Home / Posts Tagged "staffetta"

Anche quest’anno Mogliano ha organizzato la Staffetta lungo il Terraglio, condivisa con la Commissione intracomunale alle pari opportunità (comuni di Casier, Preganziol, Mogliano, Casale sul Sile, Zero Branco e Marcon). È una marcia che vuole sensibilizzare l’opinione pubblica contro la violenza sulle donne. Anche le donne che sono costrette a prostituirsi lungo la Pontebbana.

 

La staffetta partirà alle 9.30 dalla pasticceria Al Terraglio di Frescada di Preganziol e proseguirà in direzione Mogliano (seguendo le tappe indicate sul volantino), con sosta al municipio di Preganziol; mentre da sud si partirà dal quartiere di Marocco. Da Marcon si percorrerà via Zermanesa.

 

Tutti i gruppi convergeranno alle 11.30 in Piazza dei Caduti a Mogliano per la scopertura della pietra d’inciampo in memoria di tutte le donne vittime di femminicidio.

 

Pronti, via. Si è alzato il sipario sulla stagione provinciale del cross. Circa 140 staffette hanno fatto passerella, ieri mattina, sui prati attorno al palazzetto dello sport di Mareno di Piave per il campionato provinciale della specialità. Un classico appuntamento d’inizio anno, sempre molto apprezzato dalle società.

 

I titoli provinciali di staffette sono andati ad un poker di società: Atletica Quinto Mastella (cadetti) e Nuova Atletica Tre Comuni (ragazzi) in campo maschile; Atletica Ponzano (cadette) e Trevisatletica (ragazze) a livello femminile. Marco Uliana (Vittorio Atletica) e Angelica Buso (Atl. Valdobbiadene) hanno invece primeggiato nelle gare individuali allievi, anch’esse valide per l’assegnazione dei titoli provinciali. Ottima l’organizzazione dell’Atletica Santa Lucia di Piave.

 

RISULTATI

 

MASCHILI

Campionato provinciale allievi (2,8 km): 1. Marco Uliana (Vittorio Atletica), 2. Alessandro Introvigne (Silca Conegliano), 3. Samuele Voltolina (Vittorio Atletica).

Cadetti (400-600-800): 1. Us Quinto Mastella A (De Benetti, Doro, Lazzaro), 2. Atl. Pederobba A (Bresolin, Galli, Orlando), 3. Vittorio Atletica A (Roma, Tocchet, Cao).

Ragazzi (400-600-800): 1. Nuova Atl. Tre Comuni A (Ruffoni, Roman, Gardenal), 2. Atl. Valdobbiadene A (Foley, Agostinetto, Chakir), 3. Atl. Silca Conegliano A (Rossi, Capraro, De Noni).

 

FEMMINILI

Campionato provinciale allieve (2 km): 1. Angelica Buso (Atl. Valdobbiadene), 2. Sofia Ros (Vittorio Atletica), 3. Sara Meneghel (Team Treviso).

Cadette (400-600-800): 1. Atl. Ponzano A (Baseggio, Carniato, Vidotto), 2. Atl. Valdobbiadene (Agostinetto, Prosdocimo, Piccolo), 3. Atl. Stiore Treviso A (Betteti, Madella, Maglione).

Ragazze (400-600-800): 1. Trevisatletica A (Genovese, Agbortabi, Buso), 2. Atl. Silca Conegliano A (Camerotto, De Noni, Bottega), 3. Atl. Ponzano A (Buso, Tozzato, Schiavinato).

La corsa campestre assegna i primi titoli della stagione. Dopodomani, domenica 20 gennaio, a Mareno di Piave, sono in cartellone i campionati provinciali di staffette di cross. La manifestazione, un classico dell’annata trevigiana sui prati, è organizzata dall’Atletica Santa Lucia di Piave in collaborazione con il Comitato provinciale della Fidal e con il patrocinio del Comune di Mareno di Piave. Si correrà nei pressi del Palazzetto dello Sport. Le staffette saranno composte da tre atleti che affronteranno distanze diverse: 400, 600 e 800 metri per le categorie ragazzi e cadetti; 300, 400 e 500 metri per la categoria esordienti, dove la squadra potrà anche essere mista (maschile e femminile). Circa 140 le staffette iscritte. Di contorno, in apertura di mattinata, il campionato provinciale individuale di cross lungo per la categoria allievi (2,8 km per la gara maschile, 2 km per quella femminile). La manifestazione sarà anche valida per il campionato provinciale giovanile di società.

 

Di seguito il programma della mattinata.

Ore 10: allievi e allieve.

Ore 10.20: staffette ragazzi.

Ore 10.40: staffette ragazze.

Ore 11: staffette cadetti.

Ore 11.20: staffette cadette.

Ore 11.45: staffette esordienti A maschili e femminili.

Domenica 25 novembre, nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, si terrà la “STAFFETTA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE“, che percorrerà il Terraglio, con partenza a nord da Frescada – Preganziol alle ore 9.30 e a sud da Marocco di Mogliano alle ore 11.00, per giungere alle ore 11.45 in Piazza Caduti a Mogliano Veneto per il momento conclusivo, che sarà caratterizzato da azioni sceniche di sensibilizzazione e di riflessione sul tema della violenza contro le donne.

 

Alle 11.00 il corteo sosterà al Parco Arcobaleno per l’inaugurazione della panchina tinta di rosso su iniziativa dell’Associazione Amici del Parco.

 

In Piazza Caduti, verso le 11.45, si svolgeranno alcune performance, tra cui “Donne come mai”, azione scenica a cura del Gruppo “Le Tapparelle”, Azione sedie vuote con lettura dei nomi delle donne uccise, e proiezione di un video realizzato dai ragazzi del Liceo Berto, con la presenza della prima squadra Mogliano Rugby 1969, tutto a cura dell’Associazione “L’8 sempre donne Mogliano” (in caso di maltempo le iniziative si terranno al centro sociale).

 

Nella giornata a Marcon, alle 10,00, al Centro Culturale De Andrè , si svolgerà “La panchina rossa” – “Quando sono loro a raccontare: letture di testimonianze per non abbassare la guardia”, a cura di Amministrazione Comunale e Cosima Spinelli, scrittrice, e a Preganziol alle 10,30 presso la Biblioteca Comunale ci sarà l’“Inaugurazione della panchina rossa contro la violenza sulle donne”, a cura dell’Amministrazione Comunale e del Gruppo Donne di Preganziol.

 

Altre iniziative per concludere il ciclo si svolgeranno a Mogliano: lunedì 26 novembre alle 11,00, Piazzetta del Teatro (in caso di maltempo l’evento è posticipato a venerdì 30 novembre), “Nessuna conseguenza”, coreografie a cura delle classi terze della scuola secondaria di primo grado Margherita Hack; martedì 27 novembre alle 20,30 (Centro Sociale), “Quando l’amore diventa controllo. Riflessioni, caratteristiche e strumenti di tutela per conoscere lo stalking”, a cura del Centro Donna, con la collaborazione del Gruppo Quante Storie; sabato 1° dicembre alle 10,30 (Cinema Teatro Busan), riservato agli studenti del Liceo Berto, “C’erano una volta le streghe…!” a cura di Associazione Culturale Attori per Caso, Regia di Patrizia Marcato.

 

Inizia il conto alla rovescia per l’evento che domenica 11 novembre commemorerà i 100 anni dalla fine della Grande Guerra: iscritte 25 staffette assolute e 65 giovanili. Partenza alle 9.30 da Colfosco di Susegana e arrivo all’Isola dei Morti seguendo il corso del Piave

 

Si sono iscritte in novanta: novanta staffette per commemorare, domenica 11 novembre, con un grande evento podistico, i 100 anni dalla fine della Grande Guerra.

 

“Abbiamo registrato l’adesione di 25 staffette assolute e 65 giovanili – spiega Oddone Tubia, presidente del Comitato provinciale della Fidal e responsabile organizzativo della manifestazione -. Siamo soddisfatti: dal punto di vista organizzativo tutto procede per il meglio e l’adesione delle società dimostra che il messaggio è stato recepito: sarà una gara, ma soprattutto un percorso della memoria, nel cuore di un territorio che un secolo fa fu teatro di un evento tragico, costato migliaia di morti”.

 

La Staffetta del Centenario avrà uno sviluppo complessivo di 15,5 chilometri. Cinque le frazioni, tutte di lunghezza diversa. La partenza avverrà alle 9.30 a Colfosco di Susegana, in prossimità della statua del Cristo. Il primo cambio, dopo 3,5 chilometri, sarà a Sant’Anna di Susegana, all’inizio del rettilineo che porta a Falzè di Piave. Il secondo passaggio di testimone, dopo 3,1 chilometri, avverrà in piazza Arditi a Falzè di Piave. Il terzo cambio, dopo una frazione di 3,5 chilometri, è previsto in piazza Martiri della Libertà a Sernaglia della Battaglia. Il quarto e ultimo passaggio di testimone, dopo altri 2,5 chilometri, sarà davanti al municipio di Moriago della Battaglia.

 

La quinta frazione si svilupperà sulla distanza di 2,9 chilometri e il traguardo sarà all’interno dell’Isola dei Morti, l’area naturalistica e monumentale di particolare suggestione, in cui tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre del 1918 si sviluppò l’offensiva della Battaglia della Vittoria, che portò alla conquista di Vittorio Veneto e alla fine della Grande Guerra. L’Isola dei Morti ospiterà anche le staffette giovanili: le categorie esordienti, ragazzi, cadetti e allievi si sfideranno su un percorso ridotto, con uno sviluppo di 600 metri, a partire dalle 10.30.

 

La Staffetta del Centenario è organizzata dal Comitato provinciale della Fidal, con il supporto delle amministrazioni comunali di Susegana, Sernaglia della Battaglia e Moriago della Battaglia, delle sezioni Anadi Conegliano e Valdobbiadene e degli Artiglieri della provincia di Treviso.

 

La manifestazione sarà accompagnata da momenti di rievocazione storica, con il sorvolo degli aerei della Jonathan Collection e la presenza di figuranti con le divise militari dell’epoca.  Gli iscritti riceveranno la t-shirt ufficiale dell’evento e una medaglia che rappresenterà un pezzo unico, da collezione. Lungo il Piave, domenica, si correrà davvero nella Storia.

Cento anni dalla fine della Grande Guerra e una staffetta per commemorare quei tragici eventi che sul Piave provocarono morte e distruzione. Il conto alla rovescia è partito: si correrà domenica 11 novembre, una settimana dopo la giornata simbolo delle celebrazioni per il Centenario della fine del primo conflitto mondiale.

 

Sarà una gara a tutti gli effetti, inserita anche nel calendario federale, ma rappresenterà soprattutto un momento di valorizzazione degli aspetti storici ed educativi legati a un territorio che, giusto un secolo fa, fu teatro di eventi tragici, costati migliaia di vittime.

 

La Staffetta del Centenario – questo il nome dell’evento – si svilupperà per una quindicina di chilometri, correndo in parallelo al corso del Piave. Cinque le frazioni previste, tutte di lunghezza diversa. La partenza sarà a Colfosco, in prossimità della statua del Cristo. Il primo cambio avverrà all’inizio del lungo rettilineo che porta a Falzè di Piave. Il secondo passaggio di testimone sarà in piazza a Falzè di Piave, il terzo in piazza a Sernaglia della Battaglia, il quarto e ultimo a Moriago della Battaglia.

 

Di particolare suggestione l’arrivo, che sarà posizionato nell’Isola dei Morti, l’area naturalistica e monumentale dove tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre del 1918 si sviluppò l’offensiva dellaBattaglia della Vittoria, che portò alla conquista di Vittorio Veneto e alla fine della Grande Guerra.

 

La Staffetta del Centenario verrà organizzata dal Comitato provinciale della Fidal, con il coinvolgimento delle amministrazioni comunali di SuseganaSernaglia della Battaglia e Moriago della Battaglia, dellesezioni Ana di Conegliano e Valdobbiadene e degli Artiglieri della provincia di Treviso, e sarà aperta agli atleti del settore assoluto e delle categorie master. C’è anche un precedente storico. Mezzo secolo fa, nel 1968, in occasione del cinquantesimo anniversario della fine della Grande Guerra, lungo il corso del Piave si svolse una staffetta organizzata dal Csi. Il percorso della gara dell’11 novembre sarà lo stesso.

 

Non mancheranno momenti di rievocazione storica, con il sorvolo di aerei d’epoca. Mentre nella zona d’arrivo sarà organizzata una staffetta per le categorie giovanili, su un percorso ridotto di 600 metri. Le iscrizioni delle squadre sono già aperte nel portale Enter Now. I primi cinquecento iscritti riceveranno la t-shirt ufficiale dell’evento e una medaglia che rappresenterà un pezzo unico, da collezione. Lungo le sponde del Piave, l’11 novembre, si correrà davvero nella Storia. Emozioni garantite.

 

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni