Home / Posts Tagged "Mestre"

Continuano gli eventi delle “Città in Festa”, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma.

 

 

Questi gli eventi di oggi, mercoledì 24 aprile:


MESTRE CARPENEDO

– Festa del 25 aprile 2019 Trivignano, zona antistante villa Ca’ da Mosto

 

MARGHERA
– Primavera 2019 al Parco Catene

 

 

Questi gli eventi di domani, giovedì 25 aprile:


VENEZIA MURANO BURANO

Festa del Bocolo a cura della Croce Rossa Italiana Comitato di Venezia Piazza S. Marco
– Regata dei Traghetti del 25 Aprile. Partenza fronte Arsenale lungo Canal Grande con arrivo in Pescheria a Rialto

 

FAVARO
– Favaro in fiore 2019. Piazza Pastrello, piazzale Don V. Agnoletto e via San Maurizio
– Favaro e dintorni. Spazi – Sguardi – Emozioni, presso la sala consiliare della Municipalità in Piazza Pastrello 1.

 

 

 

Foto credit: FB @cri.venezialido

Sabato 4 maggio, alle ore 20.30 al Cinema Teatro Kolbe, in via Aleardi 156 a Mestre, sarà proiettato il film Rwanda, interpretato da Marco Cortesi e Mara Moschini. Sarà presente anche il regista Riccardo Salvetti. L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Coesione sociale del Comune di Venezia, dalle associazioni Il Castello e Spazio Mestre Solidale e dal Cinema Teatro Massimiliano Kolbe, in collaborazione con l’Ufficio di Servizio civile e Coop Alleanza 3.0.

 

Il film porta sullo schermo la storia vera di un giovane uomo, Augustin, che non ha altra scelta se non quella di uccidere, e quella di una giovane donna, Cecile, condannata a scappare per salvare la sua stessa vita e quella della sua bambina di 4 anni. Una storia vera di amicizia e solidarietà tra un uomo e una donna, lui Huti e lei Tutsi, capaci di un gesto di indimenticabile e straordinario coraggio. All’International Film Festival di Parigi, uno dei festival cinematografici più importanti del mondo, tra 80 film selezionati da 3000 candidature di oltre 35 Paesi, “Rwanda” si è aggiudicato il premio come Miglior film europeo del 2019.

 

L’ingresso è libero, con offerta finale consapevole.

 

 

Foto credit: www.bolognatoday.it

Anche quest’anno, come da tradizione, il prossimo 25 aprile sarà ricco di appuntamenti. Di seguito il programma delle celebrazioni per il 74° anniversario della Liberazione promosse, su tutto il territorio comunale, dal Comune di Venezia in collaborazione con Anpi, l’Anppia, Fiap-G.L., Assoarma, Comunità ebraica di Venezia e Istituto veneziano per la storia della Resistenza e della società contemporanea.

 

Le manifestazioni principali si svolgeranno, come di consueto, a Venezia, in piazza San Marco (alle 9.30) e in Campo del Ghetto Nuovo (alle 11.30), e a Mestre, in piazza Ferretto (alle 11). L’ammainabandiera nelle due piazze, alle ore 18.50, con gli onori resi dal Picchetto militare, concluderà la giornata.

Il programma completo

 

VENEZIA

Ore 9.30: Piazza San Marco, alzabandiera e onori resi da una Compagnia in armi interforze
ore 10.15: Sestiere di Cannaregio, Percorso della Memoria. Corteo da campo San Cianciano accompagnato dal Coro 25 Aprile
ore 11.30: Campo Del Ghetto Nuovo, conclusione del Percorso della Memoria con concerto della Banda musicale di Pellestrina. Festa della Liberazione con letture degli studenti dell’istituto Benedetti-Tommaseo, cerimonia dell’alzabandiera e commemorazione ufficiale.
ore 18.50: Piazza San Marco, cerimonia dell’Ammainabandiera e onori resi dal picchetto militare interforze

MESTRE

ore 10.30: Municipio, deposizione corone d’alloro alle lapidi dedicate ai caduti.
A seguire (ore 11): Piazza Ferretto, cerimonia dell’alzabandiera e onori resi dal picchetto Militare con esecuzione dell’inno Nazionale a cura della Banda Musicale Ccrt di Tessera. Deposizione corona d’alloro alla Lapide della Resistenza ore 11.10: Piazza Ferretto, Festa della Liberazione, commemorazione ufficiale, concerto della Banda Musicale Ccrt di Tessera. Intrattenimento musicale e letture dell’Associazione Voci di carta e di studenti delle scuole superiori
ore 18.50: Cerimonia dell’Ammainabandiera e onori resi dal picchetto militare

 

 

Le celebrazioni saranno inoltre diffuse su tutto il territorio comunale delle Città di Venezia, secondo il seguente programma.

 

CENTRO STORICO

VENEZIA

ore 8.30: Campo Bandiera E Moro, alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini Venezia;
ore 10.30: Campo Santa Margherita, alzabandiera e deposizione corone d’alloro al Monumento ai Caduti a cura dell’associazione Arma Aeronautica e Circolo 1 maggio;
ore 11.00: campo san Marcuola, alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini Venezia;
ore 12.00: campo sant’Alvise, alzabandiera a cura di Assoarma e Gruppo alpini Venezia;
ore 17.30: via Garibaldi, percorso della Memoria, ritrovo dei partecipanti e partenza del corteo in direzione Riva dei Sette Martiri e deposizione corone d’alloro alle lapidi e ai monumenti ai caduti, con conclusione del percorso alle 18.00 al Largo Marinai d’Italia e interventi commemorativi finali;
18.30: Fondamenta San Giacomo alla Giudecca, deposizione della corona d’alloro alla Lapide in memoria dei caduti per la libertà.

 

SANT’ERASMO

ore 10.30: messa di commemorazione in onore dei caduti. A seguire deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Caduti con la partecipazione della Banda Musicale di Sant’Erasmo

 

LIDO DI VENEZIA

ore 9.30: via Sandro Gallo, deposizione della corona d’alloro al cippo commemorativo
ore 9.45: Palazzo Pretorio a Malamocco, raduno e alzabandiera in collaborazione con l’associazione Il Fante e celebrazione messa nella chiesa di Santa Maria Assunta

TERRAFERMA

MESTRE

ore 9.30: bivio via Pepe – via Forte Marghera, alzabandiera e deposizione corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti del Mare
ore 9.30: via Terraglio, Percorso Della Memoria con deposizione di corone d’alloro a Villa Tivan, all’ospedale Villa Salus, all’ex Centro civico Terraglio e nel parco di via Gatta
ore 10.00: Piazza XXVII Ottobre, deposizione corona d’alloro al Monumento alla Liberazione

 

MARGHERA

ore 10.30: via Catene, deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, in collaborazione con l’associazione Nazionale Combattenti e Reduci e Associazioni d’Arma, sezione di Chirignago, con l’associazione Fiera Franca di Chirignago e con l’Associazione nazionale Carabinieri
ore 11.00: Piazza del Municipio, deposizione corona d’alloro alla Lapide ai Caduti. Commemorazione ufficiale con la partecipazione delle Associazioni d’Arma e combattentistiche e dell’Associazione nazionale Partigiani d’Italia

MALCONTENTA

ore 10.30: piazzale chiesa Sant’Ilario, celebrazione messa
ore 11.30: piazzale chiesa Sant’Ilario, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al monumento dei caduti, saluto delle autorità. È prevista la partecipazione di alunni delle scuole e rappresentanti del Comune di Mira

CA’ SABBIONI

ore 10.00: piazza Cosmai, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al monumento ai caduti

 

TESSERA

ore 8.30: Piazzale di Santa Maria Assunta, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, commemorazione e saluto delle autorità

FAVARO VENETO

ore 9.00: Piazza Pastrello, alzabandiera, inno nazionale e musiche della Resistenza eseguite dalla banda musicale Ccrt di Tessera. Deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Caduti e alle lapidi all’interno della Municipalità, seguirà un momento di commemorazione e saluto delle autorità

 

CAMPALTO

ore 8.30: Piazzale Chiesa San Martino, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, commemorazione e saluto delle autorità

DESE

ore 8.30: Piazza Fratelli Pomiato, alzabandiera e deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti, commemorazione e saluto delle autorità

CHIRIGNAGO

ore 9.00: Piazza San Giorgio, alzabandiera
ore 9.20: nella sede della Municipalità deposizione corone d’alloro alle lapidi dedicate ai Caduti militari e civili

GAZZERA

ore 10.00: deposizione corona d’alloro al monumento ai Caduti di tutte le guerre di fronte alla chiesa di Santa Maria Ausiliatrice
ore 10.15: deposizione corona d’alloro alla lapide dedicata a Gino Breda (angolo via Breda e via Gazzera Alta), al Monumento ai Caduti militari di Chirignago e Villabona-Catene e al Monumento ai Caduti di tutte le guerre angolo via Miranese-via Trieste

 

ZELARINO

ore 09.30: cimitero, deposizione corona d’alloro alla lapide ai Caduti di tutte le guerre
ore 10.00: Piazzale Munaretto, alzabandiera e deposizione corone d’alloro al Monumento ai Caduti per la patria. Seguirà momento di commemorazione e saluto delle autorità
ore 10.30: Sagrato della chiesa di San Vigilio e Santa Maria Immacolata, deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti di tutte le guerre

 

TRIVIGNANO

ore 11.00: di fronte alla chiesa di San Pietro Apostolo in Vincoli, deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti

 

 

Il programma completo è stato pubblicato anche sul sito del Comune di Venezia e sarà divulgato tramite i profili social del Comune.

Iniziano martedì 23 aprile i lavori propedeutici al rifacimento complessivo del nuovo mercato di Mestre con lo spostamento, dal giorno successivo, del mercato bisettimanale da piazzetta Coin a via San Pio X, con la conseguente cancellazione delle strisce blu, la modifica della viabilità automobilistica e delle linee Actv.

 

Nello specifico ogni mercoledì e venerdì, a partire appunto dal prossimo 24 aprile e fino a completamento dei lavori di riqualificazione del mercato giornaliero di via Fapanni, saranno vietati il transito e la sosta, dalle ore 6 alle ore 15, in via San Pio X.

 

Alcune linee del trasporto pubblico AVM/Actv subiranno modifiche di percorso e fermate e non transiteranno per via San Pio X, in particolare:

• le linee 20, 21, 80, 31H, 32H e 9H provenendo da via Castellana/via Terraglio transiteranno per via Circonvallazione, via Carducci, via Olivi e piazza XXVII Ottobre, da dove riprenderanno il regolare percorso. In sostituzione delle fermate di via San Pio X, le linee interessate transiteranno per le fermate Circonvallazione-Olimpia, Carducci-Pascoli e Olivi-Mestrina;

• le linee 13, 48H ed extraurbane 5E, 6E, 8E e 8AE provenendo da via Terraglio/via Circonvallazione/via Castellana transiteranno per via Torre Belfredo, viale Garibaldi e via Colombo. In sostituzione delle fermate di via San Pio X, le linee interessate transiteranno per la fermata Garibaldi-Municipio.

 

Sempre a partire da mercoledì prossimo, gli operatori giornalieri di vendita di fiori e piante, che attualmente si posizionavano in via Lazzari, opereranno provvisoriamente in via Allegri, mentre il farmer’s market del giovedì e il mercatino del biologico del sabato saranno allestiti, dalla prossima settimana, in riviera XX Settembre.

 

Grazie a questo primo spostamento, sarà possibile procedere con la conseguente realizzazione della struttura provvisoria che ospiterà gli operatori del mercato coperto di via Fapanni durante i lavori di ammodernamento e che occuperà piazzetta Coin e una porzione di via Poerio. Si tratta di lavori che permetteranno di creare una soluzione temporanea in modo tale da non interrompere l’attività del mercato stesso durante la realizzazione della nuova sede stabile che avverrà durante il periodo estivo. Si tratta di un intervento complesso di riqualificazione del mercato che vede impegnati insieme il Comune, che ha stanziato un finanziamento complessivo di quasi 3,4 milioni di euro, Insula spa, che progetta e realizzerà i lavori, e Veritas spa.

Alle 07.45 di giovedì 18 aprile, alla Sala Operativa della Polizia di Stato, è giunta una segnalazione che era in corso una rapina ai danni di un cittadino italiano a Mestre, in via Trento, all’incrocio con via Monte San Michele.

 

Gli agenti giunti sul posto hanno trovato e immediatamente bloccato un uomo che tentava con violenza di introdursi all’interno di un’auto, al cui interno vi era una persona.

 

Agli agenti la vittima ha raccontato che mentre si trovava all’interno della sua autovettura, l’uomo gli avrebbe chiesto del denaro puntandogli un coltello alla gola e minacciandolo di dargli tutti i soldi in suo possesso. Lo stesso ha continuato dicendo di essere riuscito a chiudere rapidamente il finestrino dell’auto, di aver avvisato il numero di emergenza 113 e di essere rimasto all’interno della vettura fino all’arrivo della volante.

 

Il rapinatore identificato per K.A., cittadino bengalese di anni 37, è stato trovato in possesso di un coltello con una lama di 14 cm. e di 2,44 gr. di hashish. Accompagnato presso gli uffici della Questura per gli accertamenti del caso è risultato irregolare sul Territorio Nazionale e pertanto, oltre a essere arrestato per il reato di rapina aggravata ed essere tradotto in carcere a Venezia in attesa di giudizio, è stato denunciato per il reato di porto di oggetti atti ad offendere ed inadempienza all’Ordine del Questore con Decreto Prefettizio di espulsione. Inoltre gli è stata contestata la sanzione amministrativa prevista dall’art.75/5 del DPR 309/90 per la detenzione di sostanza stupefacente.

Continuano gli eventi delle “Città in Festa”, il ricco programma che coinvolge, con svariate iniziative, Venezia, le isole e la terraferma.

 

Questi gli eventi di domani, sabato 20 aprile:


VENEZIA MURANO BURANO

• Musica barocca stravagante-requiem di n. Jommelli nella Chiesa Anglicana di San Giorgio, campo San Vio

LIDO PELLESTINA
Lido in Primavera. Piazzale del Casinò

MESTRE CARPENEDO
• “Arte in mostra a Mestre: Colori in città”. Mostra delle opere dei soci dell’associazione “La Torre”, in via Palazzo.

 

Foto credit: FB

A seguito di una presunta segnalazione di lite in famiglia, domenica 14 aprile, gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti a Mestre, in via Gazzera Alta. Giunti sul posto, gli operatori hanno trovato all’interno della casa indicata, una trentenne colombiana.

 

La donna, ha riferito agli agenti di aver avuto un litigio con il fidanzato e di stare bene. L’atteggiamento eccessivamente sbrigativo della ragazza ha insospettito gli uomini della volante che al contrario hanno deciso di approfondire il controllo.

 

Quando i poliziotti hanno visto un pezzo di cellophane sul pavimento, tagliato a forma circolare, tipicamente utilizzato per il confezionamento della droga hanno chiesto alla ragazza spiegazioni.

 

La donna ha risposto in modo elusivo, senza saper giustificare la presenza del cellophane. A questo punto gli agenti hanno effettuato un controllo della stanza, rinvenendo un etto di cocaina e alcune dosi già confezionate, il materiale per il confezionamento delle stesse, sostanza da taglio, un bilancino elettronico, vari telefoni cellulari e la somma in contanti di circa 1.600 euro, immediatamente posti sotto sequestro.

 

La donna al momento dell’arresto ha tentato di fuggire, sferrando calci e pugni agli agenti che la bloccavano.

 

Per tale motivo, informata l’Autorità giudiziaria, è stata arrestata oltre per il reato di detenzione per fini di spaccio anche per di resistenza e lesioni a Pubblico ufficiale e condotta al carcere femminile della Giudecca a disposizione dell’A.G.

Nuova operazione, da parte del personale del Servizio Sicurezza Urbana della Polizia Locale di Venezia, nell’ambito dei programmi “Oculus” e “Oculus Plus”. Gli agenti sono entrati in azione per effettuare lo sgombero di un area in via Banchina dell’Azoto, a Marghera, occupata abusivamente da cittadini rumeni senza fissa dimora; inoltre questi spesso, nelle stazioni ferroviarie di Mestre e Venezia, esercitano abusivamente l’attività di portabagagli.

 

Lo sgombero dell’area, di proprietà demaniale, si è reso necessario, previa denuncia/querela sporta dall’Autorità portuale. Ciò avviene per garantire la sicurezza dei raccordi ferroviari adiacenti; l’Autorità stessa ha messo a disposizione uomini e mezzi per l’abbattimento di sette baracche e di due tende malsane e macilente, oltre  che per l’asporto di tutto il materiale da bivacco.

 

Inoltre un cittadino rumeno è sottoposto all’identificazione e al deferimento all’autorità giudiziaria, dopo essere stato sorpreso all’interno di una baracca. Grazie all’installazione di una rete lungo tutto il perimetro, l’area è stata messa in sicurezza.

Ora per non pagare un pranzo si ricorre anche alla pistola. È successo alcune sere fa, nel ristorante Unico sito in viale Ancona a Mestre.
Un gruppetto di cinque uomini dell’est si sono riuniti nel ristorante per consumare una cenetta in buona compagnia e bere qualche birra.
Tutto normale, almeno fino al momento di pagare il conto, quando in cassa uno del gruppetto ha estratto una pistola minacciando il cassiere.
Dopodiché il gruppetto se l’è data a gambe per le vie della città, facendo perdere le proprie tracce e lasciando il conto non pagato.

 

Insomma, siamo giunti all’assurdo ormai: minacce a mano armata per non pagare il conto di quello che si è mangiato.
Il fatto è stato denunciato e le forze dell’ordine stanno indagando.

 

Fonte: Venezia Today

Ottimo successo per l’atteso ritorno del Venezia Comics – Festival del fumetto e della cultura pop di Venezia, segnato dalle diecimila presenze che nei due giorni hanno animato l’intero Forte Marghera.

 

Tra fumetto, giochi da tavolo, cosplay e tantissime attività per tutte le fasce d’età, l’iniziativa ha reso Forte Marghera per due giorni la sede del fumetto e del gioco.

 

Il merito va anche alla suggestiva location, unica nel suo genere, che l’ha ospitata.

 

Diecimila dunque le presenze, un’ottantina di espositori, diciassette ospiti, cinque mostre di cui una dedicata a Massimo Dall’Oglio, cinque workshop dedicati al fumetto, un’escape room sold out in entrambe le giornate, così come le sezioni dedicate al gioco di ruolo e ai tornei di giochi da tavolo e un’area sport che ha coinvolto tantissimi bambini in dimostrazioni e duelli di spada.

 

 

“La collaborazione tra le realtà culturali del territorio”, ha dichiarato Fabrizio Capigatti, presidente dell’associazione culturale VeneziaComix, “Rappresenta una perfetta sinergia tra tutti quelli che vogliono vedere il ritorno di Venezia ai livelli di principale realtà culturale dei nord-est italiano. Noi vorremmo che la nostra fiera fosse il punto di lancio per una serie di incontri, iniziative, eventi che coinvolgano tutta la parte propositiva e costruttiva della cultura locale e non solo per costruire un qualcosa di estremamente positivo e duraturo nel corso degli anni”.

 

“Una sfida vinta!” conferma Stefano Mondini, presidente della Fondazione Forte Marghera, “Vedere tutti gli spazi del forte occupati dai festosi partecipanti al Venezia Comics è per noi il risultato di una sfida accettata pochi mesi fa, perseguita con il massimo sforzo e, affluenza alla mano, vinta! Il forte si presta benissimo ad utilizzi di questo tipo, e non vediamo l’ora di ospitare la prossima edizione, con un forte ancora più bello, visti gli importanti investimenti che l’Amministrazione sta mettendo in campo.”

 

 

Foto credit: FB @VeneziaComics

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni