SaluteSlide-mainTreviso

La chirurgia di Montebelluna punto di riferimento per il trattamento dell’obesità

1 minuti di lettura

La Chirurgia Generale dell’ospedale di Montebelluna è diventata, nella Marca trevigiana e non solo, punto di riferimento per il trattamento chirurgico dell’obesità. Attualmente l’Unità operativa del San Valentino effettua circa 130 interventi di chirurgia bariatrica l’anno, supportati da un efficace sistema organizzativo pre e post-operatorio che include un team multidisciplinare costituito da chirurghi, dietisti, dietologi e psichiatri, attivamente coinvolto in progetti di ricerca in ambito nazionale e internazionale volti al continuo miglioramento degli standard e delle indicazioni della chirurgia bariatrica e metabolica.

Durante l’emergenza pandemica, nonostante la riduzione della disponibilità delle sale operatorie, il team bariatrico è riuscito a garantire ai propri pazienti un follow-up costante grazie all’ausilio della Telemedicina, effettuando circa 200 visite di controllo nei tre mesi più critici dell’emergenza sanitaria: ora che l’attività chirurgica è ripresa a pieno regime, obiettivo dell’équipe è raggiungere i 150 interventi per il trattamento dell’obesità patologica l’anno.

“Mi congratulo con il team multidisciplinare bariatrico di Montebelluna, in cui diverse professionalità sono coinvolte nella delicata gestione della persona obesa che intraprende un percorso finalizzato al trattamento clinico e chirurgico dell’obesità patologica, garantendo un’assistenza costante in linea con i Percorsi Diagnostico-Terapeutico-Assistenziali della Regione Veneto”, sottolinea il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi.

Oltre che nella chirurgia bariatrica, l’Unità operativa di Chirurgia Generale di Montebelluna si dedica anche ad altri ambiti, quali la patologia colorettale e oncologica con tecnica mininvasiva, il trattamento della patologia erniaria e dei laparoceli complessi anche con approccio mininvasivo, la proctologia con utilizzo di tecniche chirurgiche innovative e la chirurgia mininvasiva, nonché la gestione delle urgenze del territorio di Asolo-Montebelluna. Nel 2021 gli interventi in regime ordinario effettuati dalla Chirurgia del San Valentino sono stati circa 680 e circa 670 quelli in day-hospital. Nel 2022, grazie alla progressiva ripresa delle attività chirurgiche, il numero di interventi di chirurgia generale effettuati ammonta a oltre 930 in regime ordinario e oltre 920 in day-hospital.

Articoli correlati
Slide-mainTutela del CittadinoVenetoViabilità

Cinque incidenti tra mezzi pesanti in A4: un ferito

1 minuti di lettura
Vigili del Fuoco impegnati dalle 16.00 di oggi, martedì 7 febbraio, per cinque diversi incidenti tra mezzi pesanti in A4 dal km…
AttualitàEsteriSlide-main

Un Veneto tra i dispersi del terremoto in Turchia

2 minuti di lettura
Si chiama Angelo Zen e i familiari non hanno sue notizie da domenica scorsa, 5 febbraio. Continua ad aggravarsi il bilancio delle…
LavoroMarca TrevigianaSlide-main

Carabinieri: tre attività sospese nel settore dell’edilizia in provincia di Treviso

2 minuti di lettura
Il Nucleo Ispettorato Carabinieri del Lavoro di Treviso, in collaborazione con le articolazioni territoriali del Comando Provinciale Carabinieri, ha svolto nei giorni…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio