Home / Posts Tagged "green"

L’Amministrazione comunale casalese è orgogliosa di comunicare che tutta l’energia elettrica utilizzata nell’anno 2019 dal proprio comune per l’illuminazione pubblica e gli edifici di proprietà dell’Ente proviene da fonti rinnovabili ed è 100% “energia verde” certificata.

 

Ad attestarlo è il Consorzio Energia Veneto, e il Comune, in qualità di socio del Consorzio, grazie al proprio quotidiano impegno, ha contribuito a raggiungere l’importante traguardo di 3.702.740,04 tonnellate di CO2 evitate. Scegliendo energia proveniente da fonti rinnovabili, l’Amministrazione casalese intende promuove tra i cittadini una nuova cultura dell’energia e un impegno virtuoso e concreto a favore dell’ambiente.

L’Ater di Venezia ha ristrutturato un vasto complesso edilizio in via della Speranza a Fossalta di Piave (VE); a giorni ci saranno le prime 10 assegnazioni degli alloggi.

 

Il progetto

 

Un progetto green, innovativo sul fronte dell’efficientamento energetico, con pannelli solari e “tetti verdi” sui parcheggi, che ha riqualificato un’area centrale del comune creando un vero e proprio residence per gli inquilini. In tutto, 6 edifici che comprendono 24 alloggi Erp con rispettivi parcheggi e posti auto, un vasto giardino con lampioni e panchine, deposito per le biciclette, aree pensate per i giochi dei bambini e spazi per gli anziani, giardini pensili e area ecologica.

 

Un complesso che si candida come il fiore all’occhiello dell’Azienda territoriale di edilizia residenziale in quest’area della Città metropolitana di Venezia, con una superficie complessiva di circa 4.020 mq e un occhio di riguardo alle aree verdi e all’abbattimento delle barriere architettoniche negli spazi aperti: 1.146 mq sono di giardino, e tra i marciapiedi e la pavimentazione esterna di tutto il complesso non esistono gradini o dislivelli.

 

(L’entrata del residence riqualificato)

 

L’Ater

 

L’Ater di Venezia ha svolto lavori di recupero edilizio, riqualificazione energetica, sistemazioni esterne ed opere di urbanizzazione. Un intervento iniziato nel 2013 che si è concluso nelle scorse settimane, il cui costo complessivo è di 2.863.350,28 euro, di cui 1.054.450,28 provengono da fondi europei Por Fesr e 1.808.900 da rinvestimenti delle vendite dell’Ater di Venezia.

 

“Con gioia e soddisfazione, ma anche una punta di orgoglio – spiega il presidente dell’Ater di Venezia Raffaele Speranzon – possiamo iniziare ad assegnare i primi dieci alloggi Erp dei 24 disponibili in questo meraviglioso complesso che abbiamo recentemente terminato di restaurare nel centro di Fossalta, che si configura come un vero e proprio residence innovativo. Nei prossimi giorni porteremo le prime dieci famiglie aventi diritto, secondo le graduatorie comunali, a visitare le nuovissime abitazioni. Anche in questo caso l’intervento è all’avanguardia e rispettoso dell’ambiente, perché oltre ai pannelli solari sui tetti per il riscaldamento dell’acqua, le superfici verdi sopra ai parcheggi, cioè i giardini pensili, sono stati realizzati come misura contro il calore dell’asfalto, una soluzione “green” per contrastare il riscaldamento ambientale”.

 

Il complesso ha un grande ingresso principale per i veicoli e altri laterali per l’accesso pedonale. I 24 alloggi hanno tutti medie dimensioni, circa 50 metri quadrati l’uno, muniti di piccoli ripostigli esterni.

 

All’interno del residence vi sono 22 parcheggi con “tetti verdi” e 6 posti auto per gli inquilini. Nel vasto giardino che circonda gli edifici vi sono lampioni e un’area con le panchine, un deposito per le biciclette, e alcune zone del giardino pensate come aree giochi dei bambini e spazi per gli anziani. Lateralmente al complesso è stata realizzata un’area ecologica per la raccolta dei rifiuti. Il piano di recupero dell’area ha previsto anche il ridisegno della strada interna di accesso e la creazione di marciapiedi su entrambi i lati.

 

La riqualifica

 

La riqualificazione dei 6 edifici e dei 24 alloggi ha permesso anche la realizzazione del “cappotto” (isolamento termico) dei fabbricati; senza dimenticare l’installazione dei pannelli solari sui tetti per la produzione di acqua calda.

 

 

La valorizzazione degli spazi esterni si mostra anche attraverso la piantumazione di piantine lungo il viale d’accesso e nei giardini condominiali. Le opere di urbanizzazione degli spazi scoperti hanno così risposto alle linee imposte dalla legge n.10 del 14/01/2013 “Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”.

 

(Il residence prima dei lavori)

 

I lavori

 

Il progetto esecutivo per le opere di sistemazione esterna, urbanizzazione primaria e completamento degli edifici ha visto la realizzazione di:

 

  • Reti tecnologiche interrate relative ai collettori delle acque nere e bianche con formazione di nuove caditoie lineari;
  • Distribuzione e collegamento acquedotto;
  • Collegamento gas metano e relativi manufatti;
  • Linea telefonica;
  • Impianto elettrico e citofonico con predisposizione per apertura cancelli;
  • Impianto di illuminazione esterna a servizio delle pavimentazioni interne carraie e pedonali oltre alle aree verdi comuni;
  • Recinzioni in c.a. e metalliche con nuovi manufatti di sostegno per cancelli di ingresso;
  • Pavimentazioni pedonali e carraie dei marciapiedi e strada interna;
  • Cancelli pedonali e carraio metallici;
  • Sistemazione a verde e arredo delle aree comuni;
  • Adeguamento di porzione della tubazione di raccolta acque pluviali su Via Bergamo;
  • Rifacimento del marciapiede pubblico su Via Bergamo con integrazione su Via Della Speranza;
  • Impianto elettrico delle singole autorimesse;
  • Creazione ripostigli sotto alle terrazze;

Alessandro Polo, esponente della lista Piazza Civica, comunica quanto segue:

 

Piazza Civica sarà la prima lista civica in Italia a promuovere la micromobilità green in un comune, sostenendo la diffusione di mezzi innovativi e sostenibili a propulsione elettrica, quali monopattini, segway e hoverboard.

 

Il decreto del ministero dei Trasporti che darà avvio alla sperimentazione nei comuni è pronto, Piazza Civica è sul pezzo e sosterrà fin da subito la diffusione e la regolamentazione dei piccoli veicoli elettrici in un’ottica di mobilità a zero emissioni.

 

Con Piazza Civica la micromobilità elettrica sarà una realtà nel comune di Mogliano e ci si potrà spostare liberamente con questi mezzi, cosa oggi non permessa perché monopattini, hoverboard e segway non sono previsti dal codice della strada.

Sul territorio italiano è recentemente nata una nuova e importante collaborazione tra Energia Italia e ANTA (Associazione Nazionale per la Tutela dell’Ambiente): due realtà dello stivale da sempre attente all’ambiente, che hanno deciso di sposare un’iniziativa a favore del decoro urbano, nell’ottica di un Paese sempre più green.

 

“Crediamo molto in questa collaborazione e ci auguriamo di superare i risultati che ci siamo prefissati”, ha sottolineato l’Amministratore Delegato di Energia ItaliaParide Massarenti. “Chiaramente siamo solo all’inizio e ci vorrà del tempo prima di vedere concretizzarsi il progetto, ma trattandosi di due realtà che si battono molto per la salvaguardia dell’ambiente, sono fiducioso che il risultato finale sarà addirittura migliore di quanto riesco a immaginare ora”.

 

Il progetto in questione si svilupperà in diversi comuni italiani, che vedranno la realizzazione di numerose oasi verdi, adiacenti ad aree urbane, liberamente frequentabili da tutti i cittadini. Questi spazi, oltre a dare colore ai luoghi della quotidianità, diventeranno il punto di riferimento per chi è alla ricerca di un momento di relax all’aria aperta.

 

Qualche tempo fa una richiesta analoga era stata presentata anche al Comune di Roma, a cui ANTA chiedeva di adottarne diverse aree comunali per riempirle di ancora più verde.

 

Durante una recente intervista, anche il Professor Ennio Maccari, Presidente di ANTA, ha voluto spendere due parole in merito alla recente collaborazione avvenuta, dichiarando: “Abbiamo fatto un accordo con un giovane gruppo industriale molto interessato al risparmio energetico, che quindi condivide i nostri stessi interessi. Energia Italia sta proponendo diverse iniziative ambientali, e siccome anche noi lo facciamo ormai da molti anni, siamo davvero contenti di aver sposato un progetto che si allinea perfettamente con la nostra missione”.

 

Il progetto, infatti, ha già mosso molti pareri favorevoli tra i cittadini che ne sono venuti a conoscenza, i quali si sono detti entusiasti e impazienti di vederlo realizzato nei prossimi mesi.

 

 

 

Chi è ANTA

Costituita nel 1987 a Roma, ANTA è l’”Associazione Nazionale per la Tutela dell’Ambiente”, senza fini di lucro, riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente con DPR 23/3/94 e iscritta dal 1988 all’anagrafe degli Enti di Ricerca del MIUR.

L’Associazione abbraccia tutto il territorio nazionale, da Nord a Sud, attraverso un coordinamento centrale a Roma e numerose sedi dislocate in ogni regione.

ANTA conta anche di un proprio corpo di Guardie ambientali e marittime volontarie, con riconoscimento prefettizio e provinciale. (Per maggiori informazioni consultare il sito: www.antaitalia.it).

 

 

 

Chi è Energia Italia

Nata da un gruppo di persone giovani, preparate e decise a migliorare la qualità della vita delle famiglie e dell’ambiente, Energia Italia è una società produttrice di energia elettrica e fornitrice di gas naturale con sede nel trevigiano, ma attiva su tutto il territorio italiano. Il risparmio energetico e l’energia pulita sono i punti cardini dell’azienda, i cui prodotti di efficienza energetica spaziano dalle caldaie ai climatizzatori, all’illuminazione a led, agli impianti solari, fotovoltaici ed eolici, ai depuratori d’acqua, fino ad arrivare ai pannelli radianti e ai sistemi di antifurto. (Per maggiori informazioni consultare il sito: www.energiaitalia.srl).

Un parco mezzi più ecologico e moderno e tariffe invariate rispetto agli anni precedenti. Questi gli obiettivi raggiunti dall’amministrazione comunale di Casier con il nuovo bando triennale per l’affidamento del trasporto scolastico. La gara – la cui procedura è stata eseguita dal SUA (Servizio Unico Appalti) di Treviso – è stata vinta dall’associazione temporanea di impresa formata dall’azienda Vianello Giuseppe Autocorriere di Roncade, storico fornitore del servizio scolastico locale, e da MOM: una sinergia che ha permesso al Comune di mettere insieme i vantaggi del background di Vianello e la disponibilità di mezzi di trasporto di ultima generazione dell’azienda di Mobilità di Marca.
“I nostri studenti avranno a disposizione dei mezzi più piccoli rispetto a quelli con i quali si recavano a scuola negli anni precedenti, ma senza dubbio più sostenibili. Saranno Euro 5 con in più un Euro 6. Fondamentale – afferma Paola Marson, assessore all’Istruzione del Comune di Casier – è l’essere riusciti a garantire alle famiglie interessate le stesse vantaggiose condizioni economiche di prima: le tariffe rimangono invariate, l’amministrazione comunale copre circa il 65 per cento del costo totale e chi si trova in difficoltà economica può richiedere un contributo”.
 
Dall’inizio di ottobre inoltre tutti i percorsi e le fermate dei mezzi scolastici saranno visibili attraverso un servizio web.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni