Home / Mogliano  / Cna Treviso. E adesso scendono in campo gli illustratori de La Torre Disegnata per “raccontare” le imprese.

Cna Treviso. E adesso scendono in campo gli illustratori de La Torre Disegnata per “raccontare” le imprese.

E adesso scendono in campo gli illustratori de La Torre Disegnata per “raccontare” le imprese. Art’igiani: venerdì 9 aprile l’inedito di Zelda Teatro per Studio Pointer Evento finale il 16 aprile al Teatro del Pane (ore

E adesso scendono in campo gli illustratori de La Torre Disegnata per “raccontare” le imprese.

Art’igiani: venerdì 9 aprile l’inedito di Zelda Teatro per Studio Pointer

Evento finale il 16 aprile al Teatro del Pane (ore 21) con Mirko Artuso. Main sponsor CentroMarca Banca.

TREVISO, 07 APR. 2021 – Con gli eventi di venerdì 9 aprile (ore 18.30), presso Studio Pointer di Mogliano Veneto, e venerdì 16 aprile (ore 21) al Teatro del Pane, si chiude la rassegna Art’igiani, promossa da CNA provinciale di Treviso insieme al Teatro del Pane e all’ass. Torre Disegnata, ma non finirà la collaborazione tra il mondo dell’impresa artigiana e quello dei lavoratori dello spettacolo, che hanno valori e intenti comuni.

«Le aziende sono rimaste molto soddisfatte delle performance artistiche che hanno ospitato nei propri capannoni, laboratori, studi e negozi – ha spiegato Alfonso Lorenzetto, presidente di CNA territoriale di Treviso -, per loro è stato un modo inedito di comunicare il proprio brand e l’attività aziendale e, allo stesso tempo, hanno potuto dare un palcoscenico ad artisti che non si stanno esibendo da oltre un anno, di cui tutti sentiamo la mancanza. Come CNA auspichiamo che questa collaborazione continui perché porta valore ad ambedue questi mondi che, pur in modi diversi, concorrono a generare benessere, coesione sociale, bellezza».

L’iniziativa ha avuto la partnership di CNA Artistico nazionale, che difende gli interessi di quegli artisti che sanno convogliare la propria creatività e arte in progetti aziendali:

«Gli operatori dello spettacolo sono stati i più bistrattati nella gestione di questa emergenza pandemica, in cui non è mai stata fatta una valutazione minima di poter aprire in sicurezza, cosa che invece si poteva fare – ha affermato Gabriele Rotini, referente CNA Artistico nazionale -. L’iniziativa Art’igiani di Treviso ha visto un’inedita, bella collaborazione, che ha dato risposte concrete in questo momento drammatico, e che auspico possa portare a forme di collaborazione strutturate tra artigiani e artisti anche nel post covid».

ART’IGIANI, UN UNICUM A LIVELLO NAZIONALE

Art’igiani è un unicum a livello nazionale, che conferma ancora una volta la capacità della Marca Trevigiana di trovare soluzioni creative ai tanti problemi posti anche da questa ennesima crisi e di fare squadra nella convinzione che “non ci si salva da soli” e che nel momento in cui ci si scopre più deboli si può diventare più forti condividendo le energie.

Avviata il 29 gennaio, Art’igiani si articola in 10 performance ospitate da altrettante aziende del territorio. Si sono rese disponibili imprese della ristorazione, della produzione, della comunicazione, della fotografia, del marketing, dei servizi all’impresa, della ricettività alberghiera e artisti delle più diverse discipline: dal teatro alla danza, dalla musica (pop, jazz, lirica, d’autore) al canto alla comicità cabarettistica.

Nei “palcoscenici” delle imprese artigiane, si sono esibiti (e si esibiranno negli ultimi due live) noti e amati artisti: da Erika Boschiero a Olga Scalone con Ilaria Torresan, da Carlo Colombo a Marco Furio Forieri con Mauro Zulian e Luigi Toti, da Marco Ballestracci a One Man Pier, da Fabrizio Paladin a Silvia Bugno con Silvia Busato e Domenico Santonicola, da Mauro Martinuz ad Alberto Paolini, da Filippo Tognazzo con Riccardo Pes e Claudia Franco, a Mirko Artuso con i tre musicisti della Hanky Panky Band.

Nel percorso sono stati coinvolti 28 artisti, più le maestranze (operatori video, luci etc.), 12 imprese locali, per 10 spettacoli trasmessi on line che hanno avuto finora (e mancano gli ultimi due appuntamenti!) 26 mila visualizzazioni, con un ritorno di immagine, sia per le aziende, che per gli artisti, certamente più ampio di spettacoli dal vivo.

«La sensibilità degli artigiani verso il nostro mondo, colpito duramente e in modo irragionevole dalle misure anti pandemiche, è stata sorprendente – ha detto Mirko Artuso, direttore artistico del Teatro del Pane e partner di Art’igiani -. In questo progetto c’è stato molto cuore da parte di tutti i protagonisti, ed era quello di cui la nostra categoria di lavoratori aveva più bisogno in questo momento: sentire la vicinanza di altri comparti sociali, di altri lavoratori, sapere che per qualcuno il nostro lavoro è importante e riconosciuto».

VENERDÌ 16 APRILE, ore 18.30, DA STUDIO POINTER

CON l’INEDITO DI ZELDA TEATRO

La performance che sarà ospitata da Studio Pointer, venerdì 9 aprile alle ore 18.30, sarà un inedito, perché ideata e realizzata appositamente per Art’igiani. Si intitola Sguardi – Dire, fare, lavorare ed è stata prodotta da Zelda Teatro a partire dallo studio approfondito della realtà aziendale ospitante.

«Quando Luciano Gobbo, titolare della Pointer, mi ha contattato per lo spettacolo, mi sono trovato a parlare con un “collega” – racconta Filippo Tognazzo di Zelda Teatro -. Abbiamo la stessa passione per il nostro lavoro, lo stesso approccio artigianale. Entrambi lavoriamo giorno per giorno sulla base di un’esperienza e di tecniche acquisite nel tempo grazie ad errori e successi. Ma quotidianamente dobbiamo inventare qualcosa di nuovo, qualcosa di tagliato su misura. Mi è sembrato che l’argomento giusto sarebbe stato proprio questo: parlare del senso del nostro lavoro, anche in tempi di pandemia».

Ad ispirare l’attività di Studio Pointer è la prospettiva della responsabilità sociale di impresa, in stretta connessione con il territorio e le sue esigenze. Nato come spazio di per la fotografia, la grafica, l’elaborazione di immagini 3D, la realizzazione di video e soluzioni digitali, grazie ad una consolidata rete di collaborazioni, Studio Pointer rappresenta un punto di riferimento per molte realtà del Nordest.
Fedele ad uno spirito improntato alla valorizzazione delle risorse umane attraverso il concreto sostegno alla crescita professionale continua, Studio Pointer si propone come luogo di confronto, ricerca e collaborazione con realtà accademiche od operanti nei settori dell’innovazione.

«Abbiamo accolto l’iniziativa con l’idea di fare della solidarietà a una categoria di lavoratori in grande difficoltà – ha spiegato Luciano Gobbo, titolare di Studio Pointer – e ci siamo sorprendentemente trovati in un percorso entusiasmante che ha fatto crescere anche noi come azienda, come squadra di persone. L’arte, la cultura, lo spettacolo sono elementi essenziali della vita e abbiamo scoperto che stimolano anche il nostro fare impresa. Un’esperienza da ripetere».

Ad affiancare Filippo Tognazzo in Sguardi, ci saranno il violoncellista Riccardo Pes e l’acrobata Claudia Franco.

Riccardo Pes si è diplomato con il massimo dei voti all’Accademia Santa Cecilia con Giovanni Sollima e al Royal College of Music di Londra con Melissa Phelps. Conclusi gli studi, Riccardo ha intrapreso una carriera concertistica in Italia e all’estero esibendosi da solista in sale prestigiose come Sala Sinopoli di Roma, Royal Albert Hall di Londra e Schloss Laudon di Vienna. Recentemente ha firmato un contratto con la casa editrice Sonzogno di Milano per la pubblicazione delle sue composizioni.

Claudia Franco, artista di circo contemporaneo di origine italo- brasiliana, si diploma alla scuola di circo “Flic” di Torino e alla scuola superiore di arti circensi “Esac” di Bruxelles (Belgio). La sua disciplina principale è la ruota Cyr, inseparabile compagna di viaggio. Co-fondatrice della compagnia “Cometa Circus”, attualmente fa parte del “circo Patuf” e negli anni si è dedicata anche a condividere la propria arte in progetti di circo sociale in Burkina Faso, in America Latina e in Turchia.

Sguardi – Dire, fare, lavorare parlerà di lavoro e business, passione e mercato, tecnica e tecnologia.

«In questi anni ho girato fra botteghe di artigiani: falegnami, sarti, tappezzieri, artisti del cuoio, orologiai, orafi, grafici, fotografi di moda e d’arte, vetrai, ma anche liutai, perfino un forcolaio. Giorni a lavorare un pezzo di legno come una volta. Lo potrebbe fare una macchina, ma lo farebbe peggio. La macchina ha tecnica, ma non ha la storia. Il suo prodotto costa meno, ma ha meno valore» aggiunge Filippo Tognazzo per raccontare il senso del suo spettacolo.

VENERDÌ 16 APRILE, ore 21, AL TEATRO DEL PANE LA PERFORMANCE FINALE

CON MIRKO ARTUSO E HANKY PANKY BAND. MAIN SPONSOR CENTROMARCA BANCA

Nel frattempo, il progetto Art’igiani si è arricchito di un nuovo partner, CentroMarca Banca, main sponsor dell’evento finale della rassegna, che si terrà al Teatro del Pane venerdì 16 aprile alle ore 21. Lo spettacolo Il Canminante. Racconto di un cammino lungo il fiume Piave è stato scritto e sarà interpretato da Mirko Artuso, accompagnato da Hanky Panky Band.

«L’arte e la cultura sono beni preziosi per la società e come tali vanno tutelati. Sono uno strumento fondamentale per rimanere uniti e superare insieme un momento così difficile come quello odierno – ha affermato Claudio Alessandrini, direttore generale di CentroMarca Banca -. Siamo orgogliosi di essere al fianco di chi ha collaborato per organizzare questo progetto, chi si è adoperato per attivare questa sinergia mettendo insieme istituzioni, associazioni e privati con l’obiettivo di far rivivere il mondo dello spettacolo e al fine di sostenere artisti e lavoratori professionisti di questo settore particolarmente colpito.»

Con la sua performance Mirko Artuso lancerà un messaggio: viaggiare non è mai stato così necessario come oggi.

L’ARTIGIANO ILLUSTRATO: LA COLLABORAZIONE CONTINUA

L’ass. La Torre Disegnata di Vittorio Veneto, presieduta da Michele Vespini, con segretario Roberto Da Re Giustiniani (Kellermann Editore), associa una decina di illustratori di fama e nazionale, come Arcadio Lobato, allievo di Štĕpán Zavřel, che ad Art’igiani ha donato l’illustrazione-simbolo: due mani che si incontrano, quelle degli imprenditori e quelle degli artisti, per quest’alleanza che ha desiderato dare un segnale di rilancio al nostro territorio.

La Torre Disegnata partner strategico di Art’igiani e ora ha deciso di donare alle imprese che in questi mesi hanno ospitato gli artisti un’illustrazione che racconti il loro lavoro.

Le tavole illustrate verranno poi esposte in una mostra reale o virtuale.

Gli artigiani potranno liberamente utilizzare l’immagine a scopo anche commerciale e pubblicitario. E, per loro, sarà un nuovo modo di valorizzarsi e comunicare se stesse.

In questi mesi hanno imparato a farlo ospitando artisti e spettacoli live trasmessi su FB, e ora avranno una nuova opportunità di espnadere la propria brand awareness e far conoscere al mondo i propri prodotti e servizi.

DOVE SI POSSONO VEDERE GLI EVENTI DI ART’IGIANI

Le performance di Art’igiani vengono sarà trasmesse in diretta sulla pagine FB di CNA Treviso, CNA Nazionale, CNA Artistico Nazionale, CNA Agroalimentare nazionale, CNA Veneto, Teatro del Pane, La Torre Disegnata, Oggitreviso, CNA Asolo, CNA Castelfranco, CNA Conegliano, CNA Montebelluna, la pagine delle aziende, degli artisti e degli sponsor.

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni