MestreSlide-mainVenezia

L’assessore Venturini all’inaugurazione della nuova struttura in legno nella sede della Fondazione Paoletti a Zelarino

1 minuti di lettura
Aiutare ragazzi con disabilità psicomotorie o disturbi dello spettro autistico a diventare più autonomi e socializzare con il mondo che li circonda. E’ questo l’obiettivo principale della Fondazione Antonietta e Riccardo Paoletti. Grazie al contributo del Fondo di solidarietà del sindaco, nella sede dell’associazione, a Zelarino, è stata realizzata una struttura in legno che permetterà ai ragazzi di dedicarsi a numerose attività anche quando le condizioni climatiche non sono favorevoli. All’inaugurazione di questo spazio, che ha avuto luogo stamattina, è intervenuto l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini. “Ringrazio la Fondazione Paoletti per l’impegno che mette da anni a sostegno dei ragazzi disabili, in particolare di quelli con disturbi dello spettro autistico, che hanno così la possibilità di svolgere attività sia in famiglia che all’esterno. I loro centri estivi sono sempre stati molto attivi e partecipati, e con la capacità di coinvolgere anche il territorio. Ogni anno vengo a trovarli – ha proseguito Venturini – Stavolta la mia visita coincide con l’inaugurazione di questo spazio in legno, che segna un’ulteriore passo avanti nell’attività di recupero di questa bellissima cascina, che è diventata un centro meraviglioso. Il merito di tutto ciò – ha concluso l’assessore – va anche al sindaco Brugnaro perché parte dei fondi utilizzati arrivano proprio dal bando attraverso il quale lui ha voluto devolvere la quota accantonata del suo stipendio alle attività sociali del territorio. So che non è stato facile metterlo in piedi e raggiungere centinaia di progetti sul territorio”. “La Fondazione Antonietta è nata 5 anni fa – le parole del presidente Fabio Scaggiante – Questo progetto è stato presentato dall’associazione S.O.S. Bambini invisibili, che collabora con noi e di questo voglio ringraziare il presidente Sergio Lazzaroni. Siamo 12 famiglie e seguiamo soprattutto ragazzi con ritardo autistico o psicomotorio, cercando di organizzare per loro attività che puntano su due aspetti centrali: socializzazione e autonomia. Grazie al bando voluto dal sindaco, che non possiamo che ringraziare, abbiamo potuto creare questa nuova struttura di legno che serve ai ragazzi per svolgere attività quali pittura, disegno e lavoretti pratici, sfruttando lo spazio verde che c’è in questo parco. Stiamo organizzando attività di centri estivi. Attualmente sono 10 i ragazzi che vi partecipano”.
Articoli correlati
NewsSlide-mainSociale

“Io ho l’Alzheimer, ma l’Alzheimer non avrà me”. Evento gratuito di sensibilizzazione nella Giornata mondiale all’Alzheimer

2 minuti di lettura
Presenti all’evento l’assessore Francesco Truccolo e il consigliere Katia Lovisotto con delega al Sociale del Comune di Cimadolmo (TV), insieme alla felicitatrice…
MoglianoSlide-main

Un uomo di 62 due anni rivenuto morto in via Casoni

1 minuti di lettura
Mogliano. Un uomo di 62 anni si è suicidato nella sua abitazione in via Casoni.Su tratta di Vittorio Favaro poliziotto in pensione…
Slide-mainVenezia

Mira. Uomo cade da barca nel Brenta e muore

1 minuti di lettura
Mercoledì scorso alle ore 16:00 i vigili del fuoco sono intervenuti in Via Pallada a Mira nel Naviglio del Brenta per la…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!