Home / Cronaca di Venezia  / Mestre  / L’operazione di polizia nel quartiere Piave di Mestre ha smantellato la banda di nigeriani

L’operazione di polizia nel quartiere Piave di Mestre ha smantellato la banda di nigeriani

La retata fatta dalla Polizia nelle vie adiacenti la stazione di Mestre e via Piave ha portato alla luce alcuni fatti eclatanti.   Prima notizia la droga, tra cui la famosa eroina della morte, che ha ucciso

La retata fatta dalla Polizia nelle vie adiacenti la stazione di Mestre e via Piave ha portato alla luce alcuni fatti eclatanti.

 

Prima notizia la droga, tra cui la famosa eroina della morte, che ha ucciso ben 11 persone, e che veniva lavorata nella Ex Caserma Serena di Treviso e in tre appartamenti a Mestre.

 

Seconda notizia, la banda era formata tutta da nigeriani richiedenti asilo. Il guadagno era di 300mila euro al mese e il cassiere era un parrucchiere di via Monte San Michele.

 

Terza notizia, arrestate 128 persone. I guadagni venivano trasferiti in Nigeria con aerei in partenza dal Marco Polo. Il boss è sfuggito alla retata rifugiandosi in Francia. L’operazione di Polizia ha portato alla luce altre irregolarità durante i controlli in molte attività commerciali della zona e l’Asl ha sequestrato mezzo quintale di prodotti avariati tra carne, frutta, pasta e dolci; chiuse 4 attività commerciali.

 

Quarta notizie, fondamentale, i residenti stanno facendo festa per le strade del Quartiere Piave, finalmente libero da spacciatori e tossicodipendenti, mentre la Polizia sta presidiando le vie del quartiere con camionette, uomini armati e cani poliziotto.

 

Fonte: La Nuova Venezia

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!