Slide-mainSportVenezia

Sofia e Marco gli azzurri della Venicemarathon

2 minuti di lettura

Sono loro i nostri campioni, gli eroi di questa 35ma Venicemarathon baciata dal sole che a reso Venezia e la sua gara ancor più spettacolari. Sofiia Yaremchuk, la giovane atleta del Centro Sportivo Esercito, allenata da Fabio Martelli, è stata capace di svolgere una gara perfetta nonostante questa fosse la sua prima maratona. Si è classificata prima donna dopo solo 4 uomini, a pochi minuti dal suo collega Marco, l’italiano che con un tempo buonissimo ha sfiorato il podio.

Sofiia ha corso in maniera costante, non ha risposto agli strappi delle atlete africane nei pressi del Parco San Giuliano mantenendo il suo ritmo regolare, per poi riprenderle e superarle lungo il Ponte della Libertà fino alla passerella finale che l’ha portata a chiudere sul traguardo in Riva Sette Martiri con l’eccellente crono di 2 ore e 29’12”. Era dal 1999, con Sonia Maccioni, che un’italiana non saliva sul grandino più alto del podio della Venicemarathon,

Nettamente staccate le altre, la keniana Marion Kibor seconda e l’etiope Megertu Geletu terza, arrivate alla fine della gara stremate.

Lei no: con addosso l’asciugamano della San Benedetto, datole appena varcato l’arrivo, sembrava uscita dalla doccia e distribuiva sorrisi e saluti a tutti.

“Sono felicissima di questa vittoria – ha dichiarato – che dedico al Centro Sportivo Esercito e spero che questo sia solo l’inizio”.

Discorso diverso per i 3 i atleti maschi  maschile: dopo essere passati in un veloce 1h03’58” alla mezza maratona, il terzetto degli atleti keniani Justus Kangogo, Geoffrey Yegon e Gilbert Chumba, si è prima sfaldato e poi ha perso di inerzia, permettendo l’incredibile ritorno del quarto connazionale, Anderson Seroi. L’atleta keniano, che aveva perso contatto già dopo pochi chilometri dai primi ed aveva oltre un minuto di ritardo, ha messo in atto una rimonta pazzesca sul Ponte Della Libertà, per poi superare a velocità quasi doppia i battistrada sui ponti di Venezia. Andreson Seroi ha chiuso sul traguardo di Riva Sette Martiri in 2h12’21”, migliorando di quasi un minuto e mezzo il suo precedente primato. Al secondo posto è giunto Julius Kangogo (2h13’34”) e terzo Gilbert Chumba (2h13’55”) che torna così sul podio dopo il secondo posto del 2018.

E il nostro azzurro Marco Salami all’esordio nella specialità, anche lui atleta del CS Esercito seguito da Piero Incalza, all’esordio sulla specialità, è stato bravo a mantenere un ritmo regolare per tutta la gara, finendo non lontano dai primi e mostrando ottimi margini di miglioramento.

“Sono molto felice di questo debutto. Ho corso in progressione e regolare, cosa non semplice per uno che viene dalla pista, e mi sono stupito di me stesso per come ho saputo gestire bene la gara e arrivare non distrutto al traguardo” ha dichiarato Marco Salami al traguardo. Dopo di lui ben due donne e per trovare un altro uomo c’è voluto più di un quarto d’ora!

La gara di 10 chilometri ha visto sul podio 3 veneti: Andrea Mason della Silca Ultralite Vittorio Veneto, che con 35’13” davanti al favorito Pietro Sartore (Atl. Vicentina, 35’22”) e  Stefano Ghenda della Trevisatletica (35’52”).

Tra le donne ha trionfato la ‘figlia d’arte’ Chiara Pizzolato, 19enne dell’Atletica Vicentina, figlia del grande maratoneta Orlando Pizzolato, trionfatore due volte alla Maratona di New York e della Venicemarathon nel 1988. Chiara ha fatto una gara in solitaria, arrivando al traguardo in 39’50”, con grande margine sulle avversarie. Elisa Commisso (Aristide Coin Venezia) si è classificata seconda in 40’28” mentre al terzo posto è giunta Sharon Giammetta (Biotekna Marcon) in 41’12”.

Silvia Moscati

Articoli correlati
Slide-mainSpettacoloVenezia

Al Teatro La Fenice il concerto dei finalisti del Premio Venezia

2 minuti di lettura
E’ Davide Ranaldi, nato a Milano nel 2000 e diplomato al Conservatorio Giuseppe Verdi, il vincitore della XXXVII edizione del Premio Venezia, il…
Slide-mainSpettacoloVenezia

San Donà di Piave. Torna Open Circus Festival nel segno di Moira e Brachetti

1 minuti di lettura
Nel mese di dicembre arriva la seconda edizione di Open Circus, il festival di teatro-circo a San Donà di Piave premiato come…
MargheraMestreSlide-mainVenezia

Biblioteca Vez e Archivio Giacomelli: dal 4 dicembre prende vita la mostra fotografica “Ri-locazioni

1 minuti di lettura
Le trame volubili del paesaggio” per raccontare le trasformazioni della città con le immagini     Il 4 dicembre 2021, a partire…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!