#instacultAttualitàNewsSlide-mainSport

Fascia protetta?

1 minuti di lettura

One Love. Che nella nostra narrativa odierna non si riferisce al famoso pezzo di Bob Marley ma più precisamente ad una fascia introdotta dall’Olanda, approvata dalla Uefa e condivisa da altre nove Nazionali a sostegno dei diritti della comunità Lgbtq+.

E il disegno parla chiaro e mira dritto dritto al cuore e all’amore, un forte messaggio contro ogni forma di discriminazione.

Sin dall’alba dell’iniziativa lo spauracchio di sanzioni e multe erano date per certe ma in un certo senso “digeribili”, a prova di Maalox.

Poi ecco che da oggi si materializza all’orizzonte una punizione diversa ossia l’ammonizione, un cartellino giallo a tavolino che l’Uefa potrebbe comminare.

E allora cambia tutto, con il rischio di campioni che potrebbero rimanere al palo nel corso della competizione le fasce si tolgono, a malincuore.

Avanti tutta per l’ennesima volta, nel Mondiale estivo ma visto al freddo, eletto in maniera scandalosa, con la birra proibita e i cartellini punitivi.

La Fifa alla fine chiosa instaurando una fascia dal titolo “No discrimination”, inizialmente prevista dai quarti di finale e ora libera e immediatamente liquida.

Il pallone da sempre si gonfia, si sgonfia e si rigonfia.

In un mondiale che fa più discutere fuori dal rettangolo di gioco, inno dopo inno, fascia dopo fascia.

Credit photo by “Il post”

Instacult di Mauro Lama

Articoli correlati
Italia MondoNewsSlide-mainSport

Le nobili decadute del calcio mondiale

2 minuti di lettura
Belgio, Germania, Uruguay e Serbia. Quattro esclusioni eccellenti. I verdetti dei gironi in questi campionati Mondiali di calcio ci hanno regalato delle…
CulturaSlide-mainSocialeVenezia

Nasce a Dolo la biblioteca inclusiva, prima esperienza a livello regionale

2 minuti di lettura
In occasione della Giornata Internazionale deIle Persone con Disabilità istituita ufficialmente dall’ONU nel 1992 e celebrata ogni anno il 3 dicembre, è…
LavoroSlide-mainSociale

Giornata internazionale delle persone con disabilità: con la macchina a trazione elettrica di CREA e Inail l’agricoltura è accessibile

2 minuti di lettura
Il progetto di ricerca del prototipo Libera 2 è nato con l’obiettivo di permettere anche a chi non può usare gli arti inferiori…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio