Venezia

L'assessore Mar alla presentazione del programma di “Foscamun 2018”

1 minuti di lettura

Tutto è ormai pronto per la quinta edizione di “Foscamun”.
Il programma dell’evento (promosso con il patrocinio delle Nazioni Unite per avvicinare i giovani all’arte della diplomazia e per meglio conoscere l’organizzazione stessa dell’Onu) che sarà ospitato dal 2 al 4 marzo al liceo Foscarini, è stato presentato ieri mattina, nella sede dell’istituto, con una conferenza stampa a cui ha preso parte, col rettore, Massimo Zane, i docenti Antonella Antonelli e Giorgia Caprani, e una delegazione degli studenti che seguono il progetto, anche l’assessore comunale al Turismo, Paola Mar.
 
 
Da lunedì prossimo, 26 febbraio, cominceranno ad arrivare in città i 300 studenti italiani (dei Licei Oberdan di Trieste e Benedetti – Tommaseo di Venezia) e i 75 stranieri rappresentanti di sette Paesi (Messico, Stati Uniti, Spagna, Francia, Olanda, Austria e Germania) che avranno intanto l’opportunità di visitare il capoluogo lagunare, seguendo un ricco programma storico-culturale curato dagli studenti ospitanti.
 
 
Dal 2 al 4 marzo, poi, i giovani partecipanti al “Mun” (Model United Nations) vestiranno i panni dei delegati alle Nazioni Unite e si confronteranno con i “colleghi” di altri Paesi su scottanti questioni di carattere internazionale, impegnandosi a trovare anche delle ipotetiche soluzioni. Nove le Commissioni previste, nelle quali verranno discusse tematiche di estrema attualità, che spaziano dalla lotta alla tratta degli esseri umani, alla protezione delle minoranze linguistiche, dalle problematiche legate ai bombardamenti aerei in Siria al fenomeno dei bambini soldato. A esse si aggiungerà, per la prima volta, la Corte Internazionale di Giustizia, dove gli studenti, ricoprendo i ruoli di “avvocato”, “giurato” e “giudice”, simuleranno un vero e proprio processo penale, e discuteranno a livello giuridico il controverso caso del massacro di Srebrenica.
 
 
Ritengo che ‘Foscamun’ – ha sottolineato l’assessore Mar – non sia solo un’occasione di incontro e di confronto tra ragazzi di diverse culture, ma una palestra di apprendimento di altissimo livello, che permette alle giovani generazioni di affrontare problematiche internazionali di grande attualità. Mi piacerebbe che il prossimo anno fosse sviluppato un ulteriore tema, legato al settore del turismo, che costituisce la prima risorsa della nostra città. Potrebbe essere un contributo importante e di aiuto anche per noi amministratori, che siamo chiamati ad affrontare le questioni, complesse e delicate, legate alla sua gestione.”
 
 
A “Foscamun 2018” saranno presenti numerosi rappresentanti di agenzie ufficiali delle Nazioni Unite, proveniente da vari uffici territoriali italiani e non, oltre a diverse autorità e ospiti speciali italiani e internazionali.

Articoli correlati
AmbienteLe eccellenze Le AssociazioniSlide-mainVenezia

Gondolieri sub: 300 chilogrammi di rifiuti recuperati

1 minuti di lettura
Un cestino portasigarette, cavalletti per l’acqua alta e reti metalliche. Ma anche pezzi di tubazioni, bottiglie e copertoni utilizzati come parabordi dalle…
ArteAttualitàCulturaSlide-mainVenezia

Settembre 2022. Cosa cambia con il biglietto di accesso ai Musei di Piazza San Marco

1 minuti di lettura
Fondazione Musei Civici di Venezia accompagna le azioni dell’Amministrazione Comunale in materia di accesso alla città storica e gestione dei flussi turistici…
AttualitàMargheraMestreSlide-mainVenezia

Approvvigionamento idrico: a Venezia non c'è emergenza ma è necessario mantenere alta la guardia

2 minuti di lettura
A Venezia la situazione dell’approvvigionamento idrico non è di emergenza, nonostante lo stato di severità idrica e la siccità che sta interessando…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!