Home / Posts Tagged "Metropolis"

“R…esistere: 13 buoni motivi per rinunciare al suicidio”

Mercoledì 31 luglio gran finale per la quarta edizione della rassegna teatrale curata da Giovanna Cordova.

Caterina Simonelli e Giacomo Vianello saranno i protagonisti di uno spettacolo sorprendente

 

 

Un ragazzo e una ragazza, la stessa decisione: farla finita. Poi si incontrano e tutto viene rimesso in discussione. Per l’ultimo appuntamento della quarta edizione della rassegna di spettacoli, letture sceniche e incontri musicali Tema Cultura Festival curata da Giovanna Cordova, il palcoscenico allestito alla Filanda Motta di Mogliano Veneto ospiterà Caterina Simonelli e Giacomo Vianello nei panni dei giovani protagonisti dello spettacolo “R…esistere: 13 buoni motivi per rinunciare al suicidio” (produzione IF Prana), in programma domani, mercoledì 31 luglio, alle 21.

 

Vincitore del bando Giovani in Scena 2013 (FTS e Teatro Metastasio Stabile della Toscana), finalista al Festival sulla Resistenza 2014 (Gattatico)e finalista al playFestival 2.(Atir Teatro Ringhiera), lo spettacolo racconterà il disagio che attanaglia le nuove generazioni, in bilico tra mancanza di prospettive e quell’insopprimibile voglia di progettare nonostante il precariato renda impossibile pensare a un futuro o immaginarsi in una relazione.

 

Quel malessere che fa sembrare ai due giovani protagonisti il suicidio l’unico rimedio possibile. Almeno fino a quando i loro destini non si incrociano.

 

Alle 20.30 aperitivo con gli artisti.

 

Tema Cultura Festival è una delle iniziative della rassegna Metropolis promossa dal Comune di Mogliano Veneto.

Ultimo appuntamento per la rassegna “Parole di carta. Un libro, uno scrittore” curata da quarantaduelinee | circolazione culturale a Mogliano Veneto, domani, mercoledì 19 giugno alle 20.45 presso l’Auditorium del Centro sociale di Piazza Donatori di Sangue.

 

Ospiti della serata Michela Murgia e Chiara Valerio, che presenteranno il libro L’inferno è una buona memoria (Marsilio 2018) di Michela Murgia.

 

Un viaggio contemporaneo, dentro e fuori la coscienza e l’impegno: partendo da Cabras, Sardegna, suo paese natale, la scrittrice si riallaccia ad Avalon, Britannia, luogo mitico di Re Artù e della “Spada nella roccia”, dove le tre “Signore del Lago”, Morgana, Igraine e Viviana, hanno il potere di sollevare le nebbie con le parole e influenzare le vite dei cavalieri della Tavola Rotonda. L’autrice, nata in mezzo alle acque di Cabras, dalla loro esperienza riconosce il potere di riscrivere le storie e le idee quotidiane, raccontando il pensiero delle donne attorno a temi di attualità: dalla religione alla politica sino al femminismo. È l’esperienza in gioco a contare nel percorso di formazione e nella restituzione al presente che Murgia affronta per porre domande e far riflettere, in un tragitto che comincia in mezzo al mare e in mezzo al mare ritorna.

 

Anche quest’incontro si inserisce nel calendario di “METROPOLIS Estate 2019”, programma di eventi e iniziative promosso dall’amministrazione comunale che patrocina tutta la rassegna.

 

Inizio ore 20.45 presso l’Auditorium del Centro sociale, Mogliano Veneto.

Ingresso libero.

Nell’ambito della quinta edizione di Metropolis Estate 2019, il 21 maggio in piazzetta del Teatro Tullio Solenghi, nome tra i più noti del Teatro italiano e della televisione, aprirà la stagione teatrale estiva moglianese col suo spettacolo Mittente: Wolfgan Amade’ Mozart, assieme al Trio d’archi di Firenze.

 

Saranno ancora una volta il teatro, assieme a musicadanzacinemacabaret ed enogastronomia, i pilastri di questa edizione dell’estate culturale moglianese. Da fine maggio a fine settembre, le serate da assaporare e gustare saranno oltre ottanta.

L’evento

Piazzetta del Teatro ospiterà la rassegna teatrale, da maggio a fine giugno, con cinque rappresentazioni: dopo Solenghi, il 10 giugno “Opera buffa e cento altre bagattelle” con Elio, il 18 giugno “Histoire du soldat. Percorso a ritroso tra le due guerre” con Peppe Servillo, e il 24 giugno “Le dolenti note”con Banda Osiris. In agosto seguirà in piazzetta il cinema all’aperto. Entrambe le rassegne sono realizzate in collaborazione col Cinema Teatro Busan della Parrocchia di Santa Maria Assunta.

Il programma

La quinta edizione di Metropolis estate promuove lo spettacolo come elemento fondamentale di identità culturale, crescita individuale e coesione sociale ed anche quale fattore strategico di sviluppo.

Per la redazione del programma è stato coinvolto il territorio, puntando sulla collaborazione con le associazioni culturali e socio ricreative operanti a Mogliano, inserendo nel tabellone iniziative per le quali era stato richiesto il patrocinio del Comune, o le cui proposte sono state ritenute meritevoli di adesione e apprezzamento da parte dell’amministrazione comunale per le loro finalità di interesse generale.

L’organizzazione

Il costo complessivo del programma supera di poco i 90mila euro e punta a proposte di qualità assoluta, in grado di attrarre pubblico da tutta l’area metropolitana, immaginandole un volano per le attività economiche cittadine. Non sono state tralasciate le sagre cittadine che sono un patrimonio dell’intera comunità e appuntamenti enogastronomici per la promozione del territorio.

Gli eventi in programma

• “Parole di carta – un libro uno scrittore” rassegna letteraria, 29 maggio, associazione culturale “Quarantaduelinee  circolazione culturale”

• Rassegna teatrale “Tema Cultura Festival” presso Filanda Motta di Campocroce, dal 4 luglio al 28 luglio, associazione culturale Tema Cultura

• “Ein deutsches requiem di J. Brahms” , 17 giugno associazione culturale “Quodlibet”

• Rassegna di teatro comico “Carlo & Giorgio” , dal 18 al 24 luglio, associazione culturale “La banda degli onesti”

• Rassegna di musica “Sile jazz 2019”, 12 e 13 luglio associazione culturale Nusica.org

• Festival delle sonora sudamericana “Montezuma fest 2019 – IV edizione”, dal 26 al 28 luglio, promossa dagli “Amici della musica Toti Dal Monte”

• “Swing italiano – I grandi della musica italiana”, 10 luglio “Libera associazione di Arti e Mestieri”

• Rassegna di danza contemporanea “A piede libero”, dal 23 al 29 settembre  associazione “Indaco-Incontri di danza contemporanea”, in vari luoghi della città

• “WoodstockDays” del 3 e 4 agosto, Associazione culturale “Comunicarte”

• V° edizione di  “Serial Grillers” , 8 settembre,  Pro Loco di Mogliano Veneto

• “Palio dei quartieri”, 22 settembre Gruppo Palio dei quartieri rappresentato dal Comitato Fiera del Rosario.

Questo weekend a Mogliano Veneto sarà protagonista il “fiore d’inverno” con la XXXIV Mostra del radicchio rosso di Treviso IGP, la tradizionale iniziativa in collaborazione con la Pro Loco

 

 

A Mogliano sono in arrivo due giornate di festa con la XXXIV mostra del radicchio rosso di Treviso IGP, un’iniziativa che rientra nel programma degli eventi di “Metropolis-Mogliano è Natale 2018”, promosso dall’Amministrazione comunale con la collaborazione di Arteven e operativa di Pro Loco Mogliano, il patrocinio di MIBAC e Regione del Veneto.

 

L’evento fa parte di “Fiori d’inverno 2018/2019”, un programma di 12 appuntamenti incentrati sul radicchio rosso, che coinvolge le province di Treviso e Venezia fino a marzo.

 

“La mostra del radicchio rosso è tra gli appuntamenti più attesi del nostro calendario di “Metropolis-Mogliano è Natale” e, allo stesso tempo, una delle tappe significative di questa manifestazione, che ha raggiunto una diffusione e una risonanza davvero notevoli nelle province di Treviso e Venezia.  Con un programma che di anno in anno diventa sempre più ampio, tra cene a tema, degustazioni, esposizioni, concerti e tanti momenti di intrattenimento per le famiglie, questo sarà un fine settimana di gran festa per la Città e un’imperdibile occasione per conoscere ancor meglio uno dei prodotti tra i più rappresentativi del nostro territorio. Un’opportunità anche per i turisti del nostro bacino, per abbinare alla scoperta del territorio una esperienza di conoscenza enogastronomica”, hanno sottolineato il sindaco, Carola Arena, e l’Assessore alla cultura e alle attività produttive, Ferdinando Minello.

 

La XXXIV mostra del radicchio rosso di Treviso IGP aprirà sabato 15 dicembre alle ore 10.00, in collaborazione con l’A.P.O.M.T., per poi continuare nel pomeriggio con i giochi in legno di una volta “Tana dei Tarli” alle ore 15.00 e alle 16.30 con la conferenza in Sala Consiliare sul tema “radicchio rosso – caratteristiche e proprietà”.

A partire dalle 18.00 i bar del centro predisporranno la degustazione di “cicchetti” al radicchio.

 

Domenica 16 dicembre la Mostra aprirà alle ore 9.00 con l’esposizione dei produttori locali e la successiva premiazione alle ore 10.30. Alle 11.30 il concerto del Gruppo Musicale Città di Mogliano e a seguire il tradizionale risotto al radicchio Rosso offerto dagli organizzatori dell’iniziativa.

Il radicchio verrà degustato anche nella versione “dolce” alle 17.30.

 

Animeranno il centro gli spettacoli per bambini “Artisti in piazza” alle 10.00 e alle 15.00 con intrattenimento di giocoleria di artisti di strada e alle ore 16.00 con il Teatro dei Burattini di “De Bastiani”.

 

In occasione dell’iniziativa, ristoratori moglianesi parteciperanno al percorso enogastronomico “A tavola con il Fiore d’Inverno”, che durerà fino al 27 gennaio, proponendo un menu a base di radicchio del costo di 25,00 euro.

 

 

Gli altri appuntamenti del weekend di “Metropolis-Mogliano è Natale”

Oltre alla mostra del radicchio, tra le iniziative in programma nel fine settimana, venerdì 14 dicembre appuntamento alle ore 21.00 al Cinema Teatro Busan con la rappresentazione di Giuliana Musso “Tanti saluti” (ingresso intero euro 20.00, ridotto euro 18.00).

 

Sabato 15 dicembre alle ore 10.00 in Biblioteca comunale appuntamento ad ingresso libero con “Lo straordinario Natale di Lavinia”, letture animate rivolte a bambini della scuola dell’infanzia e primaria, a cura del Gruppo Quante Storie.

 

La sera alle ore 20.30 al Centro Sociale il Concerto di Natale-Centro StudioMusica, una raccolta di fondi a sostegno dell’emergenza Veneto, a cura dell’Associazione Konzertmusik.

 

Domenica 16 dicembre il tradizionale Concerto di Natale alle ore 16.30 nel Duomo S. Maria Assunta, con l’organista Donato Cuzzato, a cura di Associazione Amici della Musica Toti Dal Monte, Associazione di Quartiere Centro Nord e Quartiere Centro Sud.

 

 

PER INFORMAZIONI

Comune di Mogliano Veneto – Servizi Culturali

Tel. 041.5930802 / 041.5930807

www.comune.mogliano-veneto.tv.it – [email protected]

Pro Loco Mogliano – [email protected]

 

 

Per tutto il mese di agosto, 17 proiezioni a cura del Cinema Teatro Busan, selezionate tra i migliori film dell’anno. Spettacoli alle ore 21.00 in Piazzetta del Teatro, costo del biglietto €5

 

Sono 17 i film in programma, per un mese dedicato agli appassionati del grande schermo. “L’estate al cinema” è come di consueto a cura del Cinema Teatro Busan ed è parte del cartellone di Metropolis, la rassegna degli appuntamenti estivi promossa dall’Amministrazione comunale.

 

Primo appuntamento il 6 agosto con una proiezione speciale: il cult movie The Blues Brothers di John Landis, a ingresso gratuito.
Un’iniziativa speciale è inoltre in programma per Lovers, ultimo film in calendario giovedì 30 agosto, con la presenza del regista Matteo Vicino e dell’attrice protagonista Margherita Mannino.

La biglietteria in Piazzetta Teatro apre 30 minuti prima dell’inizio dei film. In caso di maltempo a spettacolo iniziato, non sarà possibile rimborsare i biglietti.

 

Info:

www.cinemabusan.it

[email protected]

cell: 3341658994

 

 

“L’ESTATE AL CINEMA” 2018 – PROGRAMMA

 

The Blues Brothers
Lun 06/08 – ore 21.00
Speciale film gratuito
Un film di John Landis.
Con Dan Aykroyd, John Belushi, Kathleen Freeman, James Brown, Henry Gibson, Carrie Fisher. USA, 1980, Musicale, durata: 133 min.
Per procurarsi i 5.000 dollari necessari per pagare le tasse arretrate dall’orfanotrofio in cui sono cresciuti, e scongiurarne così la chiusura, due fratelli decidono di riunire tutti i vecchi componenti della loro band musicale. Ma non è semplice avere successo e gli artisti ne combinano di tutti i colori.
“Grandioso e validissimo spettacolo comico musicale. Lo spettacolo è indubbiamente riuscito nelle musiche (con la presenza di molti divi) nella grandiosità delle scene d’azione, nell’efficacia degli aspetti umoristici.” (‘Segnalazioni cinematografiche’, vol. 90, 1981).

 

The Post
Mar 07/08 – ore 21.00
Un film di Steven Spielberg.
Con Meryl Streep, Tom Hanks, Sarah Paulson, Bob Odenkirk.
USA, 2018, Drammatico, durata: 118 min.
La storia della pubblicazione di documenti top-secret in merito alle implicazioni degli Stati Uniti nella guerra in Vietnam, avvenuta negli anni 70 sul Washington Post.

 

Wonder
Mer 08/08 – ore 21.00
Un film di Stephen Chbosky.
Con Julia Roberts, Jacob Tremblay, Owen Wilson, Mandy Patinkin.
USA, 2017, Drammatico, durata: 113 min.
La coinvolgente storia di August Pullman, detto Auggie che, nato con una rara malattia, si trova ad affrontare il mondo della scuola per la prima volta.

 

A casa tutti bene
Gio 09/08 – ore 21.00
Un film di Gabriele Muccino.
Con Stefano Accorsi, Carolina Crescentini, Pierfrancesco Favino. Italia, 2018, Drammatico, durata: 105 min.
La storia di una grande famiglia che si ritrova a festeggiare le Nozze d’Oro dei nonni Pietro e Alba sull’isola dove questi si sono trasferiti a vivere.

 

Ricomincio da noi
Ven 10/08 – ore 21.00
Un film di Richard Loncraine.
Con Imelda Staunton, Timothy Spall,Celia Imrie, David Hayman, J. Sessions.Gran Bretagna, 2018, Commedia, durata: 111 min.
Quando Sandra scopre che suo marito la tradisce, cerca rifugio a casa della sorella Bif. Con lei e altri amici scopre la possibilità di riprendere in mano la propria vita.

 

La forma dell’acqua
Lun 13/08 – ore 21.00
Un film di Guillermo Del Toro.
Con Sally Hawkins, Michael Shannon II, Richard Jenkins, Doug Jones. USA, 2017, Drammatico, durata: 119 min.
Il visionario Guillermo del Toro racconta una fiaba gotica ricca di suggestioni fantasy, ambientata nella Guerra Fredda e incentrata su una giovane eroina senza voce.

 

Il sole a mezzanotte
Mar 14/08 – ore 21.00
Un film di  Scott Speer.
Con Bella Thorne, Patrick Schwarzenegger, Rob Riggle, Quinn Shephard. USA, 2018, Drammatico, durata: 91 min.
Katie fin dall’infanzia è costretta a vivere al buio a causa di una rara malattia. Ma un giorno l’incontro con Charlie potrebbe cambiare la sua esistenza.

 

Finché c’è prosecco c’è speranza
Mer 15/08 – ore 21.00
Un film di Antonio Padovan.
Con Giuseppe Battiston, Teco Celio, Liz Solari, Roberto Citran, S. D’Amico.
Italia, 2017, Giallo, durata: 101 min.
Campagna veneta, colline del Prosecco. L’ispettore Stucky investiga su un apparente caso di suicidio del facoltoso conte Desiderio Ancillotto.

 

Prendila come viene
Gio 16/08 – ore 21.00
Un film di Eric Toledano e Olivier Nakache.
Con Jean-Pierre Bacri, Jean-Paul Rouve, Gilles Lellouche. Francia, 2017, Commedia, durata: 117 min.
Innamorarsi è difficile ma organizzare un matrimonio perfetto è praticamente impossibile. La sfida è questa per Max, Guy e James, i migliori in circolazione.

 

Star Wars: gli ultimi jedi
Lun 20/08 – ore 21.00
Un film di Rian Johnson.
Con Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley.
USA, 2017, Azione, durata: 152 min.
Mentre il Primo Ordine si prepara a stroncare quel che resta della Resistenza, Rey cerca di convincere Luke Skywalker a tornare a combattere.

 

Coco
Mar 21/08 – ore 21.00
Un film di Lee Unkrich, Adrian Molina. USA, 2017. Animazione, durata: 109 min.
Coco ci porta in un variopinto villaggio messicano, animato dai preparativi per il Dìa de Muertos e dalla vivace musica delle orchestre che inonda le strade.

 

Ella & John
Mer 22/08 – ore 21.00
Un film di Paolo Virzì.
Con Helen Mirren, Donald Sutherland, Christian McKay. Italia-Francia, 2018, Drammatico, durata: 112 min.
La storia commovente di due anziani, Ella e John, che partono in camper per un ultimo viaggio di piacere, percorrendo la Old Route 1, con destinazione le Key West.

 

Come un gatto in tangenziale
Gio 23/08 – ore 21.00
Un film di Riccardo Milani.
Con Paola Cortellesi, Antonio Albanese, Sonia Bergamasco, Luca Angeletti.
Italia, 2018, Commedia, durata: 98 min.
Un uomo e una donna molto diversi tra loro si incontrano a causa dei figli che si sono innamorati. Lo scontro tra i due sarà inevitabile.

 

L’ora più buia
Lun 27/08 – ore 21.00
Un film di Joe Wright.
Con Gary Oldman, Kristin Scott Thomas, Lily James, Stephen Dillane. Gran Bretagna, 2017, Drammatico, durata: 125 min.
Il momento cruciale della scelta, da parte del Primo ministro britannico Winston Churchill, tra l’armistizio con la Germania nazista e l’intervento nel conflitto armato.

 

La signora dello zoo di Varsavia
Mar 28/08 – ore 21.00
Un film di Niki Caro.
Con Jessica Chastain, Johan Heldenbergh, Daniel Brühl, Tomothy Radford. USA-GB-CZ, 2018, Biografico, durata: 127 min.
La storia eroica di una donna che, pur vivendo in un’epoca di guerra e distruzione, ha preservato quel che di buono c’è nell’animo umano.

 

Metti la nonna in freezer
Mer 29/08 – ore 21.00
Un film di Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi.
Con Fabio De Luigi, Miriam Leone, Lucia Ocone. Italia, 2018, Commedia, 130 min.
Il più incorruttibile e maldestro dei finanzieri, una giovane restauratrice che vive in proprio grazie alla pensione della nonna e il rischio di perdere tutto.

 

Lovers
Gio 30/08 – ore 21.00
Un film di Matteo Vicino.
Con Margherita Mannino, Ivano Marescotti, Antonietta Bello, Luca Nucera.
Italia, 2018, Commedia, durata: 98 min.
Con la presenza del regista Matteo Vicino e dell’attrice Margherita Mannino.
Quattro storie con gli stessi attori in ruoli diversi che si dipanano fra tradimenti, feroci vendette, colpi di scena e una riflessione sull’importanza della cultura.

Si intitola “Rossana Casale & Benito Madonia: I Maestri Dello Swing Italiano” il concerto a ingresso libero che animerà la Piazzetta del Teatro giovedì 2 agosto alle ore 21.

 

Benito Madonia alla voce, Nicola Dal Bo organ/bass e pianoforte, Massimo Tuzza alla batteria formano un trio che nasce per proporre lo swing italiano (Luttazzi, Martino, Carosone, Buscaglione, ecc.), sviluppatosi nel nostro Paese soprattutto nell’immediato dopoguerra. Un viaggio alla continua ricerca e la realizzazione di brani del passato, che per loro stessa natura e, in virtù degli arrangiamenti del trio, la calda e profonda voce di Ben, la naturale vena jazzistica di Nicola e il groove e la mimica accattivante e simpatica di Max regalano freschezza e attualità coinvolgenti.
Al trio si aggiunge Stefano Gajon al clarinetto, musicista jazz dal fraseggio brillante e ironico.

 

Ospite speciale della serata un’amica preziosa, una grande artista che non ha bisogno di ulteriori presentazioni, Rossana Casale: una voce unica. Rossana si esibirà sia da sola, sia duettando con Benito. La Casale è già presente come special guest in alcuni progetti di Benito: “La canzone di Marinella” in Vento del Sud e “Colpevole” in Prima di domani.

Oltre alle canzoni presenti nel cd TAKE AWAY, verranno eseguiti brani di altri artisti swing e della Casale stessa.

Il 29 e 30 luglio ultimo (doppio) appuntamento dell’evento ospitato alla Filanda Motta

 

1000 spettatori in 5 spettacoli di cui due prime nazionale, 2 appuntamenti musicali, una mostra d’arte, 4 workshop per bambini e ragazzi e uno stage di 15 giorni: questi i numeri della terza edizione del Tema Cultura Festival, manifestazione diventata punto di riferimento per gli amanti del teatro e non solo. Le due ultime date sono già sold out.

 

A chiudere la kermesse il 29 e 30 luglio “Alice”, lo spettacolo prodotto dalla compagnia “La stanza” e realizzato durante uno stage di 15 giorni organizzato in occasione del festival: la volontà è quella di valorizzare i giovani talenti e offrire loro l’opportunità di calcare il palcoscenico dove si sono esibiti nelle scorse settimane artisti del calibro di Alessandro Preziosi, Giuseppe Pambieri ed Edoardo Siravo.

La regia è a firma Giulia Pelliciari, direttrice artistica del festival.

 

“Alice – commenta – è un viaggio all’insegna della ricerca, della comprensione di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, sulla definizione del concetto di normalità, di scoperta dell’altro, tutto vissuto attraverso gli occhi di una bambina, che è Alice, in una chiave scenico-registica caratterizzata da follia e sfrenatezza, entriamo nel dionisiaco Nitzschiano, abbandoniamo la realtà che tutti conosciamo per il tempo di uno spettacolo e lasciamoci condurre dalle mani degli attori in un mondo magico, in un sogno ad occhi aperti, pieno di colori ed energia”.

La coreografia è curata da Silvia Bennet e il trucco da Susy Zancanaro.

 

Alle 20.30, prima dello spettacolo, aperitivo con gli artisti.

Alle 19.30 il 30 luglio sul palcoscenico Erica Porrazzo (ex allieva di Tema Cultura), Alessandro Moro, Federico Furlan della London Academy che presentano uno studio su Antigone.

 

La domanda da cui nasce il testo è chiara: “Come sarebbe Antigone in un tempo dove si crede in Dio?” In questo riadattamento un Creonte che si cela agli occhi di tutti emana una legge impossibile da accettare per una giovane donna che ha perso – in un giorno – entrambi i fratelli. Si accende allora un dibattito fra leggi scritte e non ma anche fra parità dei sessi, differenze generazionali ed abusi di potere.

 

Tema Cultura Festival è una delle iniziative della rassegna Metropolis promossa dal Comune di Mogliano Veneto.

Per info e prenotazioni:

www.temacultura.it

Tel.3462201356

[email protected]

Dopo le serate con Ascanio Celestini, Massimo Carlotto, Mario Tozzi e Giobbe Covatta, sarà David Riondino a salire sul palco di Piazzetta del Teatro per l’appuntamento che chiuderà la rassegna teatrale curata da Cinema Teatro Busan nell’ambito di Metropolis, il cartellone estivo promosso dall’Amministrazione comunale.

 

Triglie, principesse, tronisti e alpini è lo spettacolo che andrà in scena alle 21.00 (al Busan in caso di maltempo), con le musiche dal vivo di Mirio Cosottini.
Uno spettacolo incentrato su cronache cantate dell’Italia più o meno contemporanea.
“Uno dei problemi più complessi della fine del Novecento e dell’inizio del millennio è il titolo da dare agli incontri col pubblico di autori che tendono a saltare di palo in frasca. Che già sarebbe un buon titolo. Più semplice dire che apro il sipario, espongo il banchetto e metto in mostra la mia merce: racconti in versi, canzoni più o meno lunghe e più o meno serie, più o meno autentiche e più o meno parodistiche. Un diario in musica, che fotografa questi primi anni del millennio. Questi anni di crisi, insomma, raccontati a partire dalle canzoni e dalle storie che ho scritto in occasioni molto diverse, per radio, teatro, giornali più o meno satirici, televisione”, commenta David Riondino.

 

“Troverete e ritroverò anche io, sempre meravigliandomene, le canzoni che ci mandava il Dottor Djembé da Bora Bora alla RadioRai: la strana Hit Parade con le canzoni crudeli di Pino Paoli, di Francesco Puccini con la P, attenzione!), gli inni delle categorie merceologiche delle Pagine Gialle, le canzoni selle piccole emozioni quotidiane dei Lottatori di Sumo, dei Voltapagine di Pollini, dei Vescovi a Conclave per dirne solo alcune. Troverete diverse canzoni sugli animali: Le triglie, i
Paguri, i pesci Cha cha cha. Ma anche la Sula e l’Albatros. Mi è poi capitato, fortunatamente e fortunosamente, di mettere in canzone anche diverse novelle di Boccaccio, per una serie di Radio3: e un paio sarà opportuno ascoltarle, per valutare quanto gli antichi fossero contemporanei, come lo è Madonna Filippa in una canzone tratta da un racconto esemplare. E faranno da filo conduttore, i poemetti storici, dalla Fornero a Renzi passando per Grillo e Bersani. Più che politica, epica: la cronaca politica mi interessa solo per quanto ne risulta di cantabile, per quanto se ne possa trasformare in poesia, più o meno grottesca.

 

Sarà l’occasione di mettere in fila questi interventi sparsi, che sono a modo loro una cronaca degli ultimi anni, ma soprattutto sono esercizi sulla canzone, e sui molti modo di comporla. Rimango solidamente cantautore, per quanto discograficamente indisciplinato. Trattasi insomma di cantautore eclettico, che racconta i suoi tempi giocando con le forme della canzone, Corta, lunga, sibilata, didattica, epico-narrativa, intra-psichica, animalista, centrifuga, centripeta, e ancor di più.

 

Naturalmente sotto lo sguardo severo di un coro di alpini, invisibile ma vero, che esegue con me due commoventi canzoni d’alta quota. Con la “Q””, conclude infine l’autore. Sempre a cura del Cinema Teatro Busan, seguirà a partire dal 6 agosto “L’estate al cinema”, la rassegna del cinema all’aperto.

 

Info
Biglietto intero: € 15,00 – Biglietto ridotto: € 13,00
Riduzione: fino ai 26 e oltre i 65 anni; disabili e loro accompagnatore.
Acquisti e prevendite online (www.cinemabusan.it) e presso la biglietteria del Teatro Busan, in via don Bosco 41, Mogliano Veneto (TV). Tel. 041 5905024 e 334 1658994
Apertura della biglietteria nella settimana che precede lo spettacolo: mercoledì, giovedì e venerdì dalle 17.00 alle 19.30; sabato dalle 10.00 alle 12.30.
La vendita dei biglietti avverrà inoltre nel luogo dello spettacolo a partire dalle ore 20:00.
In caso di pioggia lo spettacolo si terrà presso il Teatro Busan; in tal caso i posti non saranno numerati.

Il 26 luglio prima nazionale alla Filanda Motta con Non ci resta che ridere…

Alle 19.30 in programma Storie sbagliate con la musica di Fabrizio De André

 

 

L’appuntamento con il grande teatro è per il 26 luglio alle 21.00, al Tema Cultura Festival, quando Edoardo Siravo e Gabriella Casali saliranno sul palcoscenico con un Viaggio nella letteratura e nella poesia comica di tutti i tempi.

 

Il recital cerca di cogliere con leggerezza e voglia di divertire, la radice autentica del comico nella frattura, nella discontinuità, nella contraddizione, nell’anomalia che solleva le quinte della realtà ordinaria, facendoci intravedere le possibilità che vi sono nascoste.

 

“Nella risata – dichiara Siravo – noi siamo come i personaggi dei cartoni animati che scoprono, tutto d’un tratto, di camminare sospesi nell’aria (e poi precipitano). Di qui il senso di sollievo e di liberazione racchiuso nel riso, che ci fa prendere le distanze dal mondo così com’è, rovesciandone la forza di gravità. Ci affideremo perciò alla sapienza di grandi Poeti e Letterati antichi e moderni, che con la loro Arte si sono occupati di… farci ridere!”.

 

Siravo e la Casali saranno accompagnati dalla musica dal vivo di M° Piero Trofa.

 

Siravo è conosciuto dal grande dal pubblico per aver interpretato il commissario Vincenzo Leoni nella soap opera di Canale 5, Vivere. In teatro è stato diretto tra gli altri da Luca Ronconi, Luigi Squarzina, Giuseppe Patroni Griffi, Mario Missiroli. Attivo anche nel doppiaggio ha doppiato attori come Gerard Depardieu, Kevin Pollak, Jeremy Irons, Christopher Reeve e molti altri.

 

Alle 19.30 appuntamento con Storie sbagliate: Francesco Zanetti (voce, chitarra acustica, bouzouki), Lino Brotto (chitarre acustica, classica, elettrica), Davide Pezzin (basso, chitarra acustica) e Marco Carlesso (batteria, percussioni) proporranno al pubblico una selezione dei testi più amati di Fabrizio De André. Un evento di spessore, con artisti di primo piano: Pezzin è bassista di Luciano Ligabue e Cristiano De André, Brotto ha suonato e registrato con numerosi musicisti di fama internazionale tra cui Claudio Baglioni, Carlesso suona nell’Orchestra Jazz del Veneto diretta da Maurizio Camardi, nell’Orchestra Sinfonica Veneta e nell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta dirette da Walter Bertolo. Zanetti, formazione da voice actor, ha alle spalle diverse esperienze nel campo del teatro, della radio e del doppiaggio.

Alle 20.30, prima dello spettacolo di Siravo, ci sarà un aperitivo con gli artisti.

 

Il festival proseguirà nei giorni successivi con la rassegna giovani palcoscenici, prevista il 30 luglio, alle 19.30, quando gli studenti della London Accademy (di cui una ex allieva di Tema Cultura) presenteranno uno studio su Antigone.

 

Il 29 e il 30 luglio, alle 21.00, luci accese invece su Alice, prodotto dalla compagnia “La stanza” e realizzato durante uno stage in programma dal 16 al 29 luglio.

 

Tema Cultura Festival è una delle iniziative della rassegna Metropolis, promossa dal Comune di Mogliano Veneto.

 

Per info e prenotazioni:
www.temacultura.it
tel. 346 2201356
[email protected]

Il 19 luglio, alla Filanda Motta di Campocroce va in scena Io mai niente con nessuno avevo fatto, uno spettacolo pluripremiato in Italia e all’estero, che affronta il tema dell’omosessualità.

 

Al centro la storia di Giovanni, incarnazione dell’ingenuità e della passione allo stato puro, l’istinto alla vita e alla sopravvivenza al di là del male. Tre i personaggi che gravitano in un universo popolare, uno scenario pieno di brutalità ed istinto dove la violenza si scontra con l’innocenza. Uno spettacolo pluripremiato, che affronta il tema dell’omosessualità, trattando tematiche sociali intrecciate con la sensualità trattata in modo mai convenzionale o imbavagliata nel perbenismo.

 

La drammaturgia e la regia sono a firma Joele Anastasi, sul palcoscenico Joele Anastasi, Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano. Lo spettacolo, portato in scena da Vucciria Teatro per la prima volta in Veneto, è prodotto dalla Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini.

 

“In Io, mai niente con nessuno avevo fatto – dichiara Joele Anastasi – utilizziamo la Sicilia per raccontare il passato. Come fosse uno sguardo alle origini. E così viene fuori un universo cristallizzato e quasi mitico, reso mitico proprio da quegli stessi personaggi che urlano il loro disperato bisogno di ritagliarsi un posto nella (S)toria, di esistere a tutti i costi, di appartenere a sé stessi”.

 

 

Trama:

Un paesino di Sicilia, fine anni ‘80. Due cugini crescono come fratello e sorella e giocano per cancellare la solitudine ancestrale di una famiglia senza padri. Sono prede troppo vulnerabili senza nessuno che dia loro consapevolezze o difese: dietro le persiane è nascosto un paese che spia, giudica e non vive. Tentano di combattere il loro destino per sognare, lei di lasciare quell’isola che li culla e li affoga, lui di amare liberamente un uomo. Come in una tragedia antica va espiata la colpa di chi si ribella e il giovane puro è sporcato dallo spettro dell’Hiv. Lui che ‘mai niente con nessuno aveva fatto’ s’infetta d’amore. Mentre tutti piangono già la sua morte, il suo istinto alla vita esplode candido e redime il paese.

 

 

Alle 19.30 appuntamento con la musica con lo show Ginga on my mind, cui seguirà un aperitivo con gli artisti, alle 20.30. Lo spettacolo inizierà alle 21.

Tema Cultura Festival è una delle iniziative della rassegna Metropolis promossa dal Comune di Mogliano Veneto.

 

 

Per info e prenotazioni:

www.temacultura.it

Tel. 346 2201356

E-mail: [email protected]

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni