Italia MondoSlide-mainSport

Mondiali Volley, buona la seconda. Battuto il Giappone 3-1

3 minuti di lettura

Non dobbiamo andare di lá con qualcosa di banale. Dobbiamo andare di là con qualcosa di tosto”. Davide Mazzanti, emblema della calma di un’Italia in affanno nel primo set col Giappone, la mette giù “pianino” ma trova evidentemente le parole giuste per un riscatto che parte dalla sconfitta sul filo di lana col Brasile, passa per la paura di perdere col Giappone e arriva a una netta vittoria che porta un po’ di tranquillità in vista della sfida di venerdì prossimo contro l’Argentina.

In questa seconda fase del mondiale, più d’uno si è reso conto che Paola Egonu è umana e non extraterrestre. Poi però lei ci ripensa e fa quello che le riesce meglio: piazzarle lì dove nessuno può arrivare.

Brucia ancora la sconfitta di poco meno di 24 ore fa col Brasile, al tie break, frutto di un ottimo gioco delle verdeoro ma anche di troppi errori da parte delle azzurre (20-25, 25-22, 25-22, 21-25, 15-17). All’Ahoy Arena dopo un primo set complicato, le campionesse d’Europa sono salite di livello nel secondo e terzo, mettendo in campo doti tecniche e carattere. Il Brasile ha risposto nel quarto e così il match è andato al tie-break. Nel quinto le due squadre hanno prodotto il massimo sforzo e a imporsi è stata la nazionale verdoro, dopo un’interminabile battaglia. La migliore marcatrice del match è stata Paola Egonu con 37 punti, seguita dalla brasiliana Gabi a quota 30 punti. Equilibrato il confronto a muro, 15 per l’Italia contro i 14 brasiliani, mentre le azzurre hanno commesso molti errori in più 35 a 26.

Il commento a caldo di Davide Mazzanti

Il Brasile è stato molto bravo in difesa e questo forse ci ha spinto a commettere qualche errore di troppo. Domani saremo di nuovo in campo e dobbiamo lasciarci alle spalle questa partita. Non abbiamo tante ore per recuperare, ma credo che in questi casi la testa può fare la differenza e far pensare di meno alla stanchezza fisica. Il percorso è ancora lungo, qualche passo falso può capitare e dobbiamo imparare ad accettarli” diceva ieri Anna Danesi, e oggi è arrivata la riscossa.

Italia Giappone 3-1 (20-25, 25-20, 25-14, 25-15).

Con il Giappone Mazzanti ha inserito dall’inizio Sylla per Pietrini, confermando Orro in palleggio, opposto Egonu, Bosetti in banda, centrali Chirichella e Danesi, libero De Gennaro.

Il match si è messo subito in salita, con le azzurre costrette a subire il ritmo delle giapponesi (11-14). L’attacco italiano è stato ben arginato dalla difesa avversaria e così la squadra nipponica ha tenuto in mano il pallino del gioco fino al 25-20 del primo set che non è piaciuto a nessuno.

Ma si sa, in ogni sport e nel volley in particolare, “non è finita finché non è finita“. Ecco quindi che nel secondo set le asiatiche hanno tentato di ripetersi (5-8), ma le ragazze di Mazzanti hanno mostrato ben altra consistenza (9-9). De Gennaro ha guidato magistralmente la difesa azzurre e per il Giappone è diventato molto più difficile mettere a terra il pallone.

Le campionesse d’Europa non hanno mai abbassato la concentrazione, fino al definitivo 25-20.

La vittoria del set ha caricato le ragazze di Mazzanti: il rientro in campo parla di un netto un 7-0. Vi ricordiamo che siamo a un mondiale, e non è cosa da poco. Le fasi successive hanno confermato la superiorità di Egonu e compagne, perfette in ogni fondamentale. Le campionesse d’Europa per tutta la frazione hanno mostrato una grandissima pallavolo mantenendo sempre un vantaggio netto (18-9). Le avversarie si sono dovute arrendere sotto i colpi di Sylla ed Egonu (5 e 9 punti), senza poter opporre alcuna resistenza. Finisce 25 a 14 e si passa al quarto set con l’animo più leggero.

Si comincia con un 8-7 più equilibrato, anche per la voglia di rivalsa delle giocatrici asiatiche, poi le ragazze di Davide Mazzanti cambiano marcia e non ce n’è più per nessuno. La dice lunga il parziale di 15-8.

Colpo di coda finale del Giappone che tenta il tutto per tutto con un tentativo di rimonta, ma la nazionale azzurra ha ormai trovato il suo ritmo e chiude il match con un netto 25 a 15 .

ITALIA- GIAPPONE MONDIALI PALLAVOLO VOLLEY FEMMINILE 2022 ROTTERDAM 04-10-2022 FOTO FIORENZO GALBIATI

Dall’Ahoy Arena di Rotterdam è tutto. Da stasera si pensa già all’Argentina. Appuntamento quindi a venerdì 7 ottobre alle 17.15 con le dirette su Rai 2, Sky Sport 1 e Sky Sport Arena.

Credis foto Galbiati/FIPAV.

Articoli correlati
MoglianoSlide-mainSpeciale 25 novembre contro la violenza sulle Donne

Continuano gli eventi a Mogliano Veneto per dire NO alla violenza in ogni sua forma

2 minuti di lettura
L’annuale Staffetta lungo il Terraglio termina quest’anno con l’inaugurazione di un’opera in memoria di tutte le vittime di violenza Nell’ambito delle molte…
AmbienteCulturaSlide-mainVenezia

Venezia e i cambiamenti climatici all'Ateneo Veneto

1 minuti di lettura
Venezia è un patrimonio tanto inestimabile quanto fragile e ha mostrato tutta la sua fragilità nel novembre 2019, quando l’acqua alta ha…
Slide-mainVeneto

Selva di Cadore, 3,1 milioni di euro per la sicurezza del territorio

2 minuti di lettura
L’Assessore al Dissesto Idrogeologico Gianpaolo Bottacin si è recato a Selva di Cadore, nel bellunese, per un sopralluogo a due cantieri curati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio