Slide-mainVenezia

Ex CFP San Donà in concessione alla Città Meropolitana. Pronta la nuova sede del liceo Montale

1 minuti di lettura

PATRIMONIO. EX CFP DI SAN DONA’ IN CONCESSIONE GRATUITA FINO AL 2024 ALLA CITTA’ METROPOLITANA. ASSESSORE CALZAVARA, “PRONTA LA NUOVA SEDE DEL LICEO MONTALE”

La Giunta regionale del Veneto ha approvato, su iniziativa dell’assessore al Bilancio e alla Programmazione, Francesco Calzavara, lo schema d’atto che rinnova e posticipa al 2024 la scadenza della concessione d’uso gratuito dell’Ex Centro di Formazione Professionale di San Donà di Piave alla Città Metropolitana di Venezia.

“L’immobile di via Pralungo, di proprietà regionale, ma già da tempo nella disponibilità della Città Metropolitana, a breve diventerà sede unica del Liceo Montale, grazie a un intervento complessivo che ha permesso di ristrutturare l’ex CFP e costruire un nuovo blocco, beneficiando dei finanziamenti MIUR per gli interventi di miglioramento sismico – spiega l’assessore regionale al Patrimonio -. Grazie a questo intervento strutturale verranno concentrate in un unico plesso le attività dell’Istituto, fino ad oggi dislocate in diversi edifici della città, offrendo spazi rinnovati ma anche più sicuri”.

“Gli interventi di ristrutturazione dell’immobile di San Donà di Piave – continua l’assessore Calzavara-, condivisi e progettati dalla Città Metropolitana, oltre a valorizzare il patrimonio edilizio regionale miglioreranno l’organizzazione dell’attività didattica degli studenti e delle studentesse iscritti al Montale, offrendo nuove aule, nuovi laboratori e una nuova palestra. Si tratta di un risultato importante che nasce grazie alla collaborazione tra enti e valorizza l’offerta educativa della scuola superiore dell’intera area del Basso Piave”.

“Il contratto di concessione ad uso gratuito terminerà nel 2024, ma tenuto conto dello scopo di utilizzo dell’immobile, finalizzato a garantire la continuità educativa, valuteremo la completa cessione del bene – conclude Calzavara –. Il passaggio alla Città Metropolitana potrà avvenire anche prima della data di scadenza del contratto in essere, una volta che una commissione congiunta, composta dalla stessa Regione e dalla Città Metropolitana, avrà effettuato la stima dell’immobile. Il valore della compravendita terrà conto dell’importo degli interventi di valorizzazione già effettuati a cura e spese da parte dell’ente metropolitano”.

Articoli correlati
Slide-mainVeneto

Lavoro. Assessore Donazzan incontra CGIL, CISL e UIL del Veneto

1 minuti di lettura
LAVORO. ASSESSORE DONAZZAN INCONTRA CGIL CISL e UIL DEL VENETO. “MASSIMA ATTENZIONE E COLLABORAZIONE PER DIFESA OCCUPAZIONALE DA AUMENTO COSTI DI PRODUZIONE” Si è…
NewsSlide-mainVideo

TG WEB “Il Nuovo Terraglio” – Edizione del 15 gennaio 2022

1 minuti di lettura
Benvenuti alla prima edizione 2022 del TG WEB “Il Nuovo Terraglio”. Vediamo insieme le notizie più importanti di questa settimana.
Slide-mainVenezia

Vaccini anti Covid. Oggi e domenica in Veneto open day per bimbi 5-11 anni

1 minuti di lettura
Week end dedicato alla vaccinazione anti Covid per i bambini dai 5 agli 11 domani, sabato 15, e domenica 16 gennaio in…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!