JesoloSlide-mainVenezia

Jesolo. Obbligo di green pass, il Comune riesce a fronteggiare i disagi

2 minuti di lettura

L’introduzione dell’obbligo a presentare la certificazione verde non ha determinato alcun rallentamento o disservizio sull’attività degli uffici comunali. Intanto Jtaca ha riattivato 4 corse in meno di 24 ore

Municipio a pieno regime. L’amministrazione comunale ha fronteggiato i possibili disservizi determinati dall’introduzione dell’obbligo di esibizione della Certificazione verde da parte di tutti i lavoratori, introdotta con il Decreto Legge 127/2021. Questa mattina tutti i dipendenti diretti, i lavoratori delle società esterne e i membri delle associazioni in servizio presso il Municipio di Jesolo hanno esibito una copia della Certificazione verde in corso di validità. Ciò ha permesso agli uffici comunali di svolgere la propria attività come da programma, senza subire rallentamenti o determinare disservizi agli utenti. Alcuni agenti incaricati hanno verificato i documenti per quanto attiene al personale del Comando di polizia locale, mentre i dipendenti amministrativi e i soggetti esterni sono stati sottoposti a controllo da parte dei membri dell’Associazione Nazionale Carabinieri, sotto la supervisione del Covid manager. Per evitare il formarsi di code o ritardi nell’apertura di uffici e sportelli, i dipendenti hanno preso servizio 30 minuti in anticipo rispetto all’orario solitamente rispettato. Anche grazie a questa disponibilità, l’accesso alle strutture è potuta avvenire in modo regolare e fluido.

L’amministrazione continua a seguire con attenzione lo svolgimento dell’attività dei diversi uffici, pronta a ricorrere ai piani di riorganizzazione elaborati nelle scorse settimane qualora dovesse presentarsi la necessità in seguito alla possibile decisione di alcuni lavoratori di ricorrere al tampone rapido antigenico come iter di certificazione. Al momento la percentuale di dipendenti non vaccinati o impossibilitati ad aderire al programma vaccinale si attesta al di sotto del 5%, ben inferiore alla media nazionale.

Nelle scorse settimane ci siamo attrezzati per rispondere a ogni evenienza, non potendo conoscere in anticipo eventuali rallentamenti nell’attività degli uffici comunali dovuti alla possibile assenza di alcuni dipendenti – dichiara il sindaco della Città di Jesolo, Valerio Zoggia -. Oggi abbiamo avuto l’ennesima riprova del grande senso di responsabilità che alberga in ciascuno dei lavoratori del Comune di Jesolo, grazie ai quali i cittadini hanno potuto utilizzare tutti i servizi di cui avevano bisogno in Municipio. Con lo stesso senso di responsabilità, continuiamo a garantire il rispetto dei diritti di tutti, utenti e lavoratori. Per questo i modelli organizzativi alternativi che abbiamo elaborato nei giorni scorsi restano il riferimento per fronteggiare eventuali possibili disagi”.

Disagi presenti ma comunque contenuti per il servizio di trasporto scolastico. A causa dell’impossibilità di sostituire temporaneamente il personale privo di Certificazione verde, questa mattina i mezzi di Jtaca non hanno coperto tutte le linee solitamente rispettate. La percentuale di lavoratori che non ha esibito il documento rimane in linea con i dati nazionali per il settore dei trasporti, attestandosi intorno al 20%. Nonostante le assenze, i vertici di Jtaca hanno provveduto a integrare e riorganizzare le linee riuscendo a riattivarne 4 dedicate alla Scuola d’infanzia rispetto alla comunicazione al pubblico inviata nella giornata di ieri, mercoledì 14 ottobre. Negli ultimi 3 giorni la società ha prodotto 4 comunicazioni, inviando 1.600 sms di informazione alla cittadinanza tra le giornate di lunedì e martedì. Notizie aggiornate vengono anche trasmesse attraverso i pannelli informativi distribuiti nelle vie della città.

Stiamo facendo tutto ciò che è nelle nostre possibilità per ridurre al minimo i disagi di una situazione che tocca tanto le aziende pubbliche quanto quelle private del settore dei trasporti – dichiara l’amministratore unico di Jtaca, Giuliano Zemolin -. Pensando a una inevitabile riorganizzazione dei servizi, abbiamo deciso di privilegiare le corse che riguardano il centro storico e le frazioni, dove la viabilità e i collegamenti sono più complessi, piuttosto che il lido dove invece tali dinamiche impattano in misura molto inferiore. Continuiamo a seguire la situazione minuto dopo minuto per garantire a tutte le famiglie e gli utenti il miglior servizio possibile”.

Articoli correlati
Slide-mainVeneto

Lavoro. Assessore Donazzan incontra CGIL, CISL e UIL del Veneto

1 minuti di lettura
LAVORO. ASSESSORE DONAZZAN INCONTRA CGIL CISL e UIL DEL VENETO. “MASSIMA ATTENZIONE E COLLABORAZIONE PER DIFESA OCCUPAZIONALE DA AUMENTO COSTI DI PRODUZIONE” Si è…
NewsSlide-mainVideo

TG WEB “Il Nuovo Terraglio” – Edizione del 15 gennaio 2022

1 minuti di lettura
Benvenuti alla prima edizione 2022 del TG WEB “Il Nuovo Terraglio”. Vediamo insieme le notizie più importanti di questa settimana.
Slide-mainVenezia

Vaccini anti Covid. Oggi e domenica in Veneto open day per bimbi 5-11 anni

1 minuti di lettura
Week end dedicato alla vaccinazione anti Covid per i bambini dai 5 agli 11 domani, sabato 15, e domenica 16 gennaio in…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!