Home / Slide-main  / Mancata attivazione App Immuni. Spi CGIL “Non si può scherzare sulla vita delle persone”

Mancata attivazione App Immuni. Spi CGIL “Non si può scherzare sulla vita delle persone”

MANCATA ATTIVAZIONE APP IMMUNI SPI CGIL METROPOLITANO VENEZIA: “NON SI PUO’ SCHERZARE SULLA VITA DELLE PERSONE”   “Ha assunto gli estremi della presa in giro, dell’offesa agli oltre cinquecentomila cittadini del Veneto, che l’hanno prontamente e responsabilmente installata”.

MANCATA ATTIVAZIONE APP IMMUNI
SPI CGIL METROPOLITANO VENEZIA: “NON SI PUO’ SCHERZARE SULLA VITA DELLE PERSONE”

 

“Ha assunto gli estremi della presa in giro, dell’offesa agli oltre cinquecentomila cittadini del Veneto, che l’hanno prontamente e responsabilmente installata”. Questo il commento di Daniele Tronco, Segretario generale dello SPI CGIL Metropolitano, nel sottolineare con forza la gravità di quanto accaduto in merito all’App Immuni.
“La Regione Veneto avrebbe dovuto far attuare il corretto funzionamento dell’App Immuni per il tracciamento dei positivi– sottolinea Tronco – applicazione installata dai moltissimi cittadini solerti e preoccupati per la loro e l’altrui incolumità, convinti altresì di ottemperare a un dovere civico. Soprattutto in questa fase di recrudescenza della pandemia, in cui ogni strumento può essere di massima utilità nel circoscriverla, vogliamo sottolineare il grave comportamento di chi amministra la nostra Regione, in primis del suo Presidente, Luca Zaia. A tal fine, facciamo nostra la dichiarazione di Christian Ferrari, Segretario generale CGIL Veneto, con cui esprime lo sdegno non solo per la gravissima notizia, ma anche per il pessimo messaggio dato ai cittadini con questo deprecabile comportamento”.
“Non si può scherzare sulla vita delle persone, sui più deboli ancora meno – prosegue con forza Tronco – e non si può dimenticare il prezzo altissimo, che il Covid ha fatto e sta ancora facendo pagare a centinaia e centinaia di anziani, non ultima la situazione di estremo rischio che si sta ripresentando nelle RSA.
Come SPI, siamo quindi a pretendere dalla Regione Veneto l’immediata e corretta attuazione dell’App Immuni, atta a fronteggiare il pericolo del diffondersi del Covid e a salvaguardare l’incolumità dei cittadini, a maggior ragione delle fasce più a rischio come gli anziani e i disabili.”
“Anche e soprattutto in questa fase – conclude Daniele Tronco –  il nostro Sindacato è più che mai vicino ai pensionati e agli anziani, attraverso la costante e capillare presenza nelle Sedi del nostro Territorio. Perché lo SPI c’è.”

Questo giornale è gratuito ma, se vuoi, puoi sostenerlo donando un piccolo contributo di 1 euro al mese, impostando un pagamento periodico a questo link.

Commenta la news

commenti

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Notizie da Venezia, Treviso, Mogliano e dintorni