ArteMestreSlide-main

Forte Marghera, Artefici del Nostro Tempo: la terza edizione chiude con seimila visitatori

1 minuti di lettura

Un dato in crescita per la mostra ospitata fino a sabato 31 dicembre 2022 al Padiglione 29 di Forte Marghera, la collettiva con tutte le opere vincitrici del concorso promosso dal Comune di Venezia, in collaborazione con la Fondazione Musei Civici, e riservato ai giovani artisti di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

A Forte Marghera, dallo scorso 25 giugno, il pubblico ha potuto ammirare da vicino le opere selezionate tra le oltre mille proposte arrivate da diversi Paesi del mondo, suddivise per le categorie Design e opere in vetro, Fotografia, Fumetto-illustrazione, Poesia Visiva, Videoarte, Street Art e Pittura. Le opere vincitrici, approdate alla collettiva dopo essere rimaste esposte all’interno del Padiglione Venezia in occasione della Biennale dell’Arte, entreranno ora a far parte delle collezioni di Ca’ Pesaro-Galleria Internazionale d’Arte Moderna.

“Questo concorso è un doveroso omaggio che Venezia fa ai giovani di tutto il mondo e testimonia la nostra volontà di investire sulle nuove generazioni – ha commentato il sindaco Luigi Brugnaro, promotore della rassegna – Il numero di presenze registrato dalla mostra di Forte Marghera è la conferma che Artefici del Nostro Tempo è una sfida vincente che negli anni è riuscita a contaminare l’interesse di tanti giovani, ma anche di numerosi cittadini che hanno scelto di ammirare da vicino le opere realizzate dagli artisti Under 35 che con la loro abilità hanno dato vita ad opere che rappresentano il tempo che stiamo vivendo. E’ un progetto in cui ho sempre creduto e che, grazie anche al lavoro delle giurie qualificate che selezionano i progetti, anno dopo anno è diventato un palcoscenico internazionale. Venezia, da sempre luogo di meritocrazia, si conferma città delle opportunità pronta a scommettere sulle capacità dei giovani”.

Un bilancio positivo da cui ripartire in vista della quarta edizione che sarà presentata nei prossimi mesi con alcune novità. La prima riguarda le discipline, che nel 2023 saranno estese per rendere il concorso maggiormente aderente al tema della 18. Mostra Internazionale di Architettura “Il Laboratorio del Futuro”.

Articoli correlati
IntervisteSlide-mainSpeciale Peregrinatio Beati Rosarii LivatinoVideo

L'emozione del Dott. Alfredo Robledo alla vista della camicia del Beato Livatino (VIDEO)

1 minuti di lettura
Tra le tappe conclusive della Peregrinatio Livatino, la sede di Confindustria. Nel convegno dedicato alla figura del giudice Livatino dal titolo “Beato…
AmbienteSlide-main

Raccolta rifiuti a Cimadolmo: uniti per un mondo più green

1 minuti di lettura
L’amministrazione comunale di Cimadolmo, in collaborazione con i Raccoglitori di Inciviltà Altrui, promuove una nuova raccolta di rifiuti nel territorio. Il ritrovo…
AmbienteSlide-mainVeneto

Caccia uccelli migratori, Zanoni (PD): “Su delibera Giunta pronto a depositare un doppio esposto"

2 minuti di lettura
Caccia uccelli migratori, Zanoni (PD): “Su delibera Giunta pronto a depositare un doppio esposto, a Corte dei Conti e Procura della Repubblica….

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio