Città Metropolitana di VeneziaSlide-mainVeneziaVideo

La Biennale di Venezia 2024: il Padiglione dei Paesi Nordici e “The Altersea Opera”

2 minuti di lettura

“The Altersea Opera” al Padiglione dei Paesi Nordici della Biennale di Venezia 2024 è un viaggio tra mitologia e arte contemporanea. L’opera, concepita da Lap-See Lam, trasforma il padiglione in un’imponente nave-dragone ricca di suggestioni e significati.

VENEZIA. La Biennale di Venezia 2024 presenta un’esperienza unica nel suo genere con il progetto “The Altersea Opera”, ospitato presso il Padiglione dei Paesi Nordici. L’artista svedese Lap-See Lam ha trasformato il padiglione in un affascinante scenario mitologico, creando un’immagine suggestiva di un gigantesco dragone marino che invita i visitatori a salpare per un viaggio attraverso la storia e il folklore.

Il cuore del progetto è una struttura in bambù lunga 38 metri, che si estende oltre i confini del padiglione. Questa straordinaria opera, ispirata al mitico “dragon ship”, è ricca di elementi simbolici e prende vita grazie a una combinazione di film, musica, e arte tessile. La prua e la coda del dragone richiamano l’antica tradizione nordica, evocando storie di avventure e ricerca delle radici.

Lap-See Lam ha collaborato con diversi artisti per dare vita a “The Altersea Opera”. Il compositore norvegese Tze Yeung Ho ha creato una colonna sonora unica che unisce tecniche musicali estese con elementi barocchi e pop. Il testo, scritto dalla stessa Lam, racconta la storia di Lo Ting, una figura mitologica metà uomo e metà pesce, che viaggia attraverso il tempo alla ricerca della sua patria, solo per trovarla irriconoscibile.

All’interno del Padiglione, i visitatori sono accolti da opere tessili realizzate da Kholod Hawash, un’artista finlandese di origini irachene. Le sue creazioni combinano elementi tradizionali di ricamo e cucito con motivi moderni e storie folcloristiche, aggiungendo una dimensione visiva ricca di dettagli e significati.

Il curatore del Padiglione dei Paesi Nordici, Asrin Haidari, ci racconta in una video intervista come “The Altersea Opera” rappresenti un’esplorazione poetica delle tematiche del dislocamento e dell’appartenenza. Haidari sottolinea come il progetto tocchi corde profonde, riflettendo il complesso rapporto tra il passato e il presente, tra il reale e l’immaginario.

“The Altersea Opera” è frutto di una collaborazione tra Moderna Museet, l’Ufficio per l’Arte Contemporanea della Norvegia (OCA) e il Finnish National Gallery Kiasma. Grazie al sostegno di diversi partner e fondazioni, il Padiglione dei Paesi Nordici offre ai visitatori un’esperienza immersiva che esplora la natura mutevole dell’identità e delle radici culturali.

La Biennale di Venezia 2024 si svolge dal 20 aprile al 24 novembre. Durante questo periodo, il Padiglione dei Paesi Nordici e “The Altersea Opera” promettono di offrire ai visitatori un viaggio indimenticabile nel mondo della mitologia e dell’arte contemporanea.

Articoli correlati
ItaliaOlimpiadi Parigi 2024Slide-mainSport

Italvolley vince ancora

3 minuti di lettura
Continua la corsa dell’Italvolley in Volleyball Nations League 2024. Battuta per 3-0 (25-12, 25-19, 25-21) la Repubblica Dominicana. MACAO (CINA) – Quinta…
Slide-mainSportVeneziaVideo

Si va a gara 4

3 minuti di lettura
Dopo una partita combattutissima l’Umana Reyer Venezia risorge e fa sua la partita con la Virtus Bologna. Venerdì si va a gara…
Slide-mainSostenibilitàTreviso

Treviso lancia il nuovo servizio di Bike Sharing

2 minuti di lettura
Presentato il nuovo servizio di bike sharing della città di Treviso, un’iniziativa innovativa gestita da Ridemovi per promuovere la mobilità sostenibile TREVISO…