Home / Posts Tagged "concorso"

Il FAI (Fondo Ambiente Italiano), in collaborazione con Intesa Sanpaolo, presenta i risultati parziali della 10ª edizione de “I luoghi del cuore”. Il termine per votare è il 15 dicembre 2020

 

Si tratta di una classifica provvisoria, che per ora in Veneto vede in testa:
• il Tempio internazionale del Donatore a Valdobbiadene (TV)
• la Val Visdende (BL)
• l’Oratorio della Beata Vergine di Pontemanco (PD)
• Parco e Villa Albrizzi Franchetti a Preganziol (TV).

 

A oggi il luogo in Veneto al primo posto della classifica provvisoria è il Tempio internazionale del Donatore che, nella spianata di Pianezze a 1.061 metri di altezza, è raggiungibile salendo dal paese di Valdobbiadene (TV) lungo le pendici del Monte Cesen, nelle Prealpi venete, dopo un suggestivo alternarsi di boschi, pascoli e malghe. Il tempio fu costruito nel 1962 per volontà di alcuni donatori di sangue che volevano cancellare lo sdegno del sangue inutilmente versato nel territorio durante le guerre. Da dicembre 2017, però, è chiuso per inagibilità, a causa di ingenti danni causati dalle intemperie e dal passare del tempo. La raccolta voti portata avanti dal comitato “Insieme per il Tempio” (costituito dalle quattro associazioni del dono più significative in Italia: Avis, Fidas, Fratres e Aido) ha come obiettivo la riapertura del bene, affinché sia maggiormente sentita e tramandata la sacralità del dono del sangue, dei tessuti e degli organi. Il luogo rientra nella classifica speciale “Italia sopra i 600 metri”.

 

 

Segue la Val Visdende (BL), incontaminata vallata delle Dolomiti nell’alto Veneto e oasi naturalistica preservata dal turismo di massa. La rete delle mulattiere e dei sentieri che la percorrono offre la possibilità di fare passeggiate più o meno impegnative, sia estive, sia invernali, escursioni in mountain bike e di ammirare la vista sul Monte Peralba e sulle sorgenti del Piave. Il 29 ottobre 2018 la tempesta Vaia ha purtroppo spezzato e sradicato migliaia di alberi secolari, modificando per sempre la morfologia della zona. Incalcolabili sono stati i danni all’economia locale, basata anche sulla “filiera del legno”. Si auspica, attraverso l’attivazione al censimento del FAI una maggiore attenzione alla tutela e al rilancio del luogo. Il sito rientra nella classifica speciale “Italia sopra i 600 metri”.

 

 

Molti voti anche per l’Oratorio della Beata Vergine Annunciata di Pontemanco, Due Carrare (PD) – altrimenti detto di Santa Maria Annunziata – piccolo edificio sacro aperto al pubblico, situato nel pittoresco borgo di Pontemanco, lungo le rive del canale Biancolino. Eretto in origine (la prima testimonianza è del 1548) come oratorio privato dell’adiacente Villa Pasqualigo – poi Grimani, ora Fortini – assunse dal Seicento funzione di oratorio pubblico. Un piccolo scrigno di epoca barocca – vincolato come bene culturale dal 1993 – che conserva affreschi, decorazioni, opere d’arte, arredi, tutti databili all’ultimo quarto del Seicento. Oggetto di venerazione nel corso dei secoli, ha vissuto negli ultimi decenni una fase di prolungato degrado, stante l’impossibilità dei contradaioli e della parrocchia di far fronte alle spese necessarie per il restauro. Oggi il dissesto igienico-statico del fabbricato e il deperimento di quanto contiene ne minacciano l’integrità storica e artistica. Il comitato “Amici dell’Oratorio di Pontemanco” sta attuando già da tempo i primi interventi e grazie al censimento 2020 spera che il bene possa essere posto all’attenzione pubblica, aiutandone il recupero.

 

 

E ancora, Parco e Villa Albrizzi Franchetti a Preganziol (TV), già votati al censimento 2018. La Villa fu costruita tra il 1680 e il 1700 lungo il Terraglio, in uno dei luoghi di villeggiatura favoriti dai patrizi veneti. Suoi primi proprietari furono i nobili Albrizzi che eressero come primo nucleo abitativo il solo corpo centrale. Negli anni successivi fu abbellita e completata dalle due barchesse in stile palladiano progettate da Andrea Pagnossin; gli undici ettari di terreno circostante divennero un grande parco in stile inglese, ricco di alberi ad alto fusto e rare essenze arboree. Fu nobile dimora di Isabella Teotochi Albrizzi che qui stabilì il suo salotto letterario, in cui trovò posto anche Ugo Foscolo, per il quale il parco della villa fu di ispirazione nella composizione dell’opera letteraria I Sepolcri. Passò in seguito alla contessa Ida Zeno Accurti per essere quindi acquistata dal barone Raimondo Franchetti. Tra gli eredi, da ricordare l’omonimo nipote, noto esploratore, che arricchì ulteriormente il parco, trasformato nell’Ottocento secondo la moda in giardino all’inglese, con rare specie di piante che offrono tutt’oggi al visitatore un suggestivo scenario del mondo vegetale. Danneggiata gravemente durante la Grande Guerra, nel 1973 Raimondo Nanuk Franchetti, ultimo proprietario, la vendette alla Provincia di Treviso. Il complesso è stato di recente recuperato ed è oggi ufficio di rappresentanza della Provincia. Il parco, chiuso al pubblico, richiede urgenti interventi di salvaguardia e tutela della flora pregiata, fra cui alcuni cedri monumentali oltre a numerose opere di recupero delle architetture presenti.

A conclusione della quinta edizione del concorso di scrittura al femminile “Betty Toniolo”, si informa che 54 studentesse degli istituti superiori della provincia di Treviso hanno presentato un racconto breve o una raccolta di versi.

 

La giuria incaricata dall’Associazione Proteo Fare Sapere di Treviso e dalla famiglia Carraro/Toniolo ha esaminato gli elaborati per l’assegnazione dei 9 premi in palio, 3 per ogni settore (licei – istituti tecnici – istituti professionali):
• primo premio euro 400
• secondo premio euro 300
• terzo premio euro 150,
per un importo complessivo di euro 2550.

 

Venerdì 20 marzo alle ore 15.00, presso l’auditorium Santa Caterina di Treviso, sarà ufficialmente consegnato a tutte le studentesse l’attestato di partecipazione al concorso. Saranno inoltre resi noti i nominativi delle vincitrici e sarà consegnato il premio, in presenza delle Autorità scolastiche e comunali e dei promotori del concorso.

 

Sabato 28 marzo, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, presso l’auditorium del liceo G. Berto di Mogliano Veneto avrà luogo la presentazione delle opere premiate, da parte delle stesse vincitrici, alla presenza delle Autorità comunali e scolastiche, degli insegnanti, delle classi e delle famiglie.

Il concorso nazionale pianistico “Ugo Amendola” nasce da un’idea della pianista veneziana Daniela Donaudi, allieva di Ugo Amendola e presidente dell’associazione Konzertmusik.
Il concorso intende omaggiare la figura del grande artista e accendere i riflettori su Mogliano. Durante i giorni del concorso arriveranno in città alcuni tra i migliori talenti pianistici di tutta Italia, valutati e premiati da una giuria di concertisti noti a livello internazionale.

 

La manifestazione ha ottenuto il patrocinio del Comune di Mogliano Veneto e la collaborazione dell’Associazione “Amici della Musica Toti dal Monte“, attivi da molti decenni sul territorio moglianese.

 

Ugo Amendola è stato tra i protagonisti del panorama musicale del ‘900 in Italia.
Pianista, compositore, didatta e trattatista veneziano, per molti anni è stato direttore del prestigioso conservatorio veneziano Benedetto Marcello.
Ha lavorato presso il teatro La Fenice e frequentato i salotti musicali più importanti d’Europa.

 

Scarica qui il regolamento.

