Home / Posts Tagged "giovani talenti"

Lo scorso anno fu riservato agli studenti del quarto anno dell’IPSEOA Andrea Barbarigo di Venezia. Ma il successo di quella prima edizione ha spinto l’Istituto veneziano a triplicare lo sforzo organizzativo.

 

E così la seconda edizione del contest “Tradizioni Creative” coinvolgerà, oltre agli studenti dellIPSEOA Andrea Barbarigo, quelli dell’Istituto Musatti di Dolo e dell’IPSEOA Cornaro di Jesolo, grazie anche al supporto dell’azienda Moduline di Vittorio Veneto (già sostenitrice del contest 2018) e dell’Atelier Alimentare Cibo & Salute di Vigonza.

 

Sarà il magnifico chiostro dell’Istituto veneziano ad ospitare, mercoledì 22 maggio 2019, la finale tra i 10 studenti. Questi presenteranno entro il 5 maggio la scheda tecnica di una ricetta; essa dovrà valorizzare ingredienti come il carciofo violetto, il pesce povero (sarda, sgombro e ghiozzo), erbe spontanee e cereali (farro); li eseguiranno poi durante la finale per proporla in degustazione ad una giuria di chef ed esperti di gastronomia e tecniche di cucina.

 

I primi 3 classificati potranno partecipare a giornate di formazione nelle aziende Moduline e Cibo & Salute per approfondire le tecniche di conservazione alimentare, l’abbattimento e la rigenerazione, le cotture a pressione e combinate: tecnologie che le due aziende affinano continuamente e le cui conoscenze, faranno parte del bagaglio formativo degli chef del futuro.

 

Mauro Favretti (Managing Director di Moduline) azienda che nei suoi trent’anni di attività ha introdotto grandi innovazioni tecnologiche nelle cucine professionali di tutto il mondo.

 

“La nostra missione è quella di promuovere una cucina sana, efficiente e al passo con la tecnologia e con le esigenze della ristorazione contemporanea; anche cercando di individuare le istanze future del settore. Per questo amiamo il confronto con i giovani che con la loro curiosità, il loro entusiasmo ed il loro spirito critico sono per noi una continua ed insostituibile fonte d’ispirazione”. Afferma Favretti.

 

Sottoscrive l’intento e l’entusiasmo Sergio De Sanctis, Direttore Generale di Cibo & Salute, atelier dedicato alla ricerca, allo sviluppo e alla implementazione di prodotti e tecnologie innovative in ambito alimentare: “Il nostro impegno a promuovere e diffondere l’informazione e la ricerca non poteva trovare partner migliori di questi tre istituti veneziani, dove si stanno formando coloro che domani saranno protagonisti nelle cucine professionali. Poterli conoscere direttamente e supportarli nella loro crescita; sarà – oltre che un grande piacere – un modo per riflettere assieme a loro su come conciliare intenti creativi, tradizione, gusto, efficienza e salubrità. Ossia il nostro obiettivo quotidiano, la loro missione futura”.

Torna a far parlare di sé il giovane talento casalese di pianoforte: il diciasettenne Elia Cecino trionfa in Ungheria, aggiudicandosi il 1° premio all’8° concorso internazionale Chopin.

 

Tanti i complimenti ricevuti dal pubblico e anche dalla prestigiosa giuria, composta da musicisti di fama mondiale. Tra i 41 candidati alla competizione, provenienti da 23 paesi tra Europa, Asia, America e Australia, Elia ha dimostrato ancora una volta il suo potenziale: autentico orgoglio per tutta la comunità casalese.

 

Brivissimo, Elia!

La giuria ha votato la rosa dei tre giovani che si sono distinti per il loro talento. Sul podio Francesco Brutto, chef del ristorante veneziano Venissa, Eleonora De Marchi, campionessa mondiale di scherma da Castelfranco Veneto e Andrea Mocellin, inventore del progetto Revolve originario di San Nazario, nel Vicentino. Venerdì 22 giugno la serata della premiazione ufficiale al ristorante di Gerry Menegon a Monfumo, nel Trevigiano

 

La giuria dello storico premio “Locanda da Gerry”, ideato da Gerry Menegon, titolare col fratello del ristorante omonimo di Monfumo, nel Trevigiano, ha proclamato i vincitori assoluti che si sono distinti per il loro talento. Ecco chi sono i tre giovani under 35 saliti sul podio delle eccellenze: lo chef Francesco Brutto, la campionessa mondiale di scherma Eleonora De Marchi e l’inventore Andrea Mocellin.

 

Francesco Brutto, trevigiano di Campocroce, classe 1988, è uno chef prodigio che vanta prestigiosi premi, tra i quali una stella Michelin per entrambi i ristoranti che gestisce, il Venissa di Mazzorbo a Venezia e Undicesimo Vineria a Treviso, Tre Cappelli alla Guida dell’Espresso di quest’anno, la stessa che già nel 2017 l’aveva nominato “Giovane dell’anno”.

 

 

 

Il secondo talento viene da Castelfranco Veneto, sempre nel Trevigiano, ed è la campionessa di scherma Eleonora De Marchi, appena ventenne e già pluripremiata. Componente della Nazionale italiana assoluta di spada femminile, ha collezionato molteplici Coppe Oro del Mondo, tra le quali Under20 a Burgos, in Spagna e a Helsinki in Russia, e le recenti sia in squadra che individuale a Laupheim, in Germania.

 

 

 

 

 

 

Infine, il terzo giovane che si è aggiudicato il premio arriva dalla provincia di Vicenza, a San Nazario in Valbrenta, ed è Andrea Mocellin, innovativo designer trentatreenne. Laureato in un Master in progettazione di veicoli al Royal College of Art di Londra, il suo curriculum riporta esperienze professionali notevoli con i più famosi marchi d’auto come Fiat, Audi e Ferrari. Mocellin si è distinto in particolare per aver inventato Revolve, la prima ruota modulare che si può piegare e infilare anche in zaino: il sogno dei viaggiatori e dei pendolari.

 

 

Lo storico premio “Locanda da Gerry” è nato nel 2008 e, dopo una pausa creativa, è tornato con una forte motivazione, “Sfatare il mito che l’Italia è un paese per vecchi, che non dà spazio quindi alle giovani leve”, spiega Gerry. “Il Premio vuole infatti dare visibilità a quei talenti under 35 che appartengono alla fascia territoriale compresa tra il Brenta e il Piave. Ma oltre a mettere in luce le grandi risorse umane del nostro territorio, abbiamo anche uno scopo sociale: una parte del ricavato viene devoluta a un’associazione di solidarietà  indicata di volta in volta, come sarà anche quest’anno”.

 

Appuntamento dunque a venerdì 22 giugno presso il ristorante di Menegon a Monfumo, in via Chiesa 6, con una cena con ospiti vip per le premiazioni.

La quarta edizione della stagione concertistica di Preganziol, che avrà luogo come di consueto in autunno, si arricchisce di un’anteprima primaverile ricca di stimoli per la vita musicale della città. Per la prima volta salirà sul palcoscenico di Preganziol il Conservatorio di musica di Castelfranco Veneto con due ensemble di studenti di alto livello.

 

L’Associazione Musica d’Arte ha stipulato un’apposita convenzione con il Conservatorio “Agostino Steffani”, che è l’unica Istituzione di livello universitario ad avere sede legale in Provincia di Treviso, dando così un ulteriore impulso alla Scuola di Musica e portando anche a Preganziol l’attività di un’Istituzione come il Conservatorio, da tempo presente nella vita culturale della vicina Treviso e della provincia.

 

Il concerto di mercoledì 13 giugno, alle ore 21.00, presso la Sala consiliare prevede un Quartetto d’archi che eseguirà musiche di Haydn, Dvořák e Schubert, e un Sestetto di tromboni che suonerà le musiche di Purcell, Wagner, Carmichael, Schiltknecht. Un programma vario da non perdere, che ci permetterà di passare, in una sola serata, dalla pastosa sonorità degli archi alla potenza dei tromboni, dal grande repertorio quartettistico all’autore della famosa canzone “Polvere di stelle”.

 

Per i particolari, si consiglia di consultare il sito: www.associazionemusicadarte.com

 

Dal 28 giugno al 31 luglio a Campocroce di Mogliano Veneto (Treviso) in programma spettacoli teatrali, musica e mostre d’arte

 

7 spettacoli di cui una prima nazionale, 2 appuntamenti musicali, una mostra d’arte, 4 workshop per bambini e ragazzi e uno stage di 15 giorni: tutto questo è Tema Cultura Festival, la terza edizione di un evento che si propone di presentare i grandi nomi del teatro italiano ma anche di promuovere i giovani talenti.

 

“Quest’anno – commenta Giulia Pelliciari, direttore artistico del festival – abbiamo voluto puntare in alto: l’intento è quello di creare un’iniziativa di ampio respiro culturale con rappresentazioni che possano far divertire, riflettere, coinvolgere, stupire, scuotere il pubblico. Vogliamo creare dibattito, formare uno spettatore consapevole e allo stesso tempo dare l’opportunità alle giovani compagnie di farsi conoscere”.

 

Il cartellone si apre il 28 giugno con un monologo di Giuseppe Pambieri una delle grandi voci del teatro italiano, “Centomila uno nessuno”, un viaggio ironico ed emozionante attraverso l’universo di Pirandello.

 

Il 5 luglio sul palcoscenico la compagnia IF Prana in collaborazione con la Regione Toscana con la prima nazionale di “Scimmie”, una riscrittura del mito di Troia attualizzato nel presente.

 

Unica data veneta l’11 luglio per Alessandro Preziosi che porta alla Filanda Motta “Totò oltre la maschera”, un recital omaggio all’attore napoletano.

 

Il 19 luglio in programma “Io mai niente con nessuno avevo fatto”, testo pluripremiato portato in scena da Vucciria Teatro, teatro Bellini di Napoli che affronta il tema dell’omosessualità.

 

Il 26 luglio Edoardo Siravo conquisterà il pubblico con “Non ci resta che ridere”, un viaggio nella letteratura e nella poesia comica di tutti i tempi.

 

Tutti gli spettacoli inizieranno alle 21.00 mentre alle 20.30 è previsto un aperitivo con gli artisti.

 

 

Il 28 giugno alle 19.30 si inaugura la mostra “Vachement” di Martino Zanetti che sarà ospitata nella Filanda Motta per tutto il periodo del festival.

 

Due gli appuntamenti con la musica: il 19 luglio alle 19.30 Ginga, una delle più autorevoli voci gospel italiane nello spettacolo “Ginga on my mind”,  mentre il 26 luglio alle 19.45 Francesco Zanetti darà voce alle note di Fabrizio De André con “Storie sbagliate”.

 

Per la rassegna giovani palcoscenici, il 31 luglio alle 19.30 studenti della London Accademy (di cui una ex allieva di Tema Cultura) presenteranno uno studio su Antigone, il 30 e il 31 luglio alle 21.00 luci accese su “Alice” prodotto dalla Compagnia La Stanza e realizzato durante uno stage in programma dal 16 al 29 luglio.

 

Per i bambini e i ragazzi in programma l’8-15-22-29 luglio workshop con laboratori di teatro, arti grafiche, pittura, lettura.

 

Tema Cultura Festival è una delle iniziative della rassegna Metropolis promossa dal Comune di Mogliano Veneto.

 

Per info e prenotazioni:

www.temacultura.it

Tel.3462201356

[email protected]

Dopo una pausa creativa, lo storico contest riparte con una nuova edizione per premiare quei giovani che si distinguono nei diversi campi dell’azione umana. Il 22 giugno la proclamazione dei tre vincitori assoluti

 

Lo storico premio “Locanda da Gerry” è nato nel 2008 per volere di Gerry Menegon, il titolare con il fratello Maurizio del ristorante di Monfumo, nel Trevigiano, con lo scopo di premiare i giovani talenti che si distinguono nei diversi campi dell’agire umano: cultura, sport, impresa, scienza, cinema, teatro e spettacoli, ma anche impegno civile, sociale e ambientale, mondo del volontariato in genere.

 

Dopo una pausa creativa, il premio torna ora con una forte motivazione: sfatare il mito che l’Italia è un “paese per vecchi”, che non dà spazio quindi alle giovani leve. Il premio “Locanda da Gerry” vuole infatti dare visibilità a quei talenti che appartengono alla fascia territoriale compresa tra il Brenta e il Piave, di età inferiore ai 35 anni, che eccellono in un particolare settore.

 

Una giuria qualificata di esperti selezionerà una rosa di nomi che sarà sottoposta al giudizio finale, i vincitori assoluti saranno poi annunciati venerdì 22 giugno presso il ristorante di Menegon a Monfumo, in via Chiesa 6.

 

Oltre a mettere in luce le grandi risorse umane del nostro territorio, a nobilitare ulteriormente il premio, è lo scopo sociale per cui è nato. Da sempre, infatti, una parte del ricavato viene devoluta a un’associazione di solidarietà  indicata di volta in volta, come sarà anche quest’anno.

Prende il via il concorso riservato ai giovani musicisti emergenti: domande da inviare entro il 10 giugno 2018

 

Al via l’edizione AnnoZero del concorso musicale Hybrid Music Contest 2018 riservato ai giovani musicisti emergenti, con scadenza il 10 giugno 2018, per la selezione di 5 finalisti che avranno l’opportunità di esibirsi il 4 luglio sul palco di Marghera Estate 2018 di fronte a un’arena di 920 posti.

 

L’iscrizione al contest è totalmente gratuita e ai primi tre classificati verranno riconosciuti vari premi tra cui: un bonus per l’acquisto di strumenti musicali pari al valore di 500 euro al primo classificato, e rispettivamente al secondo e terzo classificato, 10 e 5 ingressi gratuiti alla nuova sala prove della Hybrid Music di Mestre.

 

Le fasi della call, aperta a musisti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, prevedono una preselezione attraverso l’ascolto del materiale audio e una selezione live di 10 musicisti presso la Hybrid Music il 21 giugno. Il concorso sarà giudicato da una Commissione formata da 5 esperti del settore e presieduta dal giornalista e critico musicale, Giò Alajmo.

 

L’iniziativa nata per sostenere e promuovere la creatività giovanile, è organizzata e voluta dall’Assessorato alla Ceosione Sociale e Politiche Giovanili, in collaborazione con Euro & Promos FM.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni