Home / Posts Tagged "conto corrente"

Negli ultimi giorni stanno giungendo alla Polizia postale molte segnalazioni di una nuova truffa nei confronti dei titolari di conti correnti.

 

In maniera fraudolenta viene attivata una domiciliazione bancaria R.I.D. che, tramite i dati personali del titolare ottenuti attraverso qualche metodo truffaldino, sembra a tutti gli effetti una richiesta regolare.

 

Si tratta di poche decine di euro, per la precisione di 19 euro e 90 centesimi. Importi di così lieve valore possono passare inosservati a chi non controlla con attenzione.

 

In questo caso, i consigli per evitare, o quantomeno accorgersi di eventuali truffe in atto, è quello di visionare spesso la lista movimenti del conto corrente, almeno una volta al mese, e nel caso la banca fornisse il servizio di notifiche dei movimenti, attivarlo.

 

Se si dovessero riscontrare operazioni anomale, è necessario segnalare immediatamente il fatto al vostro istituto di credito, che provvederà a bloccare la R.I.D. ed eventualmente a rimborsare il maltolto.

 

Fonte: VeneziaToday

Ha già raggiunto quasi due milioni di euro la gara di solidarietà di cittadini e aziende, nella stragrande maggioranza veneti, che hanno versato un contributo sul conto corrente della Regione aperto per raccogliere fondi da utilizzare a sostegno delle popolazioni e dei territori colpiti dalla devastante ondata di maltempo di fine ottobre.

 

All’ultimo conteggio effettuato, il montante dei contributi aveva raggiunto quota 1.944.149,78 euro, grazie a 13.525 versamenti, con ben 11.668 donazioni fino a 100 euro.

 

“Il grande cuore dei Veneti – sottolinea il Presidente della Regione Luca Zaia – si sta manifestando ogni giorno con una generosità commovente, rappresentata in egual misura da grandi aziende che hanno versato migliaia di euro e di gente comune, che ha donato ciò che poteva. Pochi euro o migliaia, in questo caso, hanno lo stesso grande significato – aggiunge il Governatore – quello di un Veneto solidale e con un grande senso della comunità e dell’identità. A ognuna di queste persone – conclude il Governatore – stringo simbolicamente la mano con gratitudine, e con la garanzia personale che ogni euro donato andrà ad aiutare i territori e le persone colpite. A chi non ha ancora avuto modo di fare un versamento chiedo un piccolo sforzo: pancia a terra, e andiamo a versare, perché la battaglia per la rinascita è appena iniziata”.

 

Nel frattempo, si è mossa anche la Regione al suo interno: con gli statini dei dipendenti relativi al mese di novembre, è stata data l’indicazione della possibilità di donare il corrispettivo di ore di lavoro, a scelta del dipendente, al conto corrente regionale di solidarietà.

Spariti 25mila euro dal conto bancario di una mestrina. Il fatto è inspiegabile perché i livelli di sicurezza in banca erano al massimo eppure qualcuno è riuscito a superarli e a prosciugare il conto.

 

Carabinieri e banca stessa stanno conducendo indagini per capire chi e come sia riuscito ad aggirare le sicurezze bancarie.

 

Naturalmente se viene dimostrata la piena estraneità della correntista ai fatti, l’intero importo potrà essere rimborsato.

 

L’allarme è tuttavia alto, perché chiunque a questo punto potrebbe vedersi sparire i soldi dal conto corrente bancario senza sapere come.

 

Fonte: Venezia Today

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni