Home / Regione  / Pensione di cittadinanza. Corsa contro il tempo per 7mila veneti

Pensione di cittadinanza. Corsa contro il tempo per 7mila veneti

Entro il 30 gennaio obbligatorio ripresentare l’Isee per mantenere il diritto   Per mantenere nel 2020 il diritto a Reddito e Pensione di cittadinanza, è necessario presentare il modello Isee con la propria posizione aggiornata entro il

Entro il 30 gennaio obbligatorio ripresentare l’Isee per mantenere il diritto

 

Per mantenere nel 2020 il diritto a Reddito e Pensione di cittadinanza, è necessario presentare il modello Isee con la propria posizione aggiornata entro il 30 gennaio. Questo interessa in generale 31.382 nuclei famigliari veneti, di cui 6.669 beneficiari di Pensione di cittadinanza. La legge, infatti, vincola il mantenimento di questo sussidio alla presentazione annuale dell’Isee ma, siccome dall’Inps non arriva alcuna comunicazione diretta ai beneficiari, questa scadenza rischia di venire dimenticata. Soprattutto se per la domanda iniziale non ci si era rivolti a un Caf, questi sì impegnati in questi giorni a chiamare i loro assistiti.

 

«Come sindacato, la Pensione di cittadinanza non ci ha mai entusiasmato. Vi sono troppi paletti per percepirla, la conseguenza è che solo il 2,7% dei pensionati incapienti veneti ne ha diritto. Ricordiamo, infatti, che quelli sotto i 7.500 euro di reddito da pensione sono in regione quasi 270mila. Tuttavia sarebbe drammatico se la perdessero anche quei pochi che ne beneficiano», commenta Vanna Giantin, segretaria generale Fnp Veneto. Anche perché, in caso di decadenza, i tempi tecnici per ripristinarla sono tali per cui si crea un vuoto di almeno un mese. «Quello che serve ai pensionati è una riforma fiscale vera, strutturale e nel segno nell’equità. I provvedimenti di questi giorni sul cuneo fiscale riguardano lavoratori dipendenti e le loro famiglie, escludendo i pensionati», considera ancora Giantin.

 

In Veneto sono 6.669 i nuclei famigliari interessati dalla Pensione di cittadinanza, per un totale di 7.275 pensionati: la provincia dove ci sono più beneficiari è Venezia (1.644 nuclei famigliari, corrispondenti a 1.793 persone), che è anche quella dove gli assegni sono più bassi con un importo medio mensile per nucleo di 181,03 euro. Belluno è la provincia con meno beneficiari (189 nuclei famigliari corrispondenti a 218 persone) con un importo medio di 189,73 euro, mentre quella con il sussidio medio più alto è Vicenza (196,48 euro). In media, in Veneto la Pensione di cittadinanza è di 188,94 euro al mese.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni