Home / Posts Tagged "anziano"

Alle 6.15, i Vigili del fuoco sono stati chiamati per soccorrere un automobilista finito nel fiume Brenta nei pressi di Piazza Mercato a Mira: deceduto un anziano. Le squadre dei pompieri, arrivate dal locale distaccamento e da Mestre con il nucleo sommozzatori, hanno raggiunto l’auto intanto inabissatesi, riuscendo a tirare fuori la persona. Purtroppo nonostante i tentativi di rianimazione il personale del Suem 118 ha dovuto dichiarare la morte del 83 enne del posto.

 

 

I Vigili del fuoco hanno successivamente recuperato l’auto, issandola con l’autogrù liberando così il corso del fiume. Le cause del sinistro sono al vaglio dei Carabinieri. Le operazioni di soccorso degli operatori sono terminate dopo circa due ore.

Questa mattina alle 7.30 a Casale sul Sile è emerso il cadavere di un anziano dall’omonimo fiume.

 

L’avvistamento è avvenuto in vicolo San Michele 13. Sono intervenuti i vigili del fuoco di Treviso, che hanno recuperato la salma.

 

Non si conoscono le cause dell’incidente, ma non si esclude un gesto estremo. I Carabinieri di Casale stanno indagando.

Questa mattina alle 9.30, al Colmello di Marcon in via Trieste, si è verificato un rapido intervento dei Vigili del Fuoco per soccorrere un uomo salito sul tetto della propria abitazione.

L’uomo, di 79 anni, è salito sul tetto della propria abitazione per controllare i lavori in corso, ed è deceduto, probabilmente per un malore. I vigili del fuoco lo hanno raggiunto sul tetto e insieme al personale del SUEM gli hanno praticato il massaggio cardiaco.

Nonostante gli immediati soccorsi, protrattisi per due ore, è stata constatata la morte dell’anziano.

POST TAGS:

Ieri, a Casale sul Sile in via Peschiera, si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco per permettere al personale del SUEM di entrare in un appartamento, il cui anziano inquilino non rispondeva alle chiamate dei familiari.

Una volta entrati nel locale, l’anziano inquilino, C.G. 72 anni, è stato rinvenuto riverso al suolo, morto.

Drammatica scena ieri, intorno alle 13.30, alla stazione ferroviaria di Mogliano. Un anziano di 66 anni ha tentato di gettarsi sotto il treno regionale Venezia-Udine.

L’uomo si è seduto sul ciglio della banchina gridando di volersi uccidere, il macchinista ha frenato prontamente e, approfittando di quell’attimo, un giovane è riuscito a trascinare l’anziano sulla banchina.

Nonostante ciò, l’uomo è rimasto gravemente ferito a una gamba ed è stato trasportato d’urgenza all’ospedale dell’Angelo di Mestre.

Fonte: Il Gazzettino

È stato un anziano di 81 anni a investite la cinquantenne ciclista di Casale sul Sile lunedì sera, all’uscita del distributore Sia Fuel di via Schiavonia.

L’anziano si è presentato martedì alla Polizia Locale, dichiarandosi il responsabile dell’incidente per il quale ora rischia una denuncia per omissione di soccorso.

All’anziano è stata ritirata immediatamente la patente. L’investita, fortunatamente, non è in gravi condizioni.

Fonte: OggiTreviso

L’aggressione è avvenuta in via Aleardi verso le 12 di sabato, appena fuori dal portone dell’abitazione dove l’anziano vive. La vittima stava rientrando a casa, dopo la passeggiata quotidiana, quando è stato raggiunto da un uomo che l’ha dapprima immobilizzato e, tenendogli fermo il braccio, gli ha strappato dal polso l’orologio d’oro che indossava.

 

Come riporta La Nuova Venezia, con molta probabilità, il rapinatore stava pedinando da tempo l’uomo. Accortosi dell’orologio di valore, ha atteso che l’anziano fosse di fronte la porta d’ingresso e lo ha assalito mentre teneva ancora le chiavi in mano, dopo aver semiaperto il portoncino. Non erano presenti testimoni al momento dello scippo e, solo successivamente, il malcapitato è stato soccorso da vicini e parenti che hanno avvertito i carabinieri.

 

Da una prima ricostruzione, è stato descritto un uomo alto, robusto, probabilmente dell’est Europa, con un paio di jeans e un giaccone scuro. L’anziano non ha riportato fratture o lesioni gravi. Nonostante l’insistenza delle forze dell’ordine e dei parenti, ha rifiutato di volersi sottoporre ad accertamenti sanitari. I carabinieri hanno controllato senza successo le vie adiacenti a via Aleardi, tra via Cappuccia e la zona di via Ca’ Marcello. Nei prossimi giorni verranno visionati i filmanti delle telecamere attive in zona, nella speranza di notare se nel percorso dell’anziano ci fosse qualcuno che lo stesse seguendo.

 

Gli investigatori ipotizzano che il delinquente proverà a disfarsi dell’orologio piazzandolo in qualche “compro oro” o più probabilmente vendendolo a un acquirente di strada.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni