Home / Posts Tagged "Cinemoving"

Proseguono le serate dell’edizione 2020 di Cinemoving che per il fine settimana dal 21 al 23 agosto prevede 3 proiezioni in Campo San Polo e una al rione “Pertini” a Mestre. Nel programma spicca la presentazione in anteprima assoluta del docufilm “Tintoretto. L’artista che uccise la pittura” del regista veneziano Erminio Perocco. Si tratta di una produzione internazionale italotedesca della casa veneziana “Kublai Film”, con Gebrueder Beetz, Videe e Zetagroup, in collaborazione con la rete televisiva tedesca arte/ZDF. Alla serata in campo San Polo, in programma domenica alle 21.15, saranno presenti i produttori, il direttore della Fotografia Giovanni Andreotta e il regista Erminio Perocco. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

 

Il film mette in risalto la figura di Tintoretto, grande artefice del Rinascimento italiano, che ha segnato in maniera profonda il volto artistico di Venezia con le sue innovazioni tecniche sulla pittura, le quali hanno avuto una forte influenza sulla storia dell’arte. E’ stato preso a modello da artisti come Peter Paul Rubens e El Greco fino a Max Beckmann e Jackson Pollock. Paul Cezanne lo ha visto come l’idolo della pittura: “La sua opera  – diceva – è immensa, include ogni cosa dalla natura morta fino a Dio; è un’enorme arca di Noè; io mi sarei trasferito a Venezia soltanto per lui!”.

 

Oltre al film del regista Perocco, Cinemoving propone venerdì 21 agosto in Campo San Polo la visione di “Sopravvissuto – The Martian”, fantascientifico di Ridley Scott e sabato 22 agosto “Inside Out”, film d’animazione di Ronnie Del Carmen e Pete Docter. Domenica 23 agosto al rione “Pertini” di Mestre sarà proiettato “Ricomincio da noi”, commedia di Richard Loncraine.
Anche in questi casi la proiezione dei film inizia alle 21.15 e l’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti.

 

Ulteriori informazioni sul portale del settore Cultura del Comune di Venezia.

Continua la rassegna “Cinemoving”, kermesse che sta riportando il cinema in piazza alla maniera di una volta. Nei prossimi giorni le proiezioni dei lungometraggi interesseranno diversi quartieri della terraferma, alternando film d’animazione a pellicole di successo (anche vincitrici di premi Oscar, David di Donatello o Golden Globe).

 

Questa sera sarà la volta di Dese: il carretto dei gelati e il maxi schermo itinerante troveranno posto accanto alla chiesa in vista della proiezione de La sedia della felicità di Carlo Mazzacurati, commedia italiana su una caccia al tesoro “stralunata” che attraversa un Nordest abitato da una “bizzarra umanità”. La pellicola ha vinto un premio ai Nastri d’Argento e ottenuto 5 candidature ai David di Donatello. Il 12 agosto spazio invece al cinema francese di successo, con la proiezione di Quasi Amici: dietro la chiesa di Villaggio Laguna, accanto al Valentino, sarà proiettato “Quasi Amici”, con regia di Olivier Nakache e Éric Toledano. La trama racconta della commovente storia di Philippe e Driss, rispettivamente un aristocratico e un badante ex detenuto. Il film ha ottenuto una candidatura ai Nastri d’Argento e ha vinto un premio ai David di Donatello.

 

Per continuare la rassegna di lungometraggi premiati dalla critica, il 16 agosto nell’area verde di via Gavagnin, nel Quartiere Pertini, sarà proiettato Se dio vuole, fatica d’esordio di Edoardo Falcone che analizza con leggerezza ma anche con profondità il tema del divino. Il film ha ottenuto 2 candidature e vinto un David di Donatello. Il giorno seguente, venerdì 17 agosto, il ritorno ai giardini di via Piave: apertura della serata alle 18 e concerto dalle 19.30 alle 21 dei “Feather Mackenzie”, giovane trio veneziano, per poi concludere con la visione di Ave, Cesare! commedia dei fratelli Ethan e Joel Coen. Sabato 18 agosto, infine, dietro al Municipio di Favaro Veneto, sarà la volta di uno dei cartoni animati più amati dai più piccoli: Oceania, che ha ottenuto 2 candidature agli Oscar e altrettante nomination ai Golden Globes. Tutte le proiezioni inizieranno alle 21.15 e saranno a ingresso gratuito.

Proseguirà anche in agosto, ai Giardinetti di via Piave, “Cinemoving”, con le sue proposte di cinema all’aperto a ingresso gratuito

 

Saranno tre i venerdì di agosto, dove oltre alla proiezione del film, ci saranno concerti dal vivo e street food.

 

Si inizia quindi domani, venerdì 3 agosto, alle 21.15, con il film Sopravvissuto – The Martian (genere fantascienza – USA, 2015, durata 130 minuti): durante una missione su Marte, l’astronauta Mark Watney viene considerato morto. Ma Watney è sopravvissuto e si trova da solo sul pianeta rosso.

Il film ha ottenuto 7 candidature a Premi Oscar, 3 candidature e vinto 2 Golden Globes e 6 candidature a BAFTA.

 

Prima della proiezione, dalle ore 18, ci sarà l’apertura dello stand gastronomico, mentre dalle ore 19.30 Rosa Emilia Dias (voce) e Giovanni Buoro (chitarra acustica) presentano Samba Bom, un percorso dentro la musica brasiliana. Il concerto prende il via da autori classici come Pixinguinha, Noel Rosa e Cartola sino a Chico Buarque e Caetano Veloso, in un percorso che comprende samba di ieri e di oggi.

 

Nei prossimi giorni verrà reso noto il calendario delle successive due date.

Questa sera, sabato 28 luglio, sarà una serata speciale a Mestre: oltre al cinema infatti ci saranno musica e street food, per una serata divertente da passare in compagnia. Dalle 17.15 dj set, e poi spiedo, birra e gelato.

Il film proiettato sarà “Quo vado?” (2016, regia di Gennaro Nunziante, 86 min.). Il comico Checco Zalone, torna al cinema con una commedia sul mito del posto fisso. A quasi 40 anni Checco vive la sua esistenza ideale: scapolo, servito e riverito dalla madre e dall’eterna fidanzata, accasato presso i genitori, assunto a tempo indeterminato presso l’ufficio provinciale Caccia e pesca. Ma le riforme arrivano anche per Checco, e quella che abolisce le province lo coglie impreparato.

Per tre serate, dal 26 al 28 luglio, in via Piave farà sosta Cinemoving. Le tre serate di cinema all’aperto si svolgeranno davanti la chiesa di via Piave, in piazzetta San Francesco e nei giardini vicino alla stazione ferroviaria.

 

Queste tre serate vogliono dare ai residenti l’occasione di riappropriarsi degli spazi aggregativi e incentivare i segnali di rinascita che si colgono in tutta la zona.

 

I posti a sedere saranno circa cento, ma se qualcuno vuole portarsi la sedia da casa, naturalmente può.

Dal 26 al 28 luglio il Cinemoving avrà luogo nella zona di via Piave a Mestre, per tre piacevoli serate da passare insieme gustandosi un film all’aperto, come si usava fare tanti anni fa. Saranno disponibili un centinaio di posti a sedere, ma se qualcuno vorrà portare la propria sedia sarà ovviamente il benvenuto.

 

Tre sere, tre film, tre luoghi simbolici per il quartiere: il sagrato della chiesa di via Piave, piazzetta san Francesco e l’ultima speciale serata presso i giardini di via Piave.

 

“Fin dal 2015 – afferma l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini – il sindaco Brugnaro e l’Amministrazione comunale lavorano per estirpare l’erba cattiva da via Piave e per far germogliare quella buona. Conosciamo bene le difficoltà che i cittadini di questo importante quartiere hanno vissuto per più di un decennio e per questa ragione abbiamo mobilitato in questa zona di Mestre risorse, uomini e mezzi.
Ora, grazie a uno straordinario lavoro tra le Istituzioni, la Magistratura, la Procura, le Forze dell’Ordine e i residenti, siamo a un punto di svolta.

 

È l’occasione, per noi cittadini, di riappropriarci degli spazi di aggregazione e dare loro nuova vita. Le prospettive urbanistiche, la presenza di moltissimi giovani turisti, l’apertura di nuove attività economiche, rappresentano segnali importantissimi di rinascita.

 

Per accendere la scintilla, abbiamo pensato a tre serate simboliche, in luoghi particolari di via Piave, per offrire un’occasione di ritrovo e di divertimento all’aperto. E la prima serata, sul sagrato della chiesa, sarà dedicata proprio ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie, la speranza e il futuro di questo importante e storico quartiere. Speriamo che queste occasioni possano facilitare numerose altre iniziative da parte delle associazioni, degli esercenti e delle famiglie. Come Amministrazione, siamo a disposizione per agevolare, favorire e affiancare qualsiasi processo di animazione territoriale e di aggregazione”.

 

Si partirà quindi giovedì 26 luglio, presso il sagrato della chiesa di via Piave, con L’era glaciale 5 – In rotta di collisione (2016, regia di Regia di Mike Thurmeier e Galen T. Chu, 99 min.). Nell’epico e perpetuo inseguimento dell’inafferrabile ghianda, Scrat si ritrova catapultato nello spazio profondo dove procede accidentalmente alla disposizione dei pianeti del sistema solare e provoca suo malgrado un’enorme minaccia alla Terra. E se il Big Bang fosse stato uno scoppio di risa o l’incontro mancato tra uno scoiattolo e una ghianda?!

 

Venerdì 27 luglio sarà la volta del film L’ora legale (2017, regia di Salvatore Ficarra e Valentino Picone, 92 min.), in Piazzetta San Francesco. In un paese della Sicilia, puntuale come l’ora legale, arriva il momento delle elezioni per la scelta del nuovo sindaco. Il risultato però è inaspettato, perché quella verso la legalità è una strada in salita, soprattutto per chi non è mai stato abituato a percorrerla. Un documento divertente e in qualche modo coraggioso del momento storico-politico che l’Italia sta attraversando, sospeso tra paura e speranza.

 

Infine, sabato 28 luglio nei Giardini di via Piave si terrà una speciale serata con Quo vado? (2016, regia di Gennaro Nunziante, 86 min.). Il comico Checco Zalone, torna al cinema con una commedia sul mito del posto fisso. A quasi 40 anni Checco vive la sua esistenza ideale: scapolo, servito e riverito dalla madre e dall’eterna fidanzata, accasato presso i genitori, assunto a tempo indeterminato presso l’ufficio provinciale Caccia e pesca. Ma le riforme arrivano anche per Checco, e quella che abolisce le province lo coglie impreparato.

 

“Tre film divertenti, da vedere in compagnia – spiega Gianpaolo Formenti, presidente della IV Commissione Consiliare – Invitiamo tutti i cittadini e i residenti a partecipare per un’occasione unica. Sarà la festa di tutto il quartiere, aperta all’intera città, all’insegna del percorso di riqualificazione urbana.”

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni