Home / Posts Tagged "Formazione"

Chiusa l’alternanza scuola/lavoro, il Ministero lancia i ‘Percorsi’

 

Oggi è la data di inizio dei 24 laboratori pomeridiani che il Collegio Pio X ha organizzato nell’ambito dei Percorsi Competenze Trasversali e Orientamento (PCTO) voluti dal ministero.

 

L’alternanza scuola-lavoro non c’è più, ma è compito di ogni istituto offrire ai propri studenti elementi di informazione, comprensione e orientamento per le scelte future, di studio e di vita.

 

Laboratorio “Genetica delle popolazioni” in collaborazione con un istituto statunitense

Sono 227 gli studenti che hanno aderito ai progetti, e speaker o formatori sono presi sia dal corpo docente che da consulenti e società esterne. Particolarmente complesso il laboratorio “Genetica delle popolazioni”, condotto dai professori Tommaso Pozzobon per Scienze, Francesca Zugno per Storia e Alberto De Piccoli per Filosofia. Gli studenti iscritti a questo percorso sono 21 e sanno che i dati scientifici di base saranno forniti dall’analisi del loro Dna e di quello dei tre docenti, rilevato in collaborazione con un istituto statunitense.

 

La Segreteria del Collegio sta mettendo a punto la documentazione necessaria per la protezione della privacy, anche se la catena dei marcatori non sarà completa ma si limiterà a quelli necessari e sufficienti per determinare i caratteri della popolazione di appartenenza. “È accettato dal mondo scientifico che le razze non esistono”, ha detto il rettore mons. Lucio Bonomo, “e sono tuttavia molto diffusi sia il concetto dell’umanità divisa in razze sia il forte sentimento di appartenere alla migliore. Questo laboratorio ha basi scientifiche sul piano genetico e aiuta gli studenti a formarsi le opinioni a partire da elementi oggettivi. Sul piano storico, poi, viene analizzato il razzismo a partire dalla Guerra di Secessione americana e, dal punto di vista filosofico, è prevista una analisi antropologica tra concetto di razza e cultura”.

 

Oltre alla genetica, sono stati scelti percorsi linguistici per l’acquisizione di certificazioni, preparazione agli scambi internazionali, marketing sul brand ‘Collegio Pio X’, teatro ragazzi, Web e Graphic Design.

Anche l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione Elena Donazzan plaude all’accordo siglato tra Regione Veneto, Legambiente, Fondazione Cariparo ed Ente Parco Delta del Po per il recupero e la nuova valorizzazione dell’imbarcazione Goletta Verde come nave didattica.

 

“Invierò una lettera a tutte le scuole del Veneto – annuncia – perché nella loro programmazione annuale tengano conto della nuova opportunità didattica e inseriscano una giornata di formazione sul Delta del Po per far scoprire agli allievi questa esperienza di scuola di mare, di conoscenza ambientale e di scoperta della biodiversità”.

 

“La storica imbarcazione di Goletta Verde, non appena sarà restaurata e riallestita, sarà come un’aula a cielo aperto – sottolinea l’assessore – a beneficio in particolare degli studenti del Veneto che potranno così, con il valido ausilio di esperti, affrontare in presa diretta il tema del rispetto dell’ambiente, in particolare quello marino. Una bellissima opportunità per le nuove generazioni, così attente e sensibili alle tematiche ambientali, per scoprire da vicino la complessità della natura e le sfide da vincere nella salvaguardia dell’ecosistema”.

La Regione Veneto ha deciso di giocare una carta “pesante” nella difficile partita del reperimento dei medici necessari al miglior funzionamento dei suoi ospedali, a fronte di una carenza ormai tanto storica, quanto preoccupante.

 

Con due delibere approvate dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, è stato infatti dato il via libera all’assunzione con contratti autonomi di 500 giovani medici, laureati e abilitati, ma non ancora in possesso della specializzazione, che frequenteranno un corso di formazione pratico e teorico, al termine del quale, con il tutoraggio di colleghi strutturati, 320 verranno introdotti al lavoro nell’area del Pronto soccorso e 180 in quella della Medicina internistica (Medicina Generale e Geriatria). L’operazione avrà un costo annuo di circa 25 milioni, la quasi totalità legati agli stipendi dei nuovi assunti.

 

Luca Zaia: “Arrendersi non è nel nostro dna”

“Arrendersi non è nel nostro dna – dice il Presidente Luca Zaia – e per questo abbiamo tradotto in azioni concrete quanto già avevamo previsto nel Piano socio sanitario 2019-2023. Si tratta di garantire i Livelli Essenziali di Assistenza, che sono un obbligo costituzionale al quale non intendiamo sottrarci. Lo facciamo a modo nostro, cioè garantendo la qualità dei professionisti e la sicurezza dei pazienti con un percorso formativo sia teorico che pratico, al termine del quale, grazie anche al tutoraggio dei colleghi più esperti, avremo medici sì giovani, ma già ben formati e sicuramente bravi. Stiamo agendo in un quadro di programmazione nazionale sbagliata, che è la causa di questa situazione, con meno borse di specializzazione rispetto al numero annuo di laureati e con un cammino di studi molto più lungo di quelli negli altri Stati europei. Ci saranno gli immancabili esperti che storceranno il naso – ha detto anche Zaia – e se ci saranno ricorsi resisteremo in ogni sede. Se ci sono alternative concrete a quanto fatto dalla Regione, non le ho ancora viste. E comunque l’unica alternativa che non prenderemo mai in considerazione è di tagliare o chiudere i reparti”.

 

“Sono delibere coraggiose che non abbiamo inventato oggi, ma sulle quali abbiamo lavorato mesi – ha detto l’Assessore Lanzarin – così come coraggioso, e lungimirante, è stato prevedere queste possibilità all’interno del Piano Socio Sanitario 2019-2023. Non dimentichiamo che il Piano è legge e che, a suo tempo, il Governo non la impugnò, dando di conseguenza il suo benestare a tutto quanto indicato all’interno. Sono iniziative – ha aggiunto la Lanzarin – che abbiamo inserito anche nel documento che, su iniziativa del Presidente Zaia, il Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, porrà all’attenzione della Conferenza dei Presidenti delle Regioni in una seduta monotematica. Lo stesso stiamo facendo nella discussione in atto sul futuro Patto Nazionale per la Salute, dove c’è un capitolo imponente proprio sulla formazione dei medici e sulle modalità di reclutamento”.

 

L’operazione, approvata secondo gli atti assunti, avverrà dopo aver espletato tutti i tentativi di rinforzare gli organici per le vie tradizionali, a cominciare dai numerosissimi concorsi avviati da Azienda Zero che però, in molti casi, vedono un’adesione anche di molto inferiore ai fabbisogni segnalati dai direttori generali delle Ullss; per arrivare alla possibilità per le aziende di conferire in via eccezionale a medici incarichi individuali con contratto di lavoro autonomo a patto che siano accertate l’impossibilità di utilizzare risorse umane interne, l’assenza di graduatorie pubbliche valide a cui attingere, il rifiuto all’assunzione del personale in graduatoria utile.

 

Per quanto riguarda l’area internistica (leggi qui la delibera), una rilevazione effettuata in aprile, ha indicato una carenza di 180 medici, nelle unità operative di medicina e geriatria.

 

Il percorso formativo che precederà la fase dell’inserimento negli ospedali sarà curato dalla Fondazione Scuola di Sanità Pubblica e comprenderà 92 ore di formazione d’aula e un’attività di tirocinio pratico, con tutoraggio, di due mesi consecutivi, che sarà svolta all’interno dei reparti di area internistica. La Fondazione pubblicherà, entro il 15 ottobre 2019, un avviso rivolto ai medici non specializzati per raccogliere le adesioni.

 

Per quanto riguarda la carenza nei Pronto soccorso, la delibera regionale rende noto che Azienda Zero ha già pubblicato tre bandi di concorso per 192 posti, ma che, a conclusione delle procedure concorsuali,  risultano in graduatoria solo 22 specialisti e 24 specializzandi all’ultimo anno.

 

Anche in questo caso, come in quello dell’area internistica, una volta espletati tutti gli altri tentativi di reperire il personale necessario a garantire l’erogazione dei LEA, considerata la necessità urgente di risposta alle esigenze dei reparti di Accettazione e Pronto Soccorso, la Regione Veneto ha deciso di procedere anche al reclutamento di giovani medici non specializzati, tramite linee d’indirizzo regionali con le modalità d’inserimento nei reparti e l’individuazione degli ambiti di autonomia esercitabili con tutoraggio del personale strutturato. Anche in questo caso, l’attività teorica e pratica di formazione è stata affidata alla Fondazione Scuola di Sanità Pubblica che, entro il 15 settembre 2019, pubblicherà un avviso rivolto ai medici non specializzati interessati.

Giovedì 30 maggio l’asilo nido comunale “Il Castello” di via Montenero organizza un Open-day serale (ore 19-20).

 

Le educatrici presenteranno in generale le attività svolte all’interno del nido e guideranno gli ospiti nella visita dei locali.

 

La serata si concluderà con un interessante incontro con la psicopedagogista dott.ssa Luigina Boschiero, dal titolo “Emozionarsi per diventare grandi”: una serata formativa rivolta ai genitori per confrontarsi sulle emozioni dei bambini e su come meglio gestirle.

 

 

Photo credit: FB @asilocasaleilcastello

Il corso di formazione e produzione cinematografica “Mogliano Cinema 2020”, frutto della collaborazione tra l’Amministrazione Comunale di Mogliano Veneto e l’associazione ABCOnlus, inizierà a breve con degli incontri aperti ai quali seguiranno i laboratori preparatori e le sessioni formative.

 

L’impegno richiesto sarà concentrato soprattutto nel periodo scolastico; in particolare in due o tre ore il sabato pomeriggio, ci saranno inoltre alcuni laboratori tecnici della durata di mezza giornata o di una giornata intera nel periodo delle vacanze.

 

Infine, entro la fine dell’anno prossimo, si arriverà alla produzione di un prodotto audiovisivo (film) che verrà proiettato nelle sale e trasmesso da alcune emittenti.

 

Per realizzare l’obiettivo, vanno percorse tutte le tappe, una alla volta, in modo serio e continuativo. Il corso non richiede un grosso coinvolgimento in termini di tempo, ma una certa costanza a livello di impegno creativo e motivazionale.

 

Il calendario definitivo verrà comunicato in seguito, perché suscettibile di piccole variazioni e aggiustamenti, che sono inevitabili quando si inizia un progetto così ambizioso.

Per il momento siete invitati al primo appuntamento, cioè all’incontro aperto che si terrà alle ore 17.00 di sabato 11 maggio, presso la biblioteca comunale di Mogliano.

 

L’incontro servirà a spiegare dettagliatamente il progetto e sarà l’occasione per chiedere tutto ciò che vi interessa.
Questo primo incontro sarà aperto anche a tutte le altre persone interessate a conoscere il progetto, oltre ai ragazzi che già vi hanno aderito. Potranno parteciparvi i curiosi e anche gli indecisi.

 

Link: http://cinema2020.bbcc.it/

L’agenzia per il lavoro Etjca, ricerca 10 addetti al check-in per l’aeroporto di Villafranca di Verona. La selezione sarà preceduta da un corso di formazione gratuito pre-assuntivo e relativo alla mansione che avrà la durata di 100 ore.

 

I candidati che supereranno l’esame finale con un buon punteggio, avranno la possibilità di essere assunti per il periodo estivo all’interno dello scalo di Villafranca di Verona. Indispensabile diploma di Scuola Superiore o laurea preferibilmente in lingue, ottima conoscenza della lingua inglese e disponibilità a lavorare part-time su turni di 24 ore.

Tutte le posizioni aperte sono consultabili sul sito alla sezione “offerte di lavoro”.

  

Su ETJCA

ETJCA è un’agenzia per il lavoro, interamente italiana e indipendente, che offre servizi all’avanguardia per le aziende e le persone; è dotata della certificazione SA8000:2014 e del “QUALITY MANAGEMENT SYSTEM CERTIFICATE” UNI EN ISO 9001:2015.

 

Fondata nel 1999, ha ampliato la sua presenza sul territorio nazionale grazie a una costante crescita; arrivando oggi a più di 65 filiali in tutta Italia. Somministrazione del lavoro, staff leasing, apprendistato professionalizzante, ricerca e selezione del personale, politiche attive del lavoro, attivazione di tirocini extracurricolari, formazione, collocamento mirato, outsourcing, gestione del welfare aziendale e delle risorse umane nell’ambito del settore pubblico sono i principali servizi quotidianamente messi a disposizione di aziende, clienti e persone in cerca di lavoro.

 

ETJCA è l’unica agenzia per il lavoro italiana ad aver stretto un accordo di collaborazione con la Fondazione Studi del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del lavoro e la Fondazione Consulenti per il lavoro: tale esclusiva consente a questa categoria di professionisti di mettere a disposizione dei propri clienti un’offerta di servizi completa, integrandola con la somministrazione di lavoro a tempo determinato e indeterminato.

La presidente del Consiglio comunale di Venezia, Ermelinda Damiano, la vicesindaco, Luciana Colle, gli assessori comunali alla Coesione sociale, Simone Venturini, e alle Politiche educative, Paolo Romor, hanno partecipato alla seconda edizione di “Play Day”. La manifestazione promossa dall’associazione “Amici della Laguna e del Porto” in collaborazione con gli Itinerari educativi del Comune, la Regione Veneto, l’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico settentrionale, il Comitato Paralimpico italiano e Vtp Terminal passeggeri.

 

 

La partecipazione di oltre 1.400 bambini

 

La giornata, che si è svolta alla Marittima, ha visto la partecipazione di oltre 1.400 bambini dalle scuole materne, elementari e medie della città con i loro insegnanti.

 

 

Erano presenti anche il personale dei Servizi educativi e il Gruppo comunale di Protezione Civile, sezione di Venezia Terraferma e Gruppo per l’Informazione e la Promozione della Sicurezza.

 

 

Erano presenti circa trenta volontari di Protezione civile per coadiuvare il personale dell’organizzazione, mentre il trasporto degli alunni di tutte le classi partecipanti, dalla loro scuola alla Marittima e viceversa, è stato effettuato gratuitamente grazie all’organizzazione di Comune, Actv e Vela.

 

 

 

 

 

Le attività

Si è trattato di una vera e propria festa dello sport, della solidarietà e dell’impegno civile. Dalle ore 10 alle 16.30 circa i bambini hanno potuto cimentarsi in giochi ed esercizi di calcio, basket, canoa e vela; il tutto con istruttori qualificati e atleti professionisti, grazie anche alla partecipazione delle associazioni che insegnano e fanno praticare sport a persone disabili. Tra questi: Baskin Mestre (basket inclusivo), Gli Insuperabili (calcio inclusivo), Black Lions (wheelchair-hockey sedia a rotelle), Andrea Stella con il suo catamarano polifunzionale adatto a persone disabili. E’ stato inoltre allestito una sorta di villaggio olimpico con stand espositivi; tra cui Croce Verde, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto e Agenzia delle Dogane, dove era possibile ricevere gadget e materiale informativo.

 

 

I laboratori

Numerosi anche i laboratori didattici dove i ragazzi hanno potuto colorare, con dei colori appositi, delle vere e proprie autovetture; questo per cimentarsi in percorsi sulla disabilità preparati per l’occasione da Pietro Martire e la sua associazione “Oltre il Muro”. Inoltre non è mancata l’interazione con l’associazione “Il Piccolo Principe”, attraverso storie e disegni. È stato preparato un muro che i bambini hanno potuto decorare con l’impronta della propria mano, che resterà come mostra permanente a ricordo della giornata.

 

 

Le premiazioni

Infine si sono svolte le premiazioni del concorso di disegno “C’è spazio per tutti…”; i vincitori vedranno trasformata la propria opera in veri cartelli stradali. Questi verranno collocati al di sotto della segnaletica dei parcheggi per disabili già esistenti nelle stalli adibiti in tutta la zona portuale, Marittima e San Basilio; inoltre saranno collocati nei parcheggi delle scuole del Comune di Venezia aderenti al progetto. I vincitori verranno anche inseriti nel catalogo nazionale 2019/2020 dando così la possibilità a qualsiasi ente pubblico o privato in Italia di poterli acquistare. Tutti gli elaborati sono stati esposti al primo piano del Terminal passeggeri 103. Inoltre le classi hanno ricevuto in premio una sedia/carrozzina da evacuazione; questo per poter trasportare facilmente i bambini con difficoltà motorie o disabilità, nel caso si dovesse lasciare la scuola nel minor tempo possibile.

M9 e M-Children ospiteranno a Venezia Mestre 5 incontri, organizzati dagli Istituti Scolastici di Mestre dal 27 marzo al 15 aprilecon riferimento alle attività istituzionali di aggiornamento per i docenti previste dal Piano Nazionale Formazione Docenti 2018-2019; gli appuntamenti stanno già registrando forte partecipazione.

 

 

Saranno dedicati a un programma di attività di formazione sui temi della “Robotica, Realtà Aumentata e Mondi Virtuali a scuola” con il coordinamento di Luigi Villani, referente per la formazione per l’Ufficio Scolastico Territoriale di Venezia, e in collaborazione con gli Istituti scolastici del Veneto Orientale, della Riviera del Brenta e dell’area Clodiense; il Distretto M9 e lo Spazio multimediale interattivo M-Children di Venezia Mestre; Microsoft Education Italia.

 

 

L’evento

 

L’iniziativa attua una sinergia tra le opportunità innovative offerte dal Distretto M9 nel campo delle esperienze di realtà aumentata, virtuale ed interattiva proposte in modo unico – nel panorama non solo locale, ma anche nazionale ed internazionale – e le esigenze di formazione innovativa dei docenti in servizio nelle scuole del territorio. L’obiettivo è l’offerta di una formazione specialistica che favorisca approcci innovativi ed inclusivi nei contesti didattici aperta ai docenti degli Istituti della Provincia di Venezia.

 

 

Non solo dunque un’offerta didattica per i più giovani, ma anche opportunità di specializzazione nell’ambito della formazione continua per gli adulti e gli insegnanti che, utilizzando le opportunità didattiche messe a disposizione anche dal Distretto M9, avranno la possibilità di avviare nelle singole classi specifici percorsi di lavoro e di approfondimento che possono richiedere nel corso dell’anno scolastico più momenti di riscontro nelle stesse infrastrutture culturali di M9. Il punto di partenza sarà costituito da temi generali che possono essere coniugati e declinati in maniera interdisciplinare nei diversi programmi ministeriali.

 

 

La robotica e i mondi virtuali sono aspetti innovativi e all’avanguardia che vengono sempre più integrati nelle attività didattiche e di formazione, stimolando gli studenti all’interazione e all’apprendimento; tecnologie e approcci didattici innovativi che stanno progressivamente prendendo piede, mostrando potenzialità crescenti non solo nella formazione e nell’intrattenimento multimediale ma anche in altri campi come: la comunicazione, l’economia, le attività professionali e la progettazione. Tutto ciò evidenzia la necessità del loro utilizzo nei processi culturali di formazione e di preparazione dei giovani al mondo del lavoro, oltre che per l’inserimento nei contesti sociali e relazionali sempre più in evoluzione.

 

 

Il programma

 

Sono in programma due corsi “base”, rispettivamente a Venezia Mestre e a San Donà di Piave, svolti e coordinati da Gianni Ferrarese (formatore nominato dagli istituti scolastici di Mestre) in collaborazione con altri esperti:

 

Corso Venezia Mestre

 

27/03/2019, 15:30-18:30, Venezia Mestre, nel Liceo Stefanini, “Introduzione alla robotica, ai mondi virtuali, alla realtà aumentata e virtuale per la didattica”. Presenzia il prof. Gianni Ferrarese;

 

29/03/2019, 15:30-18:30, Venezia Mestre, nello Spazio multimediale interattivo M-Children, “Gli spazi multimediali polifunzionali interattivi di M-Children” con la presenza della dott.ssa Silvia Fabris;

 

02/04/2019, 15:30-18:30, Venezia Mestre, nel Museo M9, “Gli spazi espositivi aumentati e virtuali di M9”, con la presenza della dott.ssa Claudia Biotto;

 

11/04/2019, 15:30-18:30, Venezia Mestre, nello Spazio multimediale interattivo M-Children, “I mondi virtuali, Minecraft Education e la didattica” con la presenza del prof. Marco Vigelini;

 

15/04/2019, 15:30-18:30, Venezia Mestre, nello Spazio multimediale interattivo M-Children, “Robotica educativa come opportunità” con la presenza della prof. Virginia Alberti e della dott.ssa Ikrame Daouane di Microsoft Education.

 

Corso San Donà di Piave

 

06/05/2019, 15:30-18:30, San Donà di Piave, all’IIS Alberti, “Introduzione alla robotica, ai mondi virtuali, alla realtà aumentata e virtuale per la didattica”.  Presenzia il prof. Gianni Ferrarese;

 

09/05/2019, 15:30-18:30, nello Spazio multimediale interattivo M-Children, “Gli spazi multimediali polifunzionali interattivi di M-Children” con la presenza della dott.ssa Silvia Fabris;

 

15/05/2019, 15:30-18:30, Venezia Mestre, nel Museo M9, “Gli spazi espositivi aumentati e virtuali di M9”, presenta la dott.ssa Claudia Biotto;

 

17/05/2019, 15:30-18:30, Venezia Mestre, nello Spazio multimediale interattivo M-Children, “I mondi virtuali, Minecraft Education e la didattica” con la presenza del prof. Marco Vigelini e della dott.ssa Ikrame Daouane di Microsoft Education;

 

20/05/2019, 15:30-18:30, Venezia Mestre, nello Spazio multimediale interattivo M-Children, “Robotica educativa come opportunità” con la presenza della prof. Virginia Alberti e del dott Guido Rizzo di Microsoft Education.

 

Per informazioni: [email protected]

Oggi, giovedì 14 marzo, a Monastier, si tiene la seconda e ultima giornata (per quest’anno) di “Open Day ambienti di lavoro” per gli studenti di 4° e 5° superiore.

 

Medici, infermieri, operatori e tutte le figure professionali delle strutture sanitarie (casa di Cura), socio sanitarie (casa di riposo + micronido) e ricettive (park hotel), si metteranno a disposizione dei ragazzi per aiutarli, si spera, a fare una scelta universitaria, e comunque post diploma, coerente con le proprie attitudini.

 

Mostreranno loro, in particolare, come sta cambiando la sanità anche grazie alla tecnologia e come nascono nuove professioni che fino a poco tempo fa non esistevano.

 

Tre settimane fa c’è stata la prima giornata e i ragazzi sono tornati entusiasti e soprattutto con le idee più chiare e il feedback è stato molto positivo.

Ci si è resi conto dell’importanza di eventi di questo tipo, tant’è vero che oggi presenzierà anche l’assessore regionale del Veneto alla Formazione, Elena Donazzan.

 

Gli studenti che parteciperanno all’Open Day di oggi frequentano:

• il Besta di Treviso

• il liceo Berto di Mogliano

• il Duca degli Abruzzi di Treviso

• il Parini di Mestre.

In Veneto 40 studenti di terza media su 100 hanno scelto di iscriversi ad un istituto tecnico, in media circa il 10 per cento in più rispetto alla percentuale nazionale. In calo invece le iscrizioni ai licei che, nel territorio regionale, raccolgono circa il 10 per cento in meno di iscrizioni rispetto alla media nazionale.

 

“Trovo che i primi dati sulle iscrizioni online forniti dall’Ufficio scolastico regionale siano molto positivi e confortanti – commenta l’assessore regionale alla Scuola, Elena Donazzan – La Regione e l’intero sistema produttivo veneto investono molto, e da anni, nella qualità di un sistema formativo, perfettamente allineato e integrato con il parallelo sistema dell’istruzione, capace di fornire ottimi sbocchi occupazionali. Sono soddisfatta che scuole, famiglie e ragazzi abbiano saputo cogliere il messaggio che abbiamo veicolato con ogni forma di orientamento negli ultimi tempi, al fine anche di contenere il fenomeno della dispersione scolastica e di aiutare i ragazzi a costruirsi abilità e competenze richieste dal mondo del lavoro”.

 

“La fiducia che studenti e famiglie hanno riposto nella formazione professionale e nelle sue scuole – conclude Donazzan – sprona istituzioni ed enti economici a  qualificare ulteriormente questi percorsi e ad investire di più nella costruzione dei profili professionali di domani. Ma rappresenta anche un preciso segnale per il decisore politico: il 40 per cento delle famiglie e dei futuri allievi del ciclo secondario superiore ha cercato percorsi formativi che avvicinino al mondo del lavoro e che fanno dell’alternanza scuola-lavoro una prassi ordinaria di apprendimento e formazione. A buon intenditore….”

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni