Al-Anon e AlateenSaluteSlide-mainSociale

Al-Anon: tra passato e presente

1 minuti di lettura

Attenta a tematiche di salute mentale e di benessere della società, la nostra Redazione desidera sensibilizzare i lettori su un tema importantissimo: l’alcolismo, una malattia che coinvolge la famiglia, gli amici e i colleghi di lavoro e come i Gruppi familiari Al-Anon possono aiutare a risolvere il problema.

La testimonianza di un coraggioso membro Al-Anon

Per più di trentacinque anni, l’alcolismo non era stato una presenza attiva nella mia vita. Tuttavia, quando un evento legato a sconfitta e tradimento scosse le fondamenta della mia esistenza, mi resi conto che le ferite del passato, seppellite sotto strati di tempo e distanza, erano emerse come tappi di sughero nell’acqua. Mi sentivo sommerso da dubbi e disgusto verso me stesso, afflitto da colpe che non avevo mai pensato di dover affrontare. Fu in quel momento di confusione che un amico mi suggerì di dare un’occhiata ad Al-Anon.

All’inizio, ero scettico. Non riuscivo a vedere il collegamento con il mio dolore attuale, mi fu spiegato che molto probabilmente l’educazione ricevuta in una famiglia di alcolisti influenzava il mio modo di vedere tutto e tutti. Decisi comunque di provare, guidato dall’idea che forse c’era qualcosa che non riuscivo a vedere da solo.

Il primo incontro con Al-Anon fu un’esperienza rivelatrice. Non c’erano giudizi, né critiche, solo un’accettazione autentica. Le persone parlavano delle loro esperienze in un modo che sembrava riflettere la mia storia personale. In quel momento, capii di essere nel posto giusto.

Mi immersi sempre di più nel programma, frequentando anche un secondo gruppo. Trovai la stessa accoglienza e gradualmente cominciai a sentirmi meglio. Le riunioni di Al-Anon e la letteratura associata divennero per me essenziali.

Quando mi chiedono cosa significa per me essere parte di Al-Anon, rispondo che è come immergersi in una piscina sempre alla giusta temperatura. Quando sono agitato o arrabbiato, è fresca e refrigerante, un sollievo per l’anima. Quando mi sento infreddolito e solo, è calda e confortevole, avvolgente come un abbraccio.

Sono grato di sapere che, per tutta la vita e ovunque io vada, Al-Anon sarà lì per me. È un faro di speranza e accettazione in un mondo spesso caotico e imprevedibile. Con Al-Anon, ho imparato che non sono mai solo nelle mie lotte e che c’è sempre una mano tesa pronta ad aiutarmi a navigare nelle acque agitate della vita.

Articoli correlati
Città Metropolitana di VeneziaMarca TrevigianaMogliano VenetoSlide-main

Confindustria Veneto Est: il Consiglio generale elegge Mirco Viotto e Loredano Grande Vicepresidenti

1 minuti di lettura
Subentrano a Vincenzo Marinese, eletto Vicepresidente di Confindustria, e a Silvia Bolla, candidata alle elezioni europee MOGLIANO VENETO (TV). Il Consiglio Generale…
CulturaItaliaSlide-main

Premio Rosa Camuna 2024 a suor Anna Monia Alfieri La prestigiosa onorificenza della Regione Lombardia

6 minuti di lettura
La libertà di scelta educativa delle famiglie e l’autorevolezza dei docenti nei confronti dei ragazzi. A sour Monia Alfieri il Premio “Rosa…
Rosso d'InvernoSlide-main

Milano, leggera

5 minuti di lettura
Benvenuti nella sezione dedicata ai racconti del Concorso Letterario Nazionale “ROSSO D’INVERNO”, giunto quest’anno alla X edizione con il tema della “Leggerezza”, ispirato…