DigitalItalia MondoSlide-main

TV, il futuro dell’audiovisivo tra broadcasting e nuove tecnologie

1 minuti di lettura

Verso un ecosistema audiovisivo 5.0: infrastrutture, servizi e tecnologie” sarà il tema dell’Innovation Day di HD Forum Italia (HDFI), l’organismo di filiera che riunisce ventisei aziende leader nel settore del broadcasting, dell’audiovisivo e delle telecomunicazioni. I lavori della conferenza si svolgeranno venerdì 25 novembre presso le Officine Farneto a Roma (via dei Monti della Farnesina 77) in presenza di esperti e professionisti del settore, moderati dalla giornalista Mila Fiordalisi.

Il confronto verterà su alcuni degli aspetti più rilevanti dell’evoluzione del sistema televisivo in Italia, dal broadcasting lineare tradizionale alla crescente fruizione di contenuti on-demand, dal ruolo dei tradizionali operatori del settore televisivo al quello degli attori OTT (Over The Top), con sullo sfondo l’affermazione della “hybrid tv” e ai suoi nuovi sistemi di advertising. Il tutto senza perdere di vista il digitale terrestre, che continua a rappresentare la tecnologia più pervasiva del sistema televisivo italiano, colto in una fase delicata dal momento che il 21 dicembre si completerà la prima fase dello switch-off con la chiusura dei canali di bassa qualità basati sulla tecnologia MPEG-2 in vista dell’introduzione ormai prossima del nuovo standard trasmissivo DVB-T2, con le relative ricadute sull’utenza finale e sugli operatori.

Alle Officine Farneto verrà allestita anche un’area dimostrativa di nuove tecnologie e applicazioni che stanno modificando in modo profondo il media televisivo. L’area sarà aperta fin dalla mattina a tecnici, esperti e stampa specializzata, con la presenza di partner industriali di altissimo livello, come Eutelsat, Lutech, MainStreaming, Mediaset, Tivù, Fastweb e Sisvel Technology. Media partner dell’evento è la testata specializzata CorCom.

“L’Innovation Day sarà incentrato sul tema dell’evoluzione dell’ecosistema audiovisivo, fatto di broadcasting tradizionale e di operatori OTT, sempre più presenti sul mercato, con l’industria manifatturiera al centro in ottica 5.0, ovvero sostenibile, human centric e resiliente, come indica l’Unione Europea”, spiega Tonio Di Stefano, presidente di HDFI. “Al centro della discussione, saranno il concetto di hybrid broadcasting, i nuovi modelli di interazione tra contenuti e pubblico e le nuove soluzioni per l’advertising, con un focus su un driver di mercato come gli eventi sportivi e il gaming. Infine, ma non da ultimo, affronteremo il delicato tema del futuro della televisione digitale terrestre successivamente allo switch-off dell’MPEG-2”.

Articoli correlati
MestreSlide-main

Dedicato a Don Franco De Pieri il nuovo ponte ciclopedonale in riviera Marco Polo

1 minuti di lettura
La Giunta comunale riunita ieri ha approvato, su proposta dell’assessore alla Toponomastica Paola Mar, la delibera con la quale si autorizza l’intitolazione a Don…
AnimaliMargheraMestreSlide-mainVenezia

Colonie feline, arriva il bando per i contributi finanziari del Comune di Venezia

1 minuti di lettura
La Giunta comunale riunita ieri ha approvato, su proposta dell’assessore all’Ambiente Massimiliano De Martin, la delibera che contiene gli indirizzi, i requisiti e i…
Slide-mainTrevisoTutela del Cittadino

Carabinieri e pagamenti online, 5 denunce per truffa

1 minuti di lettura
I CC della Stazione di Dosson di Casier hanno denunciato, per truffa in concorso, un 18enne residente a Roma e una 38enne,…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio