Home / Economia  / Politica  / Ruzzante (Liberi e uguali): “Nuove schiavitù, stop capolarato in Veneto)

Ruzzante (Liberi e uguali): “Nuove schiavitù, stop capolarato in Veneto)

Una mozione contro le nuove schiavitù, la tratta degli esseri umani e il caporalato: l'ha depositata oggi in Consiglio regionale del Veneto il consigliere regionale di Liberi e Uguali, Piero Ruzzante. «I dati sono allarmanti

Una mozione contro le nuove schiavitù, la tratta degli esseri umani e il caporalato: l’ha depositata oggi in Consiglio regionale del Veneto il consigliere regionale di Liberi e Uguali, Piero Ruzzante. «I dati sono allarmanti – spiega Ruzzante -: il Veneto è la quarta regione italiana per numero di persone prese in carico in quanto vittime di grave sfruttamento lavorativo, subito dopo Calabria, Campania e Puglia. Parliamo di persone spesso vittime di tratta, di fatto nuovi schiavi che vivono in una condizione di sfruttamento al di fuori di qualsiasi norma. Questi episodi, va ricordato, sono la punta dell’iceberg di un fenomeno molto più ampio, quello della irregolarità nei rapporti di lavoro: basti pensare che 2 aziende su 3 hanno almeno un rapporto di lavoro irregolare e ogni 3 aziende c’è un lavoratore in nero».

 

 

Nella mozione “NUOVE SCHIAVITÙ E SFRUTTAMENTO LAVORATIVO SIANO SRADICATI DAL VENETO”, che ora dovrà essere calendarizzata per poi essere discussa dal Consiglio regionale, Ruzzante richiama altre due mozioni precedentemente approvate: la n. 241 del 31 maggio 2017 “Indagini giudiziarie e arresti nelle cooperative del settore della logistica di Padova: la Regione del Veneto garantisca e rafforzi il proprio impegno a contrasto dello sfruttamento del lavoro nero e del caporalato” e la n. 322 del 26 marzo 2018 “Sicurezza sul lavoro in Veneto: proposte per un intervento regionale”. «É chiaro – sottolinea Ruzzante – che il tema dello sfruttamento lavorativo e del caporalato si lega con quello della sicurezza nei luoghi di lavoro. Non è un caso che, anche da questo punto di vista, in Veneto ci siano alcuni problemi: siamo la prima regione italiana per morti sul lavoro, 61 dal 1° gennaio 2018».

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni