Home / Posts Tagged "Prima i Trevigiani"

Si svolgerà sabato 15 giugno presso i giardinetti di Sant’Andrea di Treviso una festa organizzata dal comitato Prima i Trevigiani per riqualificare e ridare ai trevigiani un pezzo di verde che da troppi anni è inutilizzato e inutilizzabile.

 

Dalle 15.00 in poi saranno allestiti dei gazebi con giochi, trucchi e animazioni per i bambini che potranno anche partecipare a svariate attività nel parco.
“Dopo anni – spiega Leonardo Campion, neopresidente del comitato Prima i Trevigiani – è ora di portare questo parco abbandonato al degrado a disposizione di famiglie e bambini. Purtroppo la nomea e le frequentazioni dei giardinetti hanno distanziato le famiglie trevigiane da questo suggestivo luogo, ma siamo convinti che con l’aiuto della cittadinanza potremmo dare nuova dignità a un parco che con la sua vista sul Sile rappresenta uno scorcio bellissimo di Treviso. Per questo invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare per creare un clima di convivialità, soprattutto per i più piccoli, che nel centro cittadino manca.”

 

 

Photo Credits: Elena Carrer

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato arrivato in redazione a firma del Comitato Prima i Trevigiani

“Alla soglia dei 110 anni di storia del Treviso Calcio la situazione è catastrofica: negli ultimi 10 anni la squadra della nostra città è rimasta invischiata nei bassifondi del calcio nazionale, rimanendo nel limbo tra Promozione ed Eccellenza. La tradizione sportiva di Treviso merita una società calcistica seria e non la situazione imbarazzante degli ultimi anni, dove imprenditori truffaldini si sono susseguiti uno dopo l’altro lasciando debiti e fallimenti. Al Treviso calcio serve un progetto imprenditoriale serio, in grado di sostenere una gestione virtuosa della società; per questo facciamo appello al sindaco Mario Conte affinché faccia da garante per il nome del Treviso Calcio in modo da attirare l’imprenditoria locale in un progetto che visti i risvolti recenti ha sempre meno appeal”, è questo il commento espresso dal Comitato, che auspica l’amministrazione voglia cogliere le lamentele di una città a cui piange il cuore vedere i propri colori abbandonati e che non faccia spallucce come la vecchia giunta.
“Occorre salvaguardare le sorti della società di calcio più rappresentativa della provincia in virtù anche della fortissima relazione che c’è tra squadra e trevigiani” – aggiunge poi. – Non si può più aspettare! Affinché il Calcio Treviso riconquisti una sua dignità, bisogna trovare una cordata di persone serie disposte a investire nel futuro sportivo della nostra città”.

Domani, dalle 12.30, il presidente del nostro comitato Davide Visentin e i portavoce del comitato “Cavalcavia di San Zeno” saranno al Bar da Ico, ai piedi del cavalcavia, per parlare dei problemi del quartiere e per ascoltare dai residenti problemi e proposte.

 

È purtroppo noto come questa zona di Treviso abbia diverse problematiche, che l’attuale amministrazione non è stata in grado di risolvere. Noi vogliamo portare la voce dei residenti alle istituzioni e per questo siamo desiderosi di confrontarci con loro, ascoltando nuove idee e progetti.

 

Questo incontro serve per proseguire un percorso, iniziato da più di un anno, intrapreso insieme ai portavoce del quartiere, con il fine di risolvere le questioni relative alla zona del Cavalcavia/San Zeno, consci che durante questo periodo di tempo a Ca’ Sugana hanno ignorato le nostre istanze. Confidiamo però che l’imminente cambiamento dello scenario politico trevigiano renderà il nostro operato profittevole e che le voci dei residenti non saranno più inascoltate.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni