Home / Posts Tagged "autore"

Dalla tranquilla provincia veneta al dramma incompreso della Bosnia Erzegovina

 

Il prossimo 17 febbraio avremo il piacere di ascoltare la presentazione/reading dell’ultimo romanzo di Roberto Masiero, dal titolo Dragan l’imperdonabile.

 

La serata sarà allietata dalle letture interpretate da Silvia Battistella e dall’accompagnamento musicale del Mo. Silvano Borin.

 

Info

Mogliano Veneto, sala consiliare del municipio – P.zza Caduti, 8
Data evento: 17 febbraio 2020
Orario: 18.00 – 19.30

 

Trama

Una commessa di provincia, ferita da un amore sbagliato, trova sicurezza solo nel dialogo con una bambina generata dalla propria fantasia. La sua vita solitaria si annoda inaspettatamente col dramma della guerra di Bosnia-Erzegovina. L’anello di congiunzione è Dragan, giovane ex insegnante di Višegrad, fuggito in Italia per ragioni misteriose. Il serbo bosniaco, spirito pratico, si rivela una specie di angelo custode al servizio della ragazza. Fino a quando riemerge un passato sconvolgente che ci riguarda tutti…
Ambientato parzialmente nella cittadina moglianese e i suoi dintorni, Il romanzo rimanda alla questione irrisolta sulla natura contraddittoria dell’essere umano, in bilico tra l’aspirazione ad una limpidezza irraggiungibile e l’abisso dei propri istinti peggiori.

 

L’autore

Roberto Masiero è nato e cresciuto a Bolzano. Oggi risiede a Mogliano Veneto, dove scrive preferibilmente narrativa con qualche fuga nella poesia.
Dello stesso autore i romanzi: Mistero animato (2009), La strana distanza dei nostri abbracci (2013) e L’illusione che non basta (2019).

 

 

Mercoledì 2 ottobre alle ore 18 la Fondazione Benetton Studi Ricerche presenta, nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso, due volumi di Francesco Erbani, giornalista delle pagine culturali del quotidiano «la Repubblica». Con l’autore, ne discuterà Marco Tamaro, direttore della Fondazione.

 

L’Italia che non ci sta. Viaggio in un paese diverso (Einaudi, 2019) è un viaggio in luoghi in cui è possibile osservare un’Italia in movimento, che ripopola luoghi abbandonati e custodisce un bene culturale, che applica precetti di sobrietà e di ostinazione; che crede nella dignità del lavoro, che si batte contro il suo sfruttamento e ritiene che, oltre a fornire compensi economici, essa induca un cambio di passo nella propria vita, apra inedite prospettive e svolga un servizio di cui beneficia una collettività più vasta, di cui si avvantaggiano un luogo e un territorio. Il punto di vista che anima il viaggio è essenzialmente dal basso: il mestiere del cronista detta numerose regole, fra le quali devono primeggiare l’andare a vedere, l’ascolto, il contatto diretto – insostituibili metodi di conoscenza, potenziati e non sostituiti dalla Rete. Il viaggio si nutre delle storie concrete di persone e degli spazi in cui esse agiscono, storie individuali, più spesso collettive, di relazioni con l’ambiente, di interlocuzione e di conflitti.

 

Non è triste Venezia. Pietre, acque, persone. Reportage narrativo da una città che deve ricominciare (Manni, 2018) è un libro per capire che cosa si perde se si perde Venezia. Venezia risch

ia di diventare il non luogo per antonomasia, quello ricostruito a Disney World, a Las Vegas o a Macao, ed è invece profondamente autentica, città più di altre città, un territorio unico e al tempo stesso esemplare che può costituire un modello di inclusione sociale e di progettazione urbana. A Venezia

 esistono le condizioni per prefigurare un organismo urbano del futuro: perché non cresce e non consuma suolo, perché non spreca risorse, perché riusa tutto (dall’acqua ai materiali edili) e si è sempre ricostruita su sé stessa, perché insegna la manutenzione, perché è ospitale, multiculturale e multietnica, perché si circola senza macchine, perché coltiva gli spazi pubblici, perché anche gli elementi più privati di un edificio hanno una dimensione pubblica, perché ha conservato per secoli (tranne che nell’ultimo) un’eccezionale relazione fra il costruito e il suo ambiente, cioè la Laguna.

 

Francesco Erbani

Giornalista di «la Repubblica», si occupa di inchieste sul degrado urbanistico e ambientale del territorio italiano. Nel 2003 ha vinto il premio di Giornalismo civile e nel 2006 il premio Antonio Cederna. Ha pubblicato L’Italia maltrattata (Laterza 2003), il libro-intervista con Tullio De Mauro La cultura degli italiani (Laterza 2004), Il disastro. L’Aquila dopo il terremoto: le scelte e le colpe (Laterza 2010), il libro-intervista con Leonardo Benevolo La fine della città (Laterza 2011), Roma. Il tramonto della città pubblica (Laterza 2013), Pompei, Italia (Feltrinelli 2015), Roma disfatta (con Vezio De Lucia, Castelvecchi 2016).

Il coordinamento nazionale docenti della disciplina dei diritti umani, in occasione della triste scomparsa dello scrittore Andrea Camilleri, vuole associarsi ai tanti messaggi di condoglianze pervenuti da più parti, ricordandone l’alto contributo letterario e l’attualità dei temi affrontati, in molteplici circostanze, con ferma e lucida ironia.
Se ne va uno dei più carismatici affabulatori del Novecento; un siculo in cui risuonava la sapienza universale di derivazione magno-greca, che lo rendeva un libero pensatore e un autentico cosmopolita, sensibile al dolore dell’uomo in quanto tale. Molti studenti hanno scoperto il piacere della lettura attraverso le sue opere e i suoi personaggi. La sua lezione non verrà dimenticata.

 

“Non basta leggere, bisognerebbe anche capire. Ma capire è un lusso che non tutti possono permettersi.” (A. Camilleri, Segnali di fumo).

Questa mattina si è spento lo scrittore e ideatore del Commissario Montalbano, divulgatore della “parlata” siciliana, colui che ha insegnato anche agli irriducibili parlatori della lingua veneta alcuni modi di dire della sua bellissima isola, la Sicilia.

 

Una mesata, un’ammazzatina e molti altri, tra fantasia e sicilianità, sono termini che ormai tutti conoscono grazie alla seguitissima serie televisiva del Commissario Montalbano.
Il “Vigatese” può essere avvicinato al Goldoniano, quel veneziano italianizzato che ha fatto conoscere la lingua della Serenissima attraverso le opere di Carlo Goldoni.

 

Andrea Camilleri, in famiglia chiamato Nené, scrittore arrivato tardi alla pubblicazione del suo primo libro dopo una lunga carriera con diversi incarichi soprattutto nella RAI, aveva 93 anni. Fumatore accanito, mai succube di diete e limitazioni alcoliche, rimarrà un esempio di cultura e, come tutti gli scrittori, non morirà mai.

 

 

Silvia Moscati

Venerdì 17 maggio, alle ore 18, la Libreria Paoline di Treviso (Piazza Duomo, 1) ospita la presentazione del libro La «questione fiscale» alla luce della Dottrina Sociale della Chiesa (Sant’Antonio edizioni) di Gino Giovanni Donadi.

 

Acquisizione, distribuzione e promozione sono le finalità “primarie” di ogni legislazione fiscale moderna ispirata ai principi di equità e di giustizia, unitamente a quelli di solidarietà, di sussidiarietà e della partecipazione.

 

 

Tuttavia, i fenomeni dell’evasione ed elusione fiscale negano tali finalità e principi. Chi intenzionalmente dissimula la propria situazione reddituale arreca un danno al bene comune.

 

In tal senso meritano approfondimento le modalità con cui si manifesta la “questione fiscale” e le cause che stanno alla sua origine.

 

Insieme all’autore, dialogheranno il giornalista de La Vita del Popolo Bruno Desidera, don Michele Marcato, biblista – direttore ISSR Giovanni Paolo I, e il docente di Diritto Tributario presso l’Università Cà Foscari, il prof. Antonio Viotto.

 

L’ingresso è libero e aperto a tutti.

Per info: 0422.543814 – [email protected]

 

 

Foto credit: FB @paoline.treviso

 

 

«Ho una bomba nella mia valigetta. La userò, se necessario. Voglio che si sieda accanto a me. State per essere dirottati»

 

Nuovo appuntamento con la letteratura per ragazzi. Domenica 14 aprile, alle ore 16.30 La Stanza Spazio Eventi apre le porte alla storia dell’aviazione americana, con l’ultimo romanzo “Il ladro dei cieli” di Christian Hill, ingegnere aereonautico milanese e giornalista. Ingresso libero.

 

L’autore parlerà ai giovani della vicenda che il 24 novembre 1971 sconvolse l’America con un eccezionale caso di dirottamento, ancora oggi rimasto irrisolto: D.B. Cooper si lanciò da un aereo di linea decollato dall’aeroporto di Portland (Oregon), dopo aver chiesto che venissero caricati a bordo duecentomila dollari e un paracadute.

 

Una storia ad alta quota che nel libro si intreccia alla vita del giovane Rusty Secatero, 35 anni dopo il fatto realmente accaduto. Il ragazzo di quindici anni, a capo di una banda di teppisti, deve fare i conti con una esistenza difficile, turbata in particolare dall’assenza del padre e dalla madre tossicodipendente. Tutto per lui sembra finito, ma il rapporto con il vecchio Carter gli darà una chance di riscatto: «c’è sempre un’altra possibilità».

