Slide-mainVenezia

CGIL. Decreto Green Pass, lunedì rischio caos nelle scuole comunali

1 minuti di lettura


IL recente decreto che estende l’utilizzo del Green Pass nelle scuole Comunali non sta trovando una
pronta ed adeguata risposta dell’Amministrazione che rischia di lasciare nel caos le scuole il primo
giorno – dichiara Daniele Giordano
Da un anno sosteniamo che serva potenziare il personale dei servizi educativi ed incluso l’organico
di Ames e abbiamo solo ricevuto risposte negative.
Questo personale dovrà gestire l’accesso alle scuole e verificare che tutti coloro che accedono
abbiano il Green Pass per accedere alle strutture scolastiche. In caso dovesse ravvisare l’assenza del
certificato verde dovrà sostituirsi ai genitori per gestite l’accoglienza e le educatrici e insegnanti
procedere all’accoglienza.
Cosa accadrà nel caso se si presentassero tre famiglie in contemporanea ed una sia sprovvista di
Green Pass? Ci saranno inevitabili difficoltà e l’Amministrazione dovrebbe immediatamente
affrontare il problema invece di rimandare ogni scelta a lunedì pomeriggio, come indicato in una
nota al personale, come se per il primo giorno ci si possa arrangiare un po’ a caso.
Da mercoledì le scuole saranno a tempo pieno e potrebbe non esserci in molte sezioni la
compresenza di personale per tutta la durata del periodo di accesso, sperando anche che nessuna
educatrice o insegnante si ammali. Cosa faranno le educatrici e le insegnanti che magari dovranno
gestire l’accoglienza di un bambino e contemporaneamente tenere la sezione?
Parliamo della salute dei bambini e delle famiglie e non certo di qualche gioco in giardino da
sostituire.
Questo prevedrebbe inevitabilmente una revisione organizzativa e un ripensamento dei momenti di
accoglienza per evitare che vi siano sovrapposizioni e ritardi. La Giunta invece fa la scelta di
esternalizzare le scuole, come fatto con il Millecolori, perchè sono incapaci di gestire questi servizi e
momenti come questi ne sono la dimostrazione. Meglio affidarli al privato e non avere alcuna
responsabilità se non quella di tagliare nastri inaugurali.
Purtroppo, abbiamo visto l’Assessore Besio più interessata all’inaugurazione delle scuole private
come il Millecolori, l’Assessore Zuin tenacemente convinto di tagliare lo stipendio alle lavoratrici
trasformando le assenze per cassa integrazione in malattia, che a valorizzare e rilanciare i servizi
educativi.
Serve un cambio di passo radicale per la scuola pubblica comunale, con il potenziamento degli
organici e serve riconoscere l’indispensabile lavoro che fa il personale Ames che è parte integrante
della tenuta dei servizi.

Articoli correlati
Slide-mainVenezia

Polizia locale, decoro urbano: controlli e sanzioni in Campo Santa Margherita

1 minuti di lettura
Nella serata e nella notte tra venerdì e sabato scorsi la Polizia locale è intervenuta ancora in Campo Santa Margherita, nell’ambito di…
Slide-mainVenezia

A Venezia la 35^ edizione della Venicemarathon

2 minuti di lettura
A Venezia la 35^ edizione della Venicemarathon. Il vicesindaco Tomaello: “Una giornata straordinaria all’insegna dello sport” Una giornata di sole all’insegna dello…
MarconSlide-main

Marcon. Morto l'imprenditore Silvano Guerra

1 minuti di lettura
Giovedì scorso è morto Silvano Guerra, l’imprenditore veneziano che aveva fondato l’azienda di Marcon Guerra Lampadari.Era un uomo pieno di vita ed…

    RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
    ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!