Slide-mainTutela Consumatori

Caro bollette, agosto-settembre stratosferici ma novembre in calo

3 minuti di lettura

Il peggiore incubo di questi tempi per le famiglie? Non c’è dubbio, le bollette. E quelle arrivate nelle ultime settimane a molti utenti mestrini non possono che togliere il sonno, come confermato dalle numerose persone che, in massa, si sono rivolte all’Adico in questi giorni. Stiamo parlando di fatture della luce relative al periodo agosto settembre e che superano spesso i 400 euro per nuclei familiari composti da due persone e residenti in abitazioni di dimensioni medie, fra gli 80 e i 100 metri-quadrati.

Le stesse persone che segnalano questi importi stratosferici, dichiarano di aver pagato nel 2021 circa 150 euro per lo stesso bimestre, quindi il 60 per cento in meno. Ma cos’è successo? Qualche errore da parte dei fornitori? Un consumo eccessivo dell’aria condizionata a causa di una estate fin troppo rovente e duratura? Nulla di tutto ciò. Il problema, semmai, è legato alla bolla inflazionistica e alle speculazioni che nel trimestre luglio-agosto-settembre hanno fatto registrare tariffe mai viste sul costo dell’energia elettrica, con il top di agosto quando la borsa elettrica nazionale segnava un costo di 55 centesimi al chilowatt contro i 13 centesimi medi del 2021.

La buona notizia, però, è che i prezzi dell’energia elettrica da novembre sono crollati di oltre il 70% e le bollette saranno decisamente più leggere, a meno che qualche fornitore non decida di fare il furbo.

Adico ha analizzato i costi della borsa elettrica nazionale a partire da gennaio, rilevando “una fluttuazione dei prezzi a dir poco “pazza”, con cifre (alle quali va aggiunto poi lo spread, ovvero il guadagno dell’azienda fornitrice oltre a oneri, accise e imposte) “sedute” sulle montagne russe e quindi capaci di salire in modo repentino da un mese a un altro per poi scendere improvvisamente in picchiata”.

Così, se a gennaio il costo della luce nella borsa elettrica nazionale era di 22 centesimi al chilowatt, a luglio è salito a 44 centesimi per toccare la cifra “monstre” di 54 centesimi ad agosto e scendere, ma di poco, a settembre, con 43 centesimi al chilowatt. A novembre, però, la borsa, nei primi dieci giorni, segnala un prezzo di 15 centesimi, con un decremento del 72% rispetto ad agosto.

Facciamo alcuni esempi concreti – continua Adico. – Prendiamo una famiglia di due persone e un consumo medio di 6 chilowatt al giorno, 180 al mese, 2.160 all’anno. In teoria – senza contare lo spread del fornitore e tantomeno i vari oneri e le imposte ma solo il prezzo della borsa elettrica nazionale – per i 180 chilowatt il nucleo familiare preso in esame ha speso 40,41 euro a gennaio e 97,80 euro ad agosto. A novembre, salvo sorprese, la bolletta della “nostra” famiglia crollerà a circa 27,50 euro”.

Naturalmente i consumi presi in esame sono esemplificativi anche perché, com’è noto, d’estate la bolletta della luce si impenna per l’utilizzo dell’aria condizionata. In realtà, come spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico, “ci stanno contattando persone che per agosto e settembre hanno ricevuto fatture bimestrali da 380/400 euro, salassi mai vissuti prima e ai quali si può fare fronte solo con una richiesta di rateizzazione che il fornitore non può e non deve rifiutare. In teoria, da novembre le bollette saranno molto più leggere ed è fondamentale che la gente lo sappia in modo da poter contestare eventuali importi simili a quelli di agosto e settembre a fronte di consumi invariati”.

E la manovra del governo? “Di fatto – conclude Garofolini – per le famiglie non c’è assolutamente nulla contro il caro-bollette e in genere contro il caro-vita se non la conferma dei provvedimenti adottati dal governo precedente e non tutti, visto che si mira a togliere lo sconto di 30 centesimi sulla benzina. Per ora un vero e proprio flop, imprevedibile di fronte promesse elettorali di tutt’altro tenore”.

Qui di seguito la tabella con i costi della luce indicati nella borsa elettrica nazionale e i relativi esempi tarati sui consumi medi mensili (180 chilowatt) di una famiglia composta da due persone.  Elaborazione Adico su borsa elettrica nazionale.

mesecosto al chilowatt (€)spesa (solo consumi) 180 Kgwatt (€)
gennaio                            0,22                            40,41
febbraio 0,21                             38,10
marzo                            0,31                               55,45
aprile                 0,25                             44,27
maggio                            0,23                             41,41
giugno                            0,27                             48,84
luglio                            0,44                             79,50
agosto                            0,54                             97,77
settembre                            0,43                             77,39
ottobre                            0,21 38,07
novembre                            0,15     27,49
Articoli correlati
Italia MondoNewsSlide-mainSport

Le nobili decadute del calcio mondiale

2 minuti di lettura
Belgio, Germania, Uruguay e Serbia. Quattro esclusioni eccellenti. I verdetti dei gironi in questi campionati Mondiali di calcio ci hanno regalato delle…
CulturaSlide-mainSocialeVenezia

Nasce a Dolo la biblioteca inclusiva, prima esperienza a livello regionale

2 minuti di lettura
In occasione della Giornata Internazionale deIle Persone con Disabilità istituita ufficialmente dall’ONU nel 1992 e celebrata ogni anno il 3 dicembre, è…
LavoroSlide-mainSociale

Giornata internazionale delle persone con disabilità: con la macchina a trazione elettrica di CREA e Inail l’agricoltura è accessibile

2 minuti di lettura
Il progetto di ricerca del prototipo Libera 2 è nato con l’obiettivo di permettere anche a chi non può usare gli arti inferiori…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio