Home / Posts Tagged "Istrana"

“L’Arpav ha certificato che all’Aeroglass Filtri ci sono emissioni di formaldeide, sostanza considerata cancerogena, superiori ai limiti di legge. Cosa intende fare la Giunta Zaia per tutelare la salute di lavoratori e cittadini nonché l’ambiente?”. La domanda è di Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico, che ha presentato un’interrogazione indirizzata all’assessore regionale alla Sanità Lazzarin e all’assessore all’Ambiente Bottacin, in seguito ai monitoraggi effettuati dall’Agenzia regionale per la protezione ambientale, su richiesta della Provincia di Treviso, presso la ditta di Ospedaletto di Istrana che produce filtri per l’aria in fibre di vetro.

 

 

“Stando alle rilevazioni – sottolinea ancora Zanoni – i valori supererebbero di ben 15 volte i parametri massimi fissati dalla legge, 303mg/Nm3 contro 20mg/Nm3. Ho chiesto i documenti ufficiali ad Arpav e sentito le rappresentanze sindacali della Femca Cisl in merito all’allarme lanciato da quest’ultima. Un allarme che ritengo più che giustificato, specialmente per i lavoratori dell’impianto di essiccazione dove sono state registrate le concentrazioni massime delle sostanze cancerogene. Nella relazione di Arpav, inoltre, viene evidenziata una violazione della legge in materia di tutela dell’aria e riduzione delle emissioni in atmosfera; Non possiamo accontentarci delle rassicurazioni generiche da parte dell’azienda che parla di anomalia, pur avendo commissionato ulteriori accertamenti. Servono ulteriori analisi sulla qualità dell’aria e visite mediche per monitorare la salute dei 50 dipendenti a carico dell’Aeroglass. Anche la Regione – il sollecito finale del vicepresidente della commissione Ambiente – faccia la propria parte e dica come intende agire per tutelare la salute dei lavoratori, dei residenti  e dell’ambiente”.

Fiaticorti, festival internazionale del cortometraggio indetto dal Progetto Giovani del Comune di Istrana (TV), con la pubblicazione del nuovo bando dà avvio all’edizione 2019 e celebra il proprio ventennale.

 

 

L’EVENTO

 

È una manifestazione voluta, organizzata e pensata da un gruppo di giovani under 30; essa si distingue tuttavia per la storia ormai ventennale. Fiaticorti è infatti il primo festival di cortometraggi della provincia di Treviso, uno dei due più antichi del Veneto – nato in concomitanza con Circuito Off -, e tra i più longevi a livello nazionale. Oggi in Italia i festival dedicati ai cortometraggi sono circa 200, e Fiaticorti in questo panorama è una tra le manifestazioni più conosciute e ambite. In vent’anni hanno partecipato al concorso circa 8 mila cortometraggi, rappresentando ben 120 paesi del mondo.

 

IL VENTENNALE

 

Fiaticorti raggiunge l’importante traguardo dei vent’anni – spiega Maria Grazia Gasparini, sindaco del Comune di Istranae non possiamo che esserne molto fieri, anche perché si tratta di un progetto nato e portato avanti con professionalità e passione dai cittadini più giovani del nostro comune. È inoltre un festival che coinvolge numerose realtà del territorio e non solo, creando reti e sinergie in continua espansione”.

 

IL BANDO

 

Il bando di partecipazione all’edizione Fiaticorti 20 è stato appena pubblicato e prevede come di consueto tre sezioni: Fiaticorti, dedicata a cortometraggi di genere vario; FiatiComici, riservata a cortometraggi di genere comico, satirico o demenziale; e Premio FiatiVeneti, per filmati realizzati da autori residenti in Veneto (a quest’ultima sezione di gara la partecipazione è automatica per autori residenti in Veneto o filmati dedicati al Veneto). Indipendentemente dalla sezione, il tema è libero e la durata delle pellicole non può superare i venti minuti. Ogni autore, inoltre, può iscrivere una sola opera per sezione e ogni cortometraggio può concorrere per una sola categoria.

 

Sono ammesse opere realizzate dopo il 1° gennaio 2018, iscrivibili attraverso le piattaforme Festhome.com, Filmfreeway.com, ClickForFestivals.com, Movibeta.com entro il 31 agosto 2019 (https://www.fiaticorti.it/iscrizione).

 

 

PREMI

 

Una giuria di esperti e operatori del settore esaminerà le opere ammesse al concorso e assegnerà i premi:

 

  • Premio Fiaticorti, al miglior cortometraggio;
  • Premio FiatiComici, al miglior cortometraggio comico;
  • Premio FiatiVeneti, al miglior cortometraggio sezione FiatiVeneti;
  • Miglior interprete Fiaticorti, alla miglior attrice o attore dei cortometraggi in gara.

 

La premiazione avverrà a novembre 2019 e sarà preceduta dalla rassegna dei corti selezionati dalla direzione artistica guidata da Bartolo Ayroldi Sagarriga (orari e luoghi verranno successivamente comunicati). Il vincitore del Premio Fiaticorti riceverà la somma di 500,00 euro.

 

Il concorso è realizzato con il patrocinio  della Regione Veneto e della Provincia di Treviso, in collaborazione con Associazione Vertigo, Pro Loco comunale di Istrana, 51° Stormo dell’Aeronautica militare. Il concorso Fiaticorti rientra nel circuito RetEventi della Provincia di Treviso.

 

Fiaticorti è stato istituito nel 2000 sull’onda di un’opportunità nascente, girare video home made: una scelta lungimirante se si pensa a quanta strada è stata fatta in questa direzione (dai video girati con i telefoni cellulari al videogiornalismo partecipativo). Ma l’identità del festival, fedele a quella del classico cineforum anni Settanta, è sempre rimasta la stessa, con la volontà di trasmettere la cultura e la passione per i cortometraggi, scegliendo di non affiancare eventi collaterali di diverso genere.

 

Non solo, Fiaticorti dall’edizione 2011 ha assunto anche una valenza pedagogica. Durante le serate di rassegna il pubblico non assiste soltanto alla visione dei cortometraggi; anzi, sarà invitato a partecipare ad un vero e proprio laboratorio di analisi cinematografica volto a valorizzare gli aspetti espressivi, stilistici e contenutistici; talvolta – soprattutto da parte di un pubblico meno esperto – possono non essere colti. Tale approfondimento favorisce uno scambio di opinioni e valutazioni tra il pubblico in sala, la giuria e gli organizzatori.

 

 

LE COLLABORAZIONI

 

Il festival collabora con altre manifestazioni venete. Tra queste: il Premio Vincenzoni di Treviso, il Festival del Viaggiatore di Asolo, e nel 2017 ha collaborato a Fotogrammi veneti – i giovani raccontano promosso dai Comuni di Quinto, Istrana, Paese e Morgano in provincia di Treviso e finanziato dalla Regione del Veneto per la realizzazione di una serie di cortometraggi con focus sul Veneto. Inoltre con “Ciak si gira” sono stati organizzati corsi rivolti ai giovani del territorio, con la partecipazione del direttore artistico di Fiaticorti, Bartolo Ayroldi Sagarriga.

 

 

PER INFO

sito: www.fiaticorti.it,

mail: [email protected]

Il salone passante superiore della Villa ospita la raccolta più prestigiosa lasciata da Bruno Abramo Lattes in donazione al Comune di Treviso: la collezione di carillon e di automi, oggi tutti rinnovati ed esposti al centro dell’ampio ambiente.
La Villa è stata restaurata di recente con tutti i suoi affreschi e stucchi. Sono visitabili i due saloni passanti del primo e secondo piano, i salotti, le stanze da letto, le sale da bagno, la cucina e la sala da pranzo, la stanza della musica.

 

Tutti ambienti arredati con mobilio e suppellettili d’epoca che l’avvocato Bruno Lattes amava collezionare e che provenivano dai suoi viaggi all’estero.
Oltre al corpo centrale sul retro si vedono le due peschiere coronate dai busti dei “Cesari “ e al di là il “brolo” delimitato da un muretto semicircolare.

 

L’appuntamento è per domani, domenica 4 novembre, davanti alla Villa di Istrana nel Park a fianco dell’ingresso, alle ore 16.00.

Prezzo ingresso + visita guidata:

€ 5 per i soci over 65.

€ 7 per i soci under 65 e per i non soci.

 

La visita è a numero chiuso ed è necessaria la prenotazione telefonica al 333.4148800.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni