Home / Posts Tagged "promozione"

Dal 1° marzo 2021 è possibile richiedere l’accesso al credito d’imposta per investimenti pubblicitari. Il periodo per presentare tale comunicazione rimane valido fino al 31 marzo p.v..

 

L’agevolazione, in vigore dal 2018, si rivolge alle imprese, ai liberi professionisti e agli enti non commerciali che intendono effettuare investimenti sull’informazione editoriale, quindi stampa quotidiana e periodica, anche online, come nel caso del nostro giornale digitale.

 

Per quanto concerne la misura del credito, la legge di Bilancio 2021 (articolo 1, comma 608, della legge 30 dicembre 2020, n. 178) prevede che, per il biennio 2021 e 2022, il credito d’imposta sarà riconosciuto nella misura unica del 50 per cento del valore degli investimenti pubblicitari entro il limite massimo di 50 milioni di euro per ciascuno degli anni.

 

Come beneficiare del credito d’imposta

Per beneficiare del bonus, i soggetti interessati devono presentare la Comunicazione per l’accesso al credito d’imposta, contenente i dati degli investimenti già effettuati o da effettuare nel corso del 2021, all’Agenzia delle Entrate, tramite la piattaforma telematica messa a disposizione dalla stessa.

 

Dal 1° al 31 gennaio 2022 si potrà poi inviare la Dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati, la quale non solo attesterà la loro realizzazione, ma darà anche modo di accertarne la coerenza con i requisiti posti.

Non da ultimo, tale credito d’imposta potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione mediante il modello F24, anche questo da presentare all’Agenzia delle Entrate tramite i servizi telematici. Per informazioni più dettagliate, è possibile consultare la pagina del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria, dove sono disponibili le faq.

È stato presentato ieri mattina il primo step del progetto “City Card” nell’ambito del piano strategico e operativo per la valorizzazione dei siti d’interesse turistico-culturale della città di Treviso, attraverso il quale l’Amministrazione intende avviare un processo condiviso di promozione dell’offerta culturale e turistica della città. Partendo dagli istituti culturali, il progetto coinvolge infatti i servizi e il tessuto economico e dell’accoglienza cittadina per affrontare come “sistema Treviso” le nuove sfide. A sviluppare il Piano con il Comune di Treviso sarà la società aggiudicataria del bando ad evidenza pubblica, la Sinloc Spa, con sede a Padova, specializzata in consulenza e investimento.

 

Il progetto verrà portato a compimento agendo su vari fronti fra i quali il rafforzamento del brand di Treviso come “destinazione”, attrattività per visitatori e turisti, la diffusione della storia e dell’arte, il miglioramento della fruibilità del patrimonio e l’integrazione dell’offerta culturale con l’intero sistema cittadino fra servizi turistici, enogastronomia e artigianato.

 

“Treviso City Card”

Servizio cardine del progetto sarà la predisposizione di una “Treviso City Card” potrà offrire l’accesso ai diversi Istituti della Cultura cittadini, unitamente ad agevolazioni sui servizi legati alla mobilità e ai parcheggi, alla ristorazione e alla vendita al dettaglio.

 

«Si tratta di un piano ambizioso che prende le mosse dagli Istituti della Cultura», le parole del sindaco Mario Conte. «Ma soprattutto, con questo piano vogliamo attuare il concetto di turismo esperienziale di qualità, sostenibile e rispettoso delle peculiarità cittadine. Solo attraverso la programmazione, ad un piano “sartoriale” e facendo rete con operatori culturali e commerciali, anche attraverso operazioni congiunte, sarà possibile dare uno slancio ulteriore al turismo e al tessuto economico. In questo senso andrà anche e soprattutto il ticket unico, un pass cittadino che permetterà di accedere a numerose facilitazioni».

 

«Con oggi parte la possibilità di avere un grande tavolo allargato alle categorie per condividere questo importante percorso relativo al ticket unico le cui potenzialità sono molteplici», afferma il vicesindaco Andrea De Checchi. «Avremmo modo di condividere con tutti i soggetti di settore per capire al meglio quali integrazioni potranno essere apportate per favorire lo sviluppo del tessuto economico della Città».

 

Così l’assessore ai Beni Culturali e Turismo Lavinia Colonna Preti: «Si tratta di un’enorme opportunità per la città che, insieme al nuovo portale dedicato al turismo esperienziale che stiamo programmando e che farà anche da vetrina anche alla city card e ad un coordinamento con la Regione e le altre istituzioni turistiche del territorio, rappresenta un’enorme opportunità di crescita produttiva. Basti pensare che le Città estere che hanno sviluppato progetti simili, hanno visto un incremento anche di oltre il 50% del giro d’affari complessivo generato. Ben vengano, dunque iniziative trasversali volte ad attuare un piano strutturale e concreto di promozione».

Il Mestre calcio domenica prossima potrebbe essere promosso in serie D.

Domenica si disputerà il secondo dei due incontri contro il Pomezia, che sanzionerà quale delle due squadre è meritevole della promozione.

L’incontro di andata, disputato a Pomezia, si è concluso con un pareggio che va stretto al Mestre, passato in vantaggio e che poi sull’1-1 ha sbagliato un rigore.

Insomma nel catino del Francesco Baracca tutto sarà deciso. Il Mestre parte favorito visto il risultato dell’incontro di andata.

In base al Piano Turistico annuale 2019, la Giunta regionale, su proposta dell’assessore al turismo, ha dato il via libera a un’iniziativa di promozione che si terrà negli aeroporti tedeschi di Monaco di Baviera e Francoforte e a quello della capitale danese, Copenaghen.

 

Veneto, the Land of Venice, sarà protagonista già alla fine di questo mese di maggio allo scalo di Monaco; poi a Francoforte a settembre e a Copenaghen in ottobre – spiega l’assessore –. Gli spazi espositivi sono previsti nella zona dei duty free dei tre aeroporti internazionali, lungo il passaggio obbligatorio per tutti i passeggeri che si recano alle varie porte d’imbarco dei voli. Qui verrà distribuito materiale informativo sulle offerte del Veneto, potranno essere presenti i rappresentanti dei Consorzi di promozione turistica e, grazie al coinvolgimento di alcune aziende, saranno presentati prodotti tipici agroalimentari veneti”.

 

La presenza giornaliera di passeggeri in partenza, in attesa dei voli o in transito nelle aree commerciali degli aeroporti è stimata in 17.000 persone a Francoforte, in 19.000,00 a Copenaghen e in 11.000 a Monaco di Baviera; prevedendo un’affluenza presso ciascuno stand di almeno il 15% dei clienti dei duty free, l’iniziativa dovrebbe favorire un numero minimo di contatti con circa 175.000 persone.

 

“È un’iniziativa che ha già dimostrato in passato la sua efficacia e sulla quale puntiamo per rafforzare il nostro appeal nel nord Europa e in Germania; Paese che è da sempre uno dei principali mercati turistici per il Veneto”. Conclude l’assessore regionale,

In occasione della ricorrenza della Festa della Donna, tra le tantissime iniziative in programma, anche Trenitalia ha avviato una campagna promozionale per l’8 marzo. Se qualcuno poteva immaginare sconti, mimose, o al limite un caffè offerto alla clientela di sesso femminile, si sbaglia di grosso.

 

L’offerta, pubblicizzata fino a qualche ora fa sul sito ufficiale di Trenitalia, alla sezione “Ristorazione e welcome drink”, appariva tramite un banner promozionale che recitava: «In occasione della Festa della Donna, il prossimo 8 marzo sui treni Frecciarossa e Frecciarossa 1000, se sei una cliente e viaggi in Executive, o se acquisti un Menù Easy Gourmet o usufruisci del servizio Bar o del ristorante, riceverai in omaggio una caramella gelèe Caffarel al limone».

 

L’offerta non è passata inosservata suscitando lo sdegno e l’ironia sui social, tanto da costringere l’Azienda a rimuovere la pagina in tutta fretta.

 

Analizzando a mente fredda la promozione, ci si rende subito conto che per potersi aggiudicare la tanto ambita caramella al limone, bisognava rispettare dei parametri particolarmente selettivi, a partire dalla scelta del treno, la classe (executive) o fermarsi a consumare qualcosa al bar o al ristorante del treno. Tutto ciò poteva rivelarsi comunque vano in quanto la promo sarebbe stata valida salvo esaurimento scorte.  

 

Il pubblico femminile avrebbe dovuto fare i conti anche con lo sciopero nazionale dei mezzi pubblici, proclamato proprio venerdì 8 marzo contro la violenza sulle donne e la discriminazione di genere.

 

Ora la pagina della promozione è stata cancellata e Trenitalia al momento non ha rilasciato commenti.

Torna al Teatro Toniolo di Mestre la promozione “Una poltrona per due e mezzo”, ovvero il biglietto per tutti gli spettacoli di prosa e danza al prezzo simbolico di due euro e cinquanta, per ragazze e ragazzi della Città metropolitana fino ai 26 anni e studenti universitari. L’iniziativa, realizzata dal Comune di Venezia in collaborazione con il Circuito teatrale regionale Arteven, è stata presentata questa mattina con una conferenza stampa che si è svolta nel foyer del Toniolo, alla quale sono intervenuti, tra gli altri, l’assessore comunale alla Coesione sociale e Politiche giovanili, Simone Venturini, il direttore della Direzione Sviluppo, Promozione della città e Tutela delle tradizioni, Maurizio Carlin, e il dirigente del Settore Cultura, Michele Casarin.

 

“La scorsa stagione sono state fatte 708 tessere – ha spiegato l’assessore Venturini – per un totale di 1200 biglietti staccati. Visto il successo dello scorso anno puntiamo perciò ora ad aumentare questi numeri, nella speranza che un numero sempre maggiore di giovani venga a teatro e si avvicini a questo mondo. Per ottenere questi risultati abbiamo stretto una forte alleanza con le scuole, ma il nostro obiettivo è quello di far venire i ragazzi a teatro soprattutto nel tempo libero, il pomeriggio e la sera, e renderli gli spettatori di domani, consapevoli ed entusiasti”.

 

Come lo scorso anno, per poter acquistare i biglietti, è necessario ritirare una specifica tessera personale. Per ottenerla basta compilare il modulo on-line, cliccando su “Una poltrona per due e mezzo”, stamparla e presentarsi in biglietteria a teatro con carta d’identità o badge universitario. Grazie alla tessera si potrà accedere a 21 spettacoli, 17 di prosa e 4 di danza per oltre 50 repliche.

 

Sarà possibile acquistare il biglietto anche il giorno stesso degli spettacoli, se ne sono rimasti disponibili. L’unica limitazione, oltre alla presentazione della tessera personale, è recarsi in biglietteria almeno 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo. Possono aderire all’iniziativa anche i docenti delle scuole che organizzano e accompagnano a teatro i loro allievi, per i quali è prevista una specifica procedura. L’offerta è limitata ai soli posti messi a disposizione dal teatro. Per chi avesse già fatto la tessera lo scorso anno non è necessario rifarla. Per informazioni è possibile consultare i siti www.culturavenezia.it e www.arteven.it.

Ritorna la collaborazione tra Comune di Venezia e Teatro Goldoni con la promozione per i residenti, che dà la possibilità di assistere ad alcuni spettacoli della stagione di prosa a un prezzo vantaggioso, previo ritiro dei tagliandi promozionali presso l’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune di Venezia.

 

Il costo dei singoli tagliandi è di:
platea  € 17,00
1° e 2° ord. € 14,00

 

Di seguito l’elenco di tutti gli spettacoli in promozione:

26 › 28 ottobre 2018
IL GIARDINO DEI CILIEGI

8 › 11 novembre 2018
IL MAESTRO E MARGHERITA

29 novembre › 2 dicembre 2018
OCCIDENT EXPRESS

13 › 16 dicembre 2018
GIRO DI VITE

17 › 20 gennaio 2019
LA BISBETICA DOMATA

31 gennaio › 3 febbraio 2019
TEMPO DI CHET

7 › 10 febbraio 2019
PICCOLI CRIMINI CONIUGALI

21 › 24 febbraio 2019
SENTO LA TERRA GIRARE

14 › 17 marzo 2019
ROMEO E GIULIETTA

21 › 24 marzo 2019
NIGHT BAR

11 › 14 aprile 2019
LA CASA NOVA

 

Il coupon promozionale del primo spettacolo sarà in distribuzione da lunedì 15 ottobre; per gli altri spettacoli i coupon saranno disponibili indicativamente a partire da due settimane prima della rappresentazione (si veda qui).

I tagliandi promozionali andranno poi convertiti in biglietto presso la biglietteria del Teatro Goldoni (dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 18.30, tel. 041.2402014).

Si ricorda che i posti di platea saranno garantiti solo se i coupon verranno convertiti in biglietti il martedì e mercoledì della settimana precedente lo spettacolo.

 

Per ritirare il coupon bisogna recarsi esclusivamente presso una delle seguenti sedi dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Venezia, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, esibendo un documento d’identità:
per i residenti in terraferma: URP MESTRE (via Spalti 28, tel. 041.2749090);
per i residenti a Venezia centro storico e isole: URP VENEZIA (San Marco 4137, tel. 041.2748080).
Si ricorda inoltre che gli uffici sono chiusi il primo lunedì del mese.

La collaborazione tra Comune di Venezia e Fondazione Teatro La Fenice torna per una promozione di primavera riservata ai residenti. Per usufruire dell’offerta promozionale, grazie alla quale sarà possibile assistere agli spettacoli a un prezzo ridotto, basterà ora presentare alle biglietterie di VeneziaUnica di Mestre, Tronchetto, Piazzale Roma e del Teatro La Fenice il coupon che si trova sul sito del Comune di Venezia.

 

Il coupon sarà convertito in due biglietti per La Traviata di Giuseppe Verdi e L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti, entrambi al costo di 30 euro per il posto in platea e 20 euro per gli altri settori.

 

La Traviata di Giuseppe Verdi:

– sabato 26 maggio alle ore 15.30

– mercoledì 30 maggio alle ore 19)

 

L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti:

– venerdì 25 maggio ore 19

– domenica 27 maggio ore 15.30

– martedì 29 maggio ore 19

– giovedì 31 maggio ore 19

– domenica 3 giugno ore 15.30

– martedì 5 maggio, ore 19.

 

La proposta sarà valida fino a esaurimento dei posti messi a disposizione dal teatro.

Vinitaly e Fieracavalli a Verona, Fruit Logistica a Berlino, Prowein di Dusseldorf. Ma anche Golosaria, Gourmandia, Gusto in Scena, Flormart, Sorsi d’Autore e Caseus Veneti. Sono le ‘vetrine di eccellenza’ scelte dalla regione Veneto, di intesa con le organizzazioni e i consorzi dei produttori, per promuovere quest’anno in Italia e all’estero il meglio dell’enogastronomia veneta e le eccellenze del settore primario.

 

“La Giunta regionale ha stanziato in questi giorni un milione e 231 mila euro per valorizzare le produzioni venete nelle fiere più note e qualificate”, fa sapere l’assessore regionale alla Promozione e al Turismo, Federico Caner. “Il programma promozionale per il settore primario – specifica l’assessore all’agricoltura Giuseppe Pan – si rivolge in particolare alle produzioni tipiche e di qualità e allo sviluppo delle imprese del comparto agroalimentare veneto, che rappresentano un punto di forza del territorio regionale e costituiscono un ingrediente fondamentale dell’attrattività turistica del Veneto”.

 

Il programma promozionale del settore primario per la stagione 2018-19, che attende ora il parere anche della commissione competente di palazzo Ferro-Fini, rientra nella strategia di promozione integrata del territorio veneto. Oltre a sostenere la presenza organizzata dei produttori veneti nelle maggiori fieri vitivinicole e agroalimentari nazionali e internazionali, il programma riserva una parte delle risorse a campagne di web marketing e allo sviluppo di APP che possano raggiungere un pubblico vasto ed eterogeno.
Stretto il connubio tra turismo e promozione dei prodotti a denominazione d’origine, nonché delle produzioni legate al territorio: una quota delle attività promozionali è dedicata, infatti, al turismo rurale, alla promozione di agriturismi e fattorie didattiche, e allo sviluppo del turismo connesso con il settore primario. “I gusti e i sapori delle nostre terre, insieme ai paesaggi rurali – sottolinea Caner – sono una delle chiavi di volta della nostra offerta turistica, che fa del Veneto una delle regioni più note, visitate e apprezzate al mondo”.

Se l’ITB di Berlino è la più importante rassegna del turismo al mondo (lo slogan che la descrive è: “The World’s Leading Travel Trade Show), lo stand della regione del Veneto, su cui campeggia il nuovo marchio “The Land of Venice”, è tra i più gettonati dell’intera esposizione fieristica.
Merito dell’elegante allestimento degli spazi dai quali viene promossa l’offerta e l’immagine dell’intero territorio regionale, ma ancor più dello straordinario richiamo esercitato dal gelato distribuito dai maestri gelatai che annualmente danno vita alla Mostra Internazionale del Gelato artigianale di Longarone (Bl).

 

“Il nostro stand – spiega l’assessore regionale al turismo, Federico Caner – è stato letteralmente preso d’assalto da operatori e visitatori, grazie alla felicissima intuizione di abbinare il nostro nuovo marchio a una delle produzioni venete più apprezzate, il gelato. Le coppette marchiate “The Land of Venice” stanno praticamente spopolando nei padiglioni della fiera, offrendo un’immagine gustosa e gioiosa del Veneto”.

 

Tra i gusti più apprezzati, il “Mimosa”, per celebrare l’odierna festa della donna, il “Tiramisù”, il dolce veneto più famoso e il gelato al Prosecco, in omaggio al vino più venduto al mondo.
“Giocando con le parole, potremmo dire che siamo riusciti ad accendere la nostra azione promozionale con un gelato – commenta Caner –, mettendo insieme tante eccellenze del Veneto, che si presenta a questa importantissima vetrina come una delle mete più ambite della clientela non solo tedesca, ma europea e mondiale”.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni