Home / Posts Tagged "Rugby"

Domenica 8 dicembre, l’Under 100 sarà presente in piazza a Mogliano Veneto con il tradizionale banchetto solidale. A tutti coloro che verranno a trovarci verrà offerta porchetta e vin brulè in cambio di una piccola offerta. Il ricavato verrà usato quest’anno in sostegno dell’associazione “Addolciamo l’autismo” di Mogliano Veneto.

 

Addolciamo l’Autismo è un progetto lavorativo di laboratorio di pasticceria rivolto a ragazzi e ragazze con autismo. Gli amici dell’associazione saranno presenti con un loro stand in cui offriranno fantastici dolci di loro produzione.

L’Italia, insieme a Francia e Giappone, rappresenta un’eccezione nel mondo del rugby perché, nonostante la comune tendenza degli sport moderni a globalizzarsi, la diffusione geografica di questa disciplina sportiva resta oggi strettamente legata a quello che fu l’impero britannico. Tra le regioni italiane, il Veneto è senz’altro la terra dove questo sport ha radici più forti, ramificate in una fitta rete di club, piccoli, medi e grandi.

 

Come mai in Italia, e nel Veneto in particolare, “l’ecosistema rugby” ha trovato un ambiente così fertile?

Di questo e di molto altro si parlerà sabato 23 novembre nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso, città in cui il rugby vanta una lunghissima e gloriosa tradizione, legata soprattutto alla squadra del Benetton Rugby.

 

La Fondazione Benetton Studi Ricerche, nell’ambito delle sue attività di studio e ricerca sulla storia del gioco e sulla complessità del sistema ludico, dedica infatti un’intera giornata alla Storia e attualità del rugby nel contesto veneto e internazionale, attraverso due momenti pubblici: in mattinata, dalle ore 9.30 alle 13, un convegno di studi con storici, filosofi, giornalisti, esperti della disciplina, e nel pomeriggio, a partire dalle ore 17, un incontro pubblico, in collaborazione con il Benetton Rugby, che coinvolgerà protagonisti del rugby trevigiano e nazionale, organizzato dopo la partita di esordio allo stadio Monigo di Treviso, nella Heineken Champions Cup, tra il Benetton Rugby e i Northampton Saints.

 

«Per la prima volta» afferma Marco Tamaro, direttore della Fondazione Benetton, «si mescolerà l’anima “ludica” e insieme culturale della Fondazione con l’attività sportiva del mondo Benetton, e da questa combinazione potremo ricavare stimoli per il nostro lavoro di ricerca sulla generale storia del gioco».

 

«Ci rende senza dubbio orgogliosi essere parte dell’inizio di questa interessante ricerca volta a scoprire le ragioni della relazione straordinaria venutasi a creare tra rugby e Veneto» ha dichiarato Amerino Zatta, presidente del Benetton Rugby. «Un amore nato tantissimi anni fa e che oggi è sempre più saldo».

 

 

Convegno

Molti i temi che saranno al centro del convegno di studi del mattino, che analizzerà il “mondo del rugby”, attraverso vari sguardi, quali quello della storia, dell’economia, della sociologia, della psicologia, delle neuroscienze.
Gherardo Ortalli, storico, professore emerito dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, responsabile scientifico del settore di studi e ricerche che la Fondazione dedica alla storia del gioco, metterà in evidenza “la lunga storia del rugby”, strettamente connessa ai Giochi di battaglia e ai processi di civilizzazione: «Per solida convenzione da sempre si tende a far partire la storia del rugby da quando nel 1823 in una partita giocata alla scuola di Rugby, città nel Warwickshire inglese, il giovane William Webb Ellis per la prima volta, dopo aver preso la palla con le mani, invece di lanciarla indietro o retrocedere (come allora era norma), corse in avanti a fare il punto» racconta Ortalli. «La vicenda è sempre ricordata e assunta come il primo passo decisivo nella storia del rugby moderno. In realtà l’evento fa parte della leggenda più che della storia, e avere individuato un momento di partenza per il moderno gioco/sport della palla ovale non deve far dimenticare come quell’evento sia in realtà solo un passaggio in una storia molto più lunga e risalente: quella dei giochi di forza, di coraggio, nei quali si consente un margine di durezza che è escluso in quasi tutti gli altri sport contemporanei. Il gioco attuale con le sue regole è l’esito di un lento percorso che ha accompagnato da sempre il continuo progresso delle civiltà».
Nicola Sbetti, storico, Università di Bologna, ricostruirà la storia e l’evoluzione del rugby nel quadro internazionale, cercando di rispondere al contempo a un quesito: come mai il Mondiale si disputa solamente dal 1987 e alle Olimpiadi il rugby è entrato in maniera regolare nel programma solo a partire dal 2016 e nella sua formula a 7? Il tutto senza tralasciare le tensioni fra dilettantismo e professionismo, l’emergere della pratica femminile e gli intrecci che si ebbero nel corso della storia fra il rugby e la politica.
Umberto Curi, filosofo, Università di Padova, nel suo intervento Tra forza e violenza: il rugby racconterà, a partire da alcuni esempi di combattimenti virtuali del mondo antico, di come il rugby rappresenti il punto d’arrivo dell’approccio culturale greco-latino alla problematica della guerra. «Ciò a cui si assiste seguendo lo svolgimento di un match», spiega Curi «non è affatto manifestazione di violenza – come tale, intrinsecamente e irrimediabilmente irrazionale – quanto piuttosto l’esibizione della forza combinata con la razionalità. Il principale fattore discriminante fra l’una e l’altra è dato dall’esistenza di regole ben definite, alle quali i giocatori coinvolti si sottomettono senza eccezioni né contestazioni».
Luciano Ravagnani, giornalista e storico del rugby, e Gianluca Barca, direttore della rivista «Allrugby», rifletteranno sull’evoluzione del rugby veneto, italiano e globale, a partire da una constatazione: «Il Veneto è la regione trainante, la più vincente e la più rugbistica d’Italia. La Lombardia compete sul piano del numero dei praticanti, non dei risultati. La domanda è la stessa che ci si può porre per la piccola porzione del Galles (nel sud) piena di rugby o per la Francia tagliata a metà, soprattutto calcio al nord industriale e soprattutto rugby al sud agricolo. Non è facile spiegare perché, ma nel Veneto sicuramente è (è stato) il cosiddetto “campanile” a fare da lievito per questa genesi sportiva: le distanze chilometriche contenute, la rivalità fra le città di estrazione culturale diversa e altre specificità».
Infine Andrea Rinaldo dell’École Polytechnique Fédérale di Losanna, nonché nazionale di rugby, tre volte campione d’Italia con il Petrarca Padova, dirigente della Federazione Italiana Rugby, cercherà di rispondere a una serie di domande: Quali sono le condizioni necessarie per la sopravvivenza degli ecosistemi del rugby? Come opera la selezione naturale nel determinare la dominanza di alcune organizzazioni sportive e l’estinzione di altre? Esiste una legge economica che determini precisamente il successo sportivo? Rinaldo, a partire dalla sua esperienza diretta, entrerà poi negli aspetti più psicologici del gioco: i meccanismi di funzionamento della nostra mente nell’apprendere un gesto atletico, l’evoluzione della memoria e il suo ruolo nell’allenamento sportivo, la soggettività delle reazioni impermeabili a fatti che la ragione giudica incontestabili.
Il convegno si concluderà con la consegna agli studiosi Andrea Baldan e Naomi Lebens del Premio Gaetano Cozzi per saggi di storia del gioco 2019, assegnato dalla Fondazione Benetton. I lavori premiati, Alla Cuccagna: percezioni del denaro e dell’attività lavorativa nella letteratura cuccagnesca italiana e francese tra i secoli XIII e XVI (Andrea Baldan) e A world of play: Pierre Duval and printed games on a marketplace for maps in seventeenth-century Paris (Naomi Lebens), saranno presentati in un incontro pubblico in programma il giorno prima, venerdì 22 novembre, alle ore 17 nella biblioteca della Fondazione.

 

 

Incontro pubblico

L’appuntamento pomeridiano, aperto da un intervento di Andrea Rinaldo, vedrà la partecipazione di diversi protagonisti del mondo del rugby, che, sollecitati dal giornalista Andrea Passerini, racconteranno la loro esperienza: Luciano Benetton; Amerino Zatta, presidente del Benetton Rugby; Carlo Checchinato, ex rugbista, direttore dell’area commerciale della Federazione Italiana Rugby; Fabrizio Gaetaniello, ex rugbista e Board Member di EPCR e Pro14; Marzio Innocenti, ex rugbista, presidente del Comitato Regionale Veneto della Federazione Italiana Rugby; Antonio Pavanello, ex rugbista, direttore sportivo del Benetton Rugby; Giorgio Troncon, ex giocatore e allenatore di rugby. Sarà presente anche una rappresentanza della squadra del Benetton Rugby.
Nel corso dell’incontro saranno proiettati alcuni brani del documentario di Marco Paolini Chi ga vinto? Un viaggio nel rugby (regia di Enrico Lando, prodotto da Francesco Bonsembiante e Michela Signori per Jolefilm, in collaborazione con Neonetwork, 2008).

 

 

Per maggiori informazioni

Gli incontri si svolgeranno nell’auditorium spazi Bomben, Fondazione Benetton Studi Ricerche, via Cornarotta 7, Treviso.
Ingresso libero.
Tel. 0422.5121
www.fbsr.it

Di seguito elenchiamo e commentiamo i risultati sportivi collezionati dalla squadre biancoblù nel weekend appena concluso.

 

TOP12

PERONI TOP12 2019/20: RUGBY COLORNO vs MOGLIANO RUGBY 1969 21 – 31

 

CADETTA

Partita combattuta, ma troppi errori sia individuali che collettivi che ci sono costati cari. Dobbiamo avere più fiducia nei nostri mezzi e preoccuparci di meno delle altre squadre. Una settimana importante davanti prima della pausa. Forza ragazzi.

Impianti sportivi STADIO M. QUAGGIA MOGLIANO VENETO – domenica 27 ottobre 2019
Campionato italiano di serie B girone 3 giornata II.

 

MOGLIANO RUGBY 1969 vs PATAVIUM RUGBY UNION 23 – 25

MARCATORIp.t.: 15’ m. Mengotti tr. Adam (7-0); 17’ c.p. Fanton (7-3); 20’ c.p. Adam (10-3); 30’ c.p. Adam (13-3); 35’ m. Michelotto tr. Fanton (13-10); 38’ c.p. Adam (16-10)

s.t.: 15’ m. Marcolongo tr. Fanton (16-17); 18’ c.p. Fanton (16-20); 25’ m. Giuriatti (16-25); 35’ m. Bianco tr. Adam (23-25).

MOGLIANO RUGBY 1969: Sara, Adam, Marin, Zanon, Russo, Fiorini, Cervellin, Mengotti, Eugenio, Zanchi A., Furlanetto, Marini P., Al Abkal, Zane F., Colonna.
A disposizione: Malossi, Bianco, Mattiazzi, Lavorgna, Pesce I., Sangion, Zanchi G.
all.: Darrell Eigner, Larvogna

PATAVIUM RUGBY UNION: Fanton, Fillipi, Marini, Russo, Broggin, Mercanzin, Nicoletti, Marcolongo, Bovo, Varotto, Di Malta, Lazzaretto, Michelotto, Ruffato, Giuriatti.
A disposizione: Moro, Cusinato, Boschetto, Salasnich, Alemu, Miazzo, Lucca.
all.: Baraldo, Palandrani

ARBITRO: Jacobus Erasmus

Cartellini: —

Note: Pomeriggio caldo e soleggiato, terreno di gioco in ottime condizioni, circa 300 spettatori.

Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 1969 1; Patavium Rugby Union 4

 

 

LA TRIBÙ

Buona prova della Tribù, che si riscatta dalla sconfitta contro Cesena di due settimane fa con un pareggio ottenuto contro i Torelli Sudati, da sempre una delle squadre di punta del campionato amatori. Le cose buone viste in allenamento si sono concretizzate in campo, anche se i nostri patiscono ancora il fatto di essere un gruppo che gioca insieme da poco tempo. La meta e la punizione segnate sono comunque frutto di un buon gioco, superiore in mischia e in touche, che sta crescendo. Appuntamento tra due settimane nella Repubblica di San Marino per la prima trasferta della stagione.

LA TRIBÙ vs TORELLI 10-10
LA TRIBÙ: Battaggia, Baldo, Solla, Torcellan, Sofio, Serrajotto, Nascimben, Guerra, Panzano, Costantini (vice cap.), Bello (cap.), Potente, Cagnin, Cencioni, Canzian.
A disposizione: Carraro, Pavan, Meneghetti, Rosina, Cappelletto, Molucchi, Tonetto, Patrizi, Ferro, Rossi.
Mete Tribù: m. Bello, tr. Cappelletto; cp. Cappelletto (entrambe secondo tempo)

 

 

UNDER 18

RIPOSO

 

 

UNDER 16

In una domenica di sole si sfidano per il quarto turno di campionato Asolo e Mogliano. Parte forte Mogliano, che vista l’importanza della gara, macina gioco e belle azioni e al quindicesimo del primo tempo il punteggio recita già 21 a zero per i nostri ragazzi, con tre mete segnate, tutte trasformate.
Per una serie di falli ripetuti, Mogliano resta in 14 uomini per l’espulsione temporanea di bianchin (placcaggio alto) e asolo riesce a trovare il coraggio e la giusta iniziativa per accorciare le distanze. Immediata la reazione dei nostri ragazzi che si riportano in attacco, riuscendo ad imporre il proprio gioco e riportando gli avversari a distanza di sicurezza. Il primo tempo si conclude così 0 a 26. In un secondo tempo giocato a ritmi decisamente più bassi, anche a causa di un caldo anomalo, Mogliano riesce a gestire la partita, non subendo più alcun punto e anzi incrementando il punteggio con altre mete. Saranno 7 le segnature totali che danno la certezza della partecipazione al girone Elite del campionato di categoria. Ultima partita prima della sosta, domenica prossima contro Polesine Rugby.

Impianti Sportivi Raimondo Gazzola, Asolo.
Domenica 27 Ottobre 2019
Campionato U16 Barrage, IV Giornata.

Asolo Rugby VS Mogliano Rugby 1969 7-47

Asolo Rugby: Facin, Gatto, Pellizzari, Stangherlin, Marcolini, De Luchi, Maggiotto, Daniel, Furlan, Gallina, Pagliaccia, Boer, Premier, Bianchi, Alban
A disposizione: Baggio, Bordin, Bove, Conti, Cremonese, Rizzardo, Sottana

Rugby Mogliano 1969: Chinellato, Bertolissi, Panizzi,Dalla Venezia,Bianchin, Favaretto, Bellotto, Nisotti, Lorenzetto, Fiorotto, Maceria, Marcaggi, Levorato, Cristofalo, Corti
Entrati anche: Barzan, Miglioranza, Calenda, Favaro, Colli, Gaggiato, Pennetta

Marcatori: pt. 3′ meta Chinellato tr. Favaretto; 5′ meta Lorenzetto tr. Favaretto; 10′ meta Favaretto tr. Favaretto; 30′ meta Della Venezia
St.: 8′ meta Asolo tr.-; 11′ meta Panizzi tr. Favaretto; 19′ meta Della Venezia tr. Chinellato; 25′ meta Barzan tr. Chinellato
Note: cartellino giallo a Bianchin 5′ St.; cartellino giallo Asolo 15′ St.

 

 

UNDER 14

Dopo un digiuno durato tre turni, ritorno alla vittoria per le nostre due Under 14 contro il Monselice, con due partite totalmente diverse per qualità e sostanza. Pur con un avversario più abbordabile il 2006 ha faticato a trovare continuità e ritmo per l’imprecisione nei passaggi, e forse per la scarsa attenzione. Non tragga in inganno il punteggio finale di 65 a 7 se alla fine l’esordiente Lorenzo risulta essere stato il migliore in campo. Tanto quindi ancora da lavorare sulla tecnica e sulla mentalità di questa squadra per ambire a livelli più alti. Nella seconda partita cambia il copione e Davide (Mogliano) abbatte letteralmente Il gigante Golia impersonato dall’imponente numero 8 del Monselice. Con una prova di cuore e tanta tecnica tutti si sono sacrificati per la squadra, emozionando continuamente gli spettatori con bellissime mete. I nostri ragazzi si sono ritrovati avanti nel punteggio 31 a 7, ma sembravano sul punto di soccombere con gli avversari che rimontavano fino al 31 a 28. Solo facendo appello a tutte le risorse disponibili riusciti a clncludere questa bella partita 52 a 28. Mattatore della serata il nostro Dario con 4 mete. Appuntamento a sabato 9 novembre contro la Benetton.

Mogliano 2006 vs Monselice/Este 65-7
Marcatori: Isetta 3, Cerrone 2, Tessari 2, Bocalon 2 , Rago 1, Fort 1
Tr: Drago 8 p.ti; Gallinaro 2 p.ti

Mogliano 2007 vs Monselice/Este 52-28
Marcatori: Badin 4, Pagan 2, Linzi 1, Pimpinelli 1
Tr: Pagan 8p.ti; Cerello 2p.ti; Tonetto 2p.ti

Di seguito gli appuntamenti sportivi in cui saranno impegnate le squadre del Mogliano Rugby 1969.

 

SQUADRA PARTITA DATA ORA LUOGO
Top12 HBS Colorno Rugby vs Mogliano Rugby 1969 27/10/2019 14.45 Campo Gino Maini nr.1 Via Ferrari 24/26, Colorno (PR)
Cadetta Mogliano Rugby 1969 vs Patavium 27/10/2019 14.30 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)
La Tribù Mogliano Rugby 1969 vs I Torelli Padova 27/10/2019 16.30 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)
Under18 RIPOSO
Under16 Asolo Rugby vs Mogliano Rugby 1969 27/10/2019 11.00 CAPO RAIMONDO GAZZOLA Via S. Apolonnare, Casella D’Asolo (TV)
Under14 Mogliano Rugby 1969 vs Asolo Rugby 26/10/2019 17.00 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)
Under12 RIPOSO
Under10 RIPOSO
Under8 RIPOSO
Under6 FESTIVAL 27/10/2019 15.00 Campi Sportivi G.Visentin Via Impianti Sportivi 1, Paese (TV)
Under100 RIPOSO

Domenica 20 ottobre, alle ore 17, in piazza Eventi Unieuro del centro commerciale Auchan Porte di Mestre si terrà l’evento “RugbyTots!” a cura dell’associazione sportiva Rugby In Laguna.

 

Il programma Rugbytots propone un percorso di psicomotricità infantile con pallone ovale per bambini e bambine dai 2 ai 7 anni. In un’area delimitata per la sicurezza dei partecipanti, verranno proposti giochi e percorsi con coni di gomma espansa e altro materiale Rugbytots appositamente scelto; lo staff tecnico dell’associazione proporrà ai bimbi esercizi specifici con palloni di spugna utili a sviluppare la coordinazione ed altre capacità motorie di base.

 

Obiettivo dell’associazione è quello di avviare allo sport il maggior numero possibile di piccoli atleti e famiglie, proponendo loro un solo impegno settimanale con la presenza degli stessi genitori durante la lezione! Il “Rugby” funge da motore di sani valori quali lo spirito di squadra, la collaborazione, l’integrazione, la lealtà e la condivisione, tutti insegnamenti fondamentali per la crescita e la formazione psico-sociale dei bambini in tenera età.

 

La partecipazione è gratuita.

Mogliano Rugby 1969 è sempre in prima linea per la promozione dell’attività fisica e della socializzazione. Proprio per questo, anche quest’anno, riparte il “Progetto Scuole” che vede protagonisti gli alunni delle scuole primarie del comune di Mogliano.

 

Per il mese di ottobre il progetto sarà rivolto alle classi del “Collegio Salesiano Astori”. I giocatori della prima squadra Betti, Baldino, Crosato, Gubana, Pratichetti e Zanatta, insieme ai tecnici Endrizzi, D’Onofrio e Lavorgna, con quattro interventi per ogni classe, faranno divertire bambini e bambine con la palla ovale, facendoli scoprire questo sport.

 

 

Si ricorda che chi fosse interessato e volesse avvicinarsi al rugby, può contattare la segreteria della squadra moglianese al numero 041.5902706, oppure scrivere una mail ai seguenti indirizzi: [email protected][email protected].

POST TAGS:

Di seguito elenchiamo e commentiamo i risultati sportivi collezionati dalla squadre biancoblù nel weekend appena concluso.

 

TOP12

RIPOSO

 

CADETTA

RIPOSO

 

LA TRIBÙ

Stadio Maurizio Quaggia, Mogliano Veneto, 13 ottobre 2019.
Campionato Amatoriale UISP

 

La Tribù Mogliano – Old Cesena 3 – 24
La Tribù: Menoncello, Baldo, Battaggia, Torcellan, Solla, Carraro, Nascimben, Costantini (v. cap), Sofio, Potente, Bello (cap), Salomoni, Guerra, Longo, Cagnin.
A disposizione: Pavan, Canzian, Meneghetti, Comellato, Tonetto, Patrizi, Rosina, Molucchi, Rossi.

All. Brochetto.

Marcature Tribù: 20’ cp. Battaggia

Prima prova ufficiale in assoluto per La Tribù, al debutto nel campionato amatoriale UISP tra le mura di casa contro una compagine ostica come il Cesena, campione in carica della passata stagione. Un match intenso nel quale i romagnoli, team di provata esperienza, la spuntano con un risultato che fa poca giustizia alla grinta e all’impegno di un gruppo di atleti da poco insieme come quello di Mogliano, nel quale l’amalgama di gioco e l’alchimia tra le parti stanno mano a mano venendo fuori, a prescindere dai singoli errori. La testa e il cuore ci sono, e i nostri ragazzi si preparano a dare il meglio già nel prossimo incontro, contro i Torelli Sudati. Alè Tribù!

 

UNDER 18

Domenica mattina, al Payanini Center di Verona, è andata in scena la sfida fra i padroni di casa e la nostra Under 18, match valido per la seconda giornata del Campionato Elite di categoria. Mogliano veniva da una prestazione non brillante contro la Tarvisium, ma nonostante tutto sufficiente per marcare le quattro mete e guadagnare il bonus offensivo; i Veronesi da una sconfitta esterna contro Treviso, erano dunque determinati a riscattarsi e ben figurare fra le mura amiche. I biancoblù partono subito forte, portano grande pressione al Verona nella sua metà campo, tanto da riuscire a recuperare il possesso del pallone e al secondo minuto marcare pesante con Cazzaro. Garbisi trasforma per il 7 a 0 in favore di Mogliano. Il gioco è ruvido, le collisioni importanti e le azioni si sviluppano prevalentemente nella fascia mediana del campo. In chiusura di primo tempo Verona si affaccia nei 22 metri del Mogliano con una mischia a pochi metri dalla linea di meta. L’azione si sviluppa sul lato chiuso e il pallone viene intercettato da Sante che, con un Coast to Coast di 95 metri, vola a schiacciare in mezzo ai pali la meta del provvisorio 12 a 0. Garbisi da posizione semplice trasforma 14-0 per Mogliano all’intervallo. La frattura poteva essersi creata, ma Verona, solida, non si disunisce; qualche cambio le dà nuova vivacità e riesce a rimettersi in partita. Arriva infatti al 13’ della ripresa la meta che riapre i giochi e fissa momentaneamente il punteggio sul 14 a 5. Mogliano tentenna, fatica ad avanzare in difesa, come ben aveva fatto nel primo tempo. Un cartellino giallo di troppo rende ancora più difficili le cose e costringe i nostri ragazzi all’inferiorità numerica. Verona ne approfitta e si impone fisicamente nella sua arma di giornata, il drive da touche, e le ripartenze vicino il punto d’incontro. I padroni di casa si affacciano più volte in attacco e nel giro di una decina di minuti riescono a ribaltare il punteggio marcando pesante per altre due volte. A dieci dal termine il punteggio segna: Verona 17 Mogliano 14. La reazione dei biancoblù è però grande: rientra Vianello, ammonito, vi è nuovo spirito ed energia, i meccanismi sembrano nuovamente oleati e la combinazione a liberare Ekele in bandierina riesce alla perfezione: 19-17. Garbisi da posizione angolata è freddo e cinico: Verona 17 Mogliano 21. Gli ultimi cinque minuti di gioco sono di vera sofferenza e sacrificio. Verona cerca in tutti i modi l’avanzamento, le collisioni sono dure, ma la nostra difesa sembra essersi ritrovata. L’ultimo assalto Veronese parte da una touche dentro i nostri 22. Il drive è neutralizzato con un ottimo intervento. Verona cerca di guadagnare la linea del vantaggio sfruttando la potenza dei suoi avanti, ripartendo vicino al punto d’incontro. La nostra difesa è però attenta e contende al momento giusto il possesso. La palla viene così trasmessa a Sante che può calciare fuori, i tre fischi arbitrali decretano la vittoria di Mogliano. Quello di oggi è stato un match duro, contro una squadra fisica e pesante, ma lo sforzo e l’impegno dei ragazzi è stato grande e questo va loro riconosciuto. C’è ancora molto da lavorare, staff e giocatori ne sono consapevoli, ma la voglia di fare è tanta e già da domani i ragazzi saranno al lavoro per preparare l’impegno di domenica prossima contro Vicenza, in casa fra le mura del Quaggia.

 

 

Campionato u18 Elite, 2° giornata:

Rugby Verona – Rugby Mogliano 1969 17 – 21 (0-14)

MARCATORI: pt. 2′ m. Cazzaro, tr. Garbisi; 25′ m. Sante, tr. Garbisi
st. 53′ m. Verona; 60′ m. Verona, trasformata; 65′ m. Verona; 69′ m. Anoruo, tr. Garbisi

Verona Rugby: Cortellazzi, Migniolli, Facchetti, Raveggi, Adami, Tedone, Fagioli, Semprebon (Cap), Libralon, Reggiani, Gaspari, Happi, Triunfo, Bertucco, Davanzo
A disposizione: Zhiti, Galanti, Perri, La Lumia, De Bastiani, Fallacara, Villa

Mogliano Rugby 1969: Barrile, Zulian, Cazzaro, Garbisi A. (Cap), Anoruo, Sante, Garbisi M., Acerboni, Grego, Vianello, Marini, Casarin, Spironello, Bassotto, Zabotto
A disposizione: Bandiera, Metovski, Di Bert, Carriero, Marello, Ginetto, Scarfì

Cartellini: 60′ cartellino giallo Mogliano Vianello; 68′ cartellino giallo Verona

 

UNDER 16

Seconda partita di Campionato per la nostra Under 16,  che sul campo di casa affronta la Rugby Udine. Partono forte i friulani mettendo in difficoltà i nostri ragazzi, che però all’ottavo minuto trovano il varco giusto dopo alcune penetrazioni strette. La gara si mette in discesa, con alcune belle azioni al largo ben sfruttate e il primo tempo si conclude 40 a 0, con 6 marcature pesanti. La partita prosegue e anche i sostituti stavolta riescono a tenere alta l’intensità di gioco. Sono 10 le mete totali al termine dell’incontro, per un punteggio finale di 68 a 7. L’appuntamento è per  la settimana prossima, con il derby casalingo contro il Rugby San Donà.

Stadio Maurizio Quaggia, domenica 20 ottobre.
Campionato U16 “BARRAGE”, II giornata

 

Mogliano Rugby 1969 vs Udine rugby Union 68-7
Marcatori: pt. Cristofalo meta tr. Chinellato; Panizzi meta tr. Chinellato; Favaro meta tr. Chinellato; Marcaggi meta; Geremia meta tr. Chinellato; Bianchin meta tr. Chinellato
st. Udine meta trasformata;  Chinellato meta tr. Chinellato;  Cristofalo meta tr. Chinellato; Nisotti meta tr. Chinellato; Panizzi meta tr. Chinellato.

 

Mogliano Rugby 1969: Gaggiato, Colli, Panizzi, Della Venezia, Bianchin, Chinellato, Bellotto, Lorenzetto, Favaro, Marcaggi, Calenda, Maceria, Miglioranza, Cristofalo, Corti
A disp.: Pepe, Campigotto, Vecchiato, De Rossi, Favaretto, Bertolissi, Nisotti

 

UNDER 14

Qualche assenza di troppo pregiudica questa lunga trasferta veronese. Due sconfitte per i nostri ragazzi, quest’anno ancora a secco di vittorie. Il problema resta ancora la consapevolezza nei propri mezzi e quindi il contributo di ognuno alla squadra. In entrambe le partite non è sicuramente mancato l’impegno, ma questo da solo non è bastato a far cambiare le sorti delle due sfide.
Risultati:

Verona1 vs Mogliano 1: 24 – 14
Verona 2 vs Mogliano 2: 22 – 5

 

 

 

Photo Credits: Alfio Guarise

Ecco gli impegni sportivi di tutte le squadre del Mogliano Rugby 1969 di questo fine settimana.

 

SQUADRA PARTITA DATA ORA LUOGO
Top12 RIPOSO
Cadetta RIPOSO
La Tribù La Tribu Mogliano Rugby
vs Old Cesena Rugby
13/10/2019 15.30 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)
Under18 Verona Rugby vs
Mogliano Rugby 1969
13/10/2019 11.00 Campo Payanini Via San Marco, VERONA
Under16 Mogliano Rugby 1969 vs Rugby Udine Union FVG 13/10/2019 11.00 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)
Under14 Verona Rugby vs
Mogliano Rugby 1969
12/10/2019 17.00 Campo Comunale Via dello Sport 1, Vialeggio sul Mincio (VR)
Under12 RAGGRUPPAMENTO 13/10/2019 10.00 Campo Marzotto Viale Oriente 11/b, Jesolo (VE)
Under10 RAGGRUPPAMENTO 13/10/2019 10.00 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)
Under8 RAGGRUPPAMENTO 13/10/2019 10.00 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)
Under6 RAGGRUPPAMENTO 13/10/2019 10.00 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)

Ecco gli appuntamenti sportivi in cui sarà impegnata la squadra Mogliano Rugby 1969 questo weekend.

 

SQUADRA PARTITA DATA ORA LUOGO
Top12 Petrarca Rugby vs Mogliano Rugby 1969 (Coppa Italia)
05/10/2019 15.00 Argos Arena c/o Impianti Memo Geremia Via Gozzano 64, PADOVA
Cadetta RIPOSO *
La Tribù RIPOSO
Under18 Mogliano Rugby1969 vs Ruggers Tarvisium 06/10/2019 11.00 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)
Under16 Pordenone Rugby vs Mogliano Rugby 1969
06/10/2019 11.00 Impianti Sportivi Via Andrea Mantegna 15, PORDENONE
Under14 Mogliano Rugby 1969 vs Rugby Casale
05/10/2019 17.00 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)
Under12 RAGGRUPPAMENTO 06/10/2019 10.00 STADIO QUAGGIA Via Colelli 2, Mogliano V.to (TV)
Under10 RAGGRUPPAMENTO 06/10/2019 10.00 Comunale del Rugby Via Paradiso 28, Cittadella (PD)
Under8 RAGGRUPPAMENTO 06/10/2019 10.00 Comunale del Rugby Via Paradiso 28, Cittadella (PD)
Under6 RAGGRUPPAMENTO 06/10/2019 10.00 Comunale del Rugby Via Paradiso 28, Cittadella (PD)

 

*: attesa conferma amichevole fuori casa 5/10

In copertina Adolfo Caila in percussione durante il match dello scorso Campionato

CALVISANO – E’ un Mogliano che, pur uscendo sconfitto dal “San Michele”, in questa seconda uscita di pre campionato da alcuni positivi segnali di crescita. A Calvisano il risultato rimane sostanzialmente aperto fino al giallo subito da Ceccato, poi poi la squadra di casa segna ancora in due occasioni e chiude di fatto l’esito della partita, non lasciando spazio a possibili rimonte nonostante la seconda meta biancoblù di Betti. La partita era iniziata con il piede giusto per Mogliano, sceso in campo con una bella attitudine e con la seconda linea Baldino ad aprire le marcature. Nel corso del match ancora qualche errore difensivo da registrare, ma i miglioramenti un po’ in tutte le fasi di gioco si sono potuti apprezzare, così come la maggior reattività fisica, rispetto al precedente test, dei ragazzi di coach Costanzo ed Endrizzi. Al termini sono sembrati entrambi fiduciosi, come si può evincere dalle prime dichiarazioni dell’assistente allenatore: “Abbiamo iniziato bene la partita, difendendo  ordinatamente, con efficacia e con la giusta aggressività. Poi abbiamo subito la veemente risposta del Calvisano, la loro fisicità, ma siamo soddisfatti della risposta ricevuta dai ragazzi alle richieste che gli avevamo fatto dopo la partita della settimana scorsa.”

Il prossimo appuntamento è per sabato 5 ottobre, primo impegno ufficiale con la trasferta di Coppa Italia a Padova, contro il Petrarca, calcio d’inizio alle ore 16:00.

Una mischia del secondo tempo

Il Tabellino:

 

Calvisano, Stadio San Michele – Sabato, 28 settembre 2019

 

Preseason TOP12
Kawasaki Robot Calvisano – Rugby Mogliano 1969  26-12 (14-7)

 

Marcatori: p.t. 15′ m. Baldino, tr. Ormson (0-7); 24′ m. Martani, tr. Chiesa (7-7); 28′ m. Panceyra, tr. Chiesa (14-7)

 

s.t. 47′ m. Venditti, tr. Pescetto (21-7); 60′ m. Trulla (26-7); 66′ m. Betti (26-12)

 

Kawasaki Robot Calvisano: Trulla; Balocchi, Panceyra-Garrido, De Santis, Regonaschi; Chiesa, Semenzato; Koffi, Martani, Casolari; Van Vuren, Wessels; Cittadini, Luccardi, Barducci

 

a disp.: Antonini, Leso, Brugnara, Venditti, Archetti, Vunisa, Consoli, Pescetto, Mazza, Susio, Gavrilita, Michelini

 

All: Brunello

 

Rugby Mogliano 1969: Da Re; Pavan, Pratichetti, Cerioni, Guarducci; Ormson, Crosato; Tuilagi, Corazzi,  Baldino; Favretto, Caila; Michelini, Ferraro, Betti

 

a disp.: Malossi, Ceccato, Cincotto, Delorenzi, Finotto, Fabi, Marin, Scagnolari, Buonfiglio, Furia, Zago, D’Anna

 

All: Costanzo, Endrizzi

 

Arbitro: Bertelli (Brescia)

 

Cartellini: 46′ giallo a Ceccato (Mogliano)

POST TAGS:

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni