MestreSlide-main

Il Natale accende Piazza Ferretto

2 minuti di lettura

Un albero alto 15 metri e una piazza riscaldata da luci e vere e proprie sculture luminose faranno da cornice alle voci del gruppo Vocal Sky Line, diretto da Marco Toso Borella che si esibirà in un medley di canzoni natalizie.

Avrà così ufficialmente inizio, dopo l’accensione delle luci nelle vie della città il 21 novembre scorso, “A Venezia è di scena il Natale” che coinvolgerà il cuore di Mestre, insieme alle sue vie adiacenti, lungo tutto il periodo festivo residenti e visitatori nell’atmosfera e nella magia del Natale.

Tocca, dunque, anche a Piazza Ferretto incantare con luci e addobbi scintillanti e con un grande abete naturale, poggiato su base larga circa 7 metri e addobbato con sfere di varie dimensioni di color oro, argento e cipria. L’albero, sormontato da un puntale a stella, svetterà sulla piazza facendo entrare nel vivo il calendario di appuntamenti, promosso dal Comune di Venezia e Vela spa.

Per quanto riguarda l’illuminazione, grande attenzione sarà data, quest’anno, al rispetto dell’ambiente, limitandone l’impatto e i consumi attraverso un preciso piano di date di accensione e di spegnimento a fasce orarie e con l’utilizzo totale di lampade con tecnologie led a basso consumo. Grazie ad una attenta gestione delle accensioni, sia in termini di orario, con spegnimenti dei principali impianti nelle ore notturne, che di giornate dopo il week-end dell’epifania e prima del Carnevale, il costo complessivo dell’energia elettrica sarà pari a quello dell’anno precedente.

Non solo luminarie ma anche vere e proprie sculture luminose, che sono posizionate nei punti nevralgici della città e che sapranno incantare soprattutto i più piccoli, tra cerbiatti, pacchi dono e fontane di luce.

“Un Natale senza luci non sarebbe un vero Natale. Per questo la scelta dell’Amministrazione comunale è stata quella di mantenere lo spettacolo luminoso su tutto il territorio – spiega Brugnaro – Natale è la festa dei bambini e loro meritano l’albero illuminato in piazza come le tanti luci in città e le meritano anche i cittadini e commercianti. Tanti saranno anche gli eventi diffusi nel territorio che si rivolgono ai più piccoli, ma anche ai più grandi. Si può proprio dire che a ‘Venezia è di scena il Natale!'”.

Oltre alle luminarie e al grande albero, protagonista sarà anche la pista di pattinaggio, che verrà ufficialmente aperta venerdì e potrà ospitare grandi e piccini fino all’8 gennaio 2023 nei giorni feriali dalle 15.00 alle 19.00 e nei giorni festivi dalle 11.00 alle 20.00. 

Da lunedì 19 dicembre la pista resterà aperta tutti i giorni dalle 11.00 alle 20.00. Sarà possibile accedere con pattini propri oppure noleggiandoli in loco, con un sovrapprezzo sul costo d’ingresso: adulti con noleggio pattini euro 9,00, con pattini propri euro 7,00; bambini fino a 12 anni 7,00 o 5,00 euro, abbonamenti di 10 ingressi per adulti con noleggio 65,00 euro e senza noleggio 55,00 euro, mentre per bambini 55,00 o 35,00 euro. 

Immancabili i tradizionali mercatini, 36 casette in legno, aperte tutti i giorni, in collaborazione con Confesercenti e Ascom, per accompagnare lo shopping natalizio, tra prodotti artigianali e delizie gastronomiche. Fino al 28 dicembre i mercatini saranno in Piazza Ferretto e via Poerio, mentre continueranno fino al 6 gennaio 2023 in via Allegri. Proseguono gli allestimenti anche nelle isole e in città antica, che saranno inaugurati nei prossimi giorni. 

Tutto il programma sul sito del Comune di Venezia, sul sito e sui canali social di Venezia Unica.

Articoli correlati
MoglianoSlide-mainSpeciale 25 novembre contro la violenza sulle Donne

Continuano gli eventi a Mogliano Veneto per dire NO alla violenza in ogni sua forma

2 minuti di lettura
L’annuale Staffetta lungo il Terraglio termina quest’anno con l’inaugurazione di un’opera in memoria di tutte le vittime di violenza Nell’ambito delle molte…
AmbienteCulturaSlide-mainVenezia

Venezia e i cambiamenti climatici all'Ateneo Veneto

1 minuti di lettura
Venezia è un patrimonio tanto inestimabile quanto fragile e ha mostrato tutta la sua fragilità nel novembre 2019, quando l’acqua alta ha…
Slide-mainVeneto

Selva di Cadore, 3,1 milioni di euro per la sicurezza del territorio

2 minuti di lettura
L’Assessore al Dissesto Idrogeologico Gianpaolo Bottacin si è recato a Selva di Cadore, nel bellunese, per un sopralluogo a due cantieri curati…

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SULLE ULTIME NEWS
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Newletter Il Nuovo Terraglio