EconomiaLavoroSlide-mainTreviso

Nuovi investimenti per l’agricoltura di Marca

2 minuti di lettura

Stanziati 824,6 milioni di euro per l’agricoltura 4.0: pubblicati gli ultimi bandi del PSR. De Zotti: “L’agricoltura continua ad essere un volano anche per l’occupazione”.

TREVISO – Le aziende agricole della Marca continuano ad investire sulla qualità e sulla sostenibilità per rimanere altamente competitive nei mercati nazionali e non solo. Lo faranno anche nel 2023 grazie agli ultimi bandi del PSR. Infatti, sono stati pubblicati i bandi del Programma di Sviluppo Rurale che mette a disposizione 117 milioni di euro per la competitività delle aziende agricole. Gli interventi attivati riguardano il ricambio generazionale, la formazione professionale, fino all’utilizzo dei servizi di consulenza da parte delle aziende.

Si tratta dell’ultima tranche di risorse previste per il quinquennio di programmazione 2014-2020, poi prorogato fino a fine 2022, che ha registrato una corsa agli investimenti per migliaia di nuovi imprenditori under 40 che hanno potuto apportare innovazioni e alta tecnologia all’attività agricola sviluppando progetti sostenibili e moderni applicati alla tradizione contadina. Oltre alla possibilità del primo insediamento le misure guidano alla transizione ecologica, con opportunità da cogliere per il risparmio della risorsa idrica modernizzando gli impianti esistenti e la sostenibilità ambientale tramite la riduzione delle emissioni. 

“Il settore primario – sottolinea Marco De Zotti delegato regionale degli under 30 di Coldiretti Treviso e Veneto – continua a manifestare la centralità nel sistema economico e rappresenta un volano per l’occupazione. La Regione del Veneto dedica massima attenzione alla nuova generazione dei campi  – continua Marco De Zotti – tanto che ha già dato l’avvio alla fase complementare del prossimo quinquennio di programmazione comunitaria approvando il testo in Giunta che prevede una dotazione totale di 824,6 milioni di euro a favore di futuri agricoltori che potranno così tradurre i loro sogni in realtà”. 

Il nuovo PSR mette attenzione alla sostenibilità, per rendere ancora più efficienti le imprese agricole nell’utilizzo delle risorse naturali. Alla riduzione dell’impatto ambientale si accompagna l’utilizzo delle tecnologie innovative proprie dell’agricoltura 4.0. Infine, non va dimenticata l’attenzione alle fragilità territoriali (montagna, collina, aree della bassa pianura) che meritano di essere sostenute, stanti le maggiori difficoltà nella realizzazione delle produzioni agricole. Sono territori, questi, in cui il settore primario svolge un ruolo fondamentale per la vivibilità e per la fruizione turistica.

I bandi della nuova programmazione saranno varati a breve, già nella prossima primavera, a partire dalle misure agro-climatico-ambientali e, a fine 2023, avremo il nuovo bando misure strutturali che, nel segno della continuità, consentirà una nuova sessione di investimenti nelle imprese agricole.  ​

Articoli correlati
TrevisoZero Branco

Carabinieri, le ultime attività in provincia di Treviso

1 minuti di lettura
I Carabinieri della Stazione di Zero Branco hanno denunciato per porto d’armi od oggetti atti ad offendere un 28enne originario del Burkina…
IntervisteSlide-mainSpeciale Peregrinatio Beati Rosarii LivatinoVideo

L'emozione del Dott. Alfredo Robledo alla vista della camicia del Beato Livatino (VIDEO)

1 minuti di lettura
Tra le tappe conclusive della Peregrinatio Livatino, la sede di Confindustria. Nel convegno dedicato alla figura del giudice Livatino dal titolo “Beato…
Tempo liberoTreviso

Carnevale, un mese di spettacoli e divertimento nei Comuni della Marca

3 minuti di lettura
Novanta tra carri allegorici e gruppi mascherati, 8.500 figuranti, 21 sfilate per altrettanti Comuni e sette eventi per famiglie, almeno 250mila spettatori attesi lungo…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio