La terza paginaMoglianoSlide-main

Il significato del Natale nella vita dell’uomo

2 minuti di lettura

Ormai il Natale è alle porte e la Chiesa per prepararsi al grandissimo avvenimento, della nascita e venuta sulla terra di Gesù celebra in attesa di quella data un periodo di preparazione che chiama Avvento.

   Questa ricorrenza e questa tradizionale usanza praticata dalla Chiesa mi suggerisce una considerazione che voglio sottoporre anche all’attenzione di tutti i lettori del Nuovo Terraglio, come spunto di riflessione, permettendomi liberamente, ma col dovuto rispetto, una similitudine dell’intero periodo natalizio, Avvento compreso, con l’exursus della vita dell’uomo.

   Come significato simbolico l’avvento è paragonabile alla fanciullezza e parte della giovinezza, mentre il cuore delle festività e del Natale, alla parte lavorativa e della maturità di una persona.

   La Chiesa contempla il periodo dell’Avvento in trepidante attesa

all’accoglienza di Cristo, raccomandando ai propri fedeli di sistemare la propria coscienza e la propria anima, liberandola da qualsiasi tipo di peccato per poterLo accogliere nel miglior modo possibile e poi festeggiare con Lui il felice evento.

   Se il Cattolico, specie se è praticante, durante l’Avvento, riesce a fare pulizia delle sue imperfezioni, di qualsiasi genere esse siano, di ordine morale (i peccati), di ordine sociale (i rapporti con i suoi simili) o di ordine spirituale (circa i rapporti con Dio), allora, il giorno di Natale potrà gioire dell’arrivo di Gesù Cristo sulla terra,  festeggiare con lui l’evento ed essere inserito nella lista della Redenzione che è il reale motivo della Sua venuta sulla terra. Se invece non riesce ad attuare questa totale pulizia di imperfezioni, rimarrà deluso ed il rimorso gli rovinerà la festa.

   La stessa identica cosa avviene di solito nella vita dell’uomo. Se durante la fanciullezza e giovinezza, periodo di preparazione alla seconda parte della sua vita, quella lavorativa e della maturità, come l’Avvento, egli si sarà impegnato a curare il proprio corpo per crescere bene ed in forma fisicamente  e la sua mente, studiando con coscienza nel periodo dell’età scolare, perseverando mentre si va su con gli anni durante le scuole superiori e possibilmente anche negli anni dell’università, se ha la fortuna di frequentarla, raggiungendo i vari traguardi con ottimi voti e concludendo quello della laurea con il sospirato 110 e possibilmente con la lode, allora potrà sperare in una vita di conquiste e di successi sia dal punto di vista suo personale che da quello, ancora più importante, lavorativo e della carriera che potrà seguire in seno alla società in cui egli vive.

   Chi invece da ragazzo e da giovane ha battuta la fiacca, dando troppo spazio alla pigrizia e al dolce far nulla, da grande dovrà poi accontentarsi di una vita mediocre e forse anche di stenti.   

   Lo stesso paragone vale anche per chi dopo l’età scolare decide di non proseguire gli studi per diventare un libero professionista. Se da ragazzo e da giovane impiega il proprio impegno e la propria passione ad imparare un mestiere con serietà e dedizione, allora può anche lui sperare per la sua vita lavorativa di ottenere un posto di lavoro che gli consenta serenità e prosperità economica. Se invece anche lui si è dedicato principalmente al “perditempo”, passerà guai seri. Il monito vale per tutti, “se i risultati positivi non si sono ottenuti, perché non si ha avuto l’accortezza di prepararsi con serietà “alla vita” anche con una laurea in tasca si è condannati sicuramente alla mediocrità!

   Approfitto della cortese ospitalità del Nuovo Terraglio per porgere i più cordiali saluti a tutti i miei lettori, al Direttore del giornale, Cav. Gianfranco Vergani, alle due simpaticissime, Valentina e Nicole ed a tutta la Redazione al completo. Buona vita.

 Nuccio Sapuppo.

Articoli correlati
PoliticaSlide-main

Un ossequio alla tradizione veneta?

1 minuti di lettura
Riceviamo da un lettore e pubblichiamo Nell’edizione di una testata veneta in edicola oggi, giovedì 27 gennaio, è stato pubblicato per errore…
MoglianoSlide-main

Mogliano Veneto. Incendio tetto abitazione

1 minuti di lettura
Questa mattina intorno alle ore 08.30, a Mogliano Veneto in via Vittorio Veneto, per cause verosimilmente riconducibili al surriscaldamento di una canna…
AnimaliSlide-mainVenezia

Oasi Gaggio (Ve), abbattimento Airone guardabuoi

2 minuti di lettura
Domenica 9 gennaio, i volontari in servizio di apertura al pubblico presso l’Oasi di Gaggio (VE) hanno accertato la presenza di un…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!