LavoroSlide-mainTreviso

Edilizia, 5 attività sospese dai Carabinieri a Treviso

1 minuti di lettura

Il Nucleo Ispettorato Carabinieri del Lavoro di Treviso, con la collaborazione del locale Ispettorato Territoriale del Lavoro e dei militari delle Compagnie CC di Montebelluna, Castelfranco Veneto e Conegliano, nell’ambito delle attività finalizzate a prevenire e reprimere i fenomeni dello sfruttamento del lavoro e di quello sommerso e a verificare il rispetto della normativa sulla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro, ha effettuato una serie di controlli nel settore edile.

L’attività ispettiva, di natura ordinaria e tecnica, è stata finalizzata alla verifica della regolare occupazione dei lavoratori e al rispetto delle norme in materia di sicurezza, salute e igiene sui luoghi di lavoro.

L’esito del controllo ha consentito di individuare numerose inadempienze in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, tra le quali l’assenza di protezioni nei ponteggi atte a prevenire la caduta dall’alto ed il mancato rispetto di normative sull’uso dei ponteggi, il mancato coordinamento in materia di sicurezza, la mancata vigilanza sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e la mancata installazione di idonea segnaletica in materia di sicurezza, nonché l’omessa redazione del Piano Operativo di Sicurezza.

Sono stati effettuati controlli su un totale di 9 cantieri, individuati a seguito di attività info-operativa sequenziale all’analisi di dati provenienti dall’Arma Territoriale e dal Nucleo CC Ispettorato del Lavoro, che hanno permesso di identificare 22 soggetti tra aziende e professionisti operanti nel settore edile. Nello specifico, i controlli hanno interessato vari cantieri localizzati nei comuni di Asolo, Riese Pio X, Borso del Grappa, Crocetta del Montello, Godega di Sant’Urbano, Cordignano, Susegana e Castelfranco Veneto.

Gli accessi ispettivi effettuati in Susegana e Crocetta del Montello hanno permesso di riscontrare la presenza di n.2 lavoratori occupati in totale carenza previdenziale e assicurativa (IN NERO) che hanno portato alla successiva sospensione delle attività lavorative. Analogamente sono state sospese altre 3 aziende operanti nei comuni di Susegana e Castelfranco Veneto per gravi violazioni sulla sicurezza. Delle 5 aziende sospese, 3 risultano essere gestite da extracomunitari.

Irrogate complessivamente ammende e sanzioni per un totale di circa 200mila euro.

Articoli correlati
ArteItalia MondoSlide-main

Natura morta di Morandi venduta all'asta per 3,4 milioni: è record assoluto per un'opera italiana

2 minuti di lettura
Per aggiudicarsi il dipinto 15 minuti di rilanci via telefono partiti dalla cifra di 700mila euro. La Contemporary Art Evening Auction di…
CryptoDigitalSlide-main

L'sola di Tuvalu si sta ricreando nel Metaverso mentre il cambiamento climatico rischia di cancellarla dalla mappa

2 minuti di lettura
La nazione insulare del Pacifico di Tuvalu è stata a lungo una causa celebre per i rischi sul cambiamento climatico. Situata quasi…
AttualitàItalia MondoSlide-main

Frana a Ischia. Morta una donna, 11 dispersi

3 minuti di lettura
“Al momento c’è un decesso accertato”, quello di una donna, “i dispersi sono 11. Gli sfollati circa 130. Entro stasera saranno sistemati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio