Home / Slide-main  / Riaprono le porte del Teatrino Groggia a Venezia

Riaprono le porte del Teatrino Groggia a Venezia

Il Teatrino Groggia di Sant'Alvise a Venezia ospita, fino al 4 agosto, un nuovo progetto di residenza al quale partecipano nel complesso 37 persone, fra attori e attrici, diplomati nelle varie accademie italiane. Fortemente voluto

Il Teatrino Groggia di Sant’Alvise a Venezia ospita, fino al 4 agosto, un nuovo progetto di residenza al quale partecipano nel complesso 37 persone, fra attori e attrici, diplomati nelle varie accademie italiane. Fortemente voluto da Mattia Berto, direttore artistico di mpg.cultura e dal Settore Cultura del Comune di Venezia, il progetto è realizzato in collaborazione con l’ associazione Culturale, Fuoco alla Paglia.

 

Il Teatrino Groggia diventa per il quinto anno uno spazio per l’incontro, lo studio e la creazione. L’associazione culturale Fuoco alla Paglia riparte dopo un anno di pausa con una residenza dedicata all’indagine del rapporto tra dinamica d’azione e parola scritta, d’autore, d’attore. Il lavoro non ha finalità di produzione di uno spettacolo ma piuttosto di mantenere per le quattro settimane di lavoro un processo di creazione in divenire. Quest’anno la residenza si concentra sull’opera di Pirandello, Leopardi e Camus, riunendo un gruppo di 37 attori circa provenienti dall’Italia ma anche dalla Germania, Portogallo, Inghilterra, Israele, Austria, Olanda e Francia, e ricercarne i principi generativi in un laboratorio intensivo di quattro settimane dedicate all’improvvisazione strutturata, nella pratica dell’azione.

 

Sabato 4 agosto, alle ore 17, è prevista una prova aperta al pubblico, che riguarderà lo studio di materiali tratti dalle Operette Morali di Leopardi e le pièce di Camus e Pirandello.

 

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti, consigliata la prenotazione. ​

 

Fuoco alla Paglia è un’associazione Culturale nata con lo scopo di imbastire un’ampia rete europea di attori per il teatro. I tre ideatori, Monica Giacchetto, Giovanni Longhin e Giacomo Veronesi. Con l’arrivo di Boaz Trinke, nel 2014, hanno puntato da subito e senza indugio sull’alta formazione, lo studio di grandi classici e una ferrea disciplina artistica.

[email protected]

Tel. 328 7372332

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni