Home / Posts Tagged "band"

Il trio prosegue a Venezia il suo tour 2019. E così, mercoledì 8 maggio, alle ore 19.00, gli Scarlett suoneranno live a Venezia, all’Osteria Da Filo (Santacroce 1539).

 

Gli Scarlett sono un neosoul trio. Un mix frizzante di melodia e groove, jazz ed elettronica. Il progetto nasce dall’incontro di tre specialisti: il cantautore Lorenzo Pagni, il trombettista e producer Mattia Salvadori, il chitarrista e arrangiatore Diego Ruschena.

 

Nei primi mesi di attività, avendo pubblicato soltanto la cover Talk Is Cheap di Chet Faker, riescono a portare la loro musica in Italia e all’estero realizzando due mini tournèe: una in Sicilia e una tra Francia e Olanda. Chiudono il 2018 aprendo un concerto di Francesca Michielin e iniziano il 2019 aprendo i concerti di Ainé e Uochi Toki, dimostrando il valore dei loro brani e della loro presenza scenica su ogni genere di palco.

 

Le loro canzoni sanno di fresco, sono una ventata di novità che unisce frammenti di vecchio e nuovo, con testi che parlano, con sensibile umorismo e critica empatia, delle fasi di passaggio tra i 25 e i 30 anni.

 

 

Foto credit: FB @scarlettmusic2018

Riceviamo e pubblichiamo questa nota di Davide Visentin, Consigliere comunale di Treviso del gruppo “Mario Conte Sindaco”

Navigando su Facebook ho notato che per questo sabato, 15 dicembre, è previsto un “concerto” presso il cosiddetto centro sociale Django di una nota band internazionale, che ai più non dirà nulla ma per gli amanti del genere Punk sicuramente sarà un grande evento. La band si chiama “Sham 69”, è di Londra, e questa sarà la loro unica data in Veneto prevista nel prossimo futuro.
Questo di sicuro richiamerà persone anche da fuori Treviso rendendo alto il numero dei partecipanti alla serata organizzata all’interno della ex caserma Piave.
Da amministratore e da cittadino mi chiedo quindi se le misure di sicurezza sono state adottate visto il grande afflusso di persone che verosimilmente ci sarà.
Alla luce di quanto accaduto in provincia di Ancona nello scorso week end, possiamo permetterci lo svolgimento di un concerto di tal genere in una location abusiva e senza misure di sicurezza rispettate?
Le nuove regole sancite lo scorso anno dal capo della Polizia Gabrielli sono molto stringenti e prevedono che sia le forze dell’ordine sia gli organizzatori si attivino per garantire la sicurezza, e se tali regole non possono essere rispettate, l’evento dovrà per forza essere annullato.
Le domande che mi pongo sono quindi molte: quant’è la capienza di quel posto? Chi l’ha decretato? Chi controlla che venga rispettata? La somministrazione di cibo e bevande è autorizzata? Si paga un biglietto di entrata? Le vie di fuga esistono? I parcheggi sono monitorati? È controllata la vendita di alcolici ai minorenni? È garantita la sicurezza delle apparecchiature utilizzate e dell’impianto elettrico? E le misure antincendio?
Nulla di tutto ciò è rispettato. Come potrebbe rispettare certe regole un “locale” abusivo in tutto?
L’associazione Open Piave, infine, come si è tutelata affinché tutto avvenga senza problemi per l’incolumità delle persone?
Mi auguro che, se l’evento non sarà annullato, non ci troveremo di fronte a un’altra tragedia come quella successa nelle Marche vista la totale insicurezza attuale dei locali della ex Piave, che non sono di certo consoni ad ospitare un concerto del genere.

Nella storica cornice del Parco delle Piscine di Mogliano di via Barbiero, ritorna anche quest’anno il Summer Nite Love Festival, dal 16 al 28 luglio 2018.

 

Organizzato da Officina 31021, una no-profit attiva nella valorizzazione del territorio e dei suoi abitanti, il Summer Nite Love Festival sarà a ingresso libero, con la possibilità di lasciare un’offerta.

Oltre all’ottima musica, ci saranno:
– birra a non finire;
– pizza sfornata al momento, panini e stuzzichini di tutti i tipi (dalle 19.30);
– cocktail preparati nell’ombra dell’Abusivo (dalle 18.30);
– bancarelle di artisti di ogni genere;
– un secondo palco a disposizione di chiunque voglia salirci per esprimere la propria arte.

 

I concerti avranno inizio alle ore 21.

 

Di seguito, nel dettaglio, tutti gli eventi in programma.