Per iscrizioni:
www.concorsopianisticoamendola.it
[email protected]gmail.com
Segreteria: tel. 345.1701370
e-mail: [email protected]

La Settima Nota” nasce e si sviluppa come un concorso musicale finalizzato alla scoperta e alla valorizzazione di musicisti, cantanti e autori capaci di esprimere talento e impegno.

Si distingue da iniziative analoghe per il fatto di essere basato su un inedito format registrato SIAE di gara musicale sviluppato su un innovativo progetto di comunicazione social.

 

Principale sponsor del concorso è la casa editrice musicale milanese Long Digital Playing, principalmente interessata nella individuazione di talenti sui quali confluire investimenti orientati alla crescita professionale e di immagine; anche per tale motivo la partecipazione al concorso è e rimane gratuita.

 

Tutti i partecipanti del concorso entreranno di diritto nella compilation dell’etichetta LDP e ai primi tre finalisti del concorso verrà data la possibilità di realizzare un proprio videoclip musicale in studio a Milano, mettendo gratuitamente a disposizione il set fotografico attrezzato e l’operatore professionista di ripresa.

 

Il primo premio del concorso consiste in un contratto discografico per la pubblicazione di un album con etichetta LDP che verrà promosso e distribuito sulle maggiori piattaforme digitali.

 

Ai primi tre finalisti del Fuoriconcorso – SI MINORE verrà dato il diritto di partecipare a una delle successive edizioni del concorso, a far data dal conseguimento della maggiore età e senza dover sostenere la fase di pre-selezione.

 

Per scaricare il regolamento, cliccare qui.

Per ulteriori informazioni, cliccare qui.

Dal 6 al 22 dicembre tutti i clienti del centro commerciale di Marcon potranno partecipare al concorso di Natale per vincere moltissimi premi immediati e concorrere per l’estrazione finale del grande premio speciale.
A ogni scontrino d’acquisto di almeno 10 euro in uno dei negozi della galleria commerciale, sarà consegnato ai clienti un flyer di invito per presentarsi al desk del concorso, attivo dalle ore 10.00 alle ore 20.00, per ritirare la cartolina con il codice a barre, necessaria per la partecipazione alla vincita dei premi immediati. I concorrenti potranno anche scegliere per quale dei due premi finali desiderano partecipare: in palio una Gift Card da 1.500 euro utilizzabile in tutti i negozi del centro commerciale e una crociera per due persone nel Mediterraneo.

 

Tra i premi immediati, invece, ci saranno 100 biglietti del cinema per una persona, 200 Gift Card del centro da 5 euro, 100 Gift Card da 10 euro, 50 Gift Card da 20 euro e 500 Gratta&Vinci dei Monopoli di Stato da 2 euro.
Ogni cliente potrà scoprire se ha vinto uno di questi regali immediati attraverso i totem digitali nella galleria del centro commerciale avvicinando ai monitor il codice a barre della cartolina ritirata. In caso di vincita la macchina emetterà uno scontrino da consegnare al desk del concorso.

 

Sarà invece necessario aspettare fino al 3 gennaio 2020 per la rivelazione del vincitore del premio
speciale.

 

La galleria commerciale di Valecenter, nel periodo natalizio, rispetterà i seguenti orari:
• 20-21-22-23 dicembre dalle 09.00 alle 22.00
• martedì 24 dicembre dalle 09.00 alle 20.00
• martedì 31 dicembre dalle 09.00 alle 19.00
• mercoledì 25 dicembre e giovedì 26 dicembre: chiuso
Tutti i restanti giorni del mese di dicembre aperti dalle 09.00 alle 21.00.

 

Domani pomeriggio, alle ore 18.30, a Marzaro Abbigliamento verranno sorteggiati i 3 premi messi in palio dal concorso fotografico Autunno Margherini DOC.

 

Tutti i partecipanti hanno comunque vinto buoni sconto del 20% per acquisti all’Ottico Dall’agnola e Marzaro Abbigliamento e del 10% al negozio Passaparola calzature, validi fino al 31.12.2020 e ottenibili mostrando dallo smartphone la foto pubblicata nel Gruppo Facebook.

 

I premi in sorteggio domani sono:

• un paio di occhiali da vista (Ottico Dall’Agnola)

•una tuta FILA (Marzaro Abbigliamento)

• un buono acquisto da 50€ (Passaparola calzature).

 

Di seguito riportiamo le 3 foto finaliste del concorso lanciato dal Gruppo Facebook Margherini DOC.

 

foto di Lucio Vanin

foto di Miky Giumiky

foto di Nadia De Lazzari

Ieri alle 11.30, nella sede del Museo M9 a Mestre, si è svolta la conferenza stampa di presentazione delle Prefinali nazionali di Miss Italia 2019.

 

Erano presenti alla manifestazione il Presidente del Consiglio Comunale di Venezia, Ermelinda Damiano, l’assessore al Turismo del Comune di Jesolo Flavia Pastò, la patron di Miss Italia Patrizia Merigliani, Miss Italia 2018 Carlotta Maggiorana, il presidente di Vela Piero Rosa Salva e il consigliere di M9 District Amerigo Restucci.

 

È stata inoltre comunicata la giuria, composta da tre donne: l’attrice Caterina Marino, la scrittrice Silvana Giacobini e Samanta Togni.

 

Alla manifestazione parteciperanno 187 candidate, 23 delle quali già ammesse alla finale del 6 settembre su Rai Uno nella trasmissione condotta da Alessandro Greco nel Palazzo del Turismo di Jesolo.

 

 

Photo Credits: FB @cittadijesolo

Miss Italia arriva a Venezia e si immerge nella Bellezza di una città unica. E, nel cuore di Mestre, le miss del celebre concorso, attese nel Museo M9, vivranno momenti di pura cultura, contemporanea e multimediale.

 

Domenica 18 agosto, alle 21, in Baia di Forte Marghera, in occasione dell’ultima selezione regionale di Miss Italia, sarà scelta la Miss che rappresenterà la Città di Venezia alle finali nazionali che si svolgeranno a Jesolo.

 

Promossa dalla patron della manifestazione Patrizia Mirigliani e dal sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, “Miss Venezia – M9 2019”  rappresenta un momento concreto della partnership tra il concorso e la città riconosciuta in tutto il mondo come simbolo di inestimabile bellezza e unicità.

 

 

Cultura e test interattivo per affermarsi

Domenica 18, in attesa dell’evento in Baia di Forte Marghera, le Miss visiteranno M9, il più grande museo multimediale sulla storia del Novecento in Italia costruito a Mestre. La visita guidata, preceduta da una spiegazione curata dagli storici di M9, sarà seguita da un coinvolgente test interattivo sui contenuti del museo e costituirà parte integrante della selezione per la conquista della fascia di “Miss Venezia – M9 2019”, assegnata da una giuria in cui sarà presente anche un rappresentante di M9.

 

 

A chi si rivolge il concorso

Possono iscriversi ragazze di età compresa tra i diciotto e i trent’anni, nate e/o residenti nella Città Metropolitana di Venezia.

La vincitrice sarà ammessa alla finale nazionale di “Miss Italia 2019”, quindi è promossa direttamente alla serata televisiva di Rai1.

 

Iscrizioni

Occorre compilare il modulo online sul sito ufficiale dell’evento nazionale, oppure inviare un messaggio al 393.3352362 .

Le iscrizioni saranno chiuse alle ore 12 di sabato.

 

 

Rispetto per Venezia

Gli organizzatori del prestigioso concorso Miss Italia aderiscono alla campagna di sensibilizzazione promossa dall’Amministrazione comunale di Venezia, #EnjoyRespectVenezia per orientare i visitatori verso l’adozione di comportamenti responsabili e rispettosi dell’ambiente, del paesaggio, delle bellezze artistiche e dell’identità di Venezia e dei suoi abitanti.

 

Gran finale a Jesolo

Miss Italia 2019 andrà in onda venerdì 6 settembre su Rai 1 in prima serata, in diretta da Jesolo.

Si svolgerà sabato 27 luglio dalle ore 16.30 presso i Bagni Clodia di Sottomarina (VE) una delle tappe venete delle selezioni ufficiali di Miss Grand Prix, concorso nazionale di bellezza femminile che nelle precedenti edizioni ha visto primeggiare svariate modelle divenute poi starlette del mondo dello spettacolo. Durante il pomeriggio si terranno inoltre spettacolari performance artistiche, per un evento unico e imperdibile.

 

La giuria voterà le concorrenti che sfileranno nelle classiche uscite in abito da sera, costume da bagno e T-shirt ufficiale, assegnando i seguenti titoli in palio: Miss Grand Prix auto, Miss Grand Prix talento, Miss Grand Prix calcio, Miss Grand Prix fitness, Miss Grand Prix moto.

 

Ricordiamo che le iscrizioni sono aperte e gratuite all’indirizzo mail: [email protected]

Maggiori informazioni sul sito ufficiale.

È possibile inoltre seguire il concorso sulla pagina Facebook Miss Grand Prix e su Instagram @missgrandprix.

 

I partner della manifestazione sono: Ducati Moto, Caffè Mokambo, Bes – Beauty e Science, Legea, New Faces & Stars, Marie Ange di Costa. Media partner: Eva 3000, Vip, A tutto Gossip.

Imperdibile appuntamento quindi con l’estate, la moda e la bellezza sabato 27 luglio ai Bagni Clodia.

 


AGGIORNAMENTO DEL 26 LUGLIO 2019, ORE 17.18

A seguito delle avverse condizioni meteo previste per domani, l’evento è stato rinviato a sabato 3 agosto.

Il tema su cui riflettere è “Un viaggio non comincia con la partenza, ma molto prima”.

 

La scadenza del bando della XII edizione del Premio Giuseppe Mazzotti Juniores, inizialmente prevista per il 30 aprile 2019, è stata prorogata al 22 maggio. Gli studenti degli istituti superiori di Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Slovenia e Croazia sono ancora in tempo per partecipare al prestigioso concorso; promosso dall’Associazione Premio Letterario Giuseppe Mazzotti con la collaborazione di Montura. L’obiettivo è quello di stimolare la riflessione dei ragazzi su temi legati ai molteplici interessi di Giuseppe Mazzotti e oggi ancora fortemente attuali.

 

 

Chi è Giuseppe Mazzotti

 

Mazzotti fu una figura di spicco del panorama culturale trevigiano nel Novecento; si occupò in modo innovativo di montagna e tutela del paesaggio, patrimonio architettonico locale (le ville venete in primis), arte e artigianato, enogastronomia. Gli ambiti a cui dedicò il proprio interesse e il modo in cui affrontò le questioni ad essi legate ne fanno un personaggio di spiccata attualità, ancora capace – a 38 anni dalla scomparsa – di incuriosire e stimolare il pensiero critico dei più giovani.

 

Il Premio

 

Quest’anno il Premio Giuseppe Mazzotti Juniores, che affianca lo storico Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti” dedicato a scrittori affermati, invita i ragazzi a riflettere sul tema “Un viaggio non comincia con la partenza, ma molto prima”; questo realizzando un componimento scritto (per concorrere nella Sezione letteraria) o un video (per concorrere nella Sezione video).

 

Per ciascuna sezione sono previsti tre premi del valore di euro 600,00 (primo classificato), 400,00 (secondo classificato) e 200,00 (terzo classificato). È inoltre previsto un Premio di istituto del valore di 1.000,00 euro finalizzato all’attività didattica che le scuole degli studenti premiati si contenderanno nel corso della giornata delle premiazioni.

 

La prova

 

Questa prova è prevista al Palazzo dei Trecento di Treviso il 19 ottobre 2019; ci sarà un quiz che li metterà alla prova nella conoscenza delle tematiche mazzottiane: “Montagna: cultura e civiltà”, “Esplorazione – viaggi” e “Finestra sulle Venezie” (che rappresentano le sezioni di gara della XXXVII edizione del Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”).

 

Info

 

Bando e regolamento sono consultabili sul sito www.premiomazzotti.it.

Per informazioni: Segreteria del Premio Gambrinus “Giuseppe Mazzotti”, tel. 0422 855609 – fax 0422 802070; e-mail [email protected]

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni