Slide-mainVenezia

Municipalità Venezia, sì ad una riforma del decentramento

1 minuti di lettura

“Riteniamo necessaria una riforma del decentramento, ma non si possono ridurre gli spazi di democrazia e chiudere servizi con le ricadute che abbiamo visto in questi anni”.
Il Segretario Generale della Fp Cgil Daniele Giordano interviene nel dibattito di questi giorni sulle Municipalità del Comune di Venezia
 
“Con la chiusura delle municipalità si è aggravato il lavoro di alcuni settori dell’Ente che ora rispondono direttamente delle funzioni che, appunto, stavano in capo ai municipi territoriali, rallentando attività come ad esempio l’assegnazione spazi alle associazioni, piccoli interventi di manutenzione, erogazioni di contributi oppure chiudendo uffici veri e propri accentrandone il lavoro in poche sedi, come nel caso dei servizi demografici.
Va anche detto che con questo “colpo di mano” si sono disperse professionalità importanti con lavoratori che, a servizi chiusi, sono stati spostati in settori ben poco rispondenti alla loro esperienza”.
 
“Il sindaco – prosegue Giordano – da bravo padrone attento ai schei, ha giustificato la revoca delle deleghe definendoli centri di spesa incontrollata, senza pensare invece che quella delle Municipalità era una rete di servizi fondamentali che è stata progressivamente smantellata lasciando i cittadini e i soggetti sociali del territorio senza interlocutori chiari a cui rivolgersi per avere risposte fondamentali, come vediamo ad esempio in questi giorni con l’emergenza abitativa seguita alla riforma Ater con i cittadini che non hanno più trovato il primo punto di contatto con le istituzioni”.
 
Giordano ritiene “preoccupante la visione complottistica e confusa evocata dal sindaco, sulla strumentalizzazione delle Municipalità per fare attività politica e partitica, e non fa che confermare la natura politica della scelta di chiudere le municipalità.
Giudicare “vietnam del comune” spazi di dibattito e democrazia prossimi ai cittadini significa avere paura del confronto e probabilmente delle sempre più vicine elezioni comunali.
Sorprende che Brugnaro, sostenitore del governatore Zaia Brugnaro sull’autonomia, di fatto si comporti come un burocrate centralista”.
 
“Come Cgil Funzione Pubblica – conclude Giordano – siamo sempre stati sostenitori del decentramento amministrativo e della centralità del territorio e auspichiamo un dibattito serio e di merito su questo. Riteniamo che sarebbe bene riaprire un confronto su quali deleghe riattribuire alle municipalità in un meccanismo di garanzia uniforme dell’erogazione dei diritti in tutto il Comune”.

Articoli correlati
NewsSaluteSlide-mainTreviso

Dose "booster" per Carolyn Smith alla presenza del presidente Zaia e del generale Figliuolo

1 minuti di lettura
All’avvio della terza dose della campagna vaccinale anti Covid all’hub di Villorba una testimonial d’eccezione: si tratta di Carolyn Smith, coreografa, ex…
MoglianoRegioneSlide-main

Bocciofila Concordia Moglianese, inaugurato il nuovo impianto di raffrescamento

1 minuti di lettura
Grande giornata ieri per Mogliano Veneto e per la storica Bocciofila Concordia Moglianese. 270 atleti provenienti da varie regioni del nord Italia…
CasierCulturaRegioneSaluteSlide-mainTempo liberoTurismo

Benessere Donna, il nuovo corner della biblioteca comunale di Casier

1 minuti di lettura
Mens sana in corpore sano. La biblioteca di Casier inaugura, giovedì 23 settembre alle 21.00, il nuovo corner Benessere Donna, un vero…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!