 

L’autore

Nato a Milano da madre italiana e padre tedesco, Christian Hill ha studiato ingegneria aeronautica e nella vita si è occupato di giochi di ruolo, giornalismo, informatica e fotografia. Ha molte passioni tra le quali spiccano la scrittura, la lettura, il cinema e la musica. Fa parte del gruppo di autori Book on a Tree, colleghi e amici con cui condivide l’amore per la narrazione di storie avvincenti.

 

La Stanza Spazio Eventi

via Pescatori 23, Treviso
[email protected]
tel: 349.3768420

www.temacultura.it

Sabato 16 marzo, alle ore 17, presso l’area Infopoint Infovox del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, avrà luogo la presentazione del libro La Scelta – La mia vita nella legione straniera di Danilo Pagliaro e Andrea Sceresini, edito da Chiare Lettere. A moderare l’incontro Alessandro Silvestri, ex-sottoufficiale e volontario del soccorso alpino del Trentino Alto Adige.

 

L’autore ci racconterà cos’è veramente la Legione Straniera, da chi è formata e su quali principi si regge, per sfatare una volta per tutte bugie e falsi miti.

 

Per saperne di più e per incontrare personalmente l’autore, dalle ore 11, sempre in area Infopoint Infovox, sarà attiva una postazione informativa con Danilo Pagliaro e la sua esposizione dello zaino originale e di oggetti gadget in uso col marchio Legione.

 

I libri sono acquistabili presso il punto vendita Feltrinelli all’interno del centro commerciale Auchan Porte di Mestre.

Domenica 3 febbraio, alle ore 17, in area Infopoint Infovox del centro commerciale Auchan Porte di Mestre si terrà la presentazione del libro I trucchi dello chef (Cavinato Editore International) di Marino Rolfi.

 

Rolfi cucinerà dal vivo, davanti agli occhi del pubblico, con uno show-cooking al quale si potrà liberamente assistere per scoprire quali siano i veri trucchi dello Chef. Ogni piatto preparato verrà descritto ed accompagnato da spiegazioni in diretta al pubblico presente.

 

Chef Marino Rolfi è docente e consulente in campo alimentare, è annoverato tra i migliori chef del Veneto e tra i migliori trenta in Italia. Ha partecipato a trasmissioni televisive quali “La prova del cuoco” e tiene ciclicamente rubriche radiofoniche.

 

I libri sono disponibili presso la libreria Feltrinelli all’interno del centro commerciale.

Martedì 27 novembre, alle ore 18.30, il gruppo di lettura di Preganziol incontrerà lo scrittore Roberto Masiero presso la sala conferenze della biblioteca comunale (piazzetta Ronfini, 1).

 

L’incontro è aperto a tutti e seguirà un momento conviviale.

 

L’incontro si propone di raccontare l’esperienza della scrittura agli amici del gruppo di lettura di Preganziol che hanno letto le opere di Roberto Masiero.
Lo scrittore, nato e cresciuto a Bolzano, ha recentemente pubblicato il romanzo L’illusione che non basta. Nel corso della serata parlerà anche di altre sue opere come La strana distanza dei nostri abbracci, Mistero animato e dei suoi racconti. La tematica, molto attuale, riguarda molto spesso il pregiudizio che nasconde all’umanità il riconoscimento di comuni radici e inquina i rapporti. In Mistero animato (finalista premio Rhegium Julii come opera prima), l’autore ha affrontato anche le problematiche ambientali, attraverso una gustosa narrazione che riguarda la nostra regione e le problematiche di sacrificio della bellezza (i palù) in nome della cementificazione.

 

 

Per info:

0422.632371

[email protected]

 

Presentazione catalogo della mostra “Venice Secrets. Crime & Justice”

 

Sabato 30 giugno, alle ore 17:00, presso la piazza eventi Unieuro del Centro commerciale Auchan Porte di Mestre, sarà ospite il ricercatore storico Davide Busato, curatore dell’esposizione “Venice Secrets. Crime & Justice”, visitabile a Palazzo Zaguri (Campo San Maurizio, Venezia) fino al 30 settembre 2018.

 

Il curatore presenterà al pubblico il catalogo esplicativo, svelando il lato oscuro e misterioso di Venezia ai tempi della Serenissima.
Durante l’incontro, sarà anche esposto un prestigioso pezzo proveniente dalla mostra, che gli utenti potranno osservare dal vivo in modo esclusivo.
Presso l’INFOPOINT INFOVOX – l’organizzatore dell’evento – sarà possibile trovare il materiale informativo della mostra.

 

Inoltre, a fronte di uno scontrino di 10 euro spesi presso i punti vendita o l’ipermercato del Centro commerciale Auchan Porte di Mestre, sarà possibile ottenere uno sconto di 2 euro sul prezzo del biglietto della mostra.

 

Info:

tel. 347 8022269 (Silvia)
link evento: http://www.mestre.gallerieauchan.it/eventi

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni