nel luogo dove si materializza e identifica la nostra presenza per interpretare sempre il tempo in cui viviamo.
Il Salone Internazionale del Mobile di Milano arriva quindi puntuale e si conferma come ogni anno uno straordinario meccanismo integrato di comunicazione e cultura, innovazione e creatività grazie alla connessione con la città, per il presente e per il prossimo futuro.
Salone Internazionale del Mobile di Milano dal 9 al 14 Aprile.
Mauro Lama

Il Presidente della Cooperativa Conscio, Marcello Criveller, ci ricorda alcuni momenti di condivisione per vivere l’attesa del Natale.

 

Sabato 22, dalle ore 16.00, la prima bella novità: ci sarà una animazione a sorpresa per grandi e piccini, aperta a tutti.

 

Domenica 23 i negozi saranno aperti tutto il giorno, mentre lunedì 24 Babbo Natale sarà pronto ad accogliere bambini e adulti, per vivere insieme la magica atmosfera natalizia.

 

Anche quest’anno, nel giorno di Santo Stefano i negozi rimarranno chiusi. Questo per dimostrare ancora una volta l’attenzione verso i collaboratori e il rispetto per le festività.

 

Si avvicina il ponte del 1° novembre e con esso anche gli appuntamento previsti alla Casa dei Carraresi di Treviso, che elenchiamo di seguito:

 

 

Mercoledì 31 ottobre – Dolcetto e Prosecco a Casa dei Carraresi

Solo per questo giorno la mostra sarà visitabile con biglietto ridotto a 10€ e fino alle ore 22.00.
A ogni visitatore verrà offerto un calice di Prosecco e dei dolcetti.

 


2 novembre – Caccia al tesoro con delitto

Un misterioso delitto si cela nei ritratti cinquecenteschi: ascolta attentamente la visita, interpreta gli indizi e scopri il colpevole! Un’esperienza coinvolgente per adulti, giovani e famiglie sulla mostra “Da Tiziano a Van Dyck. Il volto del ‘500” a Casa dei Carraresi.
COME FUNZIONA?
Dopo una visita guidata alla mostra, i partecipanti verranno divisi in gruppi da 5 persone. Lo staff consegnerà ad ogni gruppo una lista di tre domande che permetteranno di ricevere i primi tre indizi sul delitto. Completata la prima lista, ne verranno consegnate altre due. Con 10 indizi in possesso il gruppo dovrà essere abile nello scovare il colpevole e prontamente comunicarlo allo staff. Ai vincitori verrà consegnato un premio offerto da Tiramisù World Cup, partner dell’iniziativa.

 


3 e 4 novembre – Visite guidate alle ore 17.00

Viaggio alla scoperta della mostra DA TIZIANO A VAN DYCK in compagnia delle guide di Casa dei Carraresi. Il modo ideale per scoprire e approfondire i dipinti di una delle maggiori collezioni private del Veneto, quella creata già a partire dal secondo dopoguerra da Giuseppe Alessandra. I dipinti selezionati propongono un affascinante percorso che dal Rinascimento giunge al Manierismo fino a lambire i confini del Barocco. In mostra, oltre ai maestri della pittura veneta (Giorgione, Tiziano, Tintoretto e i Bassano) sarà possibile scoprire alcune tele e tavole dipinte da grandi pittori internazionali come Raffaello, Andreo del Sarto e Antoon van Dyck. La mostra è suddivisa in sei sezioni e il tempo stimato della visita guidata è di 1 ora circa.

 

 

Per prenotazioni (obbligatorie):

0422.513150

[email protected]

Il 29 e 30 luglio ultimo (doppio) appuntamento dell’evento ospitato alla Filanda Motta

 

1000 spettatori in 5 spettacoli di cui due prime nazionale, 2 appuntamenti musicali, una mostra d’arte, 4 workshop per bambini e ragazzi e uno stage di 15 giorni: questi i numeri della terza edizione del Tema Cultura Festival, manifestazione diventata punto di riferimento per gli amanti del teatro e non solo. Le due ultime date sono già sold out.

 

A chiudere la kermesse il 29 e 30 luglio “Alice”, lo spettacolo prodotto dalla compagnia “La stanza” e realizzato durante uno stage di 15 giorni organizzato in occasione del festival: la volontà è quella di valorizzare i giovani talenti e offrire loro l’opportunità di calcare il palcoscenico dove si sono esibiti nelle scorse settimane artisti del calibro di Alessandro Preziosi, Giuseppe Pambieri ed Edoardo Siravo.

La regia è a firma Giulia Pelliciari, direttrice artistica del festival.

 

“Alice – commenta – è un viaggio all’insegna della ricerca, della comprensione di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, sulla definizione del concetto di normalità, di scoperta dell’altro, tutto vissuto attraverso gli occhi di una bambina, che è Alice, in una chiave scenico-registica caratterizzata da follia e sfrenatezza, entriamo nel dionisiaco Nitzschiano, abbandoniamo la realtà che tutti conosciamo per il tempo di uno spettacolo e lasciamoci condurre dalle mani degli attori in un mondo magico, in un sogno ad occhi aperti, pieno di colori ed energia”.

La coreografia è curata da Silvia Bennet e il trucco da Susy Zancanaro.

 

Alle 20.30, prima dello spettacolo, aperitivo con gli artisti.

Alle 19.30 il 30 luglio sul palcoscenico Erica Porrazzo (ex allieva di Tema Cultura), Alessandro Moro, Federico Furlan della London Academy che presentano uno studio su Antigone.

 

La domanda da cui nasce il testo è chiara: “Come sarebbe Antigone in un tempo dove si crede in Dio?” In questo riadattamento un Creonte che si cela agli occhi di tutti emana una legge impossibile da accettare per una giovane donna che ha perso – in un giorno – entrambi i fratelli. Si accende allora un dibattito fra leggi scritte e non ma anche fra parità dei sessi, differenze generazionali ed abusi di potere.

 

Tema Cultura Festival è una delle iniziative della rassegna Metropolis promossa dal Comune di Mogliano Veneto.

Per info e prenotazioni:

www.temacultura.it

Tel.3462201356

[email protected]

Continuano gli appuntamenti estivi in città del progetto “Ocio Ciò, Città Anziani e Sicurezza”. Il nuovo appuntamento con “Ocio che si balla!” è per martedì 26 giugno, al PalaPlip di Carpenedo, dalle ore 15 alle 18: aggregazione, contrasto alla solitudine, musica, danza e informazioni utili per non essere vittima di truffe e furti saranno gli ingredienti principali del pomeriggio danzante sotto le note di Gianni “one man one band” .

 

Il calendario estivo proseguirà poi martedì 10 e 24 luglio, 7 e 21 agosto, offrendo così, ai giovani della terza età, un’ulteriore opportunità di incontro e di socializzazione. Gli operatori del Comune di Venezia saranno disponibili per dare e ricevere informazioni. In particolare, i partecipanti saranno invitati a tenere alta l’attenzione nei confronti di sconosciuti che si presentano alla porta di casa per i motivi più svariati, da fantomatici “controlli” non richiesti alla “verifica” delle bollette del gas, della luce o dei rifiuti: il consiglio in questi casi è di lasciare sempre queste persone fuori dalla porta e di chiamare il 113 o il 112 per chiedere un intervento delle Forze dell’ordine.

 

Gli appuntamenti di “Ocio che si balla”, a ingresso libero, sono promossi dall’Osservatorio alle Politiche di Welfare – Ufficio Programmazione Sanitaria Progetti Salute e Sicurezza della Direzione Coesione Sociale, in collaborazione con i volontari amici di “Ocio Ciò” .

 

Per informazioni:
Comune di Venezia – Ufficio Programmazione Sanitaria progetti Salute e Sicurezza, via Costa Mestre (Venezia) Tel. 041 2749658 oppure 348 3901439

E-mail: [email protected]

È stata riconfermata – e ampliata – anche quest’anno la V edizione dello yoga al parco. Infatti, oltre all’attività serale al giardino dell’ex Canonica a Casale, viene proposto un corso mattutino che si terrà al Parco delle Vecchie Pioppe.

 

Gli appuntamenti si terranno a luglio, tutti i martedì dalle 7.30 alle 8.30, al Parco delle Vecchie Pioppe e ad agosto, tutti i lunedì dalle 18.30 alle 19.45, presso il giardino dell’ex Canonica, e tutti i martedì, dalle 7.30 alle 8.30, al Parco delle Vecchie Pioppe.

 

Per iscriversi basta chiamare il Centro Yoga Yoko ai numeri 339 8837429 e 0422 331792, oppure scrivere a [email protected]

Giornata dedicata a una serie di appuntamenti in provincia di Treviso quella di oggi, sabato 16 giugno 2018, per il Presidente della Regione del Veneto.
Alle ore 10.00, il Governatore sarà a Susegana, dove inaugurerà lo stabilimento CE.VI.V, Centro di Vinificazione Valdobbiadene, realizzato con un investimento di 15 milioni di euro.
Alle ore 12.00, il Presidente si sposterà ad Arfanta di Tarzo – località Mondragon di Corbanese, dove verrà inaugurato l’ampliamento della Fattoria Sociale “La Mondaresca”, realizzato con un investimento di 500 mila euro, coperto in parte da un finanziamento della Regione.
Infine, a partire dalle 13.30 circa, il Governatore sarà inoltre sul Muro di Cà del Poggio, in Comune di San Pietro di Feletto, per seguire la cronoscalata che conclude il Giro d’Italia Under 23 di ciclismo.

Abbiamo pensato di aprire piazzette, parchi e cortili, di chiudere strade al traffico per aprirle alla comunità. Sette serate per riscoprire la cultura dello stare assieme.

 

Con queste parole, l’assessore alla Cultura, al Turismo e all’Istruzione del Comune di Preganziol rende noto che è stata lanciata una sfida culturale – lo scorso anno – di cui ne è stata sperimentata la condivisione, lo scambio intergenerazionale, la semplicità, la bellezza di spettacoli sotto le stelle e fra le famiglie.

E Preganziol ha dimostrato di essere una comunità disposta a mettersi in gioco socialmente e culturalmente. Con questa bella esperienza ritorna quest’anno, ancor più convinto, l’appuntamento teatrale con il “Torototela” aperto a tutte le famiglie, e non solo.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni