Home / Posts Tagged "Toti Dal Monte"

Dal 7 al 12 giugno 2021 al Teatro Mario Del Monaco le audizioni della 49ma edizione del concorso internazionale per cantanti nato a Treviso nel 1969, trampolino di lancio per prestigiosi nomi della lirica. Iscrizione gratuita a partire dal 12 aprile

 

Come promesso alla città di Treviso dall’Amministrazione comunale e dallo Stabile del Veneto ritorna al Teatro Mario del Monaco il concorso internazionale per cantanti “Toti Dal Monte”. Dopo una pausa di due anni e un rinvio dovuto all’emergenza Covid-19, dal 7 al 12 giugno 2021 si terranno le audizioni per la 49ma edizione del primo concorso in Italia e nel mondo che offre ai vincitori oltre che un premio in denaro anche il debutto in palcoscenico, in questo caso nei ruoli del Don Pasquale, opera buffa in tre atti di Gaetano Donizetti, ovvero Don Pasquale, basso, Dottor Malatesta, baritono, Ernesto, tenore, Norina, soprano, Un Notaro, basso.

 

“Quella di oggi è l’ennesima giornata importante per il Teatro Mario del Monaco. Era fondamentale dare continuità a un Premio straordinario come il “Toti Dal Monte” che darà la possibilità agli artisti di costruirsi un percorso nel mondo della musica – dichiara Mario Conte, Sindaco di Treviso. – Abbiamo mantenuto la promessa di restituire ai trevigiani questo Premio, un vero e proprio pezzo di storia che torna a rivivere oltreché un tassello prestigioso nel percorso di valorizzazione che abbiamo intrapreso in sinergia con il Teatro Stabile.”

 

Il concorso nato nel 1969, per volontà di Antonio Mazzarolli e del celebre soprano Toti Dal Monte, a cui è stato intitolato dal 1975, nel corso degli anni ha premiato ben 260 cantanti, con una percentuale di stranieri che raggiunge quasi il 50%. Molti di essi hanno in seguito intrapreso prestigiose carriere internazionali calcando le scene dei maggiori Teatri al mondo, tra questi si ricordano il soprano Ghena Dimitrova, il soprano Mariella Devia, il basso Ferruccio Furlanetto.

 

“Fin dall’inizio, quando la gestione del Teatro Del Monaco è passata allo Stabile del Veneto, ci siamo impegnati per riportare in città questo prestigioso concorso, un vanto per Treviso che ha lanciato sulla scena internazionale della lirica grandi cantanti e che ha sempre raccolto una numerosa partecipazione dall’Europa e da tutto il Mondo – commenta Massimo Ongaro, direttore del Teatro Stabile del Veneto. – A distanza di due anni siamo di nuovo insieme ad annunciare finalmente il ritorno del premio. Con il Toti Dal Monte vogliamo rilanciare e valorizzare la vocazione musicale di questa città attraverso il talento e la formazione delle giovani generazioni. In questo particolare momento storico con le difficoltà in cui versa il mondo della cultura, abbiamo deciso di rendere gratuita l’iscrizione di questa edizione, proprio per incentivare la partecipazione dei ragazzi e costruire insieme a loro il futuro della musica”.

 

“Il Toti Dal Monte è un concorso storico, che viene da lontano e che ha sempre conservato una vocazione internazionale con partecipanti provenienti da tutta Europa e in molti casi anche dall’Africa – aggiunge Stefano Canazza, direttore artistico della stagione lirica e concertistica del Teatro Mario Del Monaco. – L’edizione di quest’anno, in virtù della precarietà del momento che caratterizza il mondo della cultura e della musica, prevede un elemento di novità del tutto simbolico che è dato dalla gratuità dell’iscrizione. Stiamo inoltre coinvolgendo importanti direttori artistici di realtà internazionali che, dopo una fase di preseleziona on line, andranno a comporre la commissione che dovrà giudicare e selezionare i talenti per i quali questo concorso auspichiamo sia, come è stato per molti in passato, un vero e proprio trampolino di lancio. Il nostro augurio ed obiettivo è di riuscire a continuare ad onorare al meglio Treviso, la memoria del nostro territorio, di Mario Del Monaco e di Toti Dal Monte a cui è dedicato questo premio”.

 

Il bando

Dopo una fase di preselezione online in cui si chiederà ai candidati di inviare un video di prova, una Commissione giudicatrice, costituita da rappresentanti degli Enti co-produttori e da eminenti personalità del settore artistico musicale internazionale, selezionerà i vincitori dei rispettivi ruoli nelle recite programmate nella stagione 2021-2022 al Teatro Comunale Mario Del Monaco e nella stagione lirica 2021 del Comune di Padova. La domanda di iscrizione dovrà pervenire al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso tra il 12 e il 30 aprile 2021, secondo le modalità previste dal bando.

 

L’opera protagonista del bando è il Don Pasquale, ambientato a Roma agli inizi del XIX secolo, fu composto in undici giorni e rappresentato la prima volta al Theatre des Italiens di Parigi il 3 gennaio del 1843, quando Gaetano Donizetti aveva 46 anni ed era dunque al punto di maturità della sua carriera artistica.

 

Per maggiori informazioni tramite email: [email protected]teatrostabileveneto.it.

Continuiamo con la pubblicazione a puntate del libro scritto dal nostro concittadino, Nuccio Sapuppo. In questa raccolta l’autore ha voluto raccontare – in forma di monografie – luoghi, avvenimenti e personaggi figli di Mogliano che si sono distinti per le opere che hanno compiuto nella loro vita

 

Toti Dal Monte
(n. a Mogliano il 27.06.1893, m. a Pieve di Soligo il 26.01.1975)

 

Toti Dal Monte era il nome d’arte, mentre il suo vero nome era Antonietta Meneghel, famoso soprano ed attrice vissuta nei decenni a cavallo della seconda guerra mondiale. La sua fama raggiunse velocemente traguardi internazionali lusinghieri.

 

Era nata da una coppia di Insegnanti che esercitavano la loro professione a Zerman dove inizialmente abitavano. Dopo alcuni anni si trasferirono al centro di Mogliano scegliendo come residenza, di fronte alla stazione ferroviaria dei treni in una sontuosa e bellissima villa appartenuta precedentemente alla famiglia Koflak, a pochi passi dalla casa Municipale e dalla chiesa madre del paese. A Mogliano i coniugi Menerghel erano considerati oltre che benestanti anche una famiglia facoltosa.

 

Per quanto riguarda la sua residenza di Mogliano, nonostante si tratti di tempi abbastanza recenti gli storici sostengono due ipotesi. La prima afferma che la vera residenza di Toti Dal Monte, quando lei ha abbandonato le scene della lirica e del teatro e se ne è andata  ad abitare a Pieve di Soligo, venne demolita. Mentre l’altra afferma che effettivamente l’illustre personaggio della lirica e del teatro italiani, nostra venerabile concittadina, abbia abitato nella casa che era stata la residenza dei Coflack e che viene indicata nella foto.

 

Francamente mi sento di condividere questa seconda ipotesi e immaginare la bella signora, regina della melodia dalla ugola d’oro, mentre gironzolava da una stanza all’altra fra le mura di quella meravigliosa residenza, magari mentre accennava qualche gorgheggio.

 

Oggi la famosa villa è diventata in parte un piccolo Museo contenente oggetti che ricordano la memoria del famosissimo soprano moglianese ed in parte un bed & breakfast di lusso, per volere e l’interessamento dell’ex sindaco di Mogliano Giovanni Azzolini, che con tale iniziativa ha inteso intraprendere l’attività di imprenditore.

 

 

 

 

Dentro vi è un vero e proprio viale di grammofoni dell’epoca, di tessuti damascati e richiami alla Belle Epoque della lirica per celebrare la storica cantante moglianese con un vezzo alla francese, la nuova struttura si chiama Relais Totì. A Pieve di Soligo, dove Toti dal Monte andò a vivere dopo essersi ritirata dalle scene e dove morì invece esiste un ben più ricco Museo.

 

Toti Dal Monte aveva una voce di una tale ampiezza armonica che le consentiva di spaziare con facilità nel suo vasto repertorio da Puccini in Madame Butterfly a Bellini in Casta Diva. Sono rimaste memorabili nella storia dell’Opera Lirica le sue interpretazioni di Lucia di Lammermoor, Elisir d’amore e Madame Butterfly. Fin dal suo esordio avvenuto a Milano alla Scala, fu la cantante prediletta da Arturo Toscanini. Fece numerose tournée all’estero, in quasi tutto il mondo, soprattutto in America Latina. Le sue esibizioni si concludevano sempre con un clamoroso trionfo coronato e premiato con applausi della durata di decine di minuti.

 

Dopo aver smesso di cantare, dedicò parecchi anni con notevole successo al teatro collezionando collaborazioni con insigni colleghi del calibro di Enrico Maria Salerno e Cesco Baseggio della cui Compagnia fece parte per diverso tempo.

 

Alcune cronache riferiscono che passando per Mogliano si fermava a salutarla Mario Del Monaco, il quale si faceva accompagnare davanti a casa sua a bordo della lussuosissima Rolls Royce che faceva parcheggiare molto in vista nel piazzale della stazione ferroviaria di Mogliano.

 

In un’altra occasione, quando lei era al massimo splendore della sua carriera, appena sparsa la voce, si era formata immediatamente una folla di gente curiosa davanti all’ingresso della sua villa a fianco del piazzale della stazione perché Toti aveva ricevuto in visita l’ormai anziano Maestro Arturo Toscanini che si intrattenne a casa sua per almeno un paio d’ore. In parecchi testimoniarono di averlo visto uscire dalla casa di Toti dal Monte, la quale lo aveva accompagnato alla macchina ed una piccola folla formatasi al momento lo aveva applaudito a lungo.

Con l’arrivo a Mogliano della cantante e chitarrista Liss Amado, l’associazione Gli Amici della Musica “Toti Dal Monte” di Mogliano si prepara a inaugurare la prossima stagione musicale.

 

Liss è una delle più apprezzate e applaudite artista del repertorio dei classici latinoamericani e sabato 16 febbraio, alle ore 18.30, si esibirà insieme al suo ensemble – Paolo Prevedello al pianoforte e Domenico Santaniello al contrabbasso – nella accogliente veranda di Villa Condulmer.

 

Come di consueto, per l’occasione Hotel Villa Condulmer propone un proseguimento di serata con una cena composta da un primo, un secondo un dessert e bevande, al prezzo contenuto di €30.

 

Le prenotazioni saranno accettate entro il 12 febbraio, ai numeri:
348.9025425 • Paolo
348.7265243 • Claudio
338.8308500 • Ester

 

Chi lo volesse, può sottoscrivere o rinnovare la propria iscrizione all’associazione.
La quota è di €30, ma se qualcuno volesse donare qualcosa in più, l’associazione riuscirebbe a pagare l’affitto della sede.

 

Di seguito, il calendario ricco di interpreti che ci terrà compagnia fino alla prossima estate:

• venerdì 22 febbraio, ore 17.30 – Sala grande del Centro Pastorale – Conferenza del prof. Mabilia: Musica lirica – Traviata
• venerdì 8 marzo, ore 17:30 – Sala grande del Centro Pastorale – Conferenza del prof. Mabilia: Musica sinfonica – La Quinta di Beethoven
• sabato 16 marzo, ore 18:30 – Villa Condulmer CONCERTO PIANISTICO di Gabriele Strata vincitore del Premio Venezia 2018
• sabato 23 marzo, ore 17 – Duomo CONCERTO POLIFONICO del Coro “Sine Nomine”
• domenica 14 aprile, ore 17 – Duomo CONCERTO PASQUALE dell’Ensemble “Oficina Musicum”
• domenica 5 maggio, ore 16 – Centro Sociale CONCERTO per il Centro Anziani
• sabato 18 maggio, ore 18.30 – Villa Condulmer TRIO VENETO Dalsass, Ligresti, Vianello
• 1-2-3 giugno, Viaggio musicale a Firenze, Concerto al Teatro del Maggio: direttore Zubin Mehta con Daniel Barenboim al pianoforte
• sabato 22 giugno, ore 18.30 – Villa Condulmer  SAX APPEAL Duo sax e pianoforte
• 26-27-28 luglio, alle ore 21 – parco di Villa Longobardi MONTEZUMAFEST 2019

L’associazione “Amici della Musica Toti dal Monte“, in collaborazione con le associazioni di Quartiere Nord e Quartiere Sud di Mogliano Veneto, organizza per domenica 16 dicembre il Concerto di Natale 2018, in Duomo S. Maria Assunta.

 

Ad eseguire il ricco programma, che prevede musiche di J. S. Bach, A. Vivaldi, M. E. Bossi e R. Moretti, sarà il Maestro Donato Cuzzato, organista di Treviso e direttore artistico dal 1986 del Festival Internazionale “I Concerti d’Organo, che ha visto partecipi alcuni tra più grandi interpreti del circuito musicale europeo. È inoltre direttore artistico del prestigioso Festival Organistico Internazionale di Collalto (TV).

 

Il Maestro avrà l’opportunità di esibirsi sullo storico organo Tamburini del Duomo, un prestigioso modello risalente al 1913.

 

Appuntamento dunque domenica 16 dicembre alle ore 16:30 .

 

Ingresso libero

Ritorna anche quest’anno il concorso di carattere internazionale per cantanti “Toti dal Monte”, che si svolgerà al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso, dal 25 al 30 giugno 2018.

 

 

L’opera a concorso quest’anno è Le nozze di Figaro di Wolfgang Amadeus Mozart, mentre i ruoli, nello specifico, sono:

il conte di Almaviva – baritono

la contessa di Almaviva – soprano

Susanna – soprano

Figaro – basso

Cherubino – soprano

Marcellina – soprano

Bartolo – basso

Basilio / Don Curzio – tenore

Barbarina – soprano

 

 

La prova semifinale del Concorso si terrà al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso giovedì 28 giugno, a partire dalle ore 11.00. L’ingresso è libero.

Altrettanto libero sarà l’ingresso per la prova finale, che si terrà invece sabato 30 giugno alle ore 17.00, sempre presso il Teatro di Treviso.

 

 

Premi:

 

Ai vincitori del Concorso sarà corrisposto, per ogni recita, il compenso lordo di € 2.500 per i ruoli de: il conte di Almaviva, la contessa di Almaviva, Susanna, Figaro, Cherubino, Basilio/Don Curzio; di € 2.000,00 per i ruoli di Bartolo e Marcellina; di € 1.200 per il ruolo di Barbarina.

 

Verrano corrisposte anche delle borse di studio da € 300,00 lordi a € 1.000,00 lordi ciascuna nelle seguenti modalità:

• 1 borsa di studio da € 600, offerta dalla Famiglia Bruzzolo in memoria del dott. Renzo Bruzzolo, da assegnare a un concorrente italiano

• 1 borsa di studio da € 300, offerta da SUONOVIVO S.r.l. – Noleggio e vendita camere acustiche per orchestra

• 1 borsa di studio da € 1.000, offerta da Teatri e Umanesimo Latino S.p.A.

• 1 borsa di studio da € 1.000, offerta da Fondazione Teatro Comunale di Ferrara

• 1 borsa di studio da € 1.000, offerta da Fondazione PergolesiSpontini di Jesi.

 

Il premio Belcanto di Bellussi, del valore di € 5.000, sarà destinato al miglior interprete scelto tra i vincitori del suddetto Concorso, secondo il parere del pubblico presente alle rappresentazioni dell’opera realizzare al Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso.

 

 

Info e iscrizioni:

bando

scheda iscrizione 2018 (da consegnare alla segreteria del Concorso)

Si ricorda che la domanda di iscrizione, corredata dei documenti necessari indicati nel bando, dovrà pervenire entro sabato 16 giugno 2018. Si ricorda inoltre che il limite di età per partecipare al Concorso, è fissato in anni 35. Inoltre, all’atto d’iscrizione, i concorrenti che a fine Concorso ne risulteranno vincitori si impegnano a presenziare alle prove e a tutte le successive recite che si terranno nei diversi teatri, a partire da fine settembre a inizio novembre 2018 e, successivamente, a inizio maggio 2019. (Coloro che verranno meno ai loro obblighi contrattuali saranno tenuti a versare una penale pari al doppio del compenso stabilito.)

 

 

Storia del Concorso:

Sorto nel 1969, per volontà di Antonio Mazzarolli e del soprano Toti Dal Monte, il Concorso Internazionale per Cantanti Toti Dal Monte si impose subito all’attenzione del mondo musicale internazionale per prestigio e singolarità di concezione. Fu, infatti, il primo concorso in Italia e nel mondo a offrire ai vincitori non un semplice premio in denaro, bensì il debutto in palcoscenico negli stessi ruoli dell’opera oggetto del concorso.

Il Concorso, che a partire dal 1975 fu intitolato alla scomparsa Toti Dal Monte, ha premiato fino ad oggi ben 253 cantanti, molti dei quali hanno in seguito intrapreso prestigiose carriere calcando le scene dei maggiori teatri al mondo.

 

Domani 25 marzo, alle 16, in Villa Marignana Benetton, via Marignana, 112, verrà illustrata la figura della “nostra” Toti Dal Monte in un incontro dal titolo: TOTI DAL MONTE – Il soprano di Toscanini, cui seguirà un rinfresco con pubblico e ospiti.

L’ingresso è libero.

 

Sarà questo il quarto e ultimo appuntamento di “Creatività al femminile”, un ciclo di incontri di approfondimento dedicato alle esperienze di alcune importanti figure femminili del XIX e XX secolo, organizzato dal Museo Toni Benetton, casa-museo dedicata allo scultore trevigiano con sede in Villa Marignana a Mogliano Veneto.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni