Home / Posts Tagged "il Ponte"

Caro Direttore,

 

leggo con un certo stupore – per i contenuti riportati e per i toni – l’articolo che il tuo giornale ha confezionato in merito alla conferenza stampa di presentazione dei candidati della lista civica “il ponte”, tenutasi sabato scorso presso il bar pasticceria “da Anna”, ex Fernanda.

 

Io non so quale sia la fonte che ti ha informato sull’andamento dell’incontro, visto che tu non eri presente per altri impegni, come cortesemente mi avevi informato qualche ora prima della presentazione, né del resto ho ricevuto tue successive richieste di informazione in merito – né telefoniche né tramite mail o altri social –  cosa che faccio fatica a comprendere e ad attribuire a un giornalista-direttore come te, che ben conosce le regole della correttezza informativa, essendo tra l’altro io fra gli organizzatori dell’evento cui avevi chiesto la cortesia di inviarti un commento.

 

Non penso che tu abbia ricavato queste informazioni dagli articoli apparsi su Tribuna e Gazzettino del giorno dopo – domenica 14 aprile – che ho apprezzato per correttezza di informazione, naturalmente ognuno con il proprio taglio, come si conviene ad un giornalismo libero.

 

Forse tu ti riferisci a una giornalista che, al termine delle illustrazioni mie e di Sandro del Tedesco, ha per oltre 20 minuti preso la scena concentrandosi su un unico tema, che peraltro non mi risulta essere il tema dei temi dei moglianesi. Eppure noi avevamo presentato le nostre e i nostri candidati, e molti argomenti che interessano la vita della città, ma tant’è… a volte anche i giornalisti hanno la presunzione, o l’arroganza, di decidere ciò che è notiziabile da ciò che non lo è…

 

Il cuore del discorso, però, non è questo!

 

Converrai con me che una Conferenza Stampa è una Conferenza Stampa: il giornalista fa le domande, anche scorbutiche, anche imbarazzanti, anche – mi voglio allargare – velenose, e poi ascolta e registra la risposta. Punto.
Anche perché noi, caro Direttore, non abbiamo invitato i giornalisti a un contraddittorio, altrimenti l’avremmo scritto, ma appunto a una Conferenza Stampa. E chi conosce l’abc del giornalismo sa cosa significa.
Non è andata così. Nella circostanza, qualcuno ha confuso i ruoli ed è andato fuori luogo, con puntute interruzioni e con vistosi gesti di malcelato disprezzo nei confronti di chi a domanda rispondeva, peraltro su un unico tema (altro che censura alla stampa! Fossero state fatte le domande!).

 

Alla fine, anche perché stava arrivando l’una, ho deciso di chiudere la Conferenza percependo un uditorio sempre più infastidito da questa dinamica, per il bene di tutti: spetta a chi conduce un incontro giudicare di non comprometterlo, e se ho alzato un po’ la voce, è stato solo per farmi sentire e per porre fine a uno spiacevole e incomprensibile finale.

 

In ogni caso per noi è stata una bella giornata, la nostra lista è fatta di belle persone che lavorano concretamente per il bene di questa città, ognuna nel proprio settore, e che hanno brindato agli impegni che ci attendono, disponibili all’ascolto e a fornire il proprio punto di vista senza pregiudiziale alcuna.

 

Anche noi siamo liberi, caro direttore, di dire quello che pensiamo, come libera dev’essere la stampa. Ma con rispetto reciproco, anche nei resoconti giornalistici. Cosa che non avete fatto in questa circostanza, non interpellandomi ma citandomi, attribuendomi comportamenti e pensieri che non ho esercitato nell’occasione, non mi corrispondono e non fanno parte della mia storia: scrivere solo per sentito dire non è bello, odora di giornalismo di parte… e tu sai bene che è anche poco professionale scrivere di qualcuno senza appurare la fonte principale di cui si parla.
Sinceramente dispiaciuto.

 

Lucio Carraro

Sabato mattina, Il Ponte, lista civica che appoggia la candidatura del sindaco uscente Carola Arena, ha indetto una conferenza stampa per illustrare i punti del suo programma elettorale e presentare i candidati. Erano presenti Lucio Carraro Sandro Del Todesco e il sindaco Carola Arena.

 

Il programma prevede un impegno molto nutrito e impegnativo. Per la verità alcune delle cose elencate sono state all’ordine del giorno della amministrazione uscente senza però essere state realizzate.

 

I suoi esponenti assicurano impegno per:

• realizzare spazi per la cultura e una cittadella dello sport

• le esigenze della scuola

• la promozione e la difesa dei servizi sanitari

• la valorizzazione dell’istituto Gris

• creare un “tavolo delle opportunità” a favore delle nuove povertà e in difesa delle donne e dei minori

• una città sicura ed eco sociale

• l’innovazione delle attività produttive

• per salvaguardare le Cave di Marocco.

 

Un insieme di ottimi propositi per la nostra città e che come comune denominatore dovrebbero avere una cosa: il rispetto per la democrazia.

 

Purtroppo un fatto increscioso accaduto durante la conferenza stampa – e che francamente non ci si aspettava da persona qualificata quale è Lucio Carraro – ha posto seri dubbi sulla democrazia e sul fair play di questa compagine politica.

L’accaduto

La stampa presente ha chiesto spiegazioni su come si intendesse recuperare l’istituto Gris, visto che in questi ultimi cinque anni non sono stati portati avanti i progetti in programma dell’attuale sindaca. Ancora, è stato chiesto come si pensasse di recuperare le Cave di Marocco, dal momento che appartengono a un privato. Infine è stato chiesto di poter visionale il progetto di ampliamento del poliambulatorio (mai mostrato) e il motivo per cui sono stati persi dei servizi.

 

I rappresentanti de Il Ponte hanno risposto accusando la precedente amministrazione e la Lega, mentre il sindaco ha accreditato le responsabilità all’Ulss, affermando inoltre che anche la mancata applicazione del P.A.T. è da attribuirsi alla Regione governata dalla Lega.

 

Alle giuste e circostanziate repliche della stampa presente, Carraro – visibilmente molto alterato – ha tolto la parola ai giornalisti, chiudendo di fatto la conferenza stampa tra gli applausi dei suoi e dimostrando uno scarso senso della democrazia.

 

La stampa era stata invitata per conoscere i candidati e anche per ascoltare e discutere sui programmi, quindi stava svolgendo il lavoro per il quale era stata convocata.

 

Foto credit: Facebook @ilpontelistacivicamogliano

Tre fra i cittadini più apprezzati di Mogliano, Lucio Carraro, Sandro Del Todesco Frisone e Stefano Cannella, hanno varato la lista civica “Il Ponte” che verrà presentata ufficialmente il 22 novembre al centro sociale in piazza Donatori di Sangue.

 

 

Sandro Del Todesco Frisone ci spiega: “L’abbiamo chiamata Il Ponte perché uno degli scopi fondamentali è quello di gettare un ponte tra generazioni, promuovere un dialogo tra giovani e i non più giovani, stendere un percorso di conoscenza e partecipazione. Ponte perché vogliamo riannodare il dialogo tra soggetti che si sono sentiti esclusi come i giovani. Desideriamo dare il via ad una stagione di cambiamenti.”

 

 

Lucio Carraro approfondisce i concetti e precisa: “Con Il Ponte intendiamo avviare una nuova stagione di cambiamenti. La funzione civica di questa nostra lista è quella di  riuscire a  ritrovare un modo di ragionare con i cittadini oltre le polemiche ed affrontare i problemi veri del territorio. Riteniamo pertanto sia utile per tutti ritrovare un modo civile  di discutere. Ci sono molti giovani impegnati, pieni di idee e di voglia di fare, quindi pensiamo sia importante creare una nuova generazione per guidare in futuro la città”.

 

 

“La nostra lista civica – prosegue Carraro – si schiererà a fianco del sindaco uscente, perché pensiamo che stia facendo bene. Il recupero della ex Macevi, la progettazione della nuova biblioteca a Villa Longobardi, il recupero della piazza del mercato e del distretto sanitario e il progettare un parco in centro città sono elementi importanti per il centro storico, sono aspetti di una città riqualificata e recuperata secondo una visione storica. Sono tutti elementi che recuperano una tradizione storica di Mogliano”.

Ecco “Il Ponte”: una nuova lista civica promossa da Sandro Del Todesco e Lucio Carraro

 

 

La città di Mogliano Veneto sta vivendo una stagione di grandi fermenti. Dopo un’attesa durata oltre cinquant’anni, l’attuale Amministrazione pubblica, guidata da Carola Arena, ha dato finalmente il via ai lavori di completamento del Centro Storico, intervento fondamentale per l’identità della città e il rilancio delle attività commerciali; oltre ai lavori in corso per la realizzazione di varie opere pubbliche, è a buon punto anche l’innovativo progetto della nuova Biblioteca comunale nel cuore del parco di Villa Longobardi, gioiello della città; in forte crescita la qualità delle iniziative culturali e artistiche con l’affermazione di numerose Associazioni e nuovi talenti; in espansione il sostegno di tanti volontari nei confronti delle fasce più deboli e bisognose, dalle famiglie colpite dalla crisi ai bambini e anziani; molte le iniziative per la salvaguardia ambientale e la diffusione di buone pratiche per il risparmio idrico ed energetico e lo sviluppo di un’agricoltura vocata alla biodiversità.

 

È la straordinarietà di questo momento, che prefigura il futuro stesso della città, che ha sollecitato Sandro Del Todesco e Lucio Carraro, due personalità molto note a Mogliano sotto il profilo culturale e amministrativo, a scendere in campo promuovendo la nascita di una nuova lista civica.

 

“Pensiamo” hanno affermato Carraro e Del Todesco, “che la città meriti di vivere questo momento con la massima partecipazione, favorendo l’intreccio fra preziose esperienze e nuove intelligenze. Vogliamo costruire un ponte fra le generazioni, fra chi ha contribuito alla storia di Mogliano, chi la sta facendo e chi si appresta a ereditarla e proseguirla, un ponte che rafforzi il dialogo fra le diverse espressioni della città: giovani, anziani, bambini, agricoltori commercianti e imprenditori, artisti e poeti, amministratori e cittadini. Per queste ragioni rinnoviamo il nostro impegno nei confronti di Mogliano e invitiamo quanti fossero interessati a mettersi in contatto direttamente con noi nelle prossime settimane: saremo felici di condividere questo comune cammino.”

 

L’iniziativa, dopo un’estate dedicata a precisarne le potenzialità e opportunità, verrà presentata nel prossimo mese di settembre.

 

 

SANDRO DEL TODESCO
Attività professionali
Docente di materie letterarie, storia e filosofia presso istituti scolastici superiori delle province di Treviso e Venezia nel periodo 1976-1978.
Dipendente del Comune di Venezia dal 1978 al 2015. Dirigente dal 1992 al 2015, in particolare nei settori delle politiche di welfare e del decentramento. In pensione dal 1 luglio 2015.

 

Esperienze politiche
È stato Assessore alla Sicurezza sociale del Comune di Mogliano dal 1977 al 1981 (Consigliere comunale dal 1975 al 1985 e dal 1996 al 2001).
Nel periodo 1980–1986 componente del Comitato di gestione delle Ulss di Venezia e della Terraferma veneziana.

 

Altre esperienze
Nel periodo 1969-1975 collaborazioni giornalistiche in particolare con Il Gazzettino di Treviso.
Dal 1992 al 2003 componente del collegio sindacale della Cooperativa sociale “Libertà” di Mestre.
Attualmente è componente del Consiglio di Amministrazione della Cooperativa sociale “Realtà” di Marghera.
È lettore volontario nelle biblioteche decentrate del Comune di Venezia.
Arbitro di calcio dal 1972 al 2017.

 

Pubblicazioni

Nel 2017 ha pubblicato il libro Buongiorno! Sono l’arbitro (Arcari Editore) e nel febbraio 2018 Vita con mio padre (Ritratto di famiglia), Arcari Editore.

 

 

LUCIO CARRARO
Attività professionali
Ha insegnato per quarant’anni a Treviso, presso la scuola a tempo pieno “Carducci”.
Ha svolto un’intensa attività di comunicatore, che coltiva ancora come copywriter.

Esperienze politiche
È stato consigliere comunale a Mogliano dal 1985 al 2001.
Assessore alla cultura e pubblica istruzione dal 1990 al 1992; dal 1992 al 1996 assessore alla pubblica istruzione e attività produttive.

Altre esperienze
Sostenitore e attivista di Slow Food.
Collabora con la cooperativa Solidarietà di Treviso

 

Pubblicazioni
È coautore di un libro per ragazzi La verde collina, Petrini editore, e delle miscellanee del M.C.E Tra il dire e il fare e I luoghi della parola, La Nuova Italia.
In quest’ultimo decennio ha pubblicato:
Sentimenti elementari, c’era una volta il libro di lettura, Aurelia edizioni
Agosto, Arcari editore
Il senso della lumaca e altre storie, Slow Food editore
Volare, la straordinaria storia del pistard olimpionico Franco Testa
Cuoche, le radici della cucina, Antiga edizioni
In corso di pubblicazione:
APACHE, storie di attimi, Arcari editore

A Mogliano si incominciano già ad affilare le armi in vista delle elezioni in programma per la prossima primavera.

Giunge notizia che stia nascendo una nuova lista civica a sostegno del Sindaco Arena uscente.

La lista si chiamerebbe “Il ponte” e sarebbe promossa da Sandro Del Todesco e da Lucio Carraro, due figure storiche in città.

I due si sono già messi al lavoro per poi presentare ufficialmente la propria lista civica a fine estate.

Intanto il Sindaco Arena ha già iniziato a organizzarsi in vista della imminente campagna elettorale che non sarà priva di scontri interessanti e colpi di scena.

Ora attendiamo notizie dallo sfidante Centro Destra che, per il momento, sta lavorando in sordina.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni