RegioneSaluteSlide-mainVenezia

Ospedale dell’Angelo, Cardiologia eccellenza europea

1 minuti di lettura

Ospedale dell’Angelo, Cardiologia eccellenza europea. Speranzon: “Risultato che premia la
sanità veneta. Ora avanti con la realizzazione dell’Angelino”
Cardiologia e Cardiochirurgia dell’ospedale dell’Angelo di Mestre certificati dal Ministero della
Salute e Agenas tra i migliori reparti a livello italiano ed europeo; un risultato accolto con
soddisfazione dal capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio regionale, Raffaele Speranzon, che
gioisce e rilancia: “I dati analizzati in questa ricerca confermano i livelli di eccellenza della sanità
veneta e ribadiscono ancora una volta come l’ospedale di Mestre sia un vero e proprio gioiello per
alcune patologie e specializzazioni. Tutti i miei ringraziamenti e complimenti quindi alle direzioni e
ai responsabili dei reparti dal primario di Cardiochirurgia Domenico Mangino a quello di
Cardiologia Sakis Themistoclakis, fino ai professori Eligio Piccolo e Antonio Raviele che tanto hanno
fatto per la nascita, la crescita e la storia di questi reparti, senza dimenticare l’indispensabile
apporto di tutto il personale medico, infermieristico e paramedico; per fare un ulteriore salto di
qualità è ora di rendere realtà la realizzazione dell’Angelino”.
L’edificazione dell’Angelino, progetto di cui si parla da qualche tempo, consentirebbe di spostare in
un’area edificata ex novo il servizio di pronto soccorso e di avere nuovi posti letto: “Visti i servizi di
eccellenza erogati dall’ospedale dell’Angelo, diventa fondamentale avere un pronto soccorso
ancora più moderno e in grado di rispondere a tutte le esigenze e al numero crescente di cittadini
che vi accedono. – sottolinea Speranzon – Inoltre, si potrebbero garantire circa 300 posti letto in
più per permettere di efficentare al massimo l’attività di una struttura già all’avanguardia e che,
nel suo ruolo di hub provinciale, necessita di possibilità di accoglienza e di servizio sempre
maggiori”.
Secondo i dati 2019 dell’Ulss 3 Serenissima, il pronto soccorso di Mestre accoglie ogni anno poco
meno di 95mila pazienti, contro gli 80mila di una decina di anni fa; oltre un terzo degli accessi ai
sei pronto soccorso presenti nel territorio dell’Ulss 3 si registra all’Ospedale dell’Angelo.
“Come gruppo consiliare, – conclude Speranzon – Fratelli d’Italia si farà portavoce presso la giunta
regionale della necessità di progettare al meglio la nuova struttura e trovare le risorse necessarie
per dare una risposta al sempre crescente bisogno di assistenza sanitaria di eccellenza dei nostri
concittadini”

Articoli correlati
AmbienteSlide-main

Altri 24 Paesi aderiscono all’impegno mondiale sul metano guidato da UE e Stati Uniti

1 minuti di lettura
Lunedì scorso il vicepresidente esecutivo Frans Timmermans, che guida i negoziati internazionali dell’UE sul clima, e l’inviato presidenziale speciale per il clima…
AmbienteRegioneSlide-main

Acque alpine, il 1° censimento della biodiversità identifica nuovi organismi

2 minuti di lettura
Anche i laghi di Garda, Caldonazzo, Ledro e Serraia e il fiume Adige sotto la lente delle moderne tecniche di metagenomica. Trentasette…
AmbienteMoglianoRegioneSlide-main

Mogliano, lotta agli ecovandali

1 minuti di lettura
Il Comune attiva nuove fototrappole, mentre continuano le raccolte straordinarie grazie a Plastic Free. È sempre più determinata l’azione dell’Amministrazione comunale nella…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!