Home / Posts Tagged "Teatrino Groggia"

La stagione “Instancabile Teatro” riprende questa sera alle 21 al Teatrino Groggia, con lo spettacolo Ci vediamo all’alba di Zinnie Harris, traduzione di Monica Capuani, con Francesca Ciocchetti e Sara Putignano, regia di Silvio Peroni, produzione Khora.teatro, in coproduzione con Compagnia Mauri Sturno.

 

La trama

Lo spettacolo della sezione “Instancabili Grandi” parla di due donne (Robyn e Hellen) su una spiaggia lontana dopo un violento incidente in barca. Stordite dalla loro esperienza, cercano un percorso verso casa. Ma scopriranno che questa terra sconosciuta non è ciò che sembra; e che, sebbene possano stare insieme, non sono mai state così distanti. Sembrano essere, una coppia felice, contente d’essere sopravvissute; ma dove sono? e perché non possono tornare a casa? perché Robyn è ossessionata dalle immagini di un’altra versione più terribile della realtà? Tutto ciò è misterioso, anche se forse non del tutto per coloro che hanno vissuto nella loro vita dolori e feroci fantasie.

 

In questa sinfonia di circa 85 minuti fra perdita, desiderio e commedia, la Harris crea un testo dove mette in gioco le cose che gli uomini temono di più: si immerge nella paura, nella desolazione e nell’amore intenso e quotidiano. Incredibilmente onesto e teneramente lirico, Ci vediamo all’alba è una favola moderna che esplora il trionfo dell’amore, il mistero del dolore e la tentazione di perdersi in un futuro fantastico che non verrà mai.

 

Informazioni biglietti

Intero 10 euro, ridotto 9 euro (fino ai 30 anni e oltre i 65, diversamente abili e accompagnatori)

Prenotazioni a partire da 3 giorni prima dello spettacolo a [email protected]; 329.8407362

Vendita un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Questa sera alle 19 al Teatrino Groggia di Venezia prende vita Energy Christmas, una performance/spettacolo teatrale nata da una idea di Mattia Berto e che ha come protagonisti Francesca Sarah Toich e il gruppo di cittadinanza Balera Groggia.

 

Pensate che sia la notte della vigilia di Natale e che ad accogliervi nella sua casa sia una padrona di casa triste e avara, un personaggio che fa subito tornare alla mente il vecchio Ebenezer Scrooge del Canto di Natale.

 

Ma sono fantasmi o persone quelli che stanno alla sua tavola? Un fantasma del passato, uno del presente, uno del futuro. Cosa ci spaventa del futuro? E soprattutto l’avara padrona di casa cambierà idea e condividerà quello che ha con noi?

 

Energy Christmas è un viaggio magico e onirico dove sarete protagonisti nel condividere questa serata assieme. Ancora una volta il Teatrino Groggia vuole affermare che il teatro è un motore di coesione sociale instancabile.

 

Biglietto unico, vendita un’ora prima dell’inizio dello spettacolo prenotazioni a partire da 3 giorni prima, rivolgendosi a:

[email protected]

tel. 329 8407362

Una rassegna con spettacoli dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie

 

Prende il via l’ottava stagione del Teatrino Groggia di Venezia, frutto anche quest’anno della sinergia fra il Settore Cultura del Comune di Venezia e l’Associazione Culturale mpg.cultura. Questa sera alle 19.30 l’inaugurazione della stagione è affidata al coro Vocal Skyline con un concerto gratuito.

 

Un cartellone che conferma una particolare sensibilità per i più piccoli, ma che riserva anche in questa stagione un occhio di riguardo per gli adulti, con spettacoli senior ed eventi speciali. Instancabile Teatro, la formula scelta quest’anno dal direttore artistico Mattia Berto quale volto simbolico della stagione, vorrebbe rappresentare una sorta di tributo a tutti coloro che, sul palcoscenico, dietro e davanti le quinte, rendono possibile l’incantesimo finale sulla scena. Prendendo spunto da tale formula, la stagione si articola in due sezioni distinte.

 

La prima, Instancabili Piccoli, riserva due residenze d’attore e cinque titoli agli spettacoli per bambini e famiglie, per un totale di dieci repliche complessive. La valigia degli incanti di Pietro Piva, l’estro dei Pantakin da Venezia, le macchine meravigliose di  Marcello Chiarenza, le coreografie per l’infanzia di Valentina Dal Mas, le colorate intuizioni sceniche di Silvia Piovan e Anna Arpini disegnano un itinerario per i più piccoli di rara suggestione.  Una sezione assai ricca e rivolta a un pubblico in continua crescita, che nella scorsa stagione ha dimostrato di riconoscere nel Teatrino Groggia il luogo del teatro per i piccoli della città. Una festa permanente, in cui il teatro possa regalare una suggestione particolare e indimenticabile, nell’album dei ricordi dell’infanzia.

 

La seconda sezione, Instancabili Grandi, è dedicata a una programmazione serale per il pubblico adulto, e risulta ulteriormente ampliata rispetto all’anno scorso. Quattro i titoli per i grandi, che portano sul palco del Groggia compagnie nazionali, testi inediti di drammaturgia britannica, sperimentazioni sui classici, momenti di riflessione e nuovi sguardi sulla scena.

 

“Il Teatro Groggia rappresenta un punto di riferimento importante nell’offerta culturale di Venezia: è un teatro che, in modo analogo al ruolo del Momo in terraferma, dedica tutte le sue risorse ai bambini, ai giovani e alle famiglie, in linea con la volontà del Sindaco Luigi Brugnaro e dell’amministrazione comunale. In questo senso, si pone come punto di eccellenza della città storica, offrendo per tutto l’anno uno spazio di cultura, di incontro e di formazione” spiega l’assessore alla Coesione Sociale, Simone Venturini.

 

 

Biglietti

inaugurazione: ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili

INSTANCABILI PICCOLI: 7 euro / 6,5 euro biglietto soci Coop Alleanza 3.0

INSTANCABILI GRANDI: 10 euro / 9 euro ridotto

Per prenotazioni biglietti a partire da 3 giorni prima dello spettacolo e per le iscrizioni al laboratorio contattare il numero 329 84 07 362 o via mail a [email protected]

 

Info

www.culturavenezia.it/groggia

www.mpgcultura.it

Il Teatrino Groggia di Sant’Alvise a Venezia ospita, fino al 4 agosto, un nuovo progetto di residenza al quale partecipano nel complesso 37 persone, fra attori e attrici, diplomati nelle varie accademie italiane. Fortemente voluto da Mattia Berto, direttore artistico di mpg.cultura e dal Settore Cultura del Comune di Venezia, il progetto è realizzato in collaborazione con l’ associazione Culturale, Fuoco alla Paglia.

 

Il Teatrino Groggia diventa per il quinto anno uno spazio per l’incontro, lo studio e la creazione. L’associazione culturale Fuoco alla Paglia riparte dopo un anno di pausa con una residenza dedicata all’indagine del rapporto tra dinamica d’azione e parola scritta, d’autore, d’attore. Il lavoro non ha finalità di produzione di uno spettacolo ma piuttosto di mantenere per le quattro settimane di lavoro un processo di creazione in divenire. Quest’anno la residenza si concentra sull’opera di Pirandello, Leopardi e Camus, riunendo un gruppo di 37 attori circa provenienti dall’Italia ma anche dalla Germania, Portogallo, Inghilterra, Israele, Austria, Olanda e Francia, e ricercarne i principi generativi in un laboratorio intensivo di quattro settimane dedicate all’improvvisazione strutturata, nella pratica dell’azione.

 

Sabato 4 agosto, alle ore 17, è prevista una prova aperta al pubblico, che riguarderà lo studio di materiali tratti dalle Operette Morali di Leopardi e le pièce di Camus e Pirandello.

 

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti, consigliata la prenotazione. ​

 

Fuoco alla Paglia è un’associazione Culturale nata con lo scopo di imbastire un’ampia rete europea di attori per il teatro. I tre ideatori, Monica Giacchetto, Giovanni Longhin e Giacomo Veronesi. Con l’arrivo di Boaz Trinke, nel 2014, hanno puntato da subito e senza indugio sull’alta formazione, lo studio di grandi classici e una ferrea disciplina artistica.

[email protected]

Tel. 328 7372332

3SOME è la storia d’amore di Diego e Pier, due ragazzi come tanti molto innamorati, in procinto di andare a vivere insieme. Tutto viene messo alla prova quando uno dei due scopre di avere una grave malattia. Ad affrontare con loro questo momento una ragazza conosciuta proprio in ospedale, con la quale nasce uno strano ménage a trois.

3SOME andrà in scena al Teatrino Groggia di Venezia, venerdì 20 aprile, alle ore 21.

 

NOTE DI REGIA

Quando lessi per la prima volta 3SOME, a colpirmi maggiormente fu l’idea di dare un corpo alla Malattia. Darle un corpo significa smitizzarla, renderla più umana e perciò più leggibile, più vicina a noi. La Malattia spaventa perché è astratta, immateriale. Ma cosa succede quando essa si manifesta concretamente nella vita di una persona? Quando questa persona si sveglia e se la trova davanti e ci può parlare, litigare, sfogarsi? Al centro del nostro lavoro è stato lo svilupparsi delle relazioni che nascono o si modificano sotto l’influenza della Malattia. Perché quest’ultima tocca non solo i malati ma anche chi gli sta intorno, chi li ama. Così tra Diego, Pier e la Malattia nasce un triangolo relazionale, a volte d’amore, a volte di crisi. Cosa succede all’amore quando incontra la malattia, di questo vogliamo parlare. Della malattia che, come la morte, non lascia scampo, ma che a differenza di essa non è mai nobile né gloriosa. È sporca, porta con sé odori di medicine e ospedali, imbruttisce i corpi, allontana chi amiamo. Una quotidianità spezzata eppure impossibile da rovesciare. (Martina Testa)

 

INFORMAZIONI:

La Petite Mort teatro

testo di Tommaso Fermariello

regia di Martina Testa

con Gianluca Bozzale, Tommaso Fermariello e Sofia Pauly

È possibile prenotare i biglietti (€9 ciascuno) a partire da 3 giorni prima dello spettacolo, contattando il numero 329 8407362 o via mail[email protected].

www.culturavenezia.it

www.mpgcultura.it

 

Domani, 25 marzo, alle ore 16, al Teatrino Groggia si terrà il concerto dei vincitori del VI concorso “Città di Venezia” per giovani pianisti organizzato dall’Associazione Musicale Lambarena.

 

Il concorso “Città di Venezia” per giovani pianisti nato nel 2013 è alla VI edizione ed è articolato in tre Sezioni: la prima, dedicata agli allievi di Conservatorio, Scuole di Musica e Privati, la seconda è per gli allievi delle Scuole secondarie di primo grado a indirizzo musicale mentre la terza raggruppa gli allievi dei Licei Musicali.

 

Nel corso di queste edizioni si è vista la partecipazione di giovani pianisti provenienti da varie Regioni d’Italia, più nutrita ovviamente la presenza di giovani del Veneto distribuiti nelle varie sezioni. Uno degli aspetti più significativi della manifestazione, oltre a cercare di offrire maggiori opportunità di crescita musicale e culturale ai partecipanti, è quello di continuare la plurisecolare tradizione musicale della “Scuola Veneziana” anche con l’inserimento di pezzi d’obbligo composti da autori veneziani del ‘900 quali G.F.Malipiero, G.A.Fano, U.Amendola e G.Gorini.

 

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.

Per informazioni, scrivere a [email protected] o chiamare il numero 329 8407362.

www.cultura.venezia.it

Questa sera, alle ore 21, il Teatrino Groggia presenta un reading con musica (dal vivo) del Giulio Cesare di Shakespeare. In un momento di grandi ribaltamenti politici, arriva una nuova interpretazione dell’immortale classico di Shakespeare, “Giulio Cesare”. Peter Schneider dirige un cast di quattordici attori di diverse nazionalità che in un reading in inglese ci restituiscono la storia avvincente di un momento politico che con ferocia ribalta l’equilibrio della società ponendo l’enfasi sugli inevitabili danni collaterali – la morte dell’innocenza – provocati quando la forza corruttrice del potere si scontra con gli ideali della leadership.

 

La legge delle conseguenze involontarie esige un prezzo alto quando il nobile ed eroico generale Bruto, nel tentativo di salvare la Repubblica di Roma da Giulio Cesare, pianta invece il seme della tirannia. Nel 2016, Schneider ha attinto a queste potenti risonanze contemporanee in un’acclamata produzione per lo Shakespeare Festival di Craiova. Ora, con lo stesso team creativo – tra cui la produttrice Elisabetta di Mambro, la coreografa Simona Deaconescu, il drammaturgo Patrick Pacheco e il compositore Cari Tibor – al Teatrino Groggia in un workshop che riunisce attori di varie nazionalità e attori veneziani, esplora ulteriormente in questo particolare momento politico le virtù e i pericoli della leadership carismatica.

 

Informazioni:

Biglietti a 9 euro

Per prenotare i biglietti, si prega di contattare il numero 329 84 07 362 o di scrivere una email a [email protected]

www. culturavenezia.it/groggia

www.mpgcultura.it

Domani 11 marzo, doppio appuntamento (ore 15.30 e ore 17) al Teatrino Groggia di Venezia con lo spettacolo teatrale Clarabella e le rabbiastorie.

 

Come affrontare la rabbia? Come uscire da quel labirinto di emozioni e voci interiori in cui spesso finiscono i bambini? La consapevolezza è una strada: essere coscienti di trovarsi in un labirinto e decidere di uscirne. Detta così é difficile da spiegare ad un bambino. Ed ecco che quindi entra in gioco il linguaggio del teatro. Entrare ed uscire dal labirinto della rabbia è infatti proprio quello che accadrà ai protagonisti dello spettacolo teatrale “Clarabella e le Rabbiastorie”.

 

Per sfuggire da una sicura punizione, Clarabella si nasconde nello sgabuzzino della scuola: lì incontra Tobia e scopre che non è ’l’unica a diventare furibonda con poco. Ma all’improvviso ecco delle voci, che fare? I due bambini scorgono una piccola porta e ci entrano. Da lì comincerà per loro un viaggio fatto di colpi di scena e di storie che parlano di rabbia.

 

Un percorso lungo il quale impareranno a gestire quel labirinto d’ira e ne usciranno cambiati. La tematica è stata selezionata da un sondaggio presentato alle scuole primarie del Veneto in cui è stato evidenziato l’interesse per l’argomento.

 

BIGLIETTI

7 euro e 6,50 euro biglietto soci Coop Alleanza 3.0

 

INFORMAZIONI

Per prenotazioni biglietti, contattare il numero 329 8407362 o via email a [email protected]

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni