Pillole di storia, arte e umanitàSlide-main

Associazioni e circoli culturali: l’Unitre, l’Università della terza età

1 minuti di lettura

Continuiamo con la pubblicazione a puntate del libro scritto dal nostro concittadino, Nuccio Sapuppo. In questa raccolta l’autore ha voluto raccontare – in forma di monografie – luoghi, avvenimenti e personaggi figli di Mogliano che si sono distinti per le opere che hanno compiuto nella loro vita

 

Istituita nel 1989, ha la sede in Via A. Sciesa e ne è attualmente Presidente la signora Prof.ssa Elsa Caggiani.
Non è una scuola nel senso classico e corrente del termine, bensì un Centro Culturale, riservato alla terza età, al quale si aderisce spontaneamente, dove si coltivano e si rinfrescano con la possibilità di accrescerle le nozioni culturali acquisite in gioventù che poi per vari motivi di impegni familiari o di lavoro erano state accantonate. Per statuto ha lo scopo di apprendere le modalità migliori e più opportune per acquisire la cura della cultura in tutte le sue svariate forme.

 

Durante i corsi gli alunni sono sottoposti ad esercitazioni utili che riescono a misurare il loro grado di apprendimento. La scuola da anche la possibilità ai suoi frequentatori di far parte di una “compagnia” teatrale con la quale abituarsi alla recitazione controllata dagli insegnanti che tende alla cura della dizione ed abituarsi ad affrontare il pubblico a viso aperto.

 

È un’associazione di promozione culturale non a scopo di lucro, ma si basa sul volontariato dei suoi soci. Per aderirvi basta pagare una piccolissima quota d’iscrizione per coprire solo le spese del materiale didattico che viene consumato dagli allievi.

 

Viene adottato un sistema di insegnamento moderno ed originale, non lezioni vere e proprie ma dotte conferenze impartite da docenti esperti delle varie materie che costituiscono i corsi liberi e quelli a numero chiuso chiamati laboratori, ai quali la frequenza, data la lunga fila di attesa, è obbligatoria, pena la sostituzione con altri allievi. Nei laboratori gli allievi riferiscono ai loro insegnanti quanto sono riusciti ad imparare di nuovo.

 

Alla fine dei corsi, non essendo parificati, ovviamente, non viene rilasciato nessun attestato neppure di partecipazione, ma come prezioso retaggio dei corsi seguiti resta loro l’apprezzamento della cultura e la passione per lo studio e della lettura istruttiva.

Articoli correlati
MoglianoSaluteSlide-main

Due nuovi medici di base a Mazzocco e Marocco

2 minuti di lettura
Questa mattina il Sindaco Davide Bortolato, insieme all’Assessore alle politiche sociali Giuliana Tochet, è andato a dare il benvenuto e a portare…
Slide-mainVeneto

Zanoni (PD): “Mobilità sostenibile, prima apertura dopo anni: approvata norma per finanziare le colonnine elettriche”

1 minuti di lettura
“Sulla mobilità sostenibile e amica del clima dopo tante belle parole, finalmente una prima apertura con una specifica norma che assegna un…
CasierSlide-mainTreviso

Teraglio Est. Ritirato ricorso al Tar di Immoarea. Inizio lavori previsto per fine 2022

1 minuti di lettura
Terraglio Est, finalmente una buona notizia per chi vuole questa nuova arteria. Immoarea ha ritirato il ricorso al Tar.Ora quindi il Terraglio…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!