 

Lunedì 16 luglio

• DUNK italian band
• Alcesti
• La Scimmia
(Sponsored by: Sisma)

Ore 18.30: Siria ed Iraq – Scenari post Daesh

 

Martedì 17 luglio

Summer Contest!
• People’s Flowers
• Double Shuffle Blues Band
• The Seabrook

 

Mercoledì 18 luglio

Summer Contest!
• Steven Lipsticks and His Magic Band
• Ancestralya
• Angry Drivers

 

Giovedì 19 luglio

• Forelock & Arawak Reggae

 

Venerdì 20 luglio

• Murubutu feat U.G.O & DJ T-Robb

Precede il concerto: incontro con gli ospiti del centro di accoglienza Cooperativa Hilal.

 

Sabato 21 luglio

• L’entrata di Cristo a Bruxelles
• East Sunset
• MEGANOIDI

 

Domenica 22 luglio

• Elia Pizzolitto Electronic Band

Ore 18.30: Roberto Masiero – Presentazione del libro “L’illusione che non basta”

 

Lunedì 23 luglio

• Alessandro Ragazzo

Ore 20.00, precede il concerto: Emergency presenta: Stagioni – Quattro storie (e mezza).

 

Martedì 24 luglio

• The Kluk
• Il Varco
• Sticky Brain

 

Mercoledì 25 luglio

• Vive le Rock! (Sponsored by: Novak)

 

Giovedì 26 luglio

• Alien Ducks from Outer Space
• The Quest

 

Venerdì 27 luglio

• Hobos
• Slander
• CATTIVE ABITUDINI
(sponsored by: Trivel)

 

Sabato 28 luglio

• Pinguini Tattici Nucleari

A seguire: Silent disco

Dal 16 al 28 luglio presso il parco delle piscine in via Barbiero a Mogliano Veneto si svolgerà la quindicesima edizione del Summer Nite Love Festival, organizzato dai giovani di Officina 31021 con il patrocinio dell’amministrazione Comunale.

 

Il festival è diventato negli anni un punto di riferimento nel circuito musicale veneto, facendo da trampolino di lancio o ospitando artisti quali The Giornalisti, Bassi Maestro, Zion Train, Piotta, Il Duo Bucolico, Mudimbi, Inoki, Find Before You Came e molti altri.

 

Per Festeggiare il quindicesimo compleanno, la line up degli artisti 2018 è ancora più ricca e vede tra i nomi più conosciuti il rapper Murubutu, i Meganoidi e l’ultima sera i Pinguini Tattici nucleari.
Quest’anno si è voluto dare all’evento anche una veste socioculturale, attivando partnership con le Ong Emergency e Un Ponte Per, con la Regione Veneto, con l’associazione Ya Basta e con la Cooperativa Hilal che gestisce il locale centro di accoglienza per i richiedenti asilo. Questa collaborazione ha permesso di inserire nella programmazione durante l’orario dell’aperitivo conferenze e presentazioni di libri con ospiti importanti e grandi firme, oltre a far partecipare al festival i ragazzi del CAS di Zerman.

Le grafiche di questa edizione sono curate gratuitamente da Zero Calcare, uno dei più grandi Fumettisti del nostro paese.

 

Gli aperitivi inizieranno tutti i giorni dalle 18.30, mentre i concerti dalle 21. Tutte le sere, cucina, pizzeria, bar e cocktail bar – che useranno prodotti a km zero, direttamente da agricoltori e commercianti della città che hanno deciso di sponsorizzare l’evento – resteranno aperti fino a tardi.

 

L’ingresso, come sempre, è libero e gratuito.

 

Una grande edizione, che vuole puntare a fare il definitivo salto di qualità, portandosi dentro il mondo che ci circonda e le sue contraddizioni, mantenendo la funzione sociale e aggregativa per le giovani generazioni ma rivolgendosi a un pubblico più ampio sia in termini anagrafici che in quelli geografici. Ci piacerebbe infatti che questo Festival cominciasse ad essere considerato come un patrimonio pubblico non solo dalla nostra generazione e dai circuiti che le gravitano attorno, ma anche dal territorio dove siamo cresciuti e dove abbiamo deciso di restare per cambiarlo.

 

Questo il quadro disegnato da Giacomo Nilandi, Consigliere Comunale con Delega alle Politiche Giovanili, per questa edizione del Summer Nite Love Festival.

 

Presentata la nuova rassegna di appuntamenti all’aperto

 

Musica e letture all’aperto con “Candiani Estate in Musica e in Libri”: il Centro culturale per tutta la durata dell’estate continuerà infatti la sua programmazione ma al di fuori dell’edificio, scendendo in piazza con un programma pensato ad hoc per la nuova location con musicisti nazionali e internazionali. Dal 14 giugno al 30 agosto lo spazio esterno al Candiani si trasformerà in un palcoscenico a cielo aperto per nove band che si alterneranno tutte le settimane, e un salotto letterario nel quale, dal 26 giugno al 28 agosto, scrittori di fama nazionale presenteranno i loro ultimi lavori.

 

“Sarà una rassegna di qualità che abbraccia un pubblico vasto – ha spiegato la responsabile del servizio Centro culturale Candiani, Elisabetta Da Lio, durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione che si è tenuta questa mattina – sia per generi che per stili, per animare la piazza una sera la settimana così da coinvolgere chi sceglie il centro della città e l’arte del Candiani per passare un’estate all’insegna della cultura. La programmazione proposta, con la direzione artistica musicale di Macaco Records, spazia tra diversi generi: rock, jazz, cantautorato, folk, con alternanza di gruppi locali, nazionali e internazionali. E vari saranno anche i generi letterari, grazie alla collaborazione della Libreria interna al Centro culturale. Fondamentale per la realizzazione del progetto è stato il supporto delle attività commerciali che operano nel piazzale”.

 

Gli spettacoli in cartellone sono tutti gratuiti e inizieranno alle ore 18, introdotti da un momento di dj set: il 14 giugno l’inaugurazione spetta alla band Comaneci (gruppo folk/blues di Ravenna), il 21 sarà la volta di Marco Parente (cantautore di Firenze) con il suo “Poe3 is not dead” mentre a chiudere il mese, il 28 giugno, ci sarà il folk blues dei Dead Cat In A Bag di Torino.

 

Il 5 luglio spazio alle note della band milanese Microcosmicomica che proporrà un repertorio adatto ai bambini di ogni età, mentre l’elettro pop di Nosoyo (band berlinese) invaderà la piazza il 12 luglio.

 

Il 19 luglio arriveranno invece i jazzisti veneziani della Connection Quartet, che accompagneranno gli spettatori durante l’aperitivo serale. Il mese di agosto inizierà il giorno 9 con la musica elettronica del trevigiano Davide Vettori, il 23 agosto sarà la volta degli italofrancesi Grimoon con la loro musica cinematic/pop mentre il 30 chiuderà la rassegna musicale il cantautore milanese Alessandro Grazian.

 

Le proposte letterarie di Candiani Estate in Libri avranno invece per protagonisti, in sei appuntamenti sempre gratuiti, gli scrittori Emanuele Facchin, con il suo libro “Eroi senza vittoria” il 26 giugno, Andrea Curcione (autore di “Intrigo veneziano”) e Enrico Sartori (con “Gli occhi della spilla”) entrambi il 3 luglio, Marco Erler con “Assalto alla diligenza” il 10 luglio e Silvia Salvagnini autrice di “Il seme dell’abbraccio” il 17 luglio.

 

Ad agosto invece sarà la volta di Massimiliano Squillace con “Cuba resiste” il 21 agosto e Luciano Manetto e Pierfranco Fabris, autori di “Venezia, le isole incantate” il 28 agosto.

Tutte le presentazioni inizieranno alle ore 18.30.

Musica per tutti i gusti, cinema di qualità e, novità di quest’anno, anche street food: saranno questi gli ingredienti principali dell’edizione 2018 di “Marghera estate”, la tradizionale kermesse che ormai da 38 anni anima il cuore della città giardino.

 

Il ricco calendario della manifestazione è stato presentato questa mattina con una conferenza stampa che si è svolta al Municipio di Mestre alla quale sono intervenuti, tra gli altri, gli assessori comunali alla Coesione sociale, Simone Venturini, e al Turismo, Paola Mar, il presidente della Municipalità di Marghera, Gianfranco Bettin, il dirigente del settore Cultura del Comune, Michele Casarin, l’Amministratore unico di Vela Spa, Piero Rosa Salva e Alessandro Fantini del Teatro La Fenice.

 

Marghera estate – ha esordito Venturini – è la manifestazione estiva per eccellenza della città di Venezia, per la terraferma e per l’intero territorio metropolitano. Un evento nel segno della tradizione ma anche dell’innovazione, nato in un quartiere da sempre ricco di iniziative culturali e fermenti musicali e creativi, che ben si inserisce nel piano delle iniziative promosse dall’Amministrazione comunale per rivitalizzare tutte le zone della città attraverso la cultura e la partecipazione attiva dei cittadini.

 

Due le novità di rilievo di quest’anno per il mese di luglio. La prima è che tutti gli spettacoli, ad eccezione di quelli dedicati alla lirica (13 e 20 luglio) saranno gratuiti; la seconda è il mercato dello street food, per gustarsi prima di ogni evento, a partire dalle ore 19, un buon panino, una frittura di pesce, un gelato, una birra o, perché no, un piatto vegano.

 

“Questa manifestazione – ha aggiunto Mar – è la quintessenza delle Città in festa, un format che migliora anno dopo anno e che si dimostra sempre di più un’idea vincente per la sua capacità di far collaborare in sinergia le forze attive della città e insieme uno strumento efficace per rendere sempre più ampia e variegata l’offerta culturale e di intrattenimento della città che coinvolga non solo i cittadini veneziani e metropolitani, ma anche i numerosi turisti che soggiornano in terraferma”.

 

Protagonista del primo mese di “Marghera estate” sarà anche quest’anno la musica: 14 appuntamenti, tutti con inizio alle ore 21, che spaziano dal jazz alla lirica, dal rock al blues, con un’attenzione particolare al sound “veneto”.

Si parte il 3 luglio – ha spiegato Casarin – con il Trio Bobo, composto dalla sessione ritmica degli Elio e le Storie Tese, mentre ad animare la serata di mercoledì 4 saranno i vincitori del contest della Hybrid Music, il primo concorso musicale che si è svolto nella sala prove del Comune di Venezia.

 

Ad alternarsi sul palco di Piazza Mercato ci saranno quest’anno molti dei nomi più noti nel panorama nazionale della musica Made in Veneto, dai Pitura Stail, cover band dei Pitura Fresca che saliranno sul palco il 5 luglio con Furio, storico saxofonista dei Pitura Freska, a Gli Amici, la storica band del beat veneziano che si esibirà sabato 7 luglio; dai Batistoco, band locale che sposa il dialetto veneziano con la salsa, il mambo e il cha cha (mercoledì 11) alla band chioggiotta dei John see a day, che giovedì 12, dopo l’apertura affidata ai DOLiWOOD e alle loro parodie in dialetto veneto, proporrà brani originali con testi in dialetto, atmosfere circensi e una buona dose di ironia.

 

 

Dopo la tappa dedicata alla moda di martedì 10 luglio, che vedrà il palco trasformarsi in una passerella grazie al concorso “Modella per un giorno”, la terza settimana di musica di “Marghera estate” si aprirà il 17 luglio si aprirà con i Rock Blues Society, che porteranno in piazza Mercato il loro blues, mentre il 18 si esibirà Silverado, la country band italiana più popolare nell’ambito della musica targata “made in USA”. A riempire la piazza il 19 ci penseranno i Los Massadores, pronti a travolgere il pubblico con la loro musica bifolk, ovvero musica popolare a chilometri zero. Martedì 24 luglio sarà protagonista il cantante locale Bruno Siviero con la sua band, la Popolare Eventi, mentre mercoledì 25 sarà la volta del gospel con i Soul Liberation, che riunisce 50 giovani cantanti gospel provenienti da varie parti dell’Africa. Gran finale giovedì 26 con i Rumatera e il loro punk veneto, apertura d’eccellenza del concerto con Herman Medrano. Confermato anche l’appuntamento con la lirica, con due spettacoli da non perdere per gli appassionati del genere venerdì 13, con il Nabucco portato in scena dalla Filarmonica del Veneto e venerdì 20, con l’operetta della Filarmonica del Veneto con La vedova allegra. Non mancherà infine la proposta del Teatro La Fenice che venerdì 6 luglio proporrà lo spettacolo “Al Chiaro di Luna”, eseguito da musicisti e cantanti del celebre teatro veneziano accompagnati da coreografie a cura di Studio Danza 53.

 

Il mese di agosto sarà invece, come da tradizione, all’insegna del cinema di qualità con “Cinema sotto le stelle”, l’ormai consueto appuntamento che ripropone i film più visti nelle sale lo scorso inverno, selezionati da CinemArte e Circuito Cinema. A settembre infine spazio a “Esterno Notte”, per vedere le pellicole presentate alla Mostra del Cinema della Biennale di Venezia nel 2017.

 

“Una manifestazione ormai consolidata, – ha evidenziato Bettin – ma che allo stesso tempo continua ad arricchirsi e a crescere puntando sulla qualità, preceduta quest’anno da un prequel di un intero mese dedicato alle attività sportive”. Di “Marghera estate” come brand ormai affermato ha infine parlato Rosa Salva, sottolineando la ricchezza e la continuità.

“Marghera estate” è organizzata dal Settore Cultura del Comune di Venezia, con il sostegno di VeneziaUnica City Pass, Camera di Commercio di Venezia, grazie alla  collaborazione di Confcommercio di Marghera, Despar, Cooperativa SocioCulturale, Euro Promos, Enel, Pam, Panorama, San Marco Petroli, Vtp, Venezia Terminal Passeggeri, e con il contributo organizzativo del Teatro La Fenice, San Benedetto, Veritas.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni