Home / Posts Tagged "Mestre"

Sulla pagina Facebook del Coordinamento Studenti Medi Venezia-Mestre si legge che questo gruppo nasce alcuni anni fa, a Mestre, in risposta all’esigenza degli studenti delle scuole superiori di creare opportunità di confronto e di partecipazione attiva alla realtà politica e culturale che li circonda.

 

L’attività del gruppo si concretizza infatti nel proporre concrete alternative di pensiero e lotta ai coetanei e alla società civile, in diversi ambiti, tra cui la formazione scolastica, richiamando l’attenzione sugli attuali problemi che affliggono la scuola pubblica, il razzismo, per cui si promuove l’integrazione delle realtà emarginate e si incoraggia la multiculturalità, e la cultura, organizzando iniziative culturali e di aggregazione sociale quali cineforum, dibattiti, conferenze, cene, serate a tema, concerti, mercatini di libri usati e tanto altro.

 

Di primo acchito, quindi, chiunque ci si immaginerebbe un disciplinato gruppo di ragazzi e ragazze con l’ambizione di fare del bene e portare una ventata di novità.

 

Quello che è accaduto lo scorsa settimana, invece, dà prova dell’esatto contrario. Mentre il Governo italiano disponeva “in via prudenziale” la chiusura di scuole e università di tutta Italia fino al 15 marzo, questi Millennials e Generazione Z organizzavano una giornata di socialità, sprezzanti delle direttive imposte dall’alto, dimostrando soltanto mancanza di senso civico, irresponsabilità, egoismo e – spiace dirlo – ignoranza.

 

In un momento delicato e di emergenza sanitaria come quello che stiamo vivendo, il menefreghismo di questi ragazzi in nome dell’anticonformismo di cui si professano promotori denuncia ancora una volta l’incoscienza di tanti giovani e il mancato rispetto dei sacrifici che sta attuando il personale medico di tutta Italia.

 

Lo scorso 5 marzo, sulla pagina Facebook sopracitata sono state pubblicate delle foto e dei testi che immortalano una vergognosa iniziativa.

“SOCIALITÀ CONTRO LA PSICOSI”, si legge: “Oggi abbiamo dato vita a una grandissima giornata di socialità al centro sociale Rivolta!”

Con la chiusura di tutte le biblioteche e di altri spazi di convivialità, gli appartenenti al gruppo hanno pensato bene di organizzare un pranzo e un pomeriggio di studio condiviso, terminato con un aperitivo studentesco. La giornata non si è limitata a questo, però! I rivoluzionari fanno sapere che c’è stata anche una assemblea, in cui hanno discusso insieme a tanti studenti e studentesse di varie scuole la situazione attuale, in particolare:
• la normalizzazione della didattica online, che a detta loro toglierebbe sempre di più il vero ruolo della scuola come spazio di formazione di un sapere critico e di socialità
• il tragico quadro che sta interessando il confine tra Turchia e Grecia
• l’iniziativa in programma l’8 marzo e quella tenutasi il sabato prima alla centrale a carbone Palladio di Fusina.

 

“Con la giornata di oggi siamo riusciti a dare una risposta forte e chiara: davanti alla psicosi collettiva che si sta affermando in questi giorni, noi ci organizziamo e ci troviamo continuando il nostro percorso”, si giustificano.

 

“IN UN MONDO CHE CI VUOLE CHIUSI IN CASA, USCIRE È UN ATTO RIVOLUZIONARIO”, lo slogan di questi stolti, a cui vorrei dire che promuovere la socialità è un conto, mettere a rischio la salute del prossimo è alla stregua di un atto criminale!

È uno degli appuntamenti più attesi della stagione: Virginia Raffaele presenta in doppia replica, sabato 15 e domenica 16 febbraio (ore 21.00), al Teatro Toniolo di Mestre il nuovo spettacolo Samusà, che segna il ritorno a teatro dell’artista romana dopo il successo di Performance.

I biglietti per entrambe le date sono esauriti in prevendita.

 

“Vuole sparare? Si vince sempre!” è la frase che ho ripetuto più volte nella mia vita.

“Stai dritta che siamo al pubblico!” è quella che mi sono sentita ripetere.

Sono nata e cresciuta dentro un luna park, facevo i compiti sulla nave pirata, cenavo caricando i fucili, il primo bacio l’ho dato dietro il bruco mela.

Poi il parco ha chiuso, le giostre sono scappate e adesso sono ovunque: le attrazioni sono io e siete voi. Tutto quello che siamo diventati stupisce quanto un giro sulle montagne russe, e confonde più di una passeggiata tra gli specchi deformanti.

Prendete posto. Altro giro altra corsa.

 

Dopo il grande successo dello spettacolo Performance del 2015 e anni particolarmente intensi che l’hanno vista protagonista in tv di uno show e una serie televisiva tutti suoi, oltre alla conduzione del Festival di Sanremo e il doppiaggio di Morticia nel cartone animato La Famiglia Addams, Virginia Raffaele torna al suo primo amore, il teatro, e lo fa con uno spettacolo completamente nuovo dal titolo Samusà. Il racconto di Samusà si nutre dei ricordi di Virginia e di quel mondo fantastico in cui è ambientata la sua infanzia reale: il luna park. Da lì si sviluppa in quel modo tutto della Raffaele di divertire ed emozionare, stupire e performare, commuovere e far ridere a crepapelle, che l’hanno resa una delle artiste più amate e apprezzate degli ultimi anni.

Samusà è il quinto spettacolo nel cartellone 2019-20 di Io sono comico, la rassegna dedicata alla comicità d’autore originale, innovativa e frizzante, che dimostra ancora una volta grande attenzione alle novità: il Settore Cultura del Comune di Venezia, in collaborazione con DalVivo Eventi srl, propone un programma di raffinati interpreti fino al 10 aprile 2020.

 

INFO
www.culturavenezia.it/toniolo
tel. 041.971666

Sabato 15 febbraio, alle ore 17.00, presso la piazza Eventi Unieuro del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, si terrà l’evento “Vivi, ama, danza!” a cura delle scuole di danza Dreaming Dance Mestre e Urban Dance Martellago.

 

In occasione della festa di San Valentino, gli allievi dei corsi di danza di entrambe le associazioni si esibiranno in una rassegna di coreografie precedute dalla lettura di brevi brani tratti da poesie e romanzi d’amore. Alla stregua del grande Fred Astaire che diceva: “Non dimostro il mio amore con un bacio, lo dimostro ballando”, così tutti i ballerini delle due scuole si esibiranno con impegno e passione sul palco dell’area eventi!

 

I responsabili delle due associazioni saranno a disposizione del pubblico per fornire informazioni sui propri corsi di danza e sulle altre discipline praticate nelle proprie sedi. 

 

Urban Dance è un’associazione sportiva dilettantistica nata nel 2009, nel comune di Martellago in provincia di Venezia, con lo scopo di promuovere la danza, in particolare la street dance.

Dreaming Dance è nata nel 2012 come sezione danza dell’ASD Judokwai a Mestre e si occupa in particolare di danza moderna, danza classica e ginnastica ritmica.

POST TAGS:

Sabato 1° febbraio, alle ore 17, presso l’area Infopoint Infovox del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, si terrà l’incontro con l’autrice Chiara Gagietta che presenterà il suo libro multimediale L’ultima a morire. Modera l’incontro l’editore Andrea Mazzanti.

 

Si tratta di un giallo un po’ diverso dal solito, in quanto a indagare è la Polizia Locale. La protagonista, Sandra Rizzo, è un personaggio che ha fatto il suo esordio nel precedente Anteprima di morte (Mazzanti Libri, 2017 e che ritroviamo in questa seconda indagine.
“Cosa c’entrano i fiori con un pirata della strada seriale?”: se lo chiede Sandra Rizzo, impegnata, assieme ai colleghi del Reparto Infortunistica Stradale, in un’indagine ostica quanto insolita. Cosa spinge il pirata a uccidere pedoni e ciclisti indifesi con il favore delle tenebre? Si tratta di un folle o di un lucido terrorista? Un caso difficile, come difficile è il momento che sta vivendo la protagonista, ancora provata dallo scontro/incontro con lo strangolatore, alle prese con ricordi del recente passato che riaffiorano la notte e con sogni rivelatori del presente.

 

L’ultima a morire è un Meta Liber, marchio registrato Me Publisher, che consente di usufruire di contenuti multimediali mediante un’apposita App gratuita (ML) e di ascoltare l’audiolibro letto dall’autrice.
Il libro è acquistabile con 18App e Carta del Docente.
La partecipazione all’incontro è libera ed aperta a tutti.

Sabato 25 gennaio, alle ore 17, presso l’area Infopoint Infovox del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, si terrà l’incontro con l’autrice MariaCristina Toso che presenterà il suo romanzo “Il mondo di Amarine”.

 

Superare un difficile divorzio e ricominciare la vita da zero non è facile per nessuno soprattutto per Amarine, una donna senza carattere, fragile e incapace di affrontare con coraggio le prove della vita, bloccata in tutto, da una profonda e inspiegabile paura. E se non fosse abbastanza anche i fantasmi del passato sembrano aver ricominciato a tormentarla con allucinazioni e devastanti emicranie. Amarine però, determinata a ricominciare la sua vita saprà ritrovare una nuova sé più determinata e forte, tanto da sventare, da sola, un intrigo internazionale. Ma siamo sicuri che Amarine sia veramente chi crede di essere? E chi è la misteriosa paziente, ricoverata nella stanza numero 5, presso l’ospedale psichiatrico della città? Cosa avrà in comune con lei? Quando inevitabilmente si troverà ad affrontare il suo passato, non potrà che rimettere insieme i pezzi del puzzle fino alla soluzione finale, dove la paura finalmente avrà un nome.

 

I libri sono acquistabili presso la piattaforma Amazon con il Bonus Cultura e con il Bonus Carta del Docente.

La partecipazione all’incontro è libera e aperta a tutti.

Chi durante il mese di dicembre è passato in via Verdi ha senz’altro visto una stella al centro della via, una stella che giorno dopo giorno veniva ricoperta da piccoli fogli d’oro mutando colore. Questa stella, voluta dai negozi e dalle attività di via Verdi, è diventata anche quest’anno un simbolo di partecipazione e di solidarietà grazie alla collaborazione del Comune di Venezia Le Città in Festa e soprattutto grazie alle tantissime persone che hanno aderito per aiutare e sostenere piccoli progetti di solidarietà.

 

Lo scorso anno la Stella d’Oro di via Verdi ha contribuito alla creazione di un orto da parte della Casa dell’Ospitalità di Mestre. I fondi raccolti infatti erano stati impiegati per l’acquisto di varie attrezzature che gli ospiti della struttura hanno utilizzato con la possibilità di avviare un percorso di recupero e di reinserimento nella società.

 

Quest’anno si è deciso di volgere l’attenzione sul problema della violenza sulle donne, destinando il ricavato all’istituto Casa Famiglia S. Pio X che accoglie madri e figli che fuggono da situazioni di violenza domestica o che hanno, per altre ragioni, necessità di fare un percorso comunitario in un ambiente accogliente ed educativo. In particolare, il giardino del Centro per l’Infanzia e la Famiglia Oltre le Nuvole alla Giudecca, che si occupa di offrire una serie di servizi e laboratori alle ospiti della Comunità, ai loro figli e alle persone del territorio che possano averne necessità, è stato gravemente danneggiato dall’acqua alta straordinaria del 12 novembre scorso. Lo scopo è quello di contribuire a farlo tornare fruibile da parte degli ospiti.

 

L’adesione e la partecipazione di tante persone ha permesso anche quest’anno di raccogliere la somma di 1000 euro che sono stati consegnati venerdì 17 gennaio 2020 al presidente della Casa Famiglia San Pio X Roberto Scarpa, alla presenza dell’assessore del Comune di Venezia Paola Mar e della consigliera comunale Lorenza Lavini.

 

Oltre al risultato economico non meno importante è stato far conoscere la Casa Famiglia, attiva sin dal 1910, nonché la sensibilizzazione verso il problema della violenza sulle donne. I negozi e le attività di via Verdi infatti sono stati occasione di confronto e di dialogo con le persone a dimostrazione del ruolo anche sociale che le attività possono avere in città.

 

Da parte nostra un ringraziamento a tutte le persone che hanno reso possibile questo progetto, dall’amministrazione comunale, a Le Città in Festa, agli uffici comunali fino a tutte le persone che hanno divulgato e fatto conoscere l’iniziativa.

 

Nella pagina Facebook di Via Verdi Mestre si possono trovare numerose fotografie relative alla Stella D’Oro.

Sabato 18 gennaio, alle ore 17.30, presso la Piazza Eventi Unieuro del centro commerciale Auchan Porte di Mestre, si terrà l’evento “Powerclass by Powerumba Fitness e Zumba Fitness” a cura del Team-Italia Powerumba formato da Alessia Benini, Christopher Portes, Marylinda Facciola e in collaborazione con l’insegnante Susanna Costantini e le associazioni Palextra e TwoBeFit.

 

La Powerumba è la grande novità nel mondo del fitness che sta già spopolando in America e adesso sta arrivando anche in Europa. Si tratta di un’innovativa metodologia di costruzione coreografica applicata ai diversi stili di ballo creata da Martin del Villar (Miami, Florida).

 

Un team di istruttori qualificati sarà presente al centro commerciale Auchan per presentare questa nuova attività del mondo del fitness con dimostrazioni pratiche accompagnate da musiche latino-americane.
A seguire, verso le 18.30, una breve performance di zumba fitness con Susanna Costantini e le sue allieve.

Anche per il 2020 è ripartito il progetto scuole del Mogliano Rugby 1969, per la promozione dell’attività fisica e della socializzazione. Gli incontri hanno come riferimento l’Istituto Parini di Mestre (www.istitutoparini.it) e la prima lezione si è svolta presso la palestra Olimpia di Mestre.

 

Il progetto nasce anche grazie alla volontà espressa dall’Istituto Parini nelle persone dei docenti Brunello Isabella e Lazzarin Enrico e del Preside Franco Mazzucco. Il team messo in campo dal club biancoblù è composto da Enrico Endrizzi, Mattia Zappalorto, Brian Ormson, Brian Tuilagi e Andrea Pratichetti, che svolgeranno le lezioni in inglese, come richiesto dallo stesso Istituto, e avvicineranno gli studenti al nostro sport.

 

“Siamo contenti di poter annunciare questa nuova collaborazione con L’Istituto Parini di Mestre”, dichiara il Presidente biancoblù Maurizio Piccin, “è un ulteriore tassello che integra il progetto di una società sportiva moderna, attenta non solo all’attività agonistica, ma anche al sociale. Cosa c’è di più sociale della scuola, dove si formano i cittadini di domani? I valori dello sport, e del rugby in particolare, aiutano i giovani a prepararsi alla vita, così come lo fa la scuola.”

 

Chi fosse interessato e volesse avvicinarsi al rugby, può sempre contattare la nostra segreteria al numero 041.5902706, oppure scrivere una mail ai seguenti indirizzi:

[email protected] – [email protected]

Un’idea di Design2Taste, realtà partita da Londra e oggi presente con uno spazio rinnovato in viale Ancona a Venezia Mestre. L’obiettivo? Fare squadra tra professionisti e offrire agli architetti strumenti per lavorare meglio e con più soddisfazione.

 

Sedici postazioni in co-working di fronte al Comune di Venezia

Al piano terra di viale Ancona 30 a Mestre, proprio nella punta dell’edificio in vetro “La Vela”, Design2Taste ha allestito sedici postazioni per Architetti e Interior Designer, che possono lavorare in un openspace condiviso seguendo il modello di quanto già accade nella sede D2T di Londra.

 

Questi professionisti hanno così la possibilità di avere un proprio ufficio a prezzo contenuto (il canone mensile è di 250,00 euro e comprende arredi, monitor e tutte le spese di gestione) e in una posizione strategica (proprio di fronte al Comune di Venezia) ma, soprattutto, di trovarsi fianco a fianco con persone che operano nel medesimo settore.

Risultato? Ci si conosce, si fa rete e le occasioni di business si moltiplicano per tutti.

 

Immaginiamo un Architetto specializzato in interni che si trova a dover rispondere alla richiesta del proprio committente di allestire anche gli esterni della sua casa. Lavorando accanto a un collega specializzato in progettazione del verde, il gioco è presto fatto. L’Architetto può soddisfare subito la totalità delle richieste del suo cliente, il progettista ha acquisito un nuovo lavoro. Minimo sforzo, massimo risultato per tutti.

 

Servizi gratuiti per Architetti e Interior Designer

In viale Ancona Design2Taste mette poi a disposizione degli Architetti (tutti, non solo i co-worker) anche una serie di servizi aggiuntivi:

• sportello gratuito di consulenza legale, attivo una volta al mese;
• sportello gratuito di consulenza finanziaria, attivo una volta al mese;
due sale meeting per incontrare i propri clienti in un ambiente professionale ma confortevole e facilmente raggiungibile con mezzi propri o pubblici;
• consulenza gratuita sui progetti in essere, per capire come migliorare la gestione del proprio lavoro, ottimizzare i costi e aumentare i ricavi;
• accesso a un database di 250+ aziende del mobile, con condizioni vantaggiose e riservate.

 

Giornate formative e Design Spritz

Viale Ancona 30 non è solo co-working, ma anche spazio camaleontico in cui periodicamente prendono vita eventi di formazione, culturali e di intrattenimento.

 

Per il 2020 Design2Taste ha già pronto un ricco calendario di pomeriggi formativi per Architetti, con rilascio di CFP dal CNAPPC, e riproporrà i Design Spritz, momenti conviviali aperti a professionisti e non, per conoscersi, scambiarsi opinioni, raccontare i propri progetti, e favorire il match tra le persone e gli Architetti più adatti ad occuparsi della realizzazione dei loro habitat, senza che la componente economica a disposizione costituisca un limite o una discriminante.

 

Per info sullo spazio co-working e sulle iniziative di formazione è possibile visitare il sito www.design2taste.org www.design2taste.org o inviare una email a [email protected].

 

Le postazioni di lavoro potranno essere occupate a partire dal 1° febbraio e al momento il 50% di esse risulta già prenotato.

 

 

È accaduto in via Castellana. La 74enne si è fratturata entrambe le braccia e il setto nasale. L’automobilista si è costituito solo in un secondo tempo

 

Stava andando alla “pizzeria all’angolo”, si ritrova con due braccia e il naso rotti. A settantaquattro (quasi 75) anni. E l’automobilista che l’ha travolta sull’attraversamento pedonale non si è neppure fermato, assumendosi solo in un secondo tempo le sue responsabilità.

 

Poche ore dopo il tragico investimento costato la vita l’altro venerdì notte alla studentessa universitaria di 29 anni Pegah Naddafi, in viale Vespucci, a Mestre si è consumato un altro grave episodio ai danni di un pedone di cui si sta occupando Studio3A.

 

I fatti

È successo sabato 4 gennaio 2020, verso le 18.40, in via Castellana, all’altezza del civico 61 e dell’intersezione con via Ciardi. Una settantaquattrenne del posto, residente a due passi, si stava recando presso la pizzeria di asporto sotto casa per prendere una pizza per la cena, ha attraversato la Regionale regolarmente sulle strisce pedonali in direzione nord-sud e, quando aveva ormai quasi completato l’attraversamento, si è ritrovata improvvisamente di fronte un’autovettura, una Fiat Punto, che l’ha centrata in pieno. L’anziana ha cercato istintivamente di proteggersi proiettando in avanti le braccia, con il risultato però che a causa dell’urto se le è fratturate entrambe e in seguito ai colpi e alla successiva caduta si è rotta anche il setto nasale: un miracolo che si sia salvata, ma la prognosi è pesante, anche in ragione dell’età.

 

Ad aggravare il quadro, l’automobilista non si è fermato e ha tirato diritto. La settantaquattrenne è stata inizialmente soccorsa da alcuni passanti e negozianti della zona, che hanno allertato il 118. Dell’incidente, per fortuna, ci sono anche un paio di testimoni oculari.

 

Solo successivamente l’investitore si è costituito e ha ammesso le sue responsabilità agli agenti della polizia locale di Venezia: si tratta di G. B., 78 anni, residente nel comune di Venezia, così come la passeggera di un anno più giovane che trasportava in macchina.

 

Mesi di guarigione

All’ospedale dell’Angelo, dov’è stata subito condotta, l’anziana, che è vedova e vive da sola, è stata ingessata ad entrambe le braccia, mentre sulla frattura al setto nasale i medici interverranno in un secondo tempo. Adesso è tornata a casa ma ne avrà per dei mesi, nei quali avrà bisogno di assistenza continuativa da parte dei figli.

 

La donna e i suoi familiari, per ottenere giustizia, attraverso la consulente personale dott.ssa Alice Righi, si sono dunque affidati a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, che si è subito attivato per fare piena luce sull’incidente e sulla condotta dell’automobilista e per risarcire in modo congruo la sua assistita.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni