IstruzioneSlide-main

“Dopo Vaia, la rinascita”: al via il progetto scuole sostenuto da Scarpa

2 minuti di lettura

“DOPO VAIA, LA RINASCITA” è il tema al quale si ispireranno le 10 classi dell’Istituto Comprensivo di Alleghe per realizzare altrettanti manufatti che gli artisti locali tradurranno in sculture di legno o pannelli. Quest’iniziativa rientra nel progetto   portato avanti da SCARPA – realtà leader nella produzione di calzature da montagna e per le attività outdoor con sede ad Asolo (TV) – che ad aprile dello scorso anno ha avviato un’azione di ripristino della zona devastata dalla tempesta, direttamente  affacciata sul lago di Alleghe, in prossimità del centro del paese.

L’azienda, da sempre sensibile alle tematiche legate alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente, con il supporto di Dolomiticert, Istituto di Certificazione e Ricerca di Longarone, e il sostegno dell’Amministrazione Comunale di Alleghe, ha subito sposato l’iniziativa, permettendo l’avvio immediato dei lavori.

Oltre alla sistemazione e al rimboschimento, il progetto guarda avanti: dopo la messa in sicurezza del versante da parte di Veneto Strade, e grazie al supporto dell’U.O. Forestale della Regione del Veneto e di una cooperativa specializzata locale, verrà creato un sentiero tematico, affiancato da un giardino didattico, che sarà intervallato dalle opere realizzate dai bambini e dai ragazzi del posto.

A sancire l’avvio del progetto, un incontro con il Sindaco, Danilo De Toni, e la Dirigente Scolastica, Maria Pastrello, che ha visto anche la partecipazione degli scultori: dalla prossima settimana gli allievi lavoreranno assieme in classe per realizzare i manufatti ispirati alle opportunità nate dopo l’evento catastrofico, ai pensieri positivi che hanno seguito il momento terribile, o all’importanza degli alberi per il territorio, declinata in ogni sua sfaccettatura.

“Un progetto di questo tipo – ha commentato la Dirigente – crea un collegamento importante con il territorio poiché può essere vissuto e visto dai bambini e dai ragazzi attraverso una riflessione e poi un’operatività. Si tratta di un percorso didattico ampio, che permette di ragionare su un’emergenza guardando alla rinascita e al futuro. Siamo grati a SCARPA e agli altri attori coinvolti che in stretta sinergia hanno creato le condizioni per questa occasione formativa aggiuntiva della quale la scuola ha sempre più bisogno”.

“SCARPA è un’azienda da sempre attenta al territorio e vicina alla comunità, dunque aderire a questo progetto è stato assolutamente naturale. – sottolinea l’Amministratore Delegato Diego Bolzonello – Le conseguenze della tempesta Vaia hanno lasciato in noi un sentimento di profonda tristezza, ma pensiamo che ora sia il momento di guardare avanti, iniziando proprio dai ragazzi. Il coinvolgimento degli studenti vuole essere un segnale di speranza: l’educazione al rispetto per la montagna passa attraverso iniziative concrete e momenti veri di condivisione”.

Il prossimo step sarà un incontro tra artisti e allievi per indirizzare questi ultimi verso lavori con un livello di fattibilità adeguato alla trasposizione in opere permanenti.

Articoli correlati
EconomiaSaluteSlide-mainTutela del CittadinoVenezia

Luglio rovente, per l'aria condizionata le famiglie veneziane hanno sborsato il triplo

1 minuti di lettura
Tre giornate con temperature medie di 30 gradi, cosa mai successa nello stesso periodo del 2021. Poi, 16 giorni con “massime” dai…
LifestyleSlide-mainVenetoVenezia

Miss Colà Terme 2022, due veneziane volano alla finale nazionale

1 minuti di lettura
Jesolo il 12 agosto ha ospitato la Finale Regionale di Miss Colà Terme. In palio il prestigioso titolo di “Miss Colà Terme…
IstruzioneSaluteSlide-mainVeneto

Facoltà di medicina. Zaia: “Basta numero chiuso. Tradurre il dibattito in realtà”

1 minuti di lettura
“È giusto che questo dibattito si traduca in realtà: non possiamo continuare a selezionare i nuovi medici pensando che dei ragazzi di…